Sei qui: Energia pulita > Risparmio energetico ma...

 

Regole risparmio energetico, ma...(1)

Articolo di Ileana Cortellessa per Informagiovani Italia

 

Le associazioni ambientaliste di tutto il mondo, hanno dato un ultimatum alle nazioni e ai loro governi, per prendere in fretta provvedimenti circa il surriscaldamento imminente del nostro pianeta. A tal proposito, si sta cercando di fare qualcosa a livello mondiale per l’ambiente: incentivi per acquisti dSpegnere la lucei elettrodomestici a basso consumo, raccolta differenziata e ricerche per innovazioni in campo automobilistico circa la riduzione di polveri sottili. Uno studioso, ha fatto una ricerca calcolando che sfruttando l’energia solare derivata dal deserto del Sahara si potrebbero risolvere i problemi energetici dell’intero pianeta!
Insomma, il mondo sta tentando di impedire o comunque rallentare il degrado ambientale, l’effetto serra e lo sfruttamento di tutte le risorse che la terra ci ha donato e alla quale non abbiamo mai detto grazie. Ma a questo proposito, nel nostro piccolo, non solo possiamo aiutare “madre natura a vivere” ma può diventare anche vantaggioso per le nostre finanze, in quanto si può far risparmiare fino a 1000€ all’anno!
E a questo proposito mi sono soffermata su Eni(1) che sta pubblicizzando una campagna di sensibilizzazione per il risparmio energetico. Eccovi allora alcune regole per il risparmio energetico, nonché 24 consigli per vivere meglio, dai gesti quotidiani in casa alla manutenzione dell’auto.

 

Ecco alcuni dei consigli:

- non lasciare gli elettrodomestici in modalità stand-by;
- usare le lampadine a basso consumo;
- usare la lavatrice a basse temperature e la lavastoviglie solo a pieno carico;
- acquistare elettrodomestici più efficienti rispetto ai vecchi che consumano maggiormente;
- l’inverno tenere in casa una temperatura di 20°C e d’estate non abusare con l’uso del condizionatore.

L’idea di Eni arriva perfino ai consigli da tenere alla guida dell’auto oltre che alla sua manutenzione e ne citiamo alcuni:
- mantenere una velocità moderata in autostrada e un’andatura regolare in città
- utilizzare marce alte
- controllare la pressione dei pneumatici una volta al mese
- ed evitare carichi superflui in auto.

Ma questi consigli non sono nuovi, basti pensare a Ecodrive, progetto dell’Unione Europea e a Lega Ambiente nel cui sito si possono trovare consigli importanti sia per ridurre i consumi di carburante e inquinamento della propria autovettura sia quelli riguardanti il risparmio energetico, e addirittura da consigli per una qualità migliore all’interno del luogo di lavoro e per le nostre vacanze. Per approfondimenti: http://www.viviconstile.org/index.php

Sta a noi fare in modo di ascoltare i consigli e farli nostri cosi da poter vivere meglio e dare un futuro migliore ai nostri figli. Fare poco per ottenere molto.

(1)  Questa nota è aggiunta da noi e non dall'autrice dell'articolo. Facciamo presente che pur essendo apprezzabile l'operato di Eni con i suoi consigli per il risparmio energetico indicati nell'articolo, il suo core business si basa sullo sfruttamento di fonti fossili, altamente inquinanti e non rinnovabili. In proporzione all'utile operativo e netto realizzato gli investimenti in fonti rinnovabili sono modesti (anno 2012).

se volete aggiungere commenti, articoli o quant'altro scrivete all'indirizzo info@informagiovani-italia.com

 

Ritorna alla pagina Energia Pulita

 

Google