AUMENTARE LA FORZA DI VOLONTA'

Sei qui: Stili di vita >  Rafforzare la volontà

Come aumentare la forza di volontà 

Forza di volontàColoro che riescono meglio nella vita non sono i più capaci quanto piuttosto i più determinati. E’ soprattutto la determinazione a permettere il raggiungimento di un risultato desiderato, motivo per cui mi sono appassionata ai metodi per aumentare la forza di volontà. La forza di volontà ci serve per raggiungere i piccoli obiettivi quotidiani ma anche i grandi traguardi e i sogni più belli, eppure tenere duro, controllarsi, essere finalizzati, rispettare gli impegni, essere disciplinati è molto difficile. Dimagrire, rispettare il mio budget settimanale, smettere di fumare, ridurre il consumo di alcol, fare jogging almeno una volta la settimana, resistere ad alcune tentazioni, non rispondere male a mia madre... sono alcuni dei miei desideri più comuni, ma come aumentare la forza di volontà e l'autodisciplina per realizzarli?

 

Ho cercato inspirazione sul web ed ho due buone notizie da darvi:

 

1. La prima buona notizia è che la forza di volontà può essere rinforzata, allenandola!

 

2. La seconda buona notizia è che tutti possono raggiungere livelli elevati di forza di volontà perché questo potere interiore non è riservato solo a poche persone straordinarie.


Tanti scienziati e guru di ogni tipo hanno cercato di individuare regole e tecniche efficaci per aumentare la propria determinazione, vediamoli insieme.

 

 

IL DECALOGO PER AUMENTARE LA FORZA DI VOLONTA'

 

Autocontrollo1. La regola madre (e che più mi è piaciuta) è TRASFORMATE UNA DECISIONE DIFFICILE IN UN'ABITUDINE SEMPLICE.

Prendere un impegno preciso è fondamentale per rispettarlo. Quando le persone si impegnano su un progetto preciso, stabilendo cosa fare, dove, come e quando, hanno una probabilità 3 volte superiore di realizzare i loro obiettivi. In termini pratici questo significa che piuttosto che dire "voglio fare attività fisica quotidianamente", è meglio precisare "il mercoledì farò jogging e il venerdì farò yoga", stabilendo luogo e orario.

E' importante creare un elenco di motivazioni molto forti che portino a raggiungere l’obiettivo prefissato. E’ necessario leggere questa lista di motivazioni ogni mattina e ogni volta in cui si è tentati di abbandonare l’obiettivo, e soprattutto, quando non si ha voglia di perseguirlo.

Trovare la giusta motivazione per andare avanti è talvolta duro, ma è fondamentale avere qualcosa o qualcuno che ci aiuti sempre. Un elenco di motivazioni è un buon supporto; per alcuni l'aiuto è rappresentato da una canzone, una frase, un libro o un film. Il "simbolo" della motivazione deve essere sempre a portata di mano, sempre presente a sostenere e ricordare di andare avanti.

Torna su

 

2. INIZIARE DALLE COSE FACILI

Sviluppare un obiettivo ragionevole ed elaborare un progetto che permControllo della volontàetta di perseguirlo è la seconda regola. Quindi, niente obiettivi irrealistici, ma iniziare con cose molto semplici e concrete. Meglio impostare una lista di cose giornaliere da realizzare, al massimo una lista settimanale. Iniziare dunque dalle cose facili può voler dire cambiare un solo elemento della vita alla volta. Vedrete che questo singolo elemento impatterà positivamente su molti altri aspetti. Meglio partire con progetti semplici per poi passare, progressivamente, una volta che sono stati raggiunti gli obiettivi più facili, a propositi più difficili e faticosi. Meglio dire "domani rinuncerò a mangiare la brioche a colazione" piuttosto che proporsi di rinunciare per un mese ad ogni tipo di dolce.
 

3. PRIORITA'
Terza regola. La forza di volontà è una risorsa limitata quindi deve essere utilizzato in modo oculato. Sappiate che un grande sforzo di volontà può esaurire tutte le forze, finendo per far cadere in tentazione in altri ambiti della vita. Proprio per questo è necessario stabilire delle priorità sulla base delle proprie esigenze e non pretendere di raggiungere tutto e subito.

 

4. TEMPO DEDICATO

Stabilire un tempo da dedicare all'obiettivo è la quarta regola. È necessario stabilire un tempo preciso, che può essere un'ora, due ore, 30 minuti, da dedicare esclusivamente al perseguimento dell'obiettivo; durante questo tempo non farsi interrompere da nessuno, da telefonate, mail, distrazioni.
 

5. TAPPE INTERMEDIE
Ogni risultato raggiunto è il frutto di una serie di piccoli passi che si sommano tra loro ed è necessario suddividere il percorso in più tappe intermedie. In questo modo si evita di sentirsi frustrati e, al contrario ci si sente piacevolmente capaci di realizzare i propri obiettivi. Annotare i progressi accresce la fiducia in se stessi. Per fare un esempio banale, coloro che sono a dieta, e si pesano ogni giorno, riescono a perdere più peso di coloro che si pesano una sola volta la settimana. In caso di trasgressione, ricordarsi di non mollare, non pensare "tanto ormai…", contenere il danno, trasgredire una volta non significa che il progetto intero è fallito... si tratta di un percorso, fatto di piccoli passi da compiere, non di una sola prova che una volta fallita compromette tutto.
 

Torna su

 

6. SPAZIO AI VERI AMICI, PESSIMISTI E IMPICCIONI ALLA LARGA

Coinvolgere gli amici, i familiari, comunicare agli altri i propositi, aiuta a rispettarli, per non deludere le aspettative, per non farsi dire "lo avevo detto io...". Tenere conto del fatto che il cambiamento positivo è contagioso: vedrete che se voi dimagrite anche molti dei vostri amici lo faranno.

Non assecondare i pensieri negativi, scoraggianti, non fissarsi su di essi ma accettarli, lasciandoli scorrere prima possibile nella propria mente e tenere fermo il proprio obiettivo. Concentrarsi su qualcosa di positivo funziona meglio che cercare di evitare un risultato negativo. Cercate di vincere piuttosto che aver paura di perdere. Ciò che facciamo e magari non ci piace può essere visto solo come una tappa intermedia per un risultato desiderato.

Non avere mai paura di fallire. Forse le persone per invidia o per altro, diranno che "non puoi" o che "è impossibile". Dimenticare ciò che ti dicono e dimenticare loro è la miglior cosa da fare. Non annunciare gli obiettivi a questo genere di persone "scoraggianti", meglio comunicarli solo una volta raggiunti. Ascoltare invece chi dà consigli positivi, chi supporta e sostiene. I veri amici fanno così. Tenersi alla larga dalla paura del giudizio degli altri: la gente avrà sempre da ridire, avrà sempre un argomento per criticare chiunque, fare ciò che è giusto per se stessi, con fiducia. Quando poi si raggiungerà lo scopo prefisso, la gente parlerà ancora di più, continuate a lasciarli parlare, non rispondete alle provocazioni.

 

7. RIPETERE PER CAMBIARE

Per cambiare le abitudini è sufficiente ripetere un comportamento fino a farlo diventare un'abitudine. Sapete che la frutta si dovrebbe mangiare almeno mezz'ora prima dei pasti? Di certo lo sapete ma non lo fate. Proponetevi di mangiare una mela, o un altro frutto almeno un'ora prima del pranzo o della cena e fatelo per almeno 60 giorni, vedrete che il comportamento diventerà automatico e non ci sarà più bisogno di sforzarsi. Se siete dei fumatori spezzate il ciclo vizioso della sigaretta dopo pasto e create un altro tipo di associazione, ad esempio "dopo il caffè mangerò un cioccolatino".


8. IL RIPOSO DEL GUERRIERO
Come ogni forza, dopo un certo impegno, anche la forza di volontà tende ad esaurirsi. Immaginate la forza di volontà come un muscolo in allenamento che necessita di pause per recuperare. Controllarsi richiede un grande sforzo mentale e quindi un notevole consumo di energie. E’ necessario quindi auto-gratificarsi e concedersi delle pause.

 

9. MEDAGLIA MEDAGLIA!

Nel fissare un obiettivo promettetevi anche una ricompensa. Un giusto bilanciamento tra doveri e piaceri sarà un elemento molto importante per riuscire a raggiungere gli obiettivi.

 

10. ULTIMI CONSIGLI

Non rimuginare sulle situazioni, non teorizzare troppo, cercare di rendere il percorso per raggiungere l'obiettivo semplice e diretto.

Mangiare: gli sforzi di volontà provocano un calo di glucosio nel sangue e tale calo determina una riduzione dell'autocontrollo. È necessario durante gli impegni mangiare a sufficienza e in modo regolare per riuscire a concentrarsi. Meglio alimenti integrali, frutta e verdura.

Meditare: praticare qualche forma di meditazione può rinforzare l'autocontrollo.

Fare ordine: sulla scrivania, in casa, nei cassetti, l'ordine esterno rende più facile auto controllarsi. Fare ordine fuori è anche fare ordine dentro do sé. Stessa cosa vale sul lavoro, nell'organizzazione ordinata e razionale dei file sul computer.
I sogni nel cassetto, per quanto fantastici o assurdi possano sembrare, possono realizzarsi. Di certo non potranno realizzarsi se non si fa niente. E poi un sogno deve essere un po' assurdo, altrimenti è solo una meta, un obiettivo. Tornare al punto numero 1 quando si sente di aver perso la direzione giusta.

Torna su


 

Self controlAUMENTARE LA FORZA DI VOLONTA CAMBIANDO LA PERCEZIONE DEL COMPORTAMENTO SU CUI VOGLIAMO AGIRE

 

Alcuni sostengono invece che decidere di fare qualcosa che non si desidera usando la forza di volontà è sbagliato. Perché? Perché nel tiro alla fune tra la volontà e il comportamento (che in realtà non vogliamo cambiare), prevale quest'ultimo. Cercare di variare direzione senza riuscirci, ci lascia esausti e frustrati.  Per fare qualcosa di desiderato ma tanto difficile per noi, invece di affidarsi alla forza di volontà, è più utile modificare la percezione del comportamento che vogliamo cambiare in modo da renderlo spiacevole piuttosto che piacevole. In questo modo ci allontaneremo dal vecchio comportamento in modo automatico senza creare conflitti dentro di noi. Ci sono delle discipline come la PNL (programmazione neurolinguistica) che insegnano, tra tante altre cose, anche a cambiare la percezione delle cose.

 

ALLENARE LA FORZA DI VOLONTA' CON LA TECNICA DEL MANCINO

 

Piccoli cambiamenti nelle nostre routine quotidiane possono aumentare gradualmente la nostra forza di volontà. Allora la mattina appena sveglio, lava i denti utilizzando la mano sinistra (la destra se sei mancino). Sostituisci il primo gesto che compi ogni mattina (fumare una sigaretta, accendere il computer, etc.) con un’azione più sana.
Se hai la tentazione di controllare la posta elettronica o Facebook, rimanda di qualche minuto. Rifai il letto. In generale, abituati a fare ciò che non sei abituato a fare, solo perché decidi di farlo; proprio come se dovessi scrivere come un mancino.
Imporre la tua forza di volontà su queste piccole azioni ti permette di avviare un positivo effetto a catena che ad ogni piccola conquista fa seguire un traguardo più importante.

AUTOCONTROLLO E TECNICA DEL SILENZIO

 

La seconda tecnica: la tecnica del silenzio. Ho letto per la prima volta di questo esercizio nel libro "Il monaco che vendette la sua Ferrari" di Robin Sharma. La tecnica consiste nel non parlare per un giorno intero, se non in risposta a domande dirette. Rimanendo in silenzio per un’intera giornata non fai altro che condizionare te stesso a fare ciò che decidi consciamente di fare, senza limitarti a reagire continuamente. Più controllo sarai in grado di avere sulla tua forza di volontà, più questa si accrescerà.
Non permettere alle condizioni esterne, alla casualità o agli altri di decidere cosa puoi o non puoi fare, cosa puoi o non puoi ottenere. Prendi sempre in prima persona le tue decisioni e rispettale utilizzando la tua forza di volontà.

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

Torna su