Lavorare alla pari a Londra - Au pair a Londra

Lavorare alla pari a Londra - Au pair a Londra  

 

Fare la ragazza alla pari è una fantastica opportunità di vedere il mondo, mentre siamo pagate e si ha un tetto sopra la testa. Fare la au pair in una città cara come Londra può essere davvero interessante a patto che si ami realmente stare con i bambini e si sia disposti a mettersi in gioco. A Londra è soprattutto la spesa per l'affitto a incidere nel budget di chi si appresta a partire, considera una stanza singola in zona 2 costa dalle 130 alle 160 sterline a settimana, un posto di doppia dalle 100 alle 120. Inserirsi all'interno di una famiglia inglese ti permetterà di apprendere la lingua in un ambiente protetto e impararla con i bambini è ancora meglio, anche perché con loro non ti vergognerai a sbagliare ed è più facile buttarsi. 

Lavorare alla pari a Londra

Lavorare alla pari è un'ottima possibilità anche per immergersi nella cultura del paese che hai scelto come destinazione ed è molto probabile che vivrai con una famiglia nativa, potrai prendere lezioni di lingua e ti capiterà di vivere in una zona residenziale. Detto questo essere una/un au pair è gratificante ma ovviamente può essere anche duro dal punto di vista emotivo. Vediamo insieme come trovare una famiglia ospitante e fare la ragazza alla pari a Londra. Leggerai di seguito anche i consigli e i suggerimenti di Laura, au pair per 4 mesi in Inghilterra oramai da 3 anni consecutivi.

1. TROVARE UN LAVORO ALLA PARI

Il lavoro come au pair si trova attraverso il passaparola, perché qualcuno ha già fatto un lavoro alla pari a Londra e decide di aiutare un altro, grazie ad agenzie specializzate sul posto (in questo caso è richiesto il pagamento di una somma alle ragazze e una cospicua alle famiglie) e più spesso, grazie al web. Un sito molto importante che abbiamo testato è Kangaroo.com, specializzata nelle destinazioni Inghilterra e Irlanda. E' un sito a gestione familiare, con esperienza sul campo, profili continuamente controllati e un servizio di assistenza via mail in italiano.

Lavoro au pair a Londra

2.  KANGAROOAUPAIR.COM

Il sito www.kangarooaupair.com ospita principalmente famiglie irlandesi e inglesi, registrazione e ricerca sono gratuite e c'è la possibilità' di mandare fino a 30 messaggi automatici al giorno con un account gratuito. Si crea un proprio profilo online, dove è consigliabile inserire molte informazioni e foto personali (o video messaggi) per farsi conoscere dalla famiglie. E' importante inserire il livello di conoscenza della lingua e specificare se si ha esperienza pregressa nel settore childcare (cura del bambino). Il sito offre supporto via mail in italiano e presto anche supporto telefonico.

 

Le famiglie possono aprire un account gratuito ma per dialogare con le ragazze in seguito pagano una cifra di circa 40 euro per due mesi.
 

3. IL PROFILO PERSONALE

Quando si utilizza il sito di Kangaroo è fondamentale impiegare molto tempo per scrivere il proprio profilo e curare le risposte via mail alle domande che si ricevono. Una famiglia ti giudicherà in base alla qualità e completezza del profilo, la grammatica, la forma. Inutile inventarsi esperienze o dimostrare gusti che non si hanno, è meglio essere onesti; certo condire con un po' di sapore le proprie esperienze va bene ... ma resta sempre te stessa, è importante, solo così troverai una famiglia dove stare bene!

Considera che c'è un certo timore da parte delle famiglia, come del resto da parte delle aupair, non potendosi conoscere di persona, ciò che si apprende dal web è molto importante. Talvolta la famiglia paga un biglietto aereo alla aupair per conoscerla prima ed avere maggiori sicurezze nella scelta. Questo accade soprattutto se il tempo di permanenza della aupair è lungo, tipo un anno.

Per maggiori informazioni su lavorare alla pari a Londra chiamateci saremo lieti di aiutarvi! 0573 17 16 085 o scriveteci a info@informagiovani-italia.com

4. SKYPE

Consigliamo di accettare un lavoro presso una famiglia solo dopo averla conosciuta bene e aver parlato con loro almeno una volta via Skype. Prima di tutto, per la tua sicurezza è necessario assicurarsi che siano chi dicono di essere, verificare se ci si trova bene a parlare con i genitori, se ti sembra possa esserci sintonia d'intenti, e parlare brevemente anche con i bambini. Parlare con loro su skype non sarà facile ma sarà molto utile per "sentire" emotivamente come potrebbe essere stare insieme. Non devono essere la famiglia perfetta e ovviamente ti sentirai a disagio e sarai emozionata le prime volte, ma servirà a rompere il ghiaccio..

Torna su

Parla con i precedenti aupair se possibile...

E' importante per capire come sarà il tuo tempo con la famiglia, per chiedere informazioni sulle abitudini e le preferenze dei ragazzi. Specifica alla famiglia che vorresti parlare con la loro precedente au pair per organizzarti meglio ed entrare prima possibile in sintonia con le abitudini della famiglia.

5. SIATE APERTE/I

Se percepisci una sensazione negativa leggendo il profilo della famiglia o parlandoci su skype, non negare questa sensazione, lasciala scorrere liberamente per capire se hai solo paura o se forse qualcosa non va bene per te. Cerca però di avere sempre una mente aperta, pensa che la famiglia si assume un rischio ancora più grande del tuo, aprendoti la tua casa e affidando a te i loro figli. Se si fidano di te, puoi fidarti di loro.

6. DOVE ANDARE?

In genere si preferisce la grande città, perché offre tutto ed ha il vantaggio di avere una comunità di expat a cui potrai aggregarti. Anche le piccole città possono offrire calore e amicizia, dipende dal carattere di ognuno. Parla con la famiglia del tempo libero che avrai, devi sapere quanto tempo potrai dedicare a te stessa. Londra è fantastica per fare la ragazza alla pari.

7. NON PRENDERE IL PRIMO LAVORO

E 'importante prima di accettare un posto di lavoro avere qualche termine di confronto. Datti da fare e mettiti in contatto con più famiglie, confronta il tuo sentire verso i genitori, i bambini, la situazione dell'alloggio, la zona. Non dire subito si alla prima offerta ma non tenere nemmeno troppo in ballo le famiglie, potrebbero scocciarsi o valutare la tua proposta come poco seria. Valuta in tempi adeguati e tieni aggiornate le famiglie con cui sei in contatto.

8. ASPETTATIVE

La paghetta che si percepisce di solito è minima ma la famiglia offre vitto e alloggio e si seguono i bambini anche in vacanza, al ristorante, in gita, insomma in tante attività interessanti per le quali paga la famiglia. Alcune volte le famiglie offrono il volo aereo, organizzano per la ragazza/o alla pari il corso di lingua, forniscono una scheda telefonica con numero locale. Solitamente però è la ragazza/o a provvedere a tutto questo, chiedi. Assicurati di poter usare il tuo computer e skype, chiedi se la famiglia dispone di una linea wifi in particolare. Ti basterà avere la password per accedere alla loro rete e sarai sempre in contatto con il tuo mondo. Per quanto riguarda il salario minimo, varia da paese a paese e si dovrebbe verificare prima. In generale a Londra le ore richieste sono 30/35 settimanali e la paghetta 75/85 sterline.

9. PIANO SETTIMANALE

In una situazione ideale si dovrebbe capire ed essere consapevoli al 100 % della situazione in cui si sta andando a cacciarsi prima di lasciare il proprio paese. E' importante conoscere i propri doveri e i propri diritti come ragazza alla pari, capire quali cose andrai a fare, cosa ti sarà richiesto. Potresti chiedere alla famiglia di inviarti una sorta di piano settimanale, uno schema semplice in cui la famiglia scriverà come pensa di organizzare la tua presenza sulla base degli impegni familiari e sopratutto dei figli (studiano pianoforte, vanno dai nonni tutte le domeniche, giocano a basket nei giorni pari, studiano in una scuola lontana ecc.)


10.  PARLARE SE NON SI E' SODDISFATTI

Ultimo punto ma non in ordine d'importanza!

Una delle cose più comuni che si leggono nelle esperienze delle au pair è il fatto di essere scontente /i di qualcosa in particolare con la famiglia. Problemi comuni sono: lavorare oltre le ore pattuite, senza avere extra, fare troppe faccende domestiche, dover cambiare programma perché la famiglia ha bisogno all'ultimo momento. Non tenerti tutto dentro se dovesse capitare qualche problema, con gentilezza e calma fai presente il tuo punto di vista. Parla degli aspetti che funzionano ma affronta anche quelli che non funzionano, solo parlando riuscirete a trovare una soluzione comune.

Alla prossima con un articolo sulle domande delle au pair e la possibilità di  lavorare alla pari a Dublino!

Per maggiori informazioni su lavorare alla pari a Londra chiamateci saremo lieti di aiutarvi! 0573 17 16 085 o scriveteci a info@informagiovani-italia.com

Potrebbero interessarti anche:

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

 

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

 

Torna su

Ostelli Londra      Auberges de Jeunesse a Londres    Ostelli Inghilterra

Carte de la Grande Bretagne   Karte von Großbritannien   Mapa Gran Bretaña   Map of Britain

Carte de Londres     Karte von London       Mapa Londres   Map of London