Lettera di accompagnamento al lavoro

Lettera di accompagnamento al lavoro

La lettera di accompagnamento al lavoro rappresenta la modalità con cui si entra in contatto con l'azienda. Nella sua compilazione si può essere meno schematici e più spontanei nel presentarsi di quanto non si è fatto nel curriculum.
Occorre un pizzico di creatività, differenziarsi dagli altri candidati, far incuriosire chi legge in modo da ottenere un colloquio.


Ci sono due possibilità:

  • risposta ad un annuncio

  • invio lettera e CV di propria iniziativa perché si desidera contattare un certo tipo di azienda

Come si comincia

Se rispondi ad un annuncio di lavoro pubblicato su un giornale indicalo chiaramente all'inizio della lettera e riprendi il riferimento: "Oggetto: risposta al Vs annuncio pubblicato il giorno x sul giornale y".
Se ti autocandidi, la lettera va indirizzata preferibilmente al responsabile del settore/ufficio dove vorresti lavorare (meglio se nella tua ricerca sei riuscito ad averne il nome e il cognome), specificando chiaramente per quale posizione intendi candidarti.

L'azienda

La ricerca che avrai fatto sull'azienda ti permetterà, a questo punto, di motivare il tuo interesse sia nel caso che tu risponda ad un annuncio e ancor di più nell'autocandidatura.
In pratica occorre far capire perché hai scelto quell'azienda (conoscete i loro prodotti, ritenete che abbia un marchio di prestigio, ne conoscete l'espansione sul mercato...)
Attenzione ad esserti veramente documentato, se dovessero contattarti, le informazioni dovranno risultare vere!

Perché proprio io

Subito dopo dovrai parlare di te.
Senza ripetere ciò che hai scritto nel CV allegato, in poche righe metti a fuoco i punti di forza (sei disposto a viaggiare molto, a trasferirti, a fare tirocini e stage, conosci bene una/due lingue) e le caratteristiche personali (ti adatti facilmente ad ambiti di lavoro diversi, sei estroverso, non hai problemi a rapportarti con gli altri, sei rispettoso delle regole...) che fanno di te un candidato ideale per quell'azienda.
Questo è sicuramente l'aspetto più difficile per chi è in cerca del primo impiego, ma occorre fare uno sforzo, valutare le proprie caratteristiche e aspettative (studi, esperienze, hobbies) e metterle in relazione con le esigenze dell'azienda. Dì quello che pensi di poter offrire, ma per il momento non sottolineare troppo che cosa ti aspetti in cambio.

Il colloquio

Questo è l'obiettivo vero della lettera e del CV.
Motiva la richiesta specificando che vorresti avere l'opportunità di approfondire meglio durante un colloquio ciò che hai illustrato.

Saluti

Scegli una frase convenzionale: "Cordiali saluti" o qualcosa del genere.
Firma la lettera, fanne una fotocopia da tenere come promemoria.

TRACCIA DI LETTERA DI AUTOCANDIDATURA
(da "Orientalavoro"n.12,luglio'92 - Provincia Autonoma di Trento)

Egregio Dott. ..........................
Gentili Signori..........................
Spett.le Ditta / Soc. ........................... Luogo e data................

Oggetto: richiesta di assunzione

a) Auspicabile un cenno alla struttura aziendale e/o alla sua attività

  • conosco il settore per esperienze lavorative precedenti

  • mi risulta che la vostra azienda è all'avanguardia, innovativa, leader, in espansione, dinamica

  • sono venuto a conoscenza dell'apertura di nuovi punti vendita da parte della vostra azienda qualora prevediate ampliamento di organico, desidero sottoporvi la mia candidaturaindec

b) Caratteristiche personali- tratti del carattere - capacità - obiettivo professionale

c) Proposta di collaborazione

  • sono convinto di riuscire, nell'ambito della Vostra azienda, ad esprimere al massimo le mie capacità e valorizzare la mia esperienza

  • certo di potervi offrire una valida collaborazione .................................

  • ritengo di possedere capacità ed esperienza per un proficuo inserimento nella Vostra organizzazione

  • altro....................................................................

d) Disponibilità a corsi di formazione, ad un lavoro part-time, ad un contratto di formazione e lavoro, di un mezzo proprio

e) Disponibilità a fornire referenze

f) Formule di saluto e firma

g) Cognome e nome, indirizzo e numero di telefono

h) Si allega curriculum vitae

Aspettare e poi...

Dopo tre settimane dall'invio della lettera, si può rilanciare la propria candidatura con una telefonata.
Non sarà facile superare il filtro della segretaria, ma con educazione prova ad insistere per ottenere un appuntamento, falle capire l'importanza che ha per te sapere se la tua lettera è stata presa in considerazione.
Non devi arrenderti ai primi rifiuti, non sempre le telefonate arrivano nei momenti opportuni e occorre molta tenacia per ottenere di parlare con la persona desiderata.
Quando potrai parlare col diretto interessato, presentati, fai riferimento alla lettera che gli hai mandato (avrai sotto gli occhi la copia) e chiedigli un incontro.

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

Torna su