LEGGERE UNA RICETTA MEDICA  

Informagiovani Italia

I giovani e la Salute

Pronto soccorso bambini

Balbuzie

 Lavorare in Europa

 Come mettersi in proprio

 Mestieri e Professioni

  Idee imprenditoriali

Informa Bambini

  Mettere su casa

Giovani arte e cultura

  Stili di vita

Energia pulita   Energia Pulita

Viaggiare in Europa

Viaggi Italia   Viaggiare in Italia

  Ostelli in Europa

  Ostelli in Italia

Hotel in Italia   (1,2,3,4,5 stelle)

  Forum Informagiovani

 

 

LA RICETTA MEDICA: COSA SI INTENDE

La ricetta medica è la prescrizione di farmaci effettuata e firmata dal medico. E' un documento ufficiale che consente all' utente del servizio farmaceutico di acquistare i medicinali in farmacia. Quali tipi di ricetta esistono? Per quanto tempo è valida? Quando non è necessaria? Prima di tutto il testo ufficiale del ministero della salute.

La ricetta medica è un documento, sottoscritto (deve esserlo necessariamente) e datato dal Medico Chirurgo, Odontoiatra, Veterinario, alla cui presentazione è subordinata, nei casi previsti dalla legge, la vendita di medicinali. Gli stampati delle confezioni dei medicinali indicano se il relativo decreto di Autorizzazione all' Immissione in Commercio impone che la vendita si effettui liberamente (senza obbligo di prescrizione) o solo dietro presentazione di ricetta medica specificandone il tipo: ripetibile, non ripetibile, non ripetibile in triplice copia, limitativa, speciale su modello ministeriale. La prescrizione medica o veterinaria è protetta contro la falsità, quale scrittura privata; in regime di Servizio Sanitario Nazionale la ricetta è sempre obbligatoria ed assume rilevanza di atto pubblico quale certificazione del diritto dell' Assistito ad usufruire della prestazione farmaceutica e documento contabile con efficacia probatoria ai fini del rimborso alla Farmacia.

Deve essere redatta su apposito modello di ricettario la prescrizione di:

stupefacenti di cui alle tabelle I, II e III (DPR 309/90)

analgesici oppiacei impiegati nella terapia del dolore (Legge 12/2001)

medicinali concessi in regime di Servizio Sanitario Nazionale

medicinali uso veterinario di cui all' art. 32 c.3 e c.6 D.Lvo 119/92 e medicinali di “uso improprio” in veterinaria.

La ricetta su carta intestata di struttura sanitaria (ambulatorio, clinica, ospedale ecc.) deve indicare nome e cognome del Prescrittore.

La ricetta redatta a cura del medico in regime di S.S.N. è spedibile dalla farmacia, quando risultino in essa i seguenti elementi:

a) cognome e nome dell'assistito (o iniziali nei casi previsti dalla legge)

b) numero della tessera sanitaria o codice fiscale

c) prescrizione

d) data di prescrizione

e) firma e timbro del medico

f) sigla della provincia dell'azienda di iscrizione dell'assistito per prescrizione di farmaci, o di residenza per prescrizione di altri prodotti

Le ricette che pervengono con ritardo superiore a un anno dalla data di spedizione non sono ammesse al pagamento. Ai fini della spedizione, in regime convenzionale, la validità della ricetta è di 30 giorni, escluso quello di emissione. La ricetta che risulti mancante del numero della tessera sanitaria o del codice fiscale nonché della data di spedizione e del timbro della farmacia, del timbro e/o firma del medico, verrà riconsegnata alla farmacia perché possa essere regolarizzata e restituita entro il termine di 30 giorni dalla data di ricezione. La ricetta incompleta degli elementi di cui alla lettera a) e d) verrà sottoposta alla Commissione per gli accertamenti e le decisioni del caso. Le ricette contenenti una diversa specialità medicinale o diversa per dosaggio o forma farmaceutica da quella prescritta senza annotazione (solo nei casi d'irreperibilità, farmacia sprovvista, urgenza, art. 6 Conv.) del farmacista, verranno sottoposte alla Commissione per le decisioni del caso. La ricetta incompleta degli elementi previsti alla lettera c) verrà addebitata alla farmacia. Vanno altresì addebitate direttamente con contestuale comunicazione alla farmacia, le ricette mancanti contemporaneamente degli elementi di cui alle lettere a) e b), contenenti medicinali non a carico del S.S.N. salvo nei casi previsti (invalidi di guerra), contenenti un numero di pezzi superiore al consentito o al prescritto.

 

Se volete aggiungere commenti, articoli o quant'altro sui giovani e la salute scrivete all'indirizzo info@informagiovani-italia.com

Torna su

 

Google