Cosa chiedere ai figli all'uscita da scuola 

Sei qui: Sei qui: Informa Bambini >  Cosa chiedere  al ritorno da scuola a tuo figlio, figlia

 

Cosa domandare a tuo figlio all'uscita da scuola (e cosa non dire...) 

 

 Ecco il podio delle domande da non fare?

 

Domande da fare e non fare all'uscita da scuolaNumber 1: "Come è andata oggi?"

Number 2: "Cosa avete fatto?"

Number 3: "Tutto bene?"

Le fate tutte e tre? Poco male, parliamone...

Capita a tutti, di arrivare felici a prendere il proprio figlio/a a scuola, chiedere "Come è andata la tua giornata?" e sentirsi rispondere con una certa indifferenza, "Bene" oppure "Tutto ok" (grugnito e stop). Effettivamente se ci si riflette, dopo ore di studio, concentrazione, controllo, è normale che i bambini non abbiano voglia di raccontare. La cosa peggiora poi alle medie, quando la risposta viene proprio snobbata. Ma se la risposta "bene" stop... arriva sempre puntuale? Se dalla bocca di vostro figlio/figlia esce il fatidico monosillabo "Ok" tutti i santi giorni?

Allora fate un po' di strategia e qualche considerazione.

 

Riflessione: il tempo e gli eventi per i bambini piccoli

 

I bambini sono molto legati al qui e all'ora. Registrano gli eventi che li hanno colpiti emotivamente. Un bambino piccolo fatica a ricordare a posteriori gli eventi, le emozioni e i pensieri della sua giornata a scuola. Sentirsi chiedere "come è andata la giornata" è troppo astratto. Può essere utile, quindi, facilitare il bambino/a facendo domande che rimandino direttamente ai pensieri e alle emozioni (vedi la lista che segue).

 

Le domande poi fatte all’uscita della scuola, non appena saliti in macchina, nella confusione del traffico dell'ora di punta o comunque nel caos dell'orario di uscita ed è di per sé instaurare una vera comunicazione.

 

Partiamo con le riflessioni:

-  è normale appena usciti non aver voglia subito di raccontare; pazientate un poco;

- rilassatevi qualche minuto dopo il caos dell'uscita delle classi e poi invece di chiedere, iniziate voi a raccontare una piccola cosa che avete fatto;

- sarebbe meglio fare domande in un momento diverso della giornata (quando il bambino/a ragazzo/a, sono più disposti a parlare, può essere la sera prima di addormentarsi, prima di cena, il pomeriggio mentre si fa merenda, durante una passeggiata ec.),

- quando chiedete meglio non fare domande troppo astratte, fare domande concrete e precise.

 

Molto importante

 

Alle affermazioni che "la scuola è noiosa", "studiare è faticoso" e simili, meglio non rispondere in modo affrettato. Sforziamoci di ricordare le domande che a suo tempo ci infastidivano ed evitiamo di porle. Evitiamo domande del tipo "Com’è andata la verifica oggi?", "Che voto hai preso", "Si è arrabbiata la maestra oggi?", "Tizio che voto ha preso?", "chi ha avuto il voto più alto?". Niente di male a parlarne, ma subito così, da proprio l'idea di ridurre la scuola solamente a voto e rendimento.
 

Domande possibili

 

Eccovi di seguito un'utile lista compilata da genitori che hanno redatto domande alle quali i loro figli rispondono, avviando una conversazione interessante (la n. 7 è la preferita dai ragazzi):

  1. Cos'hai mangiato per pranzo?

  2. Quali giochi hai fatto durante la ricreazione?

  3. Qual è stata la cosa più divertente che è successa oggi?

  4. Qualcuno ha fatto niente di super bello per te?

  5. Qual è stata la cosa più bella che hai fatto tu per qualcun altro?

  6. Chi ti ha fatto sorridere oggi?

  7. Quale dei vostri insegnanti saprebbe sopravvivere a un attacco zombie? Perché?

  8. Chi aveva la merenda più buona oggi? Cos'era?

  9. Se uno dei tuoi compagni di classe potrebbe essere l'insegnante per un giorno chi vorresti che fosse? Perché?

  10. Se tu avessi la possibilità di essere domani insegnante, che cosa insegneresti alla classe?

  11. Dimmi qualcosa che hai imparato su un amico oggi.

  12. Se gli alieni venissero a scuola tua e prendessero fino 3 bambini, chi vorresti che prendessero? Perché?

  13. Quando ti sei sentito più orgoglioso di te stesso oggi?

  14. Quale regola è stata più difficile da seguire oggi?

  15. Che è una cosa che speri di imparare prima che l'anno scolastico sia finito?

  16. Quale persona nella tua classe è il tuo esatto opposto?

  17. Quale area della scuola è più divertente?

  18. C'è qualcuno nella tua classe che ha difficoltà a seguire le regole?

Ti potrebbe interessare leggere 20 domande da fare al tuo partner al ritorno a casa

Leggi tutta la sezione Informa bambini e mamme

 

Torna su

 

Ringraziandovi per il vostro continuo supporto, Informagiovani Italia vi ringrazia. Per qualsiasi commento su questo e altri articoli scriveteci a info@informagiovani-italia.com