AVIGNONE

VISITARE AVIGNONE INFORMAZIONI  PICCOLA GUIDA

 

Avignone è un vivace centro culturale e artistico, conosciuta in tutto il mondo per essere stata sede papale sette secoli fa, per il suo Festival Internazionale di musica e teatro e per la sua gastronomia. E' anche il luogo dove il nostro Petrarca incontrò Laura, nella chiesa di Santa Chiara, e se ne innamorò. Avignone, un luogo tutto da scoprire,  custodisce un eccezionale patrimonio storico-artistico, come il Palazzo dei Papi e il Ponte di St-Bénezet, dichiarati nel 1995 Patrimoni dell'Umanità dell'Unesco.

 

Palazzo dei Papi ad AvignoneLe acque del Rodano, il fiume che attraversa la città, riflettono sagome di bastioni, campanili e tetti di tegola rossa. Un luogo suggestivo, che non vi deluderà. Avignone venne alla ribalta della storia come sede artistica e culturale quando, durante il XIV secolo, il Papa Clemente V vi si stabilì, insieme alla Curia, spostandosi da Roma alla Provenza, sotto l'egida e la protezione del re di Francia Filippo il Bello, dando vita alla cosiddetta Cattività Avignonese. Da quel momento, tra il 1309 e il 1377, nella 'cité des papes' (città dei Papi), furono investiti grandi quantità di soldi nella costruzione e la decorazione del Palazzo dei Papi. Anche dopo che la corte pontificia ritornò a Roma, e Avignone diventò un luogo malfamato dove imperversavano bande criminali, la città rimase un notevole centro culturale. Oggi la città mantiene le sue tradizioni di centro artistico, attraverso un calendario fitto di appuntamenti, tra cui spicca il famosissimo Festival D'Avignone in Luglio che attira centinaia di migliaia di visitatori ogni anno e di cui più sotto potete vedere una veloce antologia di questo ultimo decennio.

 

 

 

AvignoneAvignone ha una popolazione di quasi 86.000 abitanti ed è una delle più importanti città storiche della Francia. La cittadina si trova al centro di un territorio da sempre strategico per le via di comunicazione e per questo ambito da vari potentati. Dista 580 km da Parigi, a 230 km da Lione e a 85 km da Marsiglia, ed è capoluogo del dipartimento del Vaucluse, sul fiume Rodano. Le città più vicine sono anch'esse d'importanza storica, culturale e turistica, come Aix en Provence, che dista soli 80 km, e Orange (a nord), Nimes e Montpellier (a sud-ovest), Arles (a sud) e Salon de Provence (a sud-est).

Il centro storico di Avignone è racchiuso da mura medievali, costruite nel 1403 da Benedetto XII, l'ultimo dei cosiddetti anti-Papi. Il primo di questi fu per l'appunto Clemente V nel 1309. Quest'ultimo, fu invitato nella città Palazzo dei Papi Avignone(allora parte del Regno di Arlese circondata dalla contea di Comtat-Venaissant, già proprietà della Chiesa dal 1274), dall'astuto re Filippo il Bello, (lo stesso per intenderci che incamerò parte delle ricchezze dei templari dopo la messa al bando dell'ordine cavalleresco), con il pretesto di essere protetto dall'anarchia e dalle lotte tra fazioni della Roma di quel periodo. In realtà, 'ospitando' il Papa, Filippo vide la possibilità di estendere il proprio potere Veduta di Avignone dall'altra parte del Rodanosulla Chiesa, ed è ciò che accadde. I Papi comprarono Avignone dal sovrano angioino per 80.000 fiorini nel 1348 e da allora fino alla Rivoluzione Francesela città e la contea divennero possedimenti dello Stato della Chiesa (prima sotto il Grande Scisma e poi sotto la Roma papalina attraverso dei delegati pontifici). L'eredità lasciata dalla corte papale fa di Avignone, una delle più interessanti e belle città medievali d'Europa, inserita nel 1995 nella lista dei Patrimoni dell'Umanità tutelati dall'UNESCO.

Cattività avignoneseLe prime mura della città furono in origine romane, costruite intorno al I secolo in forma rettangolare. Purtroppo non esiste alcun documento che ne verifichi l'esatta delimitazione. Nel XIII secolo il re di Francia Luigi VIII ne ordinò l'ampliamento, conclusosi nel 1248. Le pareti oggi visibili, misurano circa 8 metri d'altezza e sono caratterizzate da 35 alte torri e una cinquantina di altre più piccole.

Il ponte di Avignone con il fiume RodanoTra il 1309 e il 1377, Avignone divenne la sede più importante della cristianità cattolica, e un ingente quantità di denaro fu usata nella costruzione di quello che oggi è noto come il Palazzo dei Papi, attrazione principale e simbolo, insieme al ponte spezzato, dell'odierna città. Il Palazzo si intravede a da lontano, che domina imponente da sopra una collina, su una piazza che porta lo stesso nome (Place du Palais des Papes). La sua costruzione venne iniziata nel 1316 da papa Giovanni XXII e poi proseguita con i papi successivi, fino al 1370; per la sua notevole dimensione (15.000 m2) è considerato il più grande palazzo gotico d'Europa. Si compone esternamente di una dozzina di torri, tour de Trouillas, tour des Cuisines, tour Sant Jean, e così via. La cosiddetta Tour des Anges (Torre degli Angeli, detta anche Torre del Papa) è anche conosciuta per il fatto di ospitare il tesoro, la Camera dei Papi e per essere in genere il primo punto di visita del palazzo. All'interno, da non perdere la visita alla Chapelle St Jean e alla Chapelle St Martial, per ammirare gli affreschi di Matteo Giovanetti, così come alla Sala Banchetti (grandissima) e lo studio di Clemente VI. Purtroppo, la maggior parte delle sale sono vuote, dopo una razzia durata secoli; gli affreschi presenti rendono tuttavia l'idea di come doveva essere il palazzo ai tempi del suo splendore. Il museo del Petit Palais presenta una eccellente collezione di dipinti religiosi italiani dal XIII al XVI secolo.

Pont St-Bénézet - Il ponte di AvignoneIl ponte di Avignone è, per certi versi, ancora  più famoso della residenza papale. Posizionato sul fiume Rodano, era un tempo lungo 900 metri e costituiva il punto di collegamento con la località di Villeneuve-lez-Avignon. Il ponte è chiamato Pont St-Bénézeted oramai un rudere (solo quattro dei suoi 22 archi originali rimangono ben visibili). Secondo la leggenda, la sua costruzione e il suo nome sono legati ad un pastore di nome Bénézet che mentre accudiva il suo gregge ebbe modo di essere Avignoneprotagonista di un miracolo. Bènézet vide un angelo che gli ordinò di costruire il ponte, in un punto particolarmente difficile, dove il fiume è largo 800 metri. Preso per pazzo e snobbato dalle autorità civili e religiose, riuscì a convincere la popolazione spostando da solo enormi pietre e dando a tutti l'esempio. Questo gesto eroico, generoso e sopratutto "miracoloso" convinse tanti altri abitanti della città ad aiutarlo e nel giro di 8 anni il ponte sul Rodano venne finalmente costruito. Leggende a parte, ilponte venne costruito tra il 1177 e il 1185 e fu colpito nel tempo da diverse calamità. Più volte danneggiato e ricostruito, venne definitivamente spazzato via da una piena del Rodano durante il XVII secolo. Ad una delle sue estremità è situata una piccola chiesetta, la Chapelle St Nicolas, in stile romanico e gotico. E' considerato uno dei luoghi più romantici di tutta la Francia.

Cattedrale di AvignoneLa cattedrale di Avignone dedicata alla Notre Dame des Doms, è un edificio romanico costruito nel corso del XII secolo. L'elemento centrale della chiesa è la Statua dorata della Vergine che sovrasta la torre occidentale. All'interno, il mausoleo di Papa Giovanni XXIIconsiderato un capolavoro dell'arte gotica. In città sono presenti anche interessanti musei, tra i principali troviamo il Museo Calvet con una interessante collezione di manufatti di varie epoche e appartenenti a diverse civiltà, dagli egiziani, fino ai greci e ai romani. Il Museo Lapidaire, ospita sculture romane risalenti dalle prime origini della città, fino al medioevo. Il Museo Angloadon infine ospita una notevole collezione di dipinti contemporanei del XIX e XX secolo, tra cui un Van Gogh.

AvignoneDopo una giornata intensa di visite, consigliamo la passeggiata nelle tranquille strade dello shopping, la zona pedonale Joseph Vernet e San Agricol, il distretto di La Balancee il grande viale di rue de la Repubblique oppure Corso Jean Jaures. Rue des Teinturiers, a sud-est, è invece da preferire per le caffetterie e le gallerie d'arte ma anche per i numerosi negozi. Oltre alla grande varietà di boutique, troverete prodotti di tradizione provenzale, ceramica, statuette in terracotta (santoni), artigianatoe specialità della gastronomia locale. Lungo le strade si intravedono cortili e giardini appartati, piccoli ristoranti e accoglienti bistrot, che fanno di Avignone il luogo ideale per un romantico soggiorno.

Il famosissimo Festival annuale di Avignone, si svolge nel mese di luglio e dura tre settimane, attirando aspiranti attori e appassionati d'arte da tutta l'Europa; se scegliete questo periodo per la vostra visita aspettatevi una città affollata, ma sempre e comunque molto accogliente. Nel bel video che segue un omaggio al Festival. Per un assaggio tutto provenzale scegliete Villeneuve-lez-Avignon anche per l'alloggio, dove abbiamo preferito il Cube Hotel e   il B&B Les Jardins de la Livree.

Non ci resta che augurarvi una Buona Avignone... sulle note di 'Sur le pont d'Avignon, on y danse, on y danse...'

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

 

Torna su

 

Ostelli Avignone   Ostelli Francia

Carte de France  Karte von Frankreich      Mapa Francia     Map of France

Carte de Avignon     Karte Von Avignon    Mapa Avignon    Map of Avignon