24 cose da sapere su Papa Francesco I

Sei qui: Sei qui: Articoli informagiovani   > 24 cose da sapere su Papa Francesco I

24 cose da sapere su Papa Francesco I 

Papa Francesco I, al secolo, Jorge Mario Bergoglio è dal 13 marzo 2013 il nuovo vescovo di Roma e papa della Chiesa cattolica nonché Sommo Pontefice della Chiesa universale, ottavo sovrano dello Stato della Città del Vaticano, primate d'Italia, oltre agli altri titoli propri del romano pontefice. Appartiene all'ordine dei gesuiti ed è il primo gesuita e il primo sudamericano eletto al soglio di Pietro. Il nuovo papa possiede già tanti primati in una istituzione come la chiesa che ha più di 2000 anni, e questa è già di per sé una cosa "rivoluzionaria" all'interno di una istituzione, considerata dai più, avversa alle novità.

 

Come primo impatto con il nuovo Papa, abbiamo voluto elencare 24 punti sommari per presentarvi questa "novità", in cui credenti e non credenti, ripongono parte delle proprie speranze per una società e un mondo migliore, un mondo che tenga in considerazione ogni singolo essere umano che calpesta questo nostro pianeta.

 

1.  Il nuovo papa è il 226° vescovo di Roma.

 

2. Francesco I è primo, di nome e di fatto, per tantissime cose. Intanto è il primo papa argentino, il primo sudamericano, in assoluto il primo non europeo se si eccettua San Pietro, il primo che veniva dalla Palestina di Gesù. L'ordine venne soppresso e dissolto da papa Clemente XIV nel 1773.

 

Francesco I3. E' il primo che si chiama come San Francesco, il "santo dei santi", se così si può dire. Perché i successori di Pietro sono stati sempre così restii nel chiamarsi come uno dei santi più popolari e venerati del mondo cattolico? Come molti di voi sapranno, Francesco d'Assisi nacque nel 1182 da una famiglia di commerciati abbastanza agiata. Quando Francesco sentì la chiamata di Dio si spogliò di tutte le sue ricchezze ed optò per una vita semplice volta alla povertà. Sarà capace la Chiesa, con il nuovo pontefice, di tornare alle origini del voto cristiano di povertà e di spogliarsi di tutte quegli elementi materiali e di potere che hanno minato alla sua credibilità, riavvicinandosi ulteriormente ai suoi fedeli?


4. È il primo papa gesuita. Ricordiamo che la Chiesa nel corso della sua storia ha avuto rapporti contrastanti con la compagnia di Gesù, l'ordine fondato da Ignazio di Loyola a Parigi nel 1534. I gesuiti vennero espulsi da vari paesi europei nella seconda metà del XVIII secolo, per contrasti con le monarchia assolute dell'epoca, quindi l'ordine venne addirittura soppresso e dissolto da papa Clemente XIV nel 1773 (la Compagnia sopravvisse solo in Bielorussia grazie alla zarina Caterina II); l'ordine venne poi in seguito ricostituito da papa Pio VII nel 1814.

 

5. Non solo il nuovo papa ha deciso di chiamarsi Francesco per la priva volta ma è anche la prima volta che un nuovo pontefice sceglie un nome nuovo e non usato prima. E' successo solo due volte, per Giovanni Paolo nel 1978 e per Papa Lando, nel lontanissimo 913.

 

6. Francesco è stato anche il nome di uno di più grandi gesuiti della storia. Francisco Xavier (Francesco Saverio in italiano), fu un missionario spagnolo, in seguito proclamato santo, che si dedicò all'evangelizzazione dell'estremo oriente, con viaggi in India, a Taiwan e in Giappone.

7. Nessun gesuita era stato papa, e nessun gesuita prima di Jorge Mario Bergoglio è stato arcivescovo di Buenos Aires (dal 1997 a oggi).

8. Jorge Mario Bergoglio è di origini, italiane. Suo nonno era piemontese e ogni anno o due, Bergoglio tornava a fare visita ai suoi parenti a Bricco Marmorito di Portacomaro Stazione, un comune di circa 2000 abitanti nei pressi di Asti. Leggi anche Buon compleanno Papa Francesco

9. Il nuovo papa ha 76 anni e i suoi primi studi prima di entrare in seminario e abbracciare la chiesa sono stati quelli per prendere il diploma di perito chimico.

10. Ha un solo polmone. L'altro gli è stato rimosso da ragazzo per un'infezione. Visse tre giorni terribili, tra la vita e la morte, con una febbre altissima. Chissà, forse fu da quell'episodio che decise di diventare sacerdote.

 

11. Il nuovo papa parla spagnolo, italiano e tedesco (quest'ultima lingua appresa durante gli studi per il dottorato).

12. Francesco I è sempre apparso come una persone semplice che non ha né autista né macchine blu. A Buenos Aires usava la metropolitana. Anche a Roma si è mosso a piedi o con i mezzi pubblici. Spesso va in bicicletta.

13. È un tifoso della squadra di calcio del San Lorenzo de Almagro un club minore di Buenos Aires, squadra dove ha militato l'ex attaccante del Napoli Lavezzi e l'ex giocatore dell'Inter Iván Ramiro Córdoba.

14. Da buon argentino amava ballare il tango con la sua fidanzata, prima di trovare la vocazione.

15. Il nuovo papa si dice che sia una persona abitudinaria, che si cucini da solo e vada a letto alle 9.30 di sera per alzarsi alla 4.30 del mattino.

16. La sua prima apparizione pubblica in San Pietro è stata salutata da tutti per la sua spontaneità e umiltà. Chi lo segue da anni sostiene che in passato fosse restio a rilasciare interviste. Sulle orme del suo predecessore tuttavia, l'ormai famoso account twitter @Pontifex ha subito twittato poche ore dopo la sua elezione (quasi sicuramente un messaggio dello staff). Vedremo.


17. I commentatori televisivi più critici hanno subito messo in luce un possibile primo lato oscuro del nuovo pontefice, in particolare il fatto di non essersi opposto alla dittatura militare argentina tra il 1976 e il 1983. Per fatti inerenti lo stesso periodo storico fu anche accusato di complicità nel rapimento di due sacerdoti gesuiti. Secondo altri, tuttavia, Bergoglio fu fondamentale per la liberazione dei due religiosi.

18. Ha un suo pensiero economico che in Italia lo porrebbe su posizioni simili a quelle del Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo, essendo critico nei confronti del Fondo Monetario Internazionale (ricordiamo la grave crisi economica e il default dell'Argentina) e di quel capitalismo che contribuisce alla povertà.

19. Nel 2001 con un gesto simbolico di grande rilevanza, ha voluto visitare un ospedale con pazienti malati di Aids per potergli parlare e - nella celebrazione del Venerdì Santo, lavargli e baciargli i piedi.

20. Nel 2012, come ricordato in vari programmi televisivi seguiti alla sua proclamazione a vescovo di Roma,  Jorge Mario Bergoglio, durante un discorso, è stato molto duro con una parte del clero argentino reo di non battezzare i bambini figli di ragazze madri, non sposate quindi, fatto ritenuto dal futuro papa ipocrita per aver dimenticato che Gesù battezzava i lebbrosi e mangiava con le prostitute.

22. Bergoglio ha un suo preciso pensiero circa il possibile riconoscimento dei matrimoni gay, possibilità che ha sempre  criticato, definendola "un attacco distruttivo ai piani di Dio".

23. Durante il conclave precedente a quello che si è concluso oggi, quello del 2005, molti cardinali votarono per il futuro Francesco Primo contro Ratzinger. Bergoglio arrivò secondo nella votazione che portò all'elezione di Benedetto XVI.

 

24. Sui preti pedofili ha detto "Se c’è un prete pedofilo è perché porta in sé la perversione prima di essere ordinato. E sopprimere il celibato non curerebbe tale perversione. O la si ha o non la si ha"

 

 

Torna su

 

Ringraziandovi per il vostro continuo supporto, Informagiovani Italia vi ringrazia. Per qualsiasi commento su questo e altri articoli scriveteci a info@informagiovani-italia.com