CANNES

VISITARE CANNES : INFORMAZIONI E PICCOLA GUIDA

 

"Che atmosfera limpida! Non avevo mai visto le cose, penso, con tanta luminosità e chiarezza in vita mia [...]Qui il sole è dolce...sole francese! Oggi mi sono proprio fatto l'idea dell'aspetto che avere il Mediterraneo. Sono rimasto sbalordito [...] Le isole vicino a Cannes, sembrano di porpora...a mezzogiorno! [...] Non ci si può meravigliare se Renoir aveva una casa qui." Henry Miller, Lettere a Anaïs Nin

Nel 1939 a inaugurare il Festival del Cinema, che avrebbe ulteriormente consacrato Cannes sulla Costa Azzurra, come uno dei ritrovi esclusivi del mediterraneo c'era uno dei due fratelli Lumière, gli inventori del cinematografo. Ma poi scoppio la guerra e tutto venne rimandato al 1946. Da lì in poi al suono di queste onde, e tra la speranza di vedere e di farsi vedere, venne creata parte della storia del cinema, quindi parte del nostro immaginario di tutti i giorni, anche parte dei nostri sogni, che anche solo per pochi istanti, sono passati di qui. Sul famoso lungomare della Croisette, ombreggiato dalle palme, turisti con la videocamera si mescolano a signore chic vestite Chanel che portano a spasso il cagnolino accompagnate dall'autista di auto per pochi intimi. Da una parte il mare, che lambisce spiagge esclusive, punteggiate da ombrelloni, dall'altra hotel all'apparenza raffinati. I musei della città sono interessanti, così come le attività culturali, ma molti aspettano, l'"evento" per cui la città è conosciuta in tutto il mondo. L'atmosfera che si respira in in maggio in quei 10 giorni del "festival" non ha eguali, concluso il quale resta alla gente, come "premio di consolazione", l'estate.

Insomma, a uno sguardo superficiale, Cannes può apparire come un luogo di arrivisti o figli di famiglie importanti dell'alta società o semplice luogo per chi ama gli acquisti di lusso, ma non esattamente così.  Certo, durante il suo avvenimento mondano più importante il Festival del Cinema, la città appare ancora di più in questo modo tra feste, attori e bellezze dell'anno. Ma poi tutto questo finisce e si torna a una tranquilla normalità, fatta di passeggiate sulla spiaggia, avvenimenti "normali", cene a base di pesce, concerti jazz in qualche localino sul porto.

 

Il Boulevard de la Croisette è una delle più importanti attrazioni per i turisti che amano il mare, sole e sabbia. La Croisette è un viale lungomare di 12 km circondato da alberi di palma, con molti alberghi eleganti, caffè, negozi e ristoranti intorno. La fortuna di Cannes nacque nel 1834 quando l'ex cancelliere Britannico Lord Brougham si stava dirigendo verso l'Italia quando gli fu impedito di entrare a Nizza  in quello che allora era il Regno di Sardegna per un'epidemia di colera scoppiata in Provenza. Obbligato a tornare indietro, si fermò una notte a Cannes, che era solo un piccolo villaggio di pescatori. Sorpreso e incantato da quei luoghi, vi torno ogni inverno, favorendo una moda tra l'aristocrazia inglese che fece si che Cannes diventasse quella che è oggi. La parte vecchia di Cannes che corrisponde al quartiere Le Suquet  conserva ancora alcuni resti delle antiche mura, nonché la cattedrale costruita tra il XVI e il XVII secolo, Notre Dame de l'Esperance,  in stile gotico provenzale. La vicina Capella di Ste Anne è più antica essendo del XII secolo. E' presente inoltre in questo stesso quartiere una torre dell'orologio risalente all'XI-XIV secolo, e il castello, oggi sede di un museo che ospita una collezione privata. Da qui si può ammirare un bel panorama della città e del mare. 

 

La maschera di ferro

île Sainte MargueriteOgni città ha un piccolo mistero da svelare e anche Cannes ne ha uno: l'isola di Santa Magherita (île Sainte Marguerite) che si trova a un tiro di schioppo dalla sabbia delle spiagge di Cannes, che si staglia verde all'orizzonte, coperta com'è di vegetazione formata per lo più da pini, macchia mediterranea ed eucalipti e che vanta il fortino reale fatto costruire dal cardinale Richelieu e rafforzato dal famoso architetto militare Vauban, attraversata da sentieri e piste e con  spiagge sono decisamente meno affollate di quelle della terraferma.  La popolarità di quest'isola e il suo mistero si devono alla figura enigmatica dalla maschera di ferro. personaggio vero, ma che divenne anche un personaggio del romanzo di Alexandre Dumas, Le La machera di ferroViscomte de Bragelonne. L'île Sainte Marguerite è stata una delle prigioni di questo personaggio storico misterioso, rimasto anonimo, uno dei segreti meglio custoditi della monarchia francese, sul quale si è scatenata la fantasia dei romanzieri oltre a quella di Dumas. La "mascera di ferro" arrivò sull'isola nell'aprile del 1687. Tra le varie ipotesi c'era quella che fosse fratellastro di Luigi XIV il re sole e cioè figlio illegittimo della regina Anna d'Austria o addirittura del cardinale Mazarino. Un'altra teoria un po' fantasiosa diceva che fosse un parente del medico della regina, il quale gli avrebbe confidato di aver scoperto durante Cannesl'autopsia a Luigi XIII che quest'ultimo fosse impotente e pertanto Luigi XIV bastardo e il trono illegittimo. Si sa soltanto che venne portato qui dal diciassettenne Henri de Rézé marchese di Cinq-Mars favorito di Luigi XIII (poi condannato a morte cinque anni per aver complottato contro il cardinale Richelieu). Tra le molte leggende vi è quella della dama che veniva a trovarlo ed ebbe un figlio da lui. Il bambino fu mandato in Corsica per essere allevato da una donna che non sapeva nulla del suo passato, solo che il bimbo doveva essere circondato da tutte le attenzioni possibili, essendo di buon lignaggio (di buona-parte). La madre adottiva lo chiamò quindi Buonaparte...Forse il futuro Napoleone? Ad ogni modo nel 1698 l'uomo dalla maschera di ferro lasciò l'isola per la Bastiglia, dove morì nel 1703. Fu sepolto nel cimitero di St.Paul a Parigi (nel IV arrodissement attuale, davanti alla senna), sotto il nome di Marchiali, portando nella tomba il suo segreto.

 

Vicino all'île Sainte Marguerite si trova l'isola di île Saint Honorat, più piccola della precedente, che appartiene a un monastero benedettino dal sesto secolo quasi senza interruzione. Oggi è abitata da monaci cistercensi. Di monasteri ce ne sono due: la fortezza eretta nel 1073 è quello moderno della fine del secolo scorso. Entrambe le isole sono raggiungibili con un traghetto.

Un luogo da visitare è il Musée de la Castre. Inaugurato nel 1952, il Musée de la Castre si sforza veramente di promuovere l'arte. Troverete una ricca raccolta di reperti del Mediterraneo provenienti da Egitto, Grecia, Roma, Mesopotamia, Iran, Siria e Cipro. Arte indigena dall'Oceania, dall'Africa, dall'Asia e dalle Americhe. Molto interessante anche la collezione di panorami di Cannes nel XIX secolo. Nella adiacente Cappella del XII secolo Sainte Anne si trova infine una bellissima collezione di strumenti musicali provenienti da tutto il mondo. Dalla sua torre medievale si può ammirare una splendida vista di Cannes e della sua baia.

Cannes dista 905 km di distanza da Parigi, 164 km da Marsiglia e 26 km da Nizza. L'Italia è la riviera ligure sono quindi molto vicini.

Buona visita a questa città da Informagiovani-italia.com

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

Dove si trova?

Torna su

Ostelli Cannes    Ostelli Francia   Hotel Cannes

Carte Cannes  Karte von Cannes     Mapa Cannes    Map of Cannes

Carte de France  Karte von Frankreich      Mapa Francia     Map of France