BERGEN

VISITARE BERGEN INFORMAZIONI  PICCOLA GUIDA

 

Nasce dal mare Bergen, quello del nord più intenso, rivolto verso alcuni degli orizzonti più affascinanti del mondo, quelli dell'Islanda, della Scozia, del Circolo Polare Artico e poi più in là, dell'America...orizzonti che fecero dei Vichinghi i primi avventurieri dei mari. A guardare il sole che sorge a Bergen è tutta un'altra cosa, la luce è diversa, così come lo sono i riflessi che riscaldano questo le case, le banchine, le montagne.

 Bergen è conosciuta come la "Capitale dei Fiordi" visitabili con un efficiente sistema di trasporti via nave, e contende a Oslo, da sempre, la palma di città più conosciuta della Norvegia, città dichiarata Patrimonio Mondiale dell'Umanità dall'Unesco dal 1979. 

Bergen - La seconda città della NorvegiaDopo Oslo, come detto, Bergen è la città più grande della Norvegia e ciò nonostante conserva un ritmo di vita molto sostenibile. Oltretutto come città universitaria è anche uno dei centri culturali più importanti dei Paesi scandinavi, possiede numerosi teatri, musei e una famosa orchestra sinfonica. Chi la visita si aspetti un panorama naturale unico al mondo, lo si percepisce immediatamente, all'arrivo in nave o in aereo, dalla luce che si riflette nei maestosi  ghiacciai che si riempiono di mille colori, quasi come un arcobaleno che riscalda il cuore di chi riesce a vederli. Bergen è un mondo unico, fatto di fiordi spettacolari, montagne, monumenti storici e giovani entusiasmi e pieni di gioia di vivere.

Bergen - FiordiAd arricchire la natura di questo territorio sono in particolare i due spettacolari fiordi, tra i quali si pone la città, quello di Sognefjord e quello di Hardangerfjord. Per  questo è conosciuta per essere ingresso ufficiale ai fiordi della Norvegia, un mondo dove mare e montagna s'incontrano in una forte suggestione poetica. Da qui partono tutte le navi per le crociere per il nord, compresa la leggendaria Hurtigruten, la nave postale Bergen - La seconda città della Norvegiache percorre tutta la costa norvegese e arriva fin oltre il Nordkapp, il Capo Nord, la zona più a settentrione della Norvegia e dell'Europa, insieme al vicino Knivskjellodden. Molto apprezzato è anche il Nordfjord che porta i visitatori lungo un altro spettacolare itinerario, da Loen a Olden e lungo i fiumi e i laghi del ghiacciaio Brixdal. Questo stesso spettacolo deve aver convinto Olaf Kyrre, noto anche come Olaf Haraldsson, re di Norvegia con il nome di Olaf III, a fondare la città intorno all'anno 1070, dando inizio alla sua storia di Bergen. Circa due secoli dopo, tra il XII ed il XIII secolo Bergen diventò  capitale della Norvegia, sviluppandosi fino al XVII secolo come la più grossa città della Scandinavia con una popolazione di 15.000 abitanti (attualmente ne conta circa 237.000). La Bergen di Nottesua importanza storica non poteva non essere legata al mare e anche per questo divenne uno dei porti più importanti della Lega Anseatica (la potente associazione mercantile del Mare del Nord e del Mar Baltico). L'influenza anseatica si può notare ancora oggi nell'architettura tipica del porto di Bergen (l'antico quartiere anseatico conosciuto con il nome di 'Bryggen'), con le caratteristiche costruzioni un tempo abitate dai commercianti tedeschi. Ai 'Bergenser', gli abitanti della città, si deve l'impostazione internazionale di grande 'apertura' che, pur nel rispetto delle tradizioni, caratterizza Bergen. Ed è proprio nel quartiere anseatico di Bryggen, indicato dall'Unesco come patrimonio dell'Umanità, che è possibile visitare uno dei più importanti agglomerati urbani del Medioevo nord-europeo.

Case legno BergenLe case in legno colorato col tipico tetto spiovente, emblema vivente della storia di Bergen e della particolare architettura locale, impregnano la città di un'armonia quasi mistica. A me personalmente fa pensare alla sinfonia romantica di Beethoven. Forse pochi sanno che Bergen è una delle città in legno più grandi d'Europa, sopravvissuta ai numerosi gravi incendi susseguitisi nei secoli o ai danni seguiti per esempio dall'esplosione di una nave tedesca durante la Seconda guerra mondiale (la famosa St Voorbode, vascello olandese poi confiscato dai tedeschi e carico di 124.000 kg di esplosivo; l'esplosione fu così forte che l'ancora della nave fu ritrovata a 417 metri d'altezza, sul monte Sandviksfjellet). Passeggiare lungo il mercato del pesce di Bergen (Fisketorget) o mescolarsi nella vita quotidiana degli abitanti della città, diventano momenti di vita indimenticabili, lontani dalle nostre più svariate abitudini. Bergen - FunicolareNell'Acquario cittadino si ha la possibilità di vedere foche e pinguini, mentre camminare verso la Fortezza di Bergenhus si arriva a conoscere il punto più alto della storia della città, così come raggiungere la cima del Monte Fløyen (attraverso la funicolare Fløybanen dalla stazione della via Vetrlidsallmenningen 21), o dell'Ulriken, o di una qualsiasi delle sette montagne che circondano la città, significa conoscere il vero senso della natura di questa splendida parte della Norvegia. Gli abitanti del posto chiamano le montagne di Bergen 'de syv Fjell', i sette monti, tuttavia si noti che non c'è accordo su quali montagne debbano essere comprese nel gruppo: infatti le montagne a circondare la città sono almeno nove montagne, anche se secondo la tradizione si considerano solo i monti di Ulriken (punto più alto), Fløyen, Løvstakken e Damsgårdsfjellet, Lyderhorn, Sandviksfjellet, Rundemanen.

Bergen - La seconda città della NorvegiaDa questo spettacolare panorama si individuano le zone più emblematiche della città, tra tutte l'antica area portuale, il Bryggen, nata nel tardo medioevo come 'kontor' tedesco (delle vere e proprie agenzie mercantili) della Lega Anseatica e che si sviluppò in un fiorente centro di commercio internazionale. Le caratteristiche file parallele di case colorate (rosso mattone, giallo, ocra) riverse nella banchina, hanno circa 900 anni di vita e rimangono di sicuro uno degli scenari più fotografati in Norvegia: la maggior parte di questi edifici sono stati presi d'assalto dal business turistico e adibite a caffetterie, ristoranti e negozi di souvenir, motivo questo per una visita in più. Tra vicoli e piccoli angoli caratteristici si posiziona la Joacbsfjorden, una delle stradine più rappresentative, in cui si possono osservare le case a più piani, i magazzini ed i depositi delle merci di scambio. In passato l'area era conosciuta con il nome di Tyskebryggen (molo dei tedeschi) e Mercato del pesce Bergen si affianca (o meglio si affaccia) verso il distretto chiamato Vågen, il porto più antico. Questa parte della città la si riconosce per i pittoreschi vascelli da turismo spesso attraccati al molo e per la piazza del mercato Torget, situata proprio in riva al mare, il luogo più vivace della città (non mancatela se volete visitare il mercato del pesce e fare incetta dei freschi prodotti del Mare del Nord, tra tutti pesce azzurro e caviale). Non sono molti gli edifici originari della città rimasti fino ai nostri giorni, il più significativo è quello della chiesa di Santa Maria (Mariakirken) del XII secolo, che fu Bergen - Panoramacentro parrocchiale dei mercanti anseatici e che si ammira in particolare per lo stile romanico dell'esterno e per il sontuoso arredo Barocco dell'interno. In questa stessa zona si consiglia di non perdere la visita al Museo della Lega Anseatica (Det Hanseatiske museum), ospitato in uno degli edifici in legno più antichi del quartiere storico, che offre rari momenti storici di vita della Bergen medievale e del suo sviluppo attraverso i commerci quotidiani del periodo. Il Museo di Bryggens, poco lontano, conserva reperti rinvenuti dopo l'ultimo grande incendio dell'antica area, nel 1955.  Nel museo sono conservati reperti di piccole e medie dimensioni, ma anche percorsi storici, che arrivano a comprendere per esempio anche la Fortezza di Bergen (Bergenhus) e l'antico Palazzo reale di Håkon, re di Norvegia. Dopo 14 anni di scavi ed intensi lavori, iniziati subito dopo l'incendio del '55, venne riportata alla luce la più antica fisionomia di Bergen, e cioè la parte originaria del XII secolo (quella che i cittadini ed i turisti possono visitare oggi è infatti una ricostruzione post-medievale).

Bergen - Vista dall'altoUna visita alla Torre di Rosenkrantz, costruita nel 1270 e più volte ampliata nei secoli, e si ritorna indietro verso l'insenatura del lungomare di Bryggen. Ma non si perda la visita ad altre aree più moderne della città, tra caffetterie e ristoranti sempre molto affollati di giovani: si prediligano in particolare le zone della penisola di Nordnes, come il molo di Starnskaien, con una bella vista sulla parte più antica della città, e la Strandgaten, area commerciale ideale per lo shopping a Bergen. A circondare l'area urbana del lago di Lille Lungegårdsvannet, un tempo comunicante con la baia che porta lo stesso nome, troviamo il municipio e un interessantissimo Museo delle Belle Arti di Bergen.

Fiordo SognefjordLa città è situata in un contesto naturale tra i più belli del mondo, come spesso riportato, porta d'ingresso ai fiordi norvegesi. Per questo i dintorni di Bergen diventano motivo principale di visita. Il Sognefjord si trova a 70 km a nord della città e per dimensioni è secondo solo allo Scoresby Sund della Groenlandia. Il Naeroyfjord è il più noto e spettacolare ramo dello Sognefjord ed attira immancabile numerosi visitatori. Un trekking nell'entroterra, sul braccio principale del fiordo, vi porterà al piccolo villaggio di Fjaerland ed al suo  Norsk Bremuseum (Museo dei Ghiacciai della Norvegia). Hellesøy (nella municipalità di Øygarden) è un'isola situata a circa 1 ora di guida da Bergen: la si visiti per la bella natura selvaggia e per una giornata in tutto relax, soprattutto se siete appassionati di pesca con canna; potete mangiare il 'vostro' pranzo all'aria aperta, per poi bere un caffè in un pittoresco bar locale. Non si manchi inoltre la visita al villaggio di Voss (a circa un ora ad est di Bergen e situato nella linea ferroviaria che collega la città ad Oslo), famoso per sport estremi come parapendio e rafting e per l'annuale appuntamento del Festival Ekstremsportveko (sport estremi) e del Jazz Vossa (il festival jazz più Edvard Grieggrande della Norvegia).

L'aspetto culturale è una delle parti più importanti dello stile di vita dei residenti di Bergen, e non potrebbe essere altrimenti nella città che ha dato i natali ad uno dei più grandi compositori europei, lo Chopin del nord come viene spesso riferito, Edvard Grieg (che disse "sono sicuro che la mia musica conserva i freschi sapori del baccalà tra le sue note") e che ha segnato la vita di Edvard Munch, che in realtà non era di Bergen, ma è grazie ai mecenati di questa città che ci è oggi possibile ammirare le sue grandi opere. 

Sono davvero tante le attrazioni turistiche, culturali e naturali di Bergen ed è difficile parlarne in poche pagine, anche perché non si renderebbe giustizia alla felice atmosfera che questa città riesce a trasmettere. L'elenco è lungo, dall'Acquario alla chiesetta medievale di Fantoft Stavkirke, passando per i tanti musei... ma Bergen è una città da vivere più di tante altre, affinché la visita si trasformi in un vero viaggio. Per ora a noi non resta che fare nuovamente tappa al Fisketorget, il mercato del pesce all'aperto, per apprezzare ancora una volta un salutare piatto di salmone affumicato e gamberetti... e la sera? Ci aspetta una fresca birra sulla terrazza che dà sul porto....

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

 

Torna su

 

Ostelli Bergen  Ostelli Norvegia   Hotel Bergen  Hotel Norvegia

Carte de Bergen     Karte von Bergen   Mapa Bergen    Map of Bergen

Carte de Norvège  Karte von Norwegen     Mapa Noruega   Map of Norway