ACIDITA'

Advertisement

Sei qui: Glossario di Termini medici >

Acidità

Il punto di PH dell'acqua distillata (o di una soluzione neutra) è pari a 7; si definisce acida una soluzione che abbia un valore di PH inferiore a 7.

Nello stomaco sono presenti di norma degli acidi digestivi. Quando questi acidi variano le loro secrezioni possono causare disturbi allo stomaco. Il gastroenterologo è la persona più qualificata per fornire le informazioni utili al caso. Da che cosa è provocata l’acidità di stomaco? Le ghiandole alloggiate nella mucosa gastrica secernano acido cloridrico che favorisce la digestione dei cibi. Quando la produzione di acido aumenta (ipercloridria) si ha l’iperacidità che può essere causa di ulcere gastriche o duodenali, pirosi, gastriti o duodeniti. Si può verificare anche il caso contrario (ipocloridria) cioè la carenza di acido cloridrico che non causa disturbi digestivi.

Quali sono le cause dell’ipercloridria? Le cause precise non si conoscono, però è riconosciuto che le persone emotivamente labili, dinamiche ed energiche hanno una maggior produzione di acido cloridrico. Anche i cibi fortemente speziati, l’alcool e il tabacco sono responsabili dell’ipercloridria. Quali medicinali sono utili per combattere l’ipercloridria? I preparati antiacidi si dimostrano utili per alleviare questo disturbo, ma non lo curano. Gli anticolinergici inibiscono l’attività gastrica. Sono da evitare i cibi speziati, l'alcool e il fumo.

 

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico

 

 

Torna su

 

Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal