Natale a Ginevra - Mercatini di Natale a Ginevra

Sei qui: Natale in Europa >

Natale a Ginevra - Mercatini di Natale a Ginevra

 

Quattro passi nella città della pace, sotto le feste, per incontrare luoghi mai troppo lontani dai nostri confini e desideri. A Natale Ginevra ripropone la sua anima più autentica, in un mix di incredibili opportunità festive. Lo si capisce passeggiando lungo il fiume, nel Quai du Mont-Blanc, che si affaccia sulle acque, e che offre una delle atmosfere più suggestive della città. É un Natale che sorprende quello di Ginevra, sempre più capitale della internazionalità, dove il 70% della popolazione è straniera, sede della Croce Rossa, delle Nazioni Unite, di banche e finanza, orologi, negozi glamour, ordine e bellezze paesaggistiche. Immaginate una città come questa cosa diventa a Natale.

 

Ginevra capitale del lusso, e quanto possa essere o meno uno stereotipo. Città che certo non manca di offrire occasione per un acquisto anche economico. Lo diciamo mentre si sorvolano magari solo dall'esterno, le vetrine esclusive di Rue du Rhône e Rue de Rive, che luccicano patinate sotto gli occhi di chi le guarda. A pochi il privilegio, al resto (i molti) l'opportunità comunque niente male di apprezzare i giochi di luce del Festival Arbres en lumière, che ogni anno ripropone – da fine novembre all'Epifania – giovani artisti impegnati nella decorazione degli alberi dei quais della città con luci e colori vari. La Rive Gauche diventa così la via più esclusiva del lago Lemano, e così il Pont des Bergues, che la collega al resto della città e alla Place de la Fusterie, dove trovare uno dei mercatini di Natale di Ginevra. É qui che tra bancarelle, vin brulè, dolci e artigianato locale si respira l'aria più tradizionale e popolare del Natale svizzero.

Tra le bancarelle lo zenzero prende il sopravento e si mescola allo scintillio visivo ed elegante delle vicine vie dello shopping ginevrino. C'è qualcosa per tutti in termini di shopping natalizio a Ginevra, e se siete alla ricerca della città ideale in cui fare acquisti, questa non è seconda a nessuno. La città è circondata dalle Alpi e dalle montagne del Giura, e si trova nella baia dove il Rodano lascia il Lago Lemano; scenario perfetto per chi adora un ritmo lento, ordinato, elegante. Un ritmo sempre scandito dai tanti orologi della città, come quello che ricorda la 'Escalade' e cioè la strenua difesa dei ginevrini contro i Savoia, nel lontano 1602. Eccole allora, le 16 piccole campane battere il ritmo e accompagnare 42 piccole figure bronzee del carillon della Galerie Malbuisson, nel cuore della città.

Difficile sentire le campane del carillon se siete ancora nella Place de la Fusterie, il via vai della gente rende i pomeriggi poco silenziosi. É gente che si aggira tra le bancarelle e che tra un acquisto e l'altro butta l'occhio alla bella decorazione luminosa del Temple de la Fusterie, la chiesa che si affaccia sulla piazza e che in questo periodo si riempie di eventi e concerti natalizi. La Galerie è comunque dietro l'angolo e si appresta con i suoi negozi ad attirare più di un visitatore. Poco oltre, rue du Marché (la via del mercato) regala una visita senza uguali: la strada più prestigiosa di Ginevra ospita i grandi magazzini più belli, da Bongénie a Globus, piani e piani di lusso consacrato. La via si congiunge con Place du Molard, sempre ben frequentata e che in questo periodo si fa ancora più bella con il tradizionale albero di Natale. Ma non sono solo le luci dell'albero ad attirare l'attenzione, bensì le centinaia di ciottoli illuminati nell'asfalto, quasi come un cielo stellato in terra, ognuno con una parola scritta in tante lingue diverse, dal francese all'italiano, all'inglese, arabo, cinese e molto più. Hotel di lusso, negozi e caffetterie continuano a scandire il ritmo dei passanti di questa che è da sempre considerato il cuore pulsante di Ginevra.

Poco oltre, suggeriamo una breve pausa alla cioccolateria e sala da tè Martel, quella di rue de la Croix-d'Or, poco oltre, in particolare; qui avrete occasione di ordinare una delle tante 'marmites au chocolate', niente meno che del cioccolato a forma di zuppiera, creato per evocare un episodio della Escalade, in cui si ricorda la donna ginevrina (la Mère Royaume), una madre di famiglia, che ebbe l'occasione di mettere in fuga il nemico (i Savoiardi) semplicemente rovesciandogli addosso una marmitta di minestrone bollente. L'odierna marmitta, quella di cioccolato, è riempita con caramelle (incartate con i colori tipici della città), piccoli petardi e verdure in marzapane (il minestrone per l'appunto) e viene tradizionalmente rotta il giorno dei festeggiamenti, il 12 dicembre, dopo la recitazione della frase rituale: “Ainsi périssent les ennemis de la république!” (Che così periscano i nemici della Repubblica!). Si dice che Mère Royaume sia davvero esistita e fosse una certa Catherine Cheynel, nata a Lione e arrivata a Ginevra subito dopo la strage di San Bartolomeo (nell'agosto 1572). La celebrazione dell'Escalade e le marmitte al cioccolato restano una delle tradizioni più sentite del dicembre ginevrino, con i festeggiamenti che si susseguono ogni anno tra il 13 ed il 15 del mese e con grandi sfilate, rappresentazioni teatrali e tanti partecipanti in costume tradizionale d'epoca.

Tra una rievocazione storica e l'altra, lo shopping natalizio può continuare passo a passo nelle boutique della città e i suggerimenti qui si perdono tra le righe. Segnatevi il nome di Tschin-ta-ni, specializzato in tè e porcellane orientali (rue Verdaine), mentre se siete amanti degli orologi e vi ritenete anche facoltosi, allora magari potreste dare un'occhiata lungo la Rue du Rhône. Agli appassionati veri, o ai curiosi, si consiglia anche il tour dell'alta orologeria di Ginevra, che include visite al Museo Patek Philippe, L'Horloge Fleurie (un orologio composto da 6.500 fiori), alla sede storica di Vacheron Constantin e diverso altro. Tra una boutique e l'altra, una cioccolata ed un caffè, non si perda l più prestigiosa, la cioccolateria Auer di Rue de Rive.

Tra gli eventi da aggiungere allo spirito festivo troviamo anche lo Ski Ville (pista sci) nella Promenade de la Traille, la pista di pattinaggio del Bastion Park e l'annuale Coupe de Noël, gara di nuoto, verso la metà di dicembre. A pochi chilometri da Ginevra, consigliamo anche una visita ai mercatini di Natale di Carouge.

 

Torna su

 

Ostelli Ginevra   Ostelli Svizzera   Hotel Ginevra   Hotel  Svizzera

Carte de Genéve     Karte von Genf       Mapa Ginebra Map of Geneva

 

Carte de la Suisse   Karte von  Der  Schweiz   Mapa Suiza  Map of Switzerland