website
statistics
Antigua Fàbrica de Tabacos
Sei qui: Siviglia: cosa vedere >

 

Antigua Fàbrica de Tabacos a Siviglia  

 

Immediatamente a sud dell’Alcázar, affacciata sulla Avda. San Fernando, sorge la vecchia manifattura di tabacchi di Siviglia, nella quale è ambientata una delle opere liriche più famose di tutti i tempi, la Carmen di Georges Bizet. L'edificio, oggi sede dell'Università di Siviglia, è un edificio costruito in pietra nel corso del XVIII secolo come sede della prima fabbrica di tabacco in Europa. È una delle raffigurazioni più splendide dell'architettura industriale del vecchio regime.

 

Antigua Fàbrica de TabacosLa struttura massiccia dell'edificio dell'Antigua Fàbrica de Tabacos, fu costruita fra il 1750 e il 1760 e per qualche tempo è stata il più grande edificio spagnolo dopo il Palazzo Reale dell’Escorial nei dintorni di Madrid. Nel momento del suo massimo splendore produttivo, la fabbrica era anche l’industria con il maggior numero di dipendenti del Paese, con una forza lavoro di circa quattromila donne, le cigarreras, le sigararie. La fabbrica è aperta durante l’anno accademico dell’università e i visitatori sono liberi di muoversi nelle aree pubbliche e sostare alla caffetteria. Assolutamente da non perdere.

 

Perché si costruì una fabbrica di tabacco a Siviglia?

Con la scoperta delle Americhe, crebbe a dismisura l'importazione di nuovi prodotti da quelle terre, tra cui il tabacco. Siviglia era il porto spagnolo dove arrivavano tutti i prodotti del nuovo mondo. Il re di Spagna Filippo V, decise di approfittare del boom dei consumi di questo nuovo prodotto, essendo un sistema monopolistico gestito dalla corona. Le fabbriche di tabacco dell'epoca erano sparse nei dintorni della Chiesa di San Pedro nel centro della città. Gli inconvenienti di avere diverse fabbriche erano l'alto costo di manutenzione e la sicurezza, così come la distanza dal porto dalla fabbrica, che portava alla perdita di merci a causa di furti e rapine. Si decise allora di creare una fabbrica in un grande luogo e vicino al porto in linea retta. Il terreno prescelto era la zona meridionale della città, dall'altra parte del fiume Tagarete, fuori dalle mura, dove esisteva solo il Colegio de Mareantes de San Telmo e il Convento di San Diego.

 

Come si lavorava nella fabbrica di tabacco di Siviglia?

 

Nei primi anni della fabbrica, la produzione principale era la polvere di tabacco, per questo motivo la forza lavoro era solo maschile, questo era dovuto al peso delle balle di tabacco, allo sforzo con cavalli e muli come forza motrice nei mulini. Le famose sigaraie fecero la loro comparsa nella fabbrica nel corso del XIX secolo. L'età media delle lavoratrici era di 13 anni e di solito imparavano da una donna più esperta. Le più brave a rotolare le foglie di tabacco e a fare i sigari potevano aspirare a uno buon salario, che equivaleva a quello di un insegnante.


I motivi più frequenti per il licenziamento di una sigararia erano quelli di prendere possesso di una parte del tabacco, di solito nascosto. Se la quantità trovata era eccessiva si rischiava anche la prigione. La presenza del fossato era un'altro espediente contro i furti, un deterrente. Il tabacco infatti era essiccato sui tetti, se i lavoratori volevano gettare il tabacco a dei complici, questo sarebbe finito nel fossato andando perduto.


Dal punto di vista architettonico, spicca la sua impostazione generale di riferimenti rinascimental, sia nella struttura, che in particolari come i patii e le rifiniture delle facciate. Queste ultime, in muratura, sono modulate da lesene che sorgono su un piedistallo che attraversa l'edificio.

Nell'edificio si distinguono due diverse aree: la prima è dedicata all' attività manifatturiera, che occupa i due terzi dell'edificio, e la seconda è un' area che può essere chiamata area del palazzo, che corrisponderebbe all'ingresso di Calle San Fernando, che comprendeva una grande sala, magazzini e abitazioni.

 

Visite per appuntamento all'edificio del Rettorato, dal lunedì a giovedì, ore 11:00 (tranne agosto).

Punto d'incontro: ingresso all' Area Relazioni Istituzionali.

Venerdì, dalle 9:30 alle 12:30 e dalle 16:00 alle 18:00.
Sabato, dalle 9:30 alle 12:30.

La visita dura circa 1 ora e 30 minuti e comprende: l'Auditorium, la Galleria dei Rettori, il Nuovo Padiglione, i Cortili centrali, le Facoltà di Filologia e Geografia e Storia, la Biblioteca, il Patio del Arte, il Carcere Antico, la Cappella Principale.

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ci offri una pizza :) ), così ci aiuterai ad andare avanti per quanto possiamo e a scrivere e offrire la prossima guida gratuitamente.:  Paypal

 

 

 

 

Dove si trova?

 

Torna su

 

Ostelli Siviglia   Ostelli Spagna   Hotel Siviglia  Hotel Spagna

Carte d'Espagne  Karte von Spanien     Mapa de España    Map of Spain

Carte de Séville   Karte von Sevilla  Mapa Sevilla   Map of Seville

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal