website
statistics

Piazza Napoleone a Lucca

Sei qui: Lucca: cosa vedere >

Piazza Napoleone a Lucca

 

La Piazza Napoleone, chiamata comunemente dai lucchesi "piazza grande", è la più grande piazza di Lucca, centro della vita cittadina, luogo di incontro, punto di riferimento assoluto della città. All'ombra dei suoi alti alberi di platano vanno in scena ogni anno la maggior parte degli eventi culturali più importanti. E' un luogo dalla lunga e interessante storia e ancora oggi e contornata da interessanti edifici dal carattere rinascimentale.  Tra questi il Palazzo Ducale, edificato nel XVI secolo dietro la direzione dell'architetto fiorentino Bartolomeo Ammannati. Al centro della piazza si erge la statua di Maria Luisa di Borbone e in fondo, sulla sinistra, sosta spesso un'antica giostra cara ai bambini, di quelle antiche con i cavalli a dondolo.

Piazza Napoleone - Lucca E' difficile immaginare ora il fatto che questa bellissima piazza, fino al fino al 1998 fosse destinata a parcheggio. Oggi per fortuna ci passano solo pochi taxi e qualche autobus autorizzato.

La piazza è situata su quella che un tempo costituiva la sede della Fortezza Augusta di Castruccio Castracani, capitano e signore di Lucca dal 1320 al 1328, fatta costruire a Giotto nel 1322 (secondo Isa Belli Barsanti Guida di Lucca, 1970) e andata poi distrutta nel XIV secolo, e successivamente della Cittadella di Lucca, anch'essa andata distrutta nel XV secolo.

 Ascolta "9 - Piazza Napoleone" su Spreaker.

Il luogo dove sarebbe sorta Piazza NapoleoneUna parentesi sulla Fortezza Augusta. Il complesso occupava quasi un quinto della città, aveva su due lati le mura urbane e per gli altri due lati era costituita da mura lungo le attuali vie Vittorio Emanuele e Vittorio Veneto; era difesa da torri e giudicata inespugnabile. Venne demolita nel 1369 perché marchiata dal fatto che era stata usata dai dominatori pisani contro i lucchesi, se ne risparmiò il palazzo, nel quale si trasferirono gli Anziani della Repubblica dalla precedente residenza presso San Michele (che esiste ancora oggi).

Piazza Napoleone - Lucca L'attuale spazio venne creato nel 1805 per ordine di Elisa Baciocchi Bonaparte, sorella di Napoleone (da cui la piazza prende il nome), ed è opera degli architetti Giovanni Lazzarini e Pierre-Theodore Bienimé. La principessa fece infatti radere al suolo gli edifici pubblici e privati davanti al palazzo ducale per quattro isolati, per creare lo spazio necessario davanti alla sua residenza. Elisa demolì 4 isolati per aprire lo spazio della futura piazza e la cosa non fu molto gradita dalla popolazione. Secondo Manlio Fulvio nel suo Lucca : le sue corti, le sue strade, le sue piazze (1968), la piazza "Fu aperta nel 1806 allo scopo di dare più aria e maggior decoro al "Palazzo Pubblico" nel quale i Baciocchi avevano stabilita la loro residenza".

Piazza Napoleone - Lucca A Lucca Elisa fece delle modifiche per rendere la città simile ad una città francese. Il codice civile napoleonico, citava alcune caratteristiche che dovevano avere gli edifici, anche in senso urbanistico. L'aspetto più importante che trattava era l'igiene delle città, che si poteva avere solo creando ampi spazi aperti e strade più larghe. Così avvenne per Piazza Napoleone.

La superficie principale fu ottenuta con la demolizione della Chiesa di San Pietro Maggiore, che prendeva il nome da un precedente edificio, chiamato San Pietro in Cortina, che venne demolita per far posto allargamento delle mura nell'attuale Porta San Pietro (che prende il nome dalle chiesa distrutta). San Pietro Maggiore era detta anche della Madonna dei Miracoli (per via dell'affresco miracoloso che si trovava in questa chiesa che ora si trova nella Chiesa di San Romano) in ordine dorico a tre navate e con cupola terminata nel 1588. Insieme alla chiesa furono distrutte  varie abitazioni medievali, il "Pubblico Archivio", le poste, ed i "magazzini del sale", l'antica sede dei "Marchiatori dei drappi", la "torre di Palazzo", che era stata una delle due torri della casa di Bonturo Dati, unita al Palazzo stesso da un cavalcavia ed utilizzata anche come carcere.

Chi era Bonturo Dati?

Passò alla storia, soprattutto per essere stato bollato da Dante come "barattiere", cioè accusato di trarre guadagni illeciti da un incarico pubblico. L'accusa infamante, fu lanciata nell'Inferno, dal Sommo Poeta quando Bonturo era ancora vivo.

Piazza Napoleone - Lucca Al centro della Piazza fu posta una statua a Napoleone Bonaparte, primo console. L'esecuzione di questa statua fu commissionata allo sculture lucchese Giuseppe Domenico Martini, che doveva però eseguirla da un disegno di Stefano Tofanelli. Fu la medesima statua, che nel 1814, alla partenza dei Baciocchi dopo la sconfitta di Napoleone, venne attaccata dal popolazione e trascinata per le vie della città, e quindi spezzata in due. Un'altra statua, questa volta  di "Napoleone Imperatore" era stata ordinata nel 1812, per "abbellimento della piazza". Doveva essere eseguita su disegni di Paolo Barbigli, Professore nell'Accademia Carrarese, ma finito il regime napoleonico, la statua, già parzialmente eseguita, venne modificata cambiando solo "la testa" della per rappresentare Carlo III di Spagna, padre di Maria Luisa. Nel 1822 il monumento fu collocato in Piazza Napoleone, ma ben presto si pensò di sostituirlo con un altro dedicato alla stessa Maria Luisa, quello che possiamo ammirare ancora oggi (la statua del re di Spagna andò a finire nel baluardo di San Paolino). Alla statua di Carlo III i lucchesi affibbiarono Il nome di "Carlaccio", nome che dettero poi anche al baluardo sul quale il monumento fu posto. 

Piazza Napoleone - Lucca Il monumento a Maria Luisa di Borbone(duchessa di Lucca dal 1815 al 1824) affiancata da un Genio, venne eseguito nel 1843 da Lorenzo Bartolini. Qualche anno dopo furono piantati su tre lati gli alberi di platano che ombreggiano ancora oggi la piazza.

Dopo la caduta dei Baciocchi la piazza cambiò nome diverse volte: fu "piazza Grande", poi "piazza Reale" dopo l'unità d'Italia, poi "piazza del Sovrano", poi ancora "piazza Grande". Si tornò infine alla prima denominazione, ma i Lucchesi usano ancora l'appellativo di "piazza Grande".

Piazza Napoleone - Lucca Sul fianco sud della piazza si trova l'edificio che dal 1861 è sede dell'Istituto d'Arte Augusto Passaglia (ma che prima di allora conteneva le Scuderie della Repubblica Lucchese), erede dell'Accademia Lucchese di Belle Arti, creata dal pittore Pietro Paolini nel 1640 come scuola privata e alla morte di lui continuata sotto il patrocinio pubblico.

A lato della piazza, nella adiacente Piazza del Giglio, si trova il teatro cittadino, il Teatro del Giglio, nato più di 300 anni fa, quando il Consiglio della Repubblica di Lucca lo istituì per decreto. Il nome attuale gli fu dato, nel 1819, da Maria Luisa di Borbone, che lo inaugurò dopo una intensa ristrutturazione. Il nome del teatro deriva dal giglio di Francia, simbolo dei re capetingi, che aveva un posto di preminenza nello stemma della dinastia Borbone dove rappresentava la discendenza diretta dalla Casa francese alla quale appartennero i re Luigi IX e Carlo Magno, i carolingi.

Ai lati di Piazza Napoleone, a eccezione di quello del Palazzo Ducale, ci sono negozi, bar e ristoranti, alcuni dei quali storici, come l'Hotel Universo, della metà del 1800, frequentato da numerosi artisti e letterati da John Ruskin, a Puccini, fino a Chet Baker.

Lucca Sumemr Festival Durante i lavori di rifacimento della piazza nel corso degli anni, sono stati ritrovati, oltre a parti delle precedenti costruzioni distrutte per fare spazio alla costruzione della piazza stessa, conci di travertino pertinenti ad una costruzione contemporanea della prima cinta di mura romana, insieme a resti di una pozzolana e numerosi frammenti fittili di età tardo-repubblicana e imperiale sempre di periodo romano.

Oltre a essere uno dei luoghi di ritrovo preferito dai lucchesi, "Piazza Grande" è anche spazio per importanti manifestazioni ed eventi, come il Lucca Summer Festival (ma qui dovremo aprire un lungo capitolo a parte), che si tiene in luglio, un festival di musica pop e rock con tante star italiane e internazionali che si esibiscono sul palco, mentre durante il Natale diventa la pista di pattinaggio sul ghiaccio di Lucca.

Di M. Serra per Informagiovani Italia

Dove si trova?

 

Torna su

Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal