Come si manifesta il Bullismo 

Advertisement

Come si manifesta il Bullismo

Manifestazioni del bullismo

A cura della redazione sociale di Informagiovani-Italia

 

 Bullismo: introduzione

Come si manifesta il Bullismo

Le conseguenze del Bullismo

Consigli per vittima del Bullismo

Aiutare figli vittime di  Bullismo

Cosa può fare la scuola

Cosa possono fare società e famiglia

Bullismo al femminile, tra ragazze

Bullismo = reato, denuncialo!

Cyberbullismo

  Libri per combattere il bullismo

Articoli sul Bullismo

Psico farmaci ai minori?

Campagna nazionale tolleranza zero

Numero verde antibullismo

Impiego del Ritalin come farmaco antibullismo?

Testimonianze sul bullismo

Sappiamo che il termine Bullismo ha molte differenti varianti ma tutte si condensano in uno stato d’animo di profonda sofferenza.

Bambini, adolescenti ed adulti sintetizzano il bullismo in azioni quali: venire chiamati in modo ripetitivo e canzonatorio, ricevere insulti o minacce, prendere calci e pugni, ricevere soprannomi antipatici ed essere presi in giro, subire la diffusione di voci maligne sul proprio conto, ricevere spintoni, venire fisicamente molestati, essere forzati a donare soldi o proprietà personali, venire derisi per la propria religione, colore della propria pelle, sessualità o status sociale, oppure il venire semplicemente ignorati e emarginati. Nuova forma è poi il cyber bullismo o bullismo elettronico.

Giuridicamente il bullismo rappresenta un comportamento illecito (o illegittimo) verso un altro soggetto. Il bullismo viene tradizionalmente considerato un fenomeno orizzontale, perchè si concreta nell’ambito di rapporti tra soggetti formalmente appartenenti al medesimo contesto relazionale e paritario (come nel caso di compagni di scuola).

Inoltre, si suole distinguere il bullismo in diretto ed indiretto, dove il secondo riguarda comportamenti che danneggiano in modo mediato la vittima, come nel caso di soggetti che diffondono voci infondate sulla vittima, ovvero deridono la vittima al suo passaggio nei corridoi.

Cosa si prova ad essere vittima del Bullismo?

Diverse testimonianze ci raccontano cosa si prova a essere vittima del Bullismo: il  Bullismo ferisce. Ti fa sentire impaurito e fragile. Ti fa preoccupare a tal punto da non riuscire a fare i tuoi compiti quotidiani siano essi scolastici o lavorativi.

Molti bambini preferiscono non recarsi a scuola così da poter evitare di essere colpiti da azioni di Bullismo. Gli atti di Bullismo ti fanno pensare di non avere nessuna capacità umana, che c’è sempre qualcosa di sbagliato in te, ti fanno sentire sempre in colpa per tutto.

 

Ma quali sono le vere armi per combattere il Bullismo?

- PARLARNE, PARLARNE, PARLARNE.

- Praticare ciò che si deve dire, esprimere il proprio stato d’animo.

- Tenere un diario su cosa sta accadendo.

- Parlarne con i propri genitori e chiedere loro di visitare la scuola.

- Parlarne con gli amici, con un insegnante, i genitori o con chiunque di fiducia.

Ricordiamo inoltre agli insegnanti di ascoltare il ragazzo che appare vittima del bullismo, di ascoltarne anche i suoi messaggi nascosti.

E ricordiamo ai ragazzi vittime del bullismo che non c'è niente che non va in voi e che voi avete il diritto di essere felici e pertanto il diritto di raccontare la vostra sofferenza e di chiedere aiuto all’insegnante, alla famiglia, a una persona consapevole.

Chi è che perpetua il Bullismo?

Sappiamo ormai che coloro che attuano un’azione di Bullismo sono  persone, siano essi bambini, ragazzi o adulti che non sanno riconoscere i propri sentimenti, che spesso hanno a loro volta problemi e sofferenze importanti. Queste persone sfogano il loro malessere su altre persone innocenti. I bulli hanno spesso problemi all’interno della famiglia o problemi di tipo relazionale all’interno della scuola. Può darsi che talvolta siano essi stessi vittime di atti di Bullismo, oppure hanno paura di diventare vittime e si mettono ai ripari compiendo atti di Bullismo, di certo i bulli vogliono farsi vedere, dimostrare che sono i più forti su coloro che sono più fragili.

Siete una di queste persone?

Se lo siete o lo siete stati, sarebbe una buona idea parlarne con qualcuno, senza paura di essere perseguitati ma per cercare di capire cosa si può fare per alleviare la vostra rabbia verso il prossimo, per alleviare la vostra sofferenza, e ricordatevi questo è l’unico modo per uscire dalla confusione che vi perseguita, per  riconoscere e conoscere i propri sentimenti.

Il Bullismo degli adulti

Anche gli adulti spesso compiono atti di Bullismo verso i più giovani o verso altri adulti, dimostrando scarsa stima nei loro confronti.

A volte i genitori e gli insegnanti si pongono nei confronti dei ragazzi, dei bambini o di altri adulti (come i colleghi di lavoro) in maniera aggressiva, facendo fare delle brutte figure, sgridando o urlando alla persona di fronte agli altri, prendendo in giro la persona o semplicemente ignorandola ed emarginandola.

È difficile controllare gli stati d’animo e l'impulso ad aggredire, a livello verbale o fisico, ma non è impossibile, non arrendetevi. Imparare a riconoscere l'onda che sale e decidere di contenerla è possibile. Ricordatevi che si deve crescere indipendentemente dalle aspettative altrui, si deve crescere insieme alla propria famiglia ma restando tuttavia indipendenti, con le proprie aspirazioni positive.

Se volete aggiungere commenti, articoli o quant'altro sull'argomento scrivete all'indirizzo info  @   informagiovani-italia.com (antispam: togliete gli spazi prima e dopo la chiocciolina).

Torna alla pagina principale sul Bullismo 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazioni interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ce ne offri due), così ci aiuterai a scrivere la prossima guida:  Paypal

 

Torna su

 

 

Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal