Porta di Brandeburgo

Sei qui: Cosa vedere a Berlino >

Porta di Brandeburgo - Brandenburger Tor

 

La Porta di Brandeburgo (in tedesco Brandenburger Tor) è una porta monumentale alta 26 metri e larga 65,5, costruita nel XVIII secolo come simbolo della potenza prussiana, testimone silenziosa degli ultimi 300 anni di storia della città, è divenuta oggi una delle icone più riconoscibili di Berlino. Nel corso del tempo la porta cambiò spesso di aspetto e di colore, ma fu durante la Guerra Fredda, quando la Porta era situata proprio vicino al confine tra Berlino Est e Ovest, che divenne l'emblema, insieme al Muro, di una città, di uno stato, di un mondo divisi.

 

Porta di BrandeburgoAll'opposto, dalla caduta del muro di Berlino, la Porta di Brandeburgo è diventata il simbolo della Berlino riunificata. La zona desolata che è stata Pariser Platz durante la Guerra Fredda, è ora completamente riorganizzata e ha riacquistato gran parte del suo splendore ottocentesco. Il grande arco di trionfo berlinese, la Porta di Brandeburgo, si trova oggi nel centro di Berlino, è stata nel secolo scorso, come detto, il simbolo non solo della divisione della città, ma dell'Europa e del mondo intero durante la "Guerra Fredda" tra il blocco occidentale e quello sovietico. L'antenato dell'attuale porta monumentale fu l'ingresso all'interno delle mura che vennero costruite nella Berlino del 1734. Fu quindi inizialmente una porta di confine che, a causa della rapida crescita della città, si ritrovò presto ad essere al centro della stessa.

 

Porta di BrandeburgoLa Porta di Brandeburgo che possiamo vedere oggi, venne costruita tra il 1788 e il 1791 secondo un progetto di Carl Gotthard Langhans, per l'allora re, Federico Guglielmo II di Prussia,  seguendo il modello dei Propilei,  l'ingresso monumentale dell'acropoli di Atene. I bassorilievi nello stesso stile che si trovano sulla porta rappresentano appunto delle scene della mitologia greca. Sotto la Quadriga che svolge lo sguardo verso la Pariser Platz è rappresentata la delicata dea della pace Irene simbolo della gioia, delle arti, della giustizia e della scienza. Questa è accompagnata dalle scene delle dodici fatiche di Ercole. I suoi atti eroici sono espressi nei 20 rilievi nei cinque passaggi come simbolo della vittoria da parte della virtù e della civilizzazione sull'avarizia e sulle barbarie. Uccide la dea dalle nove teste Idra, doma il toro di Creta, aiuta gli dei dell'Olimpo nella guerra contro gli oscuri giganti e così via.


Alla tempi della sua costruzione non fu attribuito nessun significato particolare alla Porta di Brandeburgo, se non quello di un segno della modernità e apertura al mondo che Berlino aveva conseguito sulla scena europea. C'era ben poco che la rendeva particolare e distinta rispetto alle altre costruzioni dell’epoca, quando la città si stava espandendo e diventava la capitale di uno Stato grande, potente e rispettato. Ci fu così poco clamore attorno alla costruzione della porta che l'inaugurazione non fu accompagnata né da festeggiamenti, né da parate, né dalla presenza del re di Prussia Federico Guglielmo II. Detto questo, i reali ebbero da subito una prerogativa molto distintiva, fino alla abdicazione dell'ultimo Kaiser tedesco, nel 1918, dopo la sconfitta della Germania nella Prima Guerra Mondiale, solo il re poteva passare attraverso il passaggio centrale della porta. Durante il periodo della Germania dell'Est la struttura venne integrata nel Muro di Berlino, seguendo l'asse nord-sud, verso la Potsdamer Platz. In cima, dal 1793, siede la famosa Quadriga di Gottfried Schadow.

Napoleone, ammiratore di Federico II,  fu così compiaciuto dall'originale Quadriga che ne ordinò il trasferimento a Parigi, dove rimase fino al 1814 per essere poi restituita a Berlino. Durante le ristrutturazioni successive, il governo della Germania Est (Repubblica Democratica Tedesca, RDT) stabilì la rimozione della Croce di Ferro prussiana, orientando la Quadriga stessa verso ovest; con la caduta del muro, e dopo ulteriori interventi di riparazione, la Croce di Ferro venne sostituita. Nella Sala del Silenzio i visitatori si riuniscono per meditare e riflettere sul passato della Germania.

La Porta di Brandeburgo si trova alla fine di Unter den Linden, il grande "boulevard" di Berlino e si affaccio La piazza sulla quale si affaccia la Porta di Brandeburgo è la Pariser Platz. In origine faceva parte delle mura di cinta di Berlino ed era l'ingresso principale alla città. E l'unica porta che rimane delle antiche mura cittadine. La porta monumentale fu progettata come detto da Carl Gotthard su commissione dall'imperatore Guglielmo II, che la disegnò larga 65,5 metre e alta 28.  Gotthard si ispirò Propilei, l'ingresso monumentale per le Acropoli di Atene . Fu costruito tra il 1778 e il 1791 a sostituzione della porta più antica della città. Le decorazioni, incluse le scene in bassorilievo raffiguranti la mitologia greca richiesero altri quattro anni per essere completate.

Quadriga

Porta di BrandeburgoLa quadriga della vittoria che corona la porta fu costruito nel 1793 da Johann Gottfried Schadow. La quadriga di bronzo è guidato dalla dea della pace; in origine Porta di Brandeburgo doveva essere un simbolo di pace. Nel 1806, durante l'occupazione di Berlino da parte della Francia, Napoleone requisì la quadriga come bottino di guerra per farla portare a Parigi. Dopo la battaglia di Waterloo, la quadriga venne trionfalmente riportata a Berlino, e fu trasformata in un simbolo di vittoria. Allo stesso tempo, la piazza vicino al cancello venne  rinominata Pariser Platz (prende il nome dalla capitale francese, in onore dell'occupazione di Parigi da parte della Sesta coalizione anti-napoleonica nel 1814) e la statua sulla quadriga fu chiamata Victoria, come la dea romana della vittoria.

Dopo la seconda guerra mondiale

Dopo la guerra e la divisione di Berlino, la Porta di Brandeburgo rimase proprio al confine tra Berlino Est e Berlino Ovest, proprio all'interno del settore russo. Nel 1958 la porta fu restaurata da Berlino Est, mentre Berlino Ovest finanziò la ricostruzione della quadriga. Dopo la costruzione del Muro di Berlinonel 1961, che venne costruito proprio vicino alla Porta di Brandeburgo, Pariser Platz, sul lato di Berlino Est, divenne un posto completamente desolato. Il giorno della caduta del muro nel 1989, le persone affollarono numerosissime la riapertura Porta di Brandeburgo per festeggiare la fine delle divisioni della città e di parte del mondo.
 

Brandenburger Tor

Pariser Platz
Area:
quartiere Mitte (Unter den Linden)
Trasporti: U55, S1, S2 Stazione Brandenburger Tor

 

 

 

 

 

Torna su

OSTELLI Berlino   Ostelli Germania

Carte d'Allemagne Karte von Deutschland  Mapa  Alemania   Map of Germany

Carte de Berlin   Karte von Berlin Mapa  Berlín     Map of Berlin