BARI

VISITARE BARI: INFORMAZIONI  PICCOLA GUIDA

Antico crocevia del Mediterraneo, il capoluogo pugliese, Bari, si presenta al visitatore con quella tipica atmosfera di città di mare, plasmata nel corso dei secoli da civiltà diverse. Il mare è quello Adriatico e la regione è la splendida Puglia. Con circa 320.000 abitanti nel centro urbano e più del doppio nella sua area metropolitana, la città si posiziona al secondo posto nel sud Italia, dopo Napoli.

L'aumento demografico e la forte urbanizzazione del suo territorio sono frutto di una forte espansione economica, dovuta sia allo sviluppo del porto, sia all'apporto dell'Università, qui presente sin dall'inizio del secolo scorso. La città si sviluppa a sud-est della foce del fiume Ofanto e a tutt'oggi rimane uno dei centri economici più attivi del sud Italia, il principale della regione.

Sin dai tempi della sua fondazione (III sec a.C.) ad opera dei Pecuzi, una antica tribù italica proveniente dall'altopiano delle Murgie, il territorio diventò rinomato per il suo porto, prima con i greci e poi con i romani. Questi ultimi la nominarono Barium. La tradizione marinara continua ad essere forte. Nel corso dei secoli il porto di Bari si è sviluppato servendo da collegamento ideale per il traffico commerciale tra l'Europa e il Medio Oriente. Più di recente si è assistito alla nascita di grandi eventi di forte richiamo, come la Fiera del Levante, l'Expo-Levante, la Expo-Mobili, per citarne alcuni.

La storia in questi luoghi ha lasciato segni indelebili e tante sono le dominazioni arrivate dal mare: non solo italici, greci o romani, ma anche saraceni e bizantini (nel IX secolo), normanni e svevi (dal XII secolo), e poi ancora angioini e aragonesi (XV secolo), ma anche gli Sforza che dominarono per un breve periodo nello stesso secolo.

Bari - Basilica Romanica di San NicolaSono numerosi e di grande interesse culturale i luoghi da visitare a Bari, in particolare nella parte più antica. La struttura urbana la vede divisa in tre parti distinte: vecchia, nuova e recente. La parte nuova si è sviluppata a partire dagli inizi dell'Ottocento, quella più antica ospita i più importanti Bari - Lungo Maremonumenti medievali e rinascimentali, tra cui la cattedrale romanica, la Basilica Romanica di San Nicola, il Castello di Federico II e la Chiesa di San Ferdinando. Nell'esplorare la città ci si accorge che le due parti del centro urbano, antico e nuovo, sono separate da una linea ben distinta: è quella dell'ampio viale alberato di Corso Vittorio Emanuele III, che collega la Piazza Garibaldi al porto vecchio. La parte nuova si riconosce per le lunghe e larghe strade costruite durante il boom urbanistico e si estende fino alla Fiera del Levante e all'area industriale.

Bari VecchiaMa è la Bari Vecchia ad attirare l'attenzione dei turisti ... costruita su una sottile penisola adiacente al porto, è un labirinto di luci e vicoli irregolari. Concentrate in questa piccola area troviamo 40 chiese e più di 120 templi, un labirinto di bellezza! In queste strade strette si allertano i sensi, colori, suoni e profumi animano le ore, tutto intorno botteghe artigiane, giovani, qualche vecchio pescatore, palazzi dimessi e alla sera le sedie portate davanti all'uscio di casa, dove gli anziani amano chiacchierare e prendono il fresco.

Cattedrale di BariPer visitare Bari si può partire idealmente dalla Basilica di S. Nicola (dedicata al patrono della città), in tipico stile romanico pugliese, che custodisce nella cripta interna le spoglie dell'amato santo originario dell'Anatolia, e che come è noto per aver dato vita alla figura di Santa Claus, il nostro Babbo Natale. La struttura architettonica è imponente e la basilica è un importante meta di pellegrinaggio, sia per i cattolici romani che per quelli ortodossi, provenienti dall'Europa orientale. Nel giorno della Festa di San Nicola, il 6 dicembre, è tradizione estrarre dalla tomba del santo un po' di mirra, che si crede trasudi dalle reliquie, e che sia miracolosa. I contenitori con all'interno la mirra vengono poi inviati e usati in tutto il mondo.

La Cattedrale di Bari è un'altra importante struttura religiosa e architettonica, dedicata a San Sabino di Canosa, fu iniziata in stile bizantino nel 1034, ma distrutta nel 1156. Un nuovo edificio venne costruito tra il 1170-1178, in parte ispirato a quello di San Nicola. Della struttura originale rimangono solo alcune tracce della pavimentazione del transetto. L'architettura visibile oggi è quella romanica e si caratterizza per la bella facciata con i tre portali. La cripta ospita le reliquie di San Sabino e l'icona della Madonna Odigitria. Il Castello Svevo-Normannoè un'altra meta da non mancare; fu eretto da Ruggero II di Siciliaintorno a 1131. Distrutto nel 1156, fu ricostruita da Federico II di Hohenstaufen. Oggi ospita una galleria d'arte con esposizioni temporanee.

BariBellissimo è passeggiare in città e sul lungomare Imperatore Augusto, affascinante e ricco di colori mediterranei. Piazza Mercantile, l'antico centro commerciale, è a due passi e ci appare come un tempo, dominata dal rinascimentale Palazzo del Sedile e dalla vicina Colonna Infame della Giustizia, che nell'antichità serviva da gogna per i cittadini che andavano in rovina finanziaria. Tra le chiese, citiamo ancora quella di San Gregorio, la chiesa del Carmine e la piccola chiesetta di San Marco, nel Quartiere Veneziano. Anche i ruderi della chiesa di Santa Maria del Popolo, d'età paleocristiana, sono interessanti per gli appassionati di storia dell'arte, così come alcune testimonianze della chiesa di Santa Scolastica.

Teatro Petruzzelli - BariLa Bari Nuova, quella ottocentesca, presenta importanti testimonianze artistiche come per esempio il ricostruito Teatro Petruzzelli, del XIX secoli, che molti ricordano essere andato in fiamme agli inizi degli anni novanta. Il Palazzo della Prefettura, il Teatro Piccinini e il Corso Cavour caratterizzano questa bella parte della città, un po' bohemien e un po' chic, là dove il lungomare cambia nome dedicandosi a Nazario Sauro. Non si perda la visita alla Pinacoteca cittadina, per ammirare alcuni dipinti di pittori celebri come il Tintoretto, il Giordano e il Bordone.

Ncapriata - Piatto localeBari è una città veramente bella, difficile possa deludere il visitatore, sia quello in cerca di mare e atmosfera mediterranea, sia quello amante dell'arte, della cultura e del buon vivere. Quando poi si arriva a parlare di gastronomia ... ce n'è per tutti i palati e tutte le tasche. Freschissimo il pesce, cucinato in ottime zuppe, celebri i frutti di mare, gustose le verdure locali che compongono i piatti tipici. Qualche esempio di cucina locale: l''ncapriata', agnello cucinato in diverse maniere, le famose orecchiette, o i cavatelli, pasta fatte in casa, o ancora la melanzanata, il tutto condito dall'ottimo olio d'oliva che viene prodotto nei dintorni. 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

 

Dove si trova?

 

Torna su

 

Ostelli Bari    Ostelli Italia   Auberges de Jeunesse Italie   Hotel Bari

Carte Bari   Karte von Bari Mapa Bari     Map of Bari

Carte Pouilles Karte von Apulien  Mapa Apulia     Map of Apulia

Carte d'Italie  Karte von Italien  Mapa Italia   Map of Italy