Pub a Londra

Sei qui: Cosa vedere a Londra >

Pub a Londra

 

Non c'è niente di meglio che entrare in un pub al riparo da una tipica giornata piovosa di Londra. Il pub non è solo un locale dove si vendono e consumano bevande. Per secoli è stato un luogo di incontro per amici e colleghi di lavoro, per uomini d'affari nel negoziare accordi, un luogo dove le persone di tutte le fasce sociale si riuniscono ancora oggi per festeggiare, chiacchierare, fare incontri, giocare e cercare un po' relax. Secondo fonti storiche i pub sarebbero nati nel lontano medioevo come circoli parrocchiali, strategicamente situati lungo le vie di pellegrinaggio, per dare ristoro ai lunghissimi ed estenuanti cammini dei fedeli.

Pub LondonesiNel XIX secolo diventano poi luoghi di riunione degli operi che da li a breve incominceranno a riunirsi in sindacati. I pub sono ancora oggi uno spaccato di storia sociale e quella londinese rivive anch'essa nei vetri smerigliati, nei rivestimenti di legno anneriti, nelle luci smorzate, le stesse che ricordano i tempi di candele, lucidi ottoni e forti odori di birra.

Il termine pub, è stato inventato dai vittoriani e costituisce l'abbreviazione di 'casa pubblica', in inglese Public House. Detto ciò, forse pochi sanno che anche il più rinomato dei pub inglesi porta con se una piccola traccia tutta italiana: secondo alcune fonti, furono infatti gli antichi Romani ad aver dato all'Inghilterra il primo vero pub, ben quasi duemila anni fa. Nella Roma antica esistevano di fatto le cosiddette "tabernae", dei locali che come i pub odierni servivano cibo e vino (e probabilmente anche la birra locale). Il viandante aveva modo di riconoscerle attraverso la targa esposta fuori, dove in genere apparivano alcune foglie di vite. Non è detto che nella fondazione della loro Londinium i romani non abbiano potuto esportare anche le proprie usanze sociali influenzandone il divenire del pub conosciuto oggi .

Storia dei Pub di LondraNel corso dei dei secoli, il via vai di invasori divenne una costante per la Londra antica; le provenienze erano di sicuro diverse, ma una cosa era comune a tutti loro, la passione per il bere. In particolare costoro avevano sete di birra, prodotta dalla fermentazione di malto d'orzo, acqua e lievito. Una bevanda dolce e forte. Come per tutte le abilità, alcune persone si ritrovarono a produrre una birra più buona di altre; la migliore veniva così venduta all'interno della propria comunità, quartiere o villaggio. Nasceva così in modo del tutto informale la Public House. I Pub sorsero nei luoghi di grande scambio di comunicazione e Londra da grande città in trasformazione non poteva essere da meno; nascevano in particolare lungo i terminali di trasporto, come autobus, tram o stazioni ferroviarie: Angel ad Islington, Elephant and Castle, Half Moon ad Herne Hill, Royal Oak, Swiss Cottage, tutti prendono il nome dai pub.

Interno di un Pub di LondraI pub di Londra sono una vera e propria istituzione, parte dell'anima vera della città. Nel 1393 re Riccardo II decretò che i pub dovessero avere determinati segni di riconoscimento, di modo che si potesse cogliere immediatamente la posizione di ciascun di essi in città. Il segno distintivo venne poi sviluppato in modo pittorico: in un periodo in cui la stragrande maggioranza della popolazione era analfabeta urgeva il bisogno di creare qualcosa di grande, semplice ed immediatamente riconoscibile. Lungo il Tamigi, nel quartiere di Wapping, troviamo uno storico pub costruito nel 1520, durante il regno di Enrico VIII. Venne inizialmente chiamato Devil's Tavern, divenendo presto covo di contrabbandieri e ladri che usavano vendere i corpi 'lavati' dal Tamigi alle scuole di medicina. Nel 1777, per migliorare l'immagine, il pub cambiò il nome in Prospect of Whitby, da una nave ormeggiata lungo il fiume che trasportava carbone per mare da Newcastle a Londra. Il nome rimane ancora oggi, così come era conosciuto un tempo da regolari visitatori come Dickens, Turner e Whistler.

Gente al PubOgni pub a Londra ha una sua storia, sedersi in una delle alte sedie in legno, gomiti al bancone, diventa molto più di un semplice 'here and now' (ora e adesso). Alle nostre spalle siedono secoli di storia, raccontata non da libri ingialliti ma da legni consumati, da forti odori di birra, moquette, vocii e furtivi sguardi al mondo esterno. Nello storico pub lungo il Tamigi, il sopra accennato Prospect of Whitby, si racconta ancora di fantasmi, che molti riferiscono essere quelli di Moll Catpurse e del famigerato Jeffrey The hanging judge (il giudice 'impiccatore'), che apparirebbe dal piano di sopra a guardare dalla finestra una delle sue esecuzioni.

Pub Mayflower a LondraNon molto lontano, e siamo nel profondo Eastend, siede il Mayflower (117 Rotherhithe Street, SE16), dove si raccontano ancora oggi i lontani giorni dei Padri Pellegrini, i primi coloni americani. Nel 1620 Chistopher Jones ormeggiò la sua nave lungo la banchina di questo pub, allora chiamato The Shippe, al fine di imbarcare i passeggeri dal suo molo. Tre mesi dopo il suo 'carico' sbarcò in quella che venne battezzata Plymouth, nel New England: nascevano gli Stati Uniti d'America.

Pellegrini a CanterburyDopo l'assassinio dell'arcivescovo Thomas Becket, il 29 dicembre 1170, nella Cattedrale di Canterbury, i cristiani provenienti da tutta la Gran Bretagna, e anche d'oltreoceano, iniziarono il pellegrinaggio al suo santuario. Ben presto nacquero altri pellegrinaggi ai santuari di tutta l'Inghilterra. Questo mise a dura prova le ristrette risorse dei monasteri, che avevano fornito fino ad allora sostentamento ed alloggio a questi viaggiatori. Nascevano così le locande create dai monaci per una nuova esigenza di viaggio e con in offerta ai pellegrini non altro che riparo, cibo e bevande. Molte di queste antiche locande sono ancora in attività e continuano ad offrire ospitalità ai viaggiatori, nonostante i monaci siano ormai lontani. Probabilmente la più famosa di tutte era la Tabard, a Southwark. Fu qui che nel 1388 Geoffrey Chaucer, duecento anni dalla morte di Becket, scrisse i suoi famosi Racconti di Canterbury.

Pub a LondraC'è un senso di scoperta ogni volta che si visita un pub londinese, è il caso per esempio dell'antica Old Mitre Tavern. La troviamo nascosta in un piccolo vicolo all'interno di Hatton Garden (area City, EC1) e la si riconosce da una vecchia e storta lampada da strada e da un piccolo segno che riprende la forma di un mitria, il copricapo dei vescovi. La taverna originale venne costruita nel 1547 per servire i lavoratori del Palazzo dei Vescovi di Ely, contea Cambridgeshire. Tecnicamente è oggi ancora parte del Cambridgshire ed infatti, fino al secolo scorso, la licenza del locale veniva rilasciata proprio dalla sua contea originaria. Anche la polizia della città di Londra non aveva competenza, essendo fuori giurisdizione. Il Palazzo fu costruito come base londinese del vescovo, costituendo la più antica chiesa cattolica a Londra. I suoi residenti avevano potere e ricchezze e si dice abbiano ospitato gli stessi reali Enrico VIII ed Elisabetta I. Dopo la Riforma, Elisabetta I costrinse i vescovi ad affittare parte delle loro terre a Sir Christopher Hatton, uno dei suoi cortigiani. Entrambi, pub e palazzo, furono demoliti nel 1722, ma il pub fu presto ricostruito. Si ammiri, ben conservato, il tronco del ciliegio che segnava il confine della Diocesi, lo troviamo in un angolo anteriore al bar: si dice che Elisabetta I usasse danzare la cuccagna intorno a questo albero.

Una pausa al pubSulla Cloth Fair (area City, EC1) esisteva un pub già sin dal secolo XII, l'Hand and Shears. Una volta questa era una strada molto trafficata per via della Fiera di Bartolomeo, che si teneva ogni ogni anno durante il Medioevo nel Smithfield Market. L'area continua a possedere il suo fascino discreto in un angolo nascosto della Londra fuori dai circuiti turistici. Il pub è stato a sua volta di proprietà dei Merchants Taylor (una delle aziende livree della City of London, nata come associazione corporativa di sarti per poi diventare un'associazione legata alla filantropia), ed è questo il motivo della presenza di un così caratteristico emblema. Storicamente, come anche ricorda la frase sopra la porta d'entrata, il pub era luogo di passaggio popolare prima di assistere alle esecuzioni nella prigione di Newgate.

I pub di Londra sono migliaia, non c'è che l'imbarazzo della scelta. Spesso, le riviste più specializzate e quelle attinenti al viaggio, stilano una vera e propria classica dei pub più apprezzati, ve ne presentiamo alcuni, da aggiungersi a quelli sopra menzionati:

White Horse

Parson Green

Fulham SW6 4UL

Il primus inter partes dei pub londinesi. Una vera e propria grotta di Aladino per il bibliofilo, ha una lista di birra (comprese le trappiste) che altri possono solo guardare con invidia. Conosciuto informalmente come 'The Sloaney Pny', dagli Sloane Rangers che lo frequentavano, lo storico pub di Fulham è presente in questo stesso luogo come minimo dal 1688.

 

The Blackfriar

174 Queen Victoria St.

City of London EC4V 4EG

Un pub d'eccezione, allo svincolo di New Bridge Street e Queen Victoria Street, vicino a Fleet Street. Anche solo guardando da fuori si intuisce cosa ci aspetta all'interno. Il pub, costruito intorno al 1875, è stato ristrutturato dall'architetto H. Fuller Clark nel 1904, utilizzando marmi policromi, mosaici, rilievi in bronzo e tocchi di decorazione elaborata. L'edificio si trova sul sito dell'originale monastero di Blackfriars che esisteva tra il 1279 e il 1539. L'esterno è stato scolpito da Henry Poole ed alcuni frammenti di mura del monastero sono presenti tra quelle odierne.

 

Coach & Horses

29 Greek St

Soho WiD 5DH

Questo pub non può non identificarsi con la vera anima di Soho, molti direbbero con quello che rimane di Soho (sempre in continuo movimento e purtroppo cambiamento). Come la maggior parte dei distretti di Londra, Soho è un villaggio e Coach & Horses è il luogo di ritrovo del villaggio locale, una Public House storica ed importante anche per essere associata al giornalista Bernard Jeffrey, lo staff della rivista Private Eye, altri giornalisti. Di sicuro è ancora oggi uno dei massimi punti di ritrovo dei personaggi Soho. Il suo ex proprietario, Norman Balon, divenne famoso in parte per il suo titolo auto-proclamato di "landlord (padrone di casa) più rozzo di Londra".

Cross Keys

31 Endell St

Covent Garden

WC2H 9EB

Non lontano dal cuore di Covent Garden e ospitata in un edificio storico (II grade Listed), siede una piccola oasi testimonianza del fatto che la preferenza del londinese è ancora tutta vittoriana. Una tonalità ambra pervade questo pub ricoperto da una verde vegetazione, riflessa dal rame e dai manufatti di ottone che adornano ogni centimetro disponibile della parete e del soffitto.

 

Dog House

293 Kennington Road
Kennington SE11 6BY

Estate o inverno che sia questo è un pub da scegliere e da frequentare. Gli interni sono fortemente bohemien e la clientela giovane suggerisce che Kennington è quartiere trendy ed emergente, da molti definito come "one of the best kept secrets in London".

 

Jerusalem Tavern
55 Britton Street

Farrington

EC1M 5UQ

Luogo storico. Nonostante le premesse risalgono al XVIII secolo, l'attuale facciata è stata aggiunta non prima del 1810. Il locale venne aperto come un un pub solo negli anni '90.

 

The Bell

29 Bush Lane

City of London. EC4R 0AN

Il pub The Bell è davvero uno degli ultimi pub rimaste nella City di Londra. Esiste in questo stesso luogo sin dal grande incendio di Londra del 1666. All'interno si ammiri l'elenco dei proprietari sin dal 1668, curiosità da accompagnare ad un'ottima pinta di birra. Tra l'altro, la birra è mantenuta nella condizione più perfetta, da provare la Timothy Taylor, una Youngs o una Deuchars, non importa quale, sono tutte più che ottime!

 

Red Lion

Duke of York Street

Entrare al Red Lion è un privilegio. Un classico esempio di pub vittoriano, tutto di specchi e ornato di opulenza. Un santuario in onore delle competenze a lungo perdute dell'artigiano vittoriano.

 

Trafalgar Tavern

Park Row
Greenwich
SE10 9NW

La Trafalgar Tavern di Greenwich è semplicemente un omaggio alla Old London, un luogo dove il passato può vivere nel presente. La statua appositamente commissionata di Lord Nelson presente all'esterno testimonia lo splendore di questo storico pub situato lungo il Tamigi regale. Costruito nel 1837 il pub è ospita in un edificio di Grade II e possiede ancora molte caratteristiche originali. Le grandi vetrate in stile georgiano garantiscono la più bella vista sul fiume.

...non resta ora che sedersi accanto al fuoco, con una birra in mano e lasciarsi pervadere dalla sensazione che il mondo è qui, adesso, in un vero pub londinese.

 

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

 

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

 

 

Torna su

 


Ostelli Londra      Auberges de Jeunesse a Londres    Ostelli Inghilterra

Carte de la Grande Bretagne   Karte von Großbritannien   Mapa Gran Bretaña   Map of Britain

Carte de Londres     Karte von London       Mapa Londres   Map of London