STORIA DI BERLINO

STORIA DI BERLINO

La felice posizione di Berlino, agevole da difendere e alla confluenza di vie fluviali, ne ha permesso lo sviluppo sin dal medioevo (XIII sec.), da quando cioè la città è stata fondata. Divenne capitale della marca di Brandeburgo nel 1470. Dopo l'occupazione francese (1806-1808), nel 1870 divenne capitale dell'impero germanico, assumendo le caratteristiche proprie di una metropoli e trasformandosi in centro industriale, economico e finanziario di primaria importanza. Dopo il secondo conflitto mondiale la città, che già si presentava ripartita in quattro settori amministrativi appartenenti ciascuno a una potenza vincitrice (Francia, Gran Bretagna, URSS e USA), venne suddivisa in altri due settori, quello occidentale (sotto la supremazia della Repubblica federale di Germania, divenendo un Land separato dal rimanente territorio) e quello orientale (sotto la Repubblica democratica tedesca, di cui fu capitale dal 1949); i due settori furono separati da un muro eretto nel 1961.

 

Nel 1989 il muro venne abbattuto e le due Germanie poterono essere nuovamente riunite; dopo un periodo di assestamento, nel 1991 la città è tornata a essere la capitale della Germania a tutti gli effetti. Nel 2006 ha ospitato la finale della Coppa del Mondo di Calcio vinta dall'Italia ai rigori contro la Francia. Nel 2009 si festeggia il ventennale dalla caduta del Muro di Berlino.

 

Cronaca: la città nelle sue date storiche

1237 Primo insediamento commerciale documentato nella zona dell'attuale Berlino. Il primo documento riguardante la composizione di Berlino, costruita intorno alla Chiesa di San Nicola, risale al 1244.

1415 Federico degli Hohenzollern getta le basi di una dinastia che durarerà cinquecento anni al potere.

1486 Berlino diventa la residenza del principe elettore di Brandeburgo.

1618-48 La guerra dei Trent'anni ha un effetto devastante sulla popolazione nella maggior parte della Germania (circa 1/3 della popolazione muore). Berlino viene ridotta molto male e la sua popolazione scende ad appena 6.000 abitanti.

1701 il principe elettore Federico III di Brandeburgo si incorona re di Prussia, Berlino diventa la capitale della sua Corte.

1732 le antiche fortezze difensive vengono tolte e sostituite da barre di pedaggio.

1740-86 Federico il Grande trasforma Berlino in una delle maggiori capitali d'Europa e in un centro dell'Illuminismo.

1810 Fondazione dell'Università. Rilancio delle scienze, della letteratura, della musica e del teatro.

1848 fallimento della rivoluzione marzo. Nei decenni successivi Berlino, si sviluppa in una città industriale.

1871 Il re Guglielmo I viene incoronato imperatore a Versaillesdopo che la Germania si unisce in unico impero e Berlino ne diventa la capitale. Prima era ancora divisa in molti Stati indipendenti. Berlino cresce fino a diventare una città con più di un milione di abitanti. Questi anni sono dello sviluppo industriale tedesco. Vengono costruiti alloggi sociali per le classi lavoratrici. La vita culturale è potenziata. La Germania introduce la prima assicurazione sanitaria obbligatoria e il regime delle pensioni di Stato.

1918 L'imperatore è deposto dopo la rivoluzione di novembre.

1920 Un gran numero di sobborghi sono incorporati alla città. La Grande Berlino ora ha 4 milioni di abitanti. Nonostante la crisi economica mondiale del 1929 (ci sono 600.000 disoccupati berlinesi) e i disordini politici per Berlino questo è un decennio di notevole creatività artistica.

1933 Il partito Nazista assumere il potere. Le Olimpiadi del 1936 sono un potente spettacolo di propaganda  per i nazisti.

1938 Notte dei cristalli, 9-10 novembre. Più di 80 sinagoghe e innumerevoli negozi di ebrei vengono distrutti.

1945 Capitolazione della Germania Nazista (8 maggio). Berlino è divisa in quattro settori da parte degli Alleati, che governano la città.

1948 Il blocco sovietico a Berlino. Un ponte aereo mantiene i berlinesi dell'ovest per più di un anno. Famosa frase di J.F Kennedy "Siamo tutti berlinesi."

1953 Sollevazione popolare in a Berlino Est (17 giugno).

1961 La costruzione del Muro, il 13 agosto.

1971 un trattato firmato dalle quattro potenze occupanti guarantess il diritto di passaggio tra la Repubblica Federale e Berlino Ovest, e facilita le visite a Berlino da Est-West-berlinesi.

1989 Caduta del muro di Berlino il 9 novembre.

1990 le due Germanie sono ufficialmente riunificate il 3 ottobre.

1991 Berlino diventa la capitale ufficiale della Germania.

1994 Le truppe alleate lasciano Berlino. Un'epoca storica si è così conclusa.

1995 L'artista Christo avvolge il Reichstag in stoffa. Milioni di spettatori affollano la città sul fiume Spree.

1998 Apre Potsdamer Platz.

1999 Le mosse del governo federale a Berlino. Il Bundestag apre nuova sessione nel nuovo ristrutturato Reichstag. La politica tedesca trasloca da Bonn a Berlino. L'attenzione dei media tedeschi si posta a Berlino. Berlino inizia a trasformarsi in una vera capitale.

2001 Il Museo di Berlino apre le sue porte con una esposizione permanente, dopo che l'edificio vuoto era stato aperto ai visitatori per 18 mesi.

2006 La Coppa del Mondo di calcio si svolge in Germania. L'area con i maxischermi pubblici nel Tiergarten attrae fino a 1,5 milioni di persone durante le partite più importanti.

2009 Il 9 Novembre viene festaggiato da tutti i capi di Stato europei il ventennale della caduta del Muro di Berlino

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

Torna su

 

 

OSTELLI Berlino   Ostelli Germania

Carte d'Allemagne Karte von Deutschland  Mapa  Alemania   Map of Germany

Carte de Berlin   Karte von Berlin      Mapa  Berlín     Map of Berlin