MONACO DI BAVIERA

VISITARE MONACO: INFORMAZIONI E PICCOLA GUIDA

 

Secondo i tedeschi Monaco, la capitale della Baviera, pulsa di prosperità e Gemütlichkeit un termine tedesco che si traduce con "intimità". Strano e affascinante connubio, con il folclore e le antiche tradizioni che convivono con le BMW eleganti fabbricate qui, con le boutique di stilisti locali e internazionali e con una famosa industria meccanica che esporta in tutto il mondo. Tutto in questa città ha una qualità elevatissima. I suoi musei includono collezioni di classe mondiale e la musica e le scene culturali ne fanno una seria e spesso vincente rivale di Berlino. Qual è il  suo segreto?

 

Panorama di  Monaco di BavieraMonaco  (in tedesco München) è situata a breve distanza dalle Alpi bavaresi. La capitale della Baviera è apprezzata dai visitatori e dai suoi abitanti per molte cose. Una di queste è il fatto che riesca a combinare felicemente servizi tipici di una metropoli, con uno stile di vita sofisticato, con un'atmosfera casalinga, un po' provinciale, simboleggiata alla perfezione dalle fumose e allegre birrerie dove vanno tutti i membri delle famiglia, oppure dalla BMW che ha qui la sua base (vedere il Museo della BMW), accanto ai milionari locali che non disdegnano di indossare i Tracht, i tipici calzoni bavaresi. Nonostante tutta la sua raffinatezza, Monaco insomma conserva un tocco di provincialismo che i visitatori trovano affascinante. L'atteggiamento della gente si può sintetizzare nella frase "vivi e lascia vivere", una metropoli che vorrebbe essere un villaggio, ma globale e non solo durante l'Oktoberfest.

Il nome di questa città, come in effetti si è portati a pensare, è legato ai monaci ed a un monastero, originario del X secolo. Secondo la tradizione, in quel periodo, sulle rive del fiume Isar, venne fondata "Muniche" (cioè "luogo presso i monaci"), un piccolo insediamento attorno al monastero di Tegernsee (dal lago di Tegern). Lo stemma  della città ricorda proprio questo inizio: raffigura un monaco detto popolarmente "Münchner Kindl". La città bavarese è una capitale di stampo aristocratico, ve ne accorgerete, affollata di tesori, capolavori realizzati durante il periodo Barocco - rococò, che sono equiparabili alle opere francesi e italiane. Il profilo cittadino è stato modellato secondo il volere dalla dinastia reale più longeva di Germania, i Wittelsbach, che qui ha regnato per secoli, a cui appartiene Ludwig II, uno dei monarchi più visionari e romantici di tutta la storia dell'umanità. Stemma di Monaco di BavieraAnche quest'ultimo personaggio è un po' il simbolo delle due anime di Monaco, entrambe vive e vivaci: una che lascia intravedere il benessere economico e l'altra legata a una tradizione fatta anche di leggenda. Folklore e tradizioni convivono fianco a fianco. Ci sono musei che vantano collezioni di capolavori artistici di livello internazionale e l'offerta musicale e culturale è spesso superiore a quella di Berlino. Gli abitanti si attengono al principio del "vivi e  lascia vivere". In occasione dell'Oktoberfest persone da ogni parte del mondo arrivano qui per brindare alla città. Ogni tedesco c'è stato almeno una volta nella vita. D'estate migliaia di persone si ritrovano a prendere il sole, a leggere un libro, ad ascoltare musica, nel Englischer Garten, letteralmente il Giardino Inglese, uno dei parchi cittadini più grandi d'Europa.

"Cominciai a pensare a Monaco con un testardo desiderio a ogni ora del giorno, come se in quella piacevole città avessi perduto qualcosa di essenziale. E, lentissimamente, quel qualcosa di essenziale prese forma nella mia coscienza, ed era la forma snella e leggiadra della bionda diciannovenne". Hermann Hesse

Cosa vedere a Monaco di BavieraDai primi documenti storici Monaco venne  fondata da Enrico XII di Baviera, (meglio conosciuto come Enrico il Leone), nel 1158. Questo ultimo, duca di Sassonia e duca di Baviera fece costruire un accampamento militare che,, avrebbe ricevuto lo status di città fortificata. Dopo un acceso scontro con il vescovo di Freising per il controllo dei dazi del ponte sul fiume Isar, Enrico riuscì ad avere la meglio. Nel frattempo, istituì nel nuovo piccolo borgo un mercato, dando inizio alla circolazione di una propria moneta.

Enrico Leono - MonacoSuccessivamente, a seguito della proscrizione di Enrico e alla sua disfatta contro l'imperatore Federico Barbarossa, (suo cugino), Monaco e la Baviera vennero assegnate a Ottone di Wittelsbach (1180) e per circa 700 anni (dal 1255 al 1918) fu residenza ufficiale della casata di Wittelsbach. Sotto il regno di Ludwig IV di Baviera (1314-47), Imperatore del Sacro Romano Impero dal 1328, Monaco diventa capitale della Baviera. In questo periodo venne costruita la seconda cinta muraria. Nel 1327 l'intera città fu distrutta da un incendio, ma venne ricostruita in pochi anni grazie anche all'aiuto dell'imperatore del Sacro Romano Impero Ludwig IV.  Durante il dominio di Albrecht IV il Saggio (1467-1508), si ebbe il periodo di fioritura del gotico, con artisti quali Grasser e Polak. Nel frattempo, nel 1505, la città divenne la capitale della Baviera unita. Fu tuttavia con il duca Albrecht V (1550-1579), sostenitore della Controriforma, che Monaco accrebbe la propria importanza economica e politica, diventando il principale centro artistico e culturale del Rinascimento tedesco. In questo periodo venne costruito il grande Antiquarium della Residenza reale. Durante le Guerre religiose del XVII secolo, nel 1609 Massimiliano I, fondò la Lega Cattolica, facendo di Monaco la capitale del Cattolicesimo tedesco.

Architettura - MonacoDalla sua storia la Monaco odierna ha tramandato diverse bellezze. Lo sviluppo è stato tale da portarla a divenire terza città più grande di tutta la Germania, in un'estensione che parte dai piedi delle Alpi e arriva a comprendere gran parte della Oberbayern (l'Alta Baviera). Birra, patate e salsicce! Se si pensa che Monaco di Baviera sia solo questo, oltre all'Oktoberfest, ci si sta veramente sbagliando di grosso. Monaco è una città così ricca di storia e bellezze urbane e paesaggistiche Oktoberfest - Monacoda contare oltre 45 musei, viali per lunghe passeggiate nel verde, monumenti storici, e ancora giardini e tantissimi negozi per lo shopping più tradizionale o quello più sfrenato. E ancora, ristoranti, caffetterie, e locali all'ultima moda. E poi ci sono loro, i bavaresi, simpaticissimi! “München mag Dich?, così dice il motto della città, e cioè “tu piaci a Monaco?... detto fatto! Gli abitanti di Monaco sono capaci di attaccare bottone in una birreria, consigliarti un ristorante, indicarti una strada o un negozio, sempre con garbo, piacevolmente. In modo, insomma, molto poco tedesco... e chi l'aveva detto che i tedeschi sono freddi e distaccati? Saranno cambiati i tempi, chissà? Comunque sia, ci piace sempre stare alla larga dagli stereotipi.

Cultura- MonacoMolti viaggiatori a Monaco rimangono assolutamente sbalorditi dalla qualità della sua architettura. Infatti, nonostante sia stata pesantemente danneggiata dai bombardamenti alleati durante la Seconda guerra mondiale, molti dei suoi edifici storici sono stati ricostruiti e il centro della città appare per lo più come lo era alla fine dell'Ottocento. La scena culturale di Monaco non è seconda a nessuno in Germania, ci sono talmente tanti musei di qualità da essere paragonabile a Berlino. Chiedi ad un tedesco dove si immagina in cinque anni a questa parte, e stai più sicuro che ti risponderà “München, natürlich!?, naturale. Vorrebbe proprio vivere in una città che nel 2008 ha festeggiato i suoi 850 anni storia. Eppure non dimostra così tanti anni, visto lo spirito giovanile e vitale dei suoi abitanti. Indovinate qual'era il motto precedente al 2006, quello al 'tu piaci a Monaco'? Era “Weltstadt mit Herz?, e cioè: “città cosmopolita con un cuore?. Incredibile quanto questa città riesca a catturare l'animo di ogni viaggiatore, e non solo il suo cuore. Lo ha fatto così tanto da essere stata premiata nel 2010 come la 'città più vivibile del mondo' (fonte: Monocle).

Cultura- MonacoSono tantissime le attrazioni turistiche da vedere e visitare a Monaco e le troviamo in gran parte del suo territorio urbano, nonostante molte, siano concentrate nel centro storico. La città si compone di diversi distretti, di cui i principali sono il Centro storico (concentrato nei quartieri di Marienplatz, Isartor, Karlspaltz, Odeonplatz), generalmente indicato all'interno dell'antica cinta muraria, oggi purtroppo distinguibile per lo più dall'Altstadtring, l'anello di circonvallazione del centro, nonostante esistano ancora alcune zone dove le mura sono ancora visibili; la zona dell'Università di Monaco, che comprende i quartieri di Schwabing e Maxvorstadt, conosciuti per una tipica atmosfera cosmopolita, fatta anche di piccole caffetterie, ristoranti, librerie e negozi alla moda; la zona Olimpica, la Olympia Einkaufzentrum, conosciuta in particolare per aver ospitato le Olimpiadi di Monaco del 1972, che come è noto furono macchiate dal attacco terroristico contro gli atleti israeliani; Haidhausen, il distretto che si sviluppa attorno alla stazione ferroviaria di Ostbahnhof, conosciuto in particolare per i quartieri di Kultfabrick e Optimolwerke, apprezzati per la migliore vita notturna di Monaco; poi troviamo i distretti più rilassanti e tranquilli come Neuhasen e Nymphenburg. Provate ad addentrarvi in uno di questi due quartieri e farete presto a dimenticarvi d'essere in una città di oltre un milione di abitanti. Thalkirchen, infine, quartiere situato lungo la banchina del fiume Isar, è apprezzato dagli abitanti per le attività ricreative che offre, non solo per il suo zoo, ma anche per esempio per la spiaggia del Flaucher, sul fiume.

Per dormire ci sono soluzioni per tutte le tasche dagli ostelli agli hotel a cinque stelle, al momento gli ostelli considerati migliori sono il Hackerbruecke e lo storico (per un ostello) Munich City Center

Monaco è gemellata tra le altre con le città di  Edimburgo, Bordeaux, Kiev e, in Italia, con Verona.

Monaco è una città incredibile, che la scegliate durante il suo evento maggiore, Oktoberfest o durante altri periodi dell'anno (se non avete ancora provato il Natale di Monaco, preparatevi!). Il suo clima in estate permette una temperatura ideale, lontana dalla forte calura estiva riscontrabile in molte città italiane e mediterranee (con una media di 23-25 °C), mentre in inverno, nonostante la vicinanza delle Alpi, non si arriva mai oltre i -4 o -5 °C). Non rimane che incominciare a fare un pensierino e organizzare il viaggio in una delle 'capitali' europee più trendy e alla moda. Raggiungere Monaco è facile: in auto, in aereo o in treno, siete a poche ore da una delle città più belle della Germania. Andiamo a scoprirla un po' di più nelle pagine che seguono, per ora, come sempre... Buona Monaco!

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

 

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

 

Dove si trova?

 

Torna su

 

Ostelli Monaco    Ostelli Germania  Hotel Monaco di Baviera

Carte d'Allemagne      Karte von Deutschland     Mapa  Alemania   Map of Germany

Carte de Munich      Karte von München       Mapa Munich   Map of Munich