VISITARE ATTRAZIONI E MUSEI CON I BAMBINI

Visitare attrazioni e musei con i bambini

 

Dovrete trovare un equilibrio tra il visitare le attrazioni culturali che vi hanno portato a scegliere la vostra destinazione e il trascorrere bene il vostro tempo con i bambini. Secondo noi è bellissimo fare entrambi. Rimarrete sorpresi da quanto vi potrete divertire svolgendo attività “per bambini” e da ciò che loro vi insegneranno sulla cultura locale. Se cercate di rendere divertenti le attrazioni “per adulti” anche per i vostri bambini, rimarrete probabilmente sorpresi da quanto potranno ricavarne e quanto piaceranno anche a loro.

Scegliere le attività
E' utile, per ogni destinazione che visiterete, avere una lista di attività corredate di indirizzi. Ecco alcuni suggerimenti per preparare una buona lista:
• Cercate guide turistiche che elencano anche le attività per bambini.


• Gli stand o uffici di informazioni turistiche nella vostra destinazione possono sicuramente aiutarvi.

 

• Facciamo sempre ricerche su internet prima di partire per un viaggio. Cercate musei per bambini, acquari, musei delle scienze, zoo, visite guidate nelle fabbriche, nelle fattorie e parchi acquatici. Non vorrete passare l'intera vacanza a fare queste cose, ma sono delle ottime attrazioni da aggiungere al resto. Cercate di pianificare almeno un'attività al giorno che pensate possa piacere moltissimo ai bambini.


• Una cartina veramente dettagliata del posto non potrà non segnalare i parchi.


• Fermatevi nelle biblioteche pubbliche o nelle librerie per una sosta veloce, dato che molte hanno una piccola area-gioco per i bambini piccoli.


• Ecco alcune attività “per adulti” che ai bambini possono piacere: musei d'arte, musei di storia naturale, chioschi che vendono alimenti (è divertente guardare il processo di preparazione), mercati degli agricoltori, barche, ferrovie, treni e torri particolarmente alte. Quando visitiamo queste cose cerchiamo di essere creativi e di trovare modi per renderle divertenti anche per i bambini. A volte, questo può significare andare su e giù con un bell'ascensore trasparente per un po' di volte, mentre l'altro genitore visita il museo.

Evitare le file
Aspettare in coda può rendere tutti di malumore. Ci sono molti modi per evitare le file:


• Cercate di comprare i biglietti in anticipo su internet


• In alcuni Paesi, le persone che hanno bimbi piccoli vengono fatte passare automaticamente davanti alla fila. Chiedete a un addetto se è un'usanza che hanno anche nel posto in cui siete.


• Molte città vendono dei pacchetti che includono i biglietti per le attrazioni, per i trasporti e musei. Questi pacchetti non si limitano solamente a offrire sconti, ma spesso vi faranno saltare la fila.

Visitare musei d'arte con i bambini
Per esempio, non mi aspetto che i miei bambini visitino l'intero Louvre, ma vengono comunque con me nei musei e cerchiamo di trovare un'area che sia particolarmente divertente per loro. Per esempio, il Louvre ha un castello sottoterra. Mentre guardiamo i dipinti, cerchiamo di fare in fretta e spostarci velocemente (e non ci aspettiamo di visitare tutto in una sola giornata), ma cerchiamo anche di coinvolgere i bambini. Un trucco potrebbe essere quello di comprare alcune cartoline dei quadri nel negozio del museo, e poi chiedere ai bambini di collegarli ai dipinti veri una volta dentro il museo. Ecco alcuni esempi di cosa domando ai bambini mentre giriamo per le stanze:


• Trovate tutti i cani
• Imitate la posa di quella scultura
• Quale quadro ha più persone che lo stanno guardando? Perché?
• Cosa vedete nel dipinto?
• Cosa vi piace di questo quadro?
• Qual è il vostro quadro preferito?

Più che altro, comunque, stiamo attenti a rispettare i loro limiti e a fare una pausa o andarcene quando si annoiano troppo. Apprezzare l'arte è un regalo per la vita, e non vogliamo smorzare subito il loro entusiasmo per i musei già quando sono piccoli: avranno un sacco di tempo più avanti per imparare le correnti artistiche più importanti, i pittori famosi e le tecniche che stanno vedendo. Leggi anche bambini al museo.

Visitare chiese e templi
Le chiese e i templi possono essere molto divertenti da visitare con i bambini. Cercate di ridurre al minimo quelle che visiterete per evitare l'eccessiva stanchezza; spesso hanno delle cripte interessanti e delle torri da esplorare. Alcune chiese (specialmente in Italia e in Spagna) hanno anche delle stanze piene di tesori da ammirare.
Imparate qualcosa riguardo all'architettura e alla storia della chiesa prima di visitarla, e invitate i bambini a indovinare come stanno in piedi le grandi pietre dei muri; indicate loro tutte le caratteristiche architettoniche speciali della chiesa, e raccontategli gli eventi storici interessanti che sono successi lì.
Potreste pianificare di visitare una chiesa mentre stanno officiando dei riti (anche se non siete religiosi), in modo che tutti possano capire pienamente il senso della chiesa.

Visitare siti archeologici
I siti archeologici possono essere affascinanti, e persino i bambini in età prescolare possono soffermarsi a immaginare le città perdute (o almeno ad apprezzare i pietroni giganti!).
Può essere difficile per tutti immaginare esattamente come quelle vecchie rocce formavano edifici, città e centri culturali: quindi torna utile procurarsi dei libri che illustrino disegni di monumenti famosi sopra fotografie dei resti esistenti. E' utile anche leggere storie, prima di partire, che siano ambientate nei monumenti che visiterete, in modo da avere un'idea sullo stile di vita dell’epoca.

Torna su

 

Se volete aggiungere commenti, articoli o quant'altro scrivete all'indirizzo info  @   informagiovani-italia.com (antispam: togliete gli spazi prima e dopo la chiocciolina)

 

 

 

 

 

Glossario di Termini medici