Dintorni di Barcellona

Dintorni di Barcellona  

 

Barcellona appare come una città dalle mille realtà, difficili da distinguere. Ordinata e caotica, tradizionale e all'avanguardia, mai banale e luogo piacevolmente sfuggente. Dal caratteristico quartiere medievale, attraverso l'elegante Eixample del XIX secolo e il rigenerato lungomare, la città premia il visitatore con strade piene di bellezze, curiosità ed attrazioni. Barcellona è una città che cambia in continuazione, per stare a passo con i tempi e presentarsi nel migliore dei modi davanti al XXI secolo.

 

Cosa vedere? tanto; dove guardare? ovunque; Cosa fare? vivere la città come i locali, senza dimenticare le sue innumerevoli attrazioni.

I motivi per visitare i dintorni di Barcellona sono molteplici e vari, in quanto offrono la possibilità di poter conoscere ancora meglio la cultura e le tradizioni che animano questa regione spagnola, la Catalogna. Si può andare alla ricerca delle sue profonde radici storiche e culturali. Inoltre offre anche l’opportunità di andare alla scoperta dell’enorme patrimonio enogastronomico della zona. Visitando le note e famose località che si trovano nei dintorni di Barcellona, si scoprono veri e propri gioielli che impreziosiscono ancor di più la conoscenza di una delle più belle aree della Spagna.

Tarragona

Facilmente raggiungibile, a poco meno di un centinaio di chilometri da Barcellona, a sud della Catalogna, si trova Tarragona, le cui bellezze e ricchezze del suo patrimonio archeologico sono state riconosciute dall’UNESCO come patrimonio dell’umanità. A Tarragona, posta sulla Costa Daurada, il sole brilla eternamente. Rappresenta un affascinante mix di spiagge che si distendono sul Mar Mediterraneo, storia romana e vicoli medievali. Nel 218 a.C. Gneo Scipione, fece costruire un accampamento militare romano e nel 45 a.C. divenne una colonia di Roma. Oggi Tarragona è considerata la città romana più importante della Spagna. Tra le numerose e preziose testimonianze artistico culturali, offerte dalla città, meritano un visita le sue Mura, come ad esempio quelle dell’Arcivescovo, di Sant Magí, di Minerva, del Seminario, di Cabiscol, che risalgono al II secolo a.C. Realizzato a partire dal 73 d.C. il Foro era la sede amministrativa di Tarraco. Costruito all’epoca dell’imperatore Vespasiano, la struttura si presenta con un principale sviluppo realizzato due terrazze. La prima era riservata al culto imperiale, mentre la seconda rappresentava la piazza forense vera e propria. Successivamente venne realizzata una terza terrazza nella quale si svolgevano i giochi e le corse delle quadrighe e delle bighe. L’Anfiteatro, nel quale avvenivano i combattimenti fra gli animali e quelli fra gladiatori, è posto invece leggermente fuori dall’attuale nucleo urbano. Il Teatro Romano venne realizzato nei primi anni del I secolo d.C. Oggi si possono ammirare i resti dell’orchestra e della cavea. Al centro del teatro si trova un altare innalzato in onore di Augusto. Altra testimonianza del glorioso passato di Tarragona la si trova visitando la sua Cattedrale. La costruzione venne realizzata a partire dal 1171 e fu consacrata nel 1331. Si presenta con una interessante facciata romanica e ha, ornato da eleganti sculture, un portale gotico. Al suo interno si trova l’altare maggiore e il suo retabolo, il sarcofago dell’arcivescovo Giovanni d’Aragona. Divenne basilica nel 1894 e dal 1905 è dichiarata monumento storico artistico. Da non perdere la visita alla Necropoli e al Museo Paleocristiano.

Torna su

Girona

Case pendenti a GironaGirona si trova a circa cento chilometri da Barcellona. L’antica città romana, ospita numerosi monumenti ed è circondata da un’enorme cinta muraria. Girona è una città a misura d’uomo, in grado di riservare numerose sorprese e varie delizie. Facendo una passeggiata attraverso il centro storico, visitando i musei e gli edifici storici, camminando per le strade e le piazze, si scopriranno tutte le sue bellezze e le sue numerose attrazioni turistiche. Le case che sorgono lungo il fiume Onyar, le famose Cases penjades, rispecchiano con i loro caratteristici colori pastello sull’acqua, ragione per la quale Girona vanta il soprannome di Petita Florència. Vicino alle cases penjades troviamo il Ponte dei vecchi pescatori. Il progettista di questa costruzione, realizzata nel 1877, fu Gustave Eiffel prima che realizzasse la famose torre parigina. Venne collocato al posto delle passerelle rosse costruite dai pescatori. Il nucleo medioevale di Girona è costituito dal El Call, il ghetto ebraico, uno tra i meglio preservati di tutta Europa. La comunità ebraica della città vi visse fino alla fine del XV secolo. L’antica sinagoga, che è oggi sede di un centro studi della università cittadina, si trova nel Centro Bonastruc Ça Porta. Con quasi ventitré metri costituisce la navata gotica più larga al mondo. La Cattedrale di Santa Maria, venne edificata, fra mille vicende, tra l’XI secolo e il XVIII secolo. Il lungo corso avuto nella sua costruzione lo si nota anche dai vari stili architettonici presenti nella Cattedrale. Ad esempio il chiostro è evidentemente romanico, mentre sono gotici l’altare maggiore e il portale, invece è Barocco la facciata. La Chiesa di Sant Feliu risale al XII secolo e venne edificata sopra la tomba di San Felice l’africano. All’interno della chiesa si trovano le spoglie del santo. Il simbolo di Girona, la Lleona si trova davanti alla chiesa. Il Monastero di Sant Pere de Galligants era originariamente monastero benedettino. Oggi al suo interno si trova un Museo Archeologico dove sono conservati molti dei reperti appartenenti all’antica Gerunda. Da non perdere la visita alla Plaça de Independencia, alla Rambla, il corso principale, al Parco della Devesa e ai Bagni Arabi...Continua a leggere su Girona .

Torna su

Figueres

Chiesa di Sant PereFigueres si trova a circa un’ora di macchina da Barcellona e a due ore in treno. La città è famosa per essere la città natale di Salvador Dalí. Ed è qui che Dalí ha creato la sua più grande opera surrealista, il Teatro-Museo Dalí, il più grande museo surrealista del mondo. La precedente costruzione, l’ex teatro comunale, venne distrutta durante la guerra civile spagnola. Sulle sue rovine, Dalí decise di creare il suo museo. L’intera collezione è composta da migliaia di oggetti risalenti a tutti i diversi periodi della vita di Dalí, e conta più di quattromila opere d’arte che riflettono una enorme varietà di tecniche, materiali e supporti: dipinti, disegni, sculture, incisioni, installazioni, gioielli, ologrammi, fotografia e così via. A sud di Figueres, si trova il castello medievale che negli Anni Settanta Dalì aveva acquistato. Anche in questo luogo sono esposte sue opere. Da vedere anche la statua di narcís Monturiol i Estarriol, il padre dei moderni sottomarini, che si trova in fondo alla Rambla, mentre a est di Figueres si trova l’antico monastero romanico di Sant Pere de Rodes...Continua a leggere su Figueres.

Torna su

Tossa de Mar

Tossa de Mar, sulla Costa Brava, si trova ad un centinaio di chilometri da Barcellona. Il paese si erge da un picco sul mare. Oltre alle sue stupende e rinomate spiagge, rappresenta anche uno splendido e magnifico esempio di borgo medievale fortificato. Passeggiando lungo gli stretti vicoli delle vecchie mura si può arrivare a piedi fino al Faro di Tossa, da dove si può godere della magnifica vista della costa. Fuori dalle mura, delimitato dalle strade Portal e Estolt, si trova il quartiere dei pescatori, noto come Sa Roqueta, che è il risultato della prima espansione del borgo fuori le mura nel corso del sedicesimo secolo. Al di là di Sa Roqueta, se si segue la strada Portal, si arriva alla zona commerciale del centro città, che si estende lungo le strade Socors e La Guardia, Plaça d'Espanya e la strada Pou de la Vila fino al viale Costa Brava. Altra romantica passeggiata è quella che arriva al Mar Menuda. Questo itinerario consente di ammirare il mare e la vista spettacolare di Capo di Tossa e dei suoi bastioni. La Ciutat Vella e la sua intricata rete di vicoli, viene a svilupparsi su entrambi i fronti de La Rambla. A centro si trova il quartiere gotico, il Barri Gòtic. All’interno del suo Museo si possono ammirare i magnifici tesori rinvenuti nelle varie campagne di scavi archeologici, e che risalgono al periodo romano.

Torna su

Vic

A circa ottanta chilometri da Barcellona si trova Vic, che è raggiungibile in automobile quindi in poco meno di una ora. Le vie del centro storico di Vic sono tutte medioevali e mostrano edifici che racchiudono un ampio panorama architettonico e artistico. Da ammirare il Tempio Romano del II secolo, le mura del XIV secolo, i suoi edifici barocchi e gotici. Punto iniziale per visitare Vic è la Piazza del Mercato, nel cuore della città, dove dal medioevo si svolge un coloratissimo mercato. Da non perdere El Museu Episcopal istituito nel 1891 e ristrutturato nel 2002 su progetto dagli architetti Federico Correa e Alfonso Milano. La Cattedrale risalente all’XI secolo, con il suo mix di stili architettonici che vanno dalla cripta romanica, ai chiostri gotici a elementi barocchi e neoclassici. All’interno si può ammirare il Chiostro gotico in alabastro costruito nel XIV secolo, una Pala opera di Pere Oller, e la Cappella Barocca dedicata a San Bernardo Calbo.

Torna su

Montserrat

A circa sessanta chilometri da Barcellona si trova Montserrat, che è raggiungibile in automobile quindi in poco meno di una ora. Sulla montagna a 720 metri di altezza si trova uno dei più importanti siti religiosi di Spagna, l’Abbazia benedettina di Santa Maria de Montserrat. Il luogo non è esclusivamente visitato da pellegrini, ma anche da chi vuole godere di una delle più belle viste spettacolari della Catalogna. La storia di Montserrat risale al 880 quando un gruppo di pastorelli vide una luce brillante discendere dal cielo verso la montagna di Montserrat. Nel Museo del monastero di Montserrat, si possono ammirare opere di grandi artisti come Giordano, Monet, El Greco, Salvator Dalì. Sono inoltre esposti numerosi reperti archeologici.

Torna su

Sitges

A circa quaranta chilometri da Barcellona si trova Sitges, che è raggiungibile in automobile quindi in poco più di una mezz’ora. Situata tra le montagne e il mare Sitges offre meravigliosi panorami. La Costa del Garraf, sul mare Mediterraneo e le montagne circostanti, donano una splendida cornice naturale a questa città. Un paesaggio mozzafiato, diciassette spiagge dorate che si estendono lungo quattro chilometri, un interessante centro storico, un ricco calendario culturale, campi da golf e porti turistici proprio accanto alla spiaggia: sono solo alcune delle ragioni per visitare Siteges.

Torna su

Cadaques

Cadaqués Chiesa di Santa MariaA circa centottanta chilometri da Barcellona si trova Cadaques, che è raggiungibile in automobile quindi in poco meno di un paio d’ore. Affacciata sul Mar Mediterraneo, su una cristallina baia, Cadaqués era la meta preferita sia di Picasso sia di Salvador Dalí che vi faceva spesso ritorno con la sua amata Gala. Infatti, aveva comprato una casa dove adorava trascorrere le vacanze. La casa attualmente è stata adibita a museo. Un ex villaggio di pescatori che un tempo era accessibile solo via mare, Cadaques oggi è divenuta la meta preferita di artisti e visitatori che possono ammirare un panorama magnifico...Continua a leggere su Cadaques.

Torna su

Vilafranca del Penedès

A circa sessanta chilometri da Barcellona si trova Vilafranca del Penedès, che è raggiungibile in automobile quindi in meno di una ora. La città è risalente all’XI secolo ed è posta al centro di una importante zona vinicola. Ci sono molte marche di fama internazionale e importanti nelle zone limitrofe come ad esempio Miguel Torres e Jean Leon. L’influenza del sole e il Mar Mediterraneo rende la regione Penedès una zona ideale per la coltivazione della vite. In questo tranquillo ambiente, si potrà godere del sole, passeggiare e scoprire, e volendo anche degustare, i grandi vini nelle numerose cantine presenti.

Torna su

L’Estartit

A circa centocinquanta chilometri da Barcellona si trova L’Estartit, che è raggiungibile in automobile quindi in meno di due ore. Incastonata tra il Mar Mediterraneo e le pendici del massiccio del Montgrí è il paradiso per gli sport acquatici. Gli amanti delle immersioni invece possono ammirare i fantastici fondali dell’arcipelago dell’Illes Medes, che si trova a poche miglia proprio davanti la città.

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

 

Torna su

 

 

Ostelli Barcellona   Ostelli Spagna     Hotel Barcellona  Hotel Spagna

Carte d'Espagne  Karte von Spanien     Mapa de España    Map of Spain

Carte de Barcelone   Karte von  Barcelona   Mapa Barcelona   Map of Barcelona