Trabant - L'auto di massa della DDR

Sei qui: Cosa vedere a Berlino > Trabant

 

Trabant - L'auto di massa della DDR

 

 

La Trabant per anni è stato l'unico sogno di motorizzazione possibile per gli abitanti della Germania Est sotto il rigido regime della Ddr. Dal 1958, anno di inizio della sua produzione da parte della società statale VEB Sachsenring Automobilwerke Zwickau, fino al 1991, quando dopo il crollo del Muro di Berlino e la riunificazione tedesca smise di essere costruita, vennero fatte ben poche modifiche al modello. Oggi la Trabant è diventata quasi un oggetto di culto e di collezionismo per i nostalgici e gli amanti del vintage d'epoca.

 

Cosa sono le Trabant?Decenni dopo quel periodo fondamentale di storia europea, si contano circa 30.000 esemplari della "macchinina del popolo" in circolazione in tutta la nazione, ma ne furono prodotte più di 3 milioni. La Trabant fu di fatto l'unica scelta possibile per il trasporto privato da parte dei tedeschi dell'Est e questo nonostante ci fosse anche un'altra automobile, la Wartburg, il cui acquisto però era tuttavia considerato proibitivo. Queste macchinine di aspetto fantozziano furono le prime auto tedesche ad avere una carrozzeria realizzata totalmente con materiali plastici, questo anche perché i suoi elementi costitutivi dovevano essere semplici da gestire, intercambiabili e facilmente operabili dai suoi consumatori e questo in modo che i proprietari di Trabant potessero capire e riparare la propria automobile con un sufficiente grado di competenza. La sua inefficienza tecnica era tuttavia ugualmente nota: lo spazio era sufficiente ad ospitare non più di quattro persone e il suo motore a due tempi produceva molto fumo, oltre ad essere poco potente. Veniva costruita nella fabbrica di Zwickau, vicino al confine dell'allora Cecoslovacchia, al ritmo di circa 150 mila vetture l'anno

TrabantLa produzione della Trabant, di cui l'ultimo capo di Stato della DDR Erich Honecker, diceva che "non si ferma mai", fermò in effetti la sua produzione nel 1991, poco tempo dopo la caduta del muro a cui non aveva resistito. Dal 1958, suo anno di nascita, furono prodotte più di tre milioni di esemplari di quella che, è bene dirlo, era considerata una delle auto più inquinanti del mondo. Dotata di un rudimentale quanto scoppiettante motore a due tempi, che funzionava a miscela d'olio e benzina lasciando dietro di sé una nube di fumo nero, era stata venduta esclusivamente nei Paesi dell'Est europeo dell'ex blocco comunista. Nonostante la sua forma antiestetica, simile ad una scatola di fiammiferi, e la sua carrozzeria completamente costruita in legno pressato e plastica, la Trabant era divenuta, in mancanza di alternative e della concorrenza della progredita industria occidentale, addirittura uno "status symbol": per averla era necessaria un'attesa fino a 12 anni ed il prezzo equivaleva a dieci mesi di stipendio di un lavoratore medio. Oggi, la Trabant è un vero e proprio simbolo della Ex Germania dell'Est.

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

 

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

 

Torna su

 

 

OSTELLI Berlino   Ostelli Germania

Carte d'Allemagne Karte von Deutschland  Mapa  Alemania   Map of Germany

Carte de Berlin   Karte von Berlin Mapa  Berlín     Map of Berlin