Classifica migliori città dove vivere 2013 2014

Classifica delle città più vivibili 2013/2014
 

 

 

Le migliori città del mondo quali sono per il 2013/2014? Secondo chi e secondo quali parametri vengono valutate? Vi proponiamo di seguito tre tipologie di classifiche: quella della società di consulenza Mercer (223 città censite, 40 parametri presi in considerazione che comprendono dati socio-economici, sanitari, culturali e politici. incluso il tempo libero, l'aspetto urbano e l'ambiente);  quella dell'Economist Intelligence Unit (che fa ricerca per l'Economist) e quella della celebre e rivista glamour inglese Monocle.

Classifica Mercer

 

Vienna, Zurigo, Auckland, Monaco e Vancouver, segnatevele sono la top five di Mercer. Le città europee dominano nettamente la classifica Mercer mondiale sulla qualità della vita, occupando quasi la totalità delle prime 10 posizioni e molte posizioni della top 30. Tra le italiane, Roma e Milano sono a metà classifica (sul 50esimo posto); la prima ottiene ottimi punteggi per l'ambiente naturale e per le possibilità ricreative. Tra le città europee dicevamo al primo posto Vienna, Zurigo seconda, Monaco posizione n. 4, Düsseldorf 6 e Francoforte.  Alti i punteggi per sistema sanitario, infrastrutture e opportunità ricreative, stabilità politica e bassi livelli di criminalità.

Torna su

 

Panorama di ViennaViennaè la regina del 2014 secondo Mercer,  è la città con la miglior qualità di vita al mondo: ottimi servizi, palazzi, parchi (più di 30 i parchi in città), cattedrali, fantastiche pasticcerie e caffè storici. Al  secondo posto da Zurigo: anche qui ottimi servizi pubblici,  50 musei, teatri e sale da concerto, bella architettura rispetto per la natura e panorami alpini davvero mozzafiato. Terza Auckland, la città più grande della Nuova Zelanda e anche una delle più belle, che si sviluppa attorno a tante baie ideali per nuotare, fare sport e vela. Offre il vantaggio di vivere in una città da un milione di abitanti in cui si ha la sensazione continua di essere in un luogo di vacanza. Clima temperato, parchi, spiagge completano la sua bellezza. Ottimi ovviamente i servizi pubblici, l'educazione e l'offerta culturale.

Seguono Monaco di Baviera (Germania) città cosmopolita e moderna, amichevole e accogliente, capitale della birra, con ottimi servizi e cittadini soddisfatti; Vancouver (Canada) sospesa tra mare e montagna, con una natura strepitosa e un enorme parco cittadino (Stanley Park), Moderna, multiculturale e ben organizzata; Dusseldorf (Germania) una grande città moderna con il fascino tipico di una piccola cittadina, simbolo della tipica efficienza tedesca fatta di eccellenti infrastrutture, fiorente economia e commercio, tassi di disoccupazione relativamente bassi e poi tanta eleganza e atmosfera cosmopolita e una gastronomia variegata; Francoforte, la  capitale finanziaria della Germania, con uno skyline bellissimo e anche il luogo che spende di più all'anno per le arti e la cultura di qualsiasi altra città in Europa; e poi Ginevra (Svizzera), chic e cosmopolita, molto attenta alla cultura, celebre per l'efficienza dei servizi pubblici,  ricca di storia e baciata dalla natura delle Alpi e dello splendido lago Lemano e poi ancora Copenhagen (Danimarca) e  Berna (natura, architettura, efficienza, vitalità, qualità della vita) con il centro storico medioevale patrimonio dell'Umanità Unesco.
 

In Asia Singapore è 25ma, seguita dal Giappone (con Tokyo, Kobe, Yokohama tutte entro le prime 50 posizioni). Per l’Australia Sidney è al n. 10.  Tenendo conto di valutazioni ecologiche (qualità dell'acqua potabile, smaltimento dei rifiuti, presenza di parchi urbani e inquinamento dell'aria), Calgary si guadagna il primo posto, seguita da Honolulu,  Ottawa e Helsinki sono a pari merito al terzo posto. Poi Wellington, Minneapolis, Adelaide e Copenhagen. Nessuna città italiana rientra fra le prime 50.

 

Per quel che riguarda il Nord America è il Canada ad assicurarsi i piazzamenti migliori con la presenza di ben 4 città canadesi nella top 30 mondiale: Vancouver, Ottawa, Toronto e Montreal. Per gli USA il miglior piazzamento è quello di  San Francisco in 27ma posizione.

 

Un'ultima curiosità, quali sono invece i posti peggiori al mondo dove vivere? Baghdad in Iraq è la città con la peggiore qualità della vita in assoluto (n. 221), preceduta da Bangui (Africa Centrale 220 ), Port-au-Prince ad Haiti (219), N’Djamena (Chad 218) e poi Khartoum in Sudan (217), Sana’a (Yemen) e Brazzaville (Congo). 

La classifica dell'Economist


Melbourne è la città più vivibile al mondo dell'edizione 2013/2014 della classifica globale di vivibilità, stilata dall'Economist Intelligence Unit, gruppo di ricerca che fa capo all'Economist. Sono risultate più vivibili le città meno estese, con una bassa densità abitativa, minor traffico, minor smog e minore violenza nelle strade. Sono stati presi in considerazione 30 parametri basati sulle condizioni dell’ambiente, delle infrastrutture e dell’istruzione, della cultura, nonché dell’assistenza sanitaria e della salute dei cittadini. L’unione di queste valutazioni è riepilogato da un punteggio che arriva fino a 100. Nelle prime dieci posizioni troviamo le stesse città dello scorso anno, leggermente spostate tra loro nell'ordine di classifica. In generale, secondo il report, le città più vivibili sono quelle di media dimensione, in nazioni ricche, con una densità della popolazione relativamente bassa.

 

Panorama di Mealbourne1. Melbourne (Stato Victoria, Australia)

Per il terzo anno consecutivo Melbourne si conferma la città più vivibile del mondo, fulcro di eventi sportivi, enogastronomici e culturali di risonanza internazionale. 

 

2. Vienna

Al secondo posto della classifica si piazza Vienna, che con Helsinki rappresenta l’Europa nella classifica delle città più vivibili al mondo. Nella capitale austriaca ci si sposta principalmente con efficienti mezzi pubblici, la qualità dell’aria è ottima e c'è molta attenzione per  l’ambiente, le persone e gli animali.  

Torna su

3. Vancouver
Vancouver, cosmopolita e frizzante, attenta alla natura, dalle tante costruzioni d'avanguardia al servizio del cittadino, resta sul podio, ma scende di due posizioni.

4. Toronto punteggio 97.2 Canada
In quarta posizione si piazza Toronto, efficiente e in crescita, forte nei parametri relativi alla stabilità lavorativa e alla possibilità di fare carriera.

5. Calgary punteggio 97.2 Canada, America
Al quinto posto Calgary, la principale città della provincia canadese dell’Alberta, ubicata tra colline e praterie. È un moderno e raffinato centro urbano, con grattacieli, gallerie e teatri, ma conserva l’aria di città di frontiera, stile country.

6. Adelaide punteggio 96.6 Australia Meridionale

Conquista la sesta postazione Adelaide, con il bel centro storico raccolto e le colline circostanti. 

7. Sydney punteggio 96.1 Nuovo Galles del Sud, Australia

Al settimo posto, Sydney, la moderna e vitale metropoli australiana. Dove le influenze culturali si incontrano, uniscono e fondono, anche a tavola. 

8. Helsinki punteggio 96.0

All’ottava posizione, Helsinki. La capitale della Finlandia e del design conferma la qualità della vita dei suoi abitanti e la propria vocazione per l’innovazione.

9. Perth punteggio Perth 95.9 Australia Occidentale

Al nono posto ecco Perth, la misteriosa e poco turistica capitale del Western Australia, nella costa occidentale del Paese. Stipendi alti, opportunità di occupazione, arte e cultura.

10. Auckland punteggio 95.7 Nuova Zelanda
Chiude la top-ten Auckland, la più grande città della Nuova Zelanda, associata da sempre a clima mite, splendide spiagge, nuoto e vela, sport qui più in voga.

Tra le altre principali città del mondo:

16esima Parigi (punteggio 94.8)

18esima Tokyo (94.7)

21esima Berlino (94)

34esima Washington (91.2)

44esima Madrid

55esima Londra

140esima Damasco (Siria) ultima con 38.4 punti

 

La classifica di Monocle

 

Per stilare la propria classifica annuale, la rivista inglese di lifestyle Monocle commissiona un sondaggio sulla qualità della vita in cui vengono presi in considerazione più di 30 parametri, che vanno dalla sicurezza pubblica ai collegamenti aerei, ma anche le opportunità culturali o la tolleranza (i dettagli sono pubblicati sul numero di luglio/agosto di Monocle). Per il 2013 la miglior città dove viviere è risultata Copenhagen, seguita, nell’ordine, da Melbourne, Helsinki, Tokyo, Vienna, Zurigo, Stoccolma, Monaco di Baviera, Sydney e Auckland.

Torna su