Cosa vedere a Innsbruck

Advertisement

Da vedere a Innsbruck - 23 luoghi di interesse da non perdere 

 

Immaginate il vostro arrivo ad Innsbruck, in auto o in treno, con il sole caldo o con la neve: qualsiasi giorno dell'anno scegliate per la visita sarete accolti da una città romantica, circondata da montagne, immersa nella storia e nella cultura (che va dal Gotico, al Rinascimento, al Barocco, all'epoca imperiale) e per questo con un'architettura tra le più belle d’Europa. Siete in una località senza tempo, senza mezzi termini in un posto semplicemente da favola!

Advertisement

Le attrazioni turistiche sono numerose, incredibile se si pensa alle piccole dimensioni della città, che ospita circa 120.00 residenti. Ma Innsbruck è un luogo fatto di tante cose, oltre all'architettura avrete modo di scoprire le numerose gallerie d'arte moderna e poi la musica, con le fantastiche operette barocche, o le danze in costume tradizionale (durante il periodo natalizio a Innsbruck troverete numerose esibizioni di piazza, praticamente ogni giorno).

Palazzo Imperiale di Innsbruck (Hofburg)

 

Sala dei Giganti (Kaiserliche Hofburg)Il Palazzo imperiale, lo Hofburg di Innsbruck era un tempo residenza dei conti del Tirolo e successivamente diventato palazzo reale di Massimiliano e Maria Teresa d'Austria. Insieme ai palazzi Hofburg e Schönbrunn a Vienna, lo Hofburg di Innsbruck è tra i più importanti edifici culturali austriaci. Una successione di edifici gotici e rinascimentali precedettero l'attuale palazzo costruito per l'imperatrice Maria Teresa. La sua lunga facciata, fiancheggiata da due torri a cupola sono un tipico esempio di architettura tardo barocco a Innsbruck del XVIII secolo...Continua a leggere sul Palazzo Imperiale di Innsbruck.

Torna su

Hofkirche (Chiesa Imperiale di Innsbruck)

 

Chiesa della Corte Imperiale e il sarcofago di Massimiliano ILa Chiesa imperiale di Innsbruck (Hofkirche) nasce nel Cinquecento grazie al volere dell'imperatore Ferdinando I e oltre ad essere stata una delle chiese più importanti dell'Impero, è stata anche emblema delle lotte per l'Indipendenza, diventando santuario nazionale tirolese. Le tre navate ne fanno una chiesa abbastanza grande, con elaborate decorazioni rinascimentali e barocche. La principale attrazione è il sarcofago di Massimiliano I imperatore, ritenuto come il monumento funerario più importante d’Europa...Continua a leggere sulla Chiesa Imperiale di Innbruck e sul  sarcofago di Massimiliano I.

Torna su

Castello di Ambras

Castello di AmbrasIl castello di Ambras è conosciuto come il castello dell'arciduca Ferdinando II e si trova poco fuori Innsbruck ed è facilmente raggiungibile con i comodi mezzi pubblici, ma ci si può arrivare anche a piedi, armandosi di pazienza (noi abbiamo fatto così). Non molti sanno che il castello è parte distaccata del ed è un ramo del Museo d'Arte di Vienna. Sorge nel cuore di un parco all'inglese  dove c'è un laghetto e dove gli scoiattoli rosicchiano semi noci.  Ferdinando II  vissuto tra il 1529 e il 1595 fu un principe tirolese ed un appassionato collezionista della dinastia degli Asburgo...Continua a leggere sul Castello di Ambras.

Torna su

Tettuccio d'Oro

Tetto d’Oro di InnsbruckIl tetto d'oro spiovente del palazzo dell'arciduca Federico IV (in tedesco Goldenes Dachl) è l'orgoglio di Innsbruck e anche attrazione più ricercata e più visitata della città. Il palazzo, in stile gotico-Barocco, si caratterizza infatti per il tetto realizzato su commissione dell'imperatore Massimiliano I (conosciuto come imperatore dei tedeschi, colui che ha segnato la transizione dal Medioevo al Rinascimento tedesco), fatto di ben 2657 tegole placcate in oro. La costruzione spicca già in lontananza, ma è avvicinandosi ad essa che si riesce ad accogliere l'elaborata eleganza e il pregio...Continu a leggere sul Tetto d’Oro di Innsbruck

Torna su

Museo dei cristalli Swarowski

Il Swarowski Kristallwelten è il museo che ospita le creazioni di ‘gioielli’ in cristallo, conosciuti e celebrati in tutto il mondo, aperto nel 1995 in occasione del centenario della casa di produzione. Il museo raccoglie ogni anno migliaia di visitatori. Il Museo dei cristalli swarovski di Innsbruck è situato nella cittadina tirolese di Wattens, facilmente raggiungibile da Innsbruck. Tutto comincia verso la fine del XIX secolo quando il gioielliere boemo Daniel Swarovski si trasferisce con sua moglie Maria proprio a  Wattens, in cerca di fortuna. Dopo poco tempo, apre una piccola manifattura di cristalli, dove inizialmente lavorano 10 operai...Continua a leggere sul Museo dei cristalli Swarovski Innsbruck.

Torna su

Centro Storico di Innsbruck

Centro Storico di InnsbruckCon le sue strette e alte case dai colori pastello, con le belle porte, le finestre a bovindo, e le facciate- porticato, il centro storico di Innsbruck vanta molti esempi di architettura medievale, cinquecentesca e seicentesca dalle influenze tirolesi, insieme a molti sontuosi palazzi rinascimentali, barocchi e rococò. Il quartiere semi-circolare del centro storico, racchiuso da un anello di strade conosciute come il Graben (Fossato), è ora una zona pedonale e un posto meraviglioso per passare il tempo. I punti salienti di una visita a piedi includono il bellissimo edificio barocco Helblinghaus, noto per la sua splendida facciata in stucco con putti e altri ornamenti decorativi. Nelle vicinanze si trova il palazzo del secolo Goldener Adler (Acquila d'Oro), una vecchia locanda frequentata nel corso della sua storia da personaggi che vanno da re e imperatori a MozartGoethe. Merita una visita anche la torre di guardia Stadtturm alta 57 metri e costruita nel XIV secolo con l'adiacente Alte Rathaus (Antico Municipio) che offre una splendida vista sul centro storico. Altri punti di riferimento interessanti sono il Ottoburg, una torre residenziale costruita nel 1494; la Casa dell'Ordine Teutonico, costruita nel 1532; e il castello Burgriesenhaus, costruito nel 1490.

Torna su

Altes Landhaus

Altes LandausL'immenso palazzo Barocco, sede del Parlamento del Governo Tirolo (il (Landesregierung), venne costruito tra il 1725 ed il 1728 da Georg Anton Gumpp, membro di una dinastia di architetti piuttosto attivi in tutto il centro di Innsbruck. L'edificio è composto da tre piani e si caratterizza per la splendida facciata decorata dallo stesso Gumpp,  a timpano e paraste, che si ritrova nella corte d'onore, ornata di stucchi allegorici eseguiti nel 1728 dall'italiano Francesco Serena. Si noti anche la scalinata principale, ricoperta da stucchi e decorata da statue e busti antichi divinità antiche opera di Nikolaus Moll, così come anche il soffitto che è ornato con l'aquila del Tirolo che stringe una mappa della nazione tra gli artigli. Da apprezzare anche la bella sala delle conferenze, decorata da stucchi ornamento a pitture di grande pregio, tipiche dello stile Barocco e opera di Cosmas Damian Asam nel 1734, noto pittore della Baviera tedesca.

Meraner Strasse / angolo Maria Theresien Strasse

Area: centro storico

Tel: +43 (0) 512 59 8500

Innsbruck

Torna su

Alpenzoo

Alpenzoo

A solo un chilometro a nord del centro storico di Innsbruck si trova il castello del XV secolo Schloss Weiherburg, sede dell' Alpenzoo lo zoo alpino di Innsbruck, noto per ospitare animali di montagna dalle regioni alpine di tutto il mondo - tra cui mammiferi, uccelli e rettili - ed è popolare sia tra gli esperti sia tra i turisti. In tutto, più di 2.000 animali di 150 diverse specie alpine si trovano qui, insieme con specie marine nel più grande acquario d'acqua fredda del mondo. Se ne avete il tempo si tratta di una splendida gita per i bambini di tutte le età e merita una visita. Solo un po' più a valle dallo zoo, su una collina sopra il fiume Inn, si trova il sobborgo villa di Mühlau, notevole per la sua interessante chiesa barocca dal 1748. A circa 727 metri sopra il livello del mare, il museo alpino di Innsbruck ha la reputazione d'essere lo zoo più in alto del mondo.

Weiherburggasse 37

Area: nord del centro storico (oltre il fiume)

Tel: +43 (0) 512 292323

Innsbruck

Torna su

Arco di Trionfo di Innsbruck (Triumphpforte)

Arco di Trionfo di Innsbruck (Triumphforte)La strada principale di Innsbruck, la Maria-Theresien-Strasse, si dilunga verso sud nella Leopoldstrasse, un'altra arteria principale della città. A metà strada di quest'ultima, nell'incrocio con la Schidlachstrasse, e con alle spalle la splendida cornice delle montagne innevate, siede una struttura che ricorda un arco di trionfo romano, non fosse che invece appartiene al XVIII secolo. Si notino le elaborate decorazioni raffiguranti Francesco I e Maria Teresa, l'arciduca Leopoldo e le sue sorelle, compresa la ben nota Maria Antonietta.

Salurner/Leopoldstrasse

Area: sud del centro storico

Innsbruck

Torna su

Helblinghaus

HelblinghausEdificio con una facciata di bella mano tardogotica. La via nella quale risiede è ricca di edifici in stile Barocco, ma a primeggiare è il colore rosa-arancio della 'casa di Helbling', ampiamente decorata intorno al XVIII secolo. Si apprezzano in particolare gli stucchi e le sculture che adornano l'esterno del palazzo, commissionati dallo stesso proprietario nel 1730 (Johann Fischer), opera di Anton Gigl. Il frontone e le decorazioni alle finestre sono di particolare pregio stilistico. Il nome della casa prende però il nome da Sebastian Helbling, che non era né proprietario né architetto, bensì il gestore di un piccolo caffè qui presente intorno alla metà del XIX secolo.

Herzog-Friedrich-Strasse

Area: centro storico

Innsbruck

Torna su

Duomo di San Giacomo (Domkirche St Jakob)

Duomo di San Giacomo (Domkirche St Jako)Nella piazza Domplatz, nel cuore di Innsbruck, si trova la Cattedrale di San Giacomo, in tedesco Domkirche St Jakob, ex chiesa parrocchiale, portata al rango di cattedrale nel 1964. Maestosa e imponente spicca all'esterno per le sue due torri e per l'alta cupola sopra il coro. Costruita in stile Barocco dal 1717 al 1724, è stata completamente restaurata dopo la seconda guerra mondiale. All'interno si apprezzano le decorazioni barocche opera di Johann Jakob Herkommer, gli stucchi dei fratelli Asam; gli altari marmorei barocchi del 1732 e un pulpito riccamente scolpito del XVIII secolo. In particolare, è conosciuta per ospitare la celebre ‘Madonna di Cranach' di Lucas Cranach il Vecchio, e un singolare carillon da cui esce una dolce melodia, conosciuta come la ‘sinfonia della pace’. Nella navata nord si trova l'imponente monumento disegnato da Hubert Gerhard dedicato all'arciduca Massimiliano III, Gran Maestro dell'Ordine Teutonico. (Se possibile, cercate di tempo la vostra visita a coincidere con uno dei regolari concerti della cattedrale.)

Domplatz

Area: centro storico

Tel: +43 (0) 512 583 902

Innsbruck

Torna su

Basilica di Wilten

Basilica di Wilten

Nel quartiere meridionale di Innsbruck di Wilten si trova una delle più belle chiese rococò nel nord Tirolo, la Basilica di Wilten con le sue due torri. Costruita nel 1755, l'interno dell'edificio è decorato con splendidi affreschi e stucchi in stile rococò sul soffitto di Matthäus Günther e di Franz Xaver Feichtmayr, mentre sull'altare maggiore si trova una pietra arenaria del XIV secolo posta su quattro pilastri. Di fronte alla chiesa si trova il grande complesso di edifici dell'Abbazia di Wilten, fondata nel 1138 e ristrutturata in stile barocco nel 1695. Importanti anche la chiesa del XVII secolo, con la sua grande figura gotica del gigante Haymon a cui la leggenda attribuisce una parte della fondazione del monastero, e il Trono di Salomone sopra l'altare maggiore.

Haymongasse 6,

Area: centro storico sud

Innsbruck

Torna su

 

Museo del Tirolo 'Landesmuseum Ferdinandeum'

Museo del Tirolo 'Landesmuseum Ferdinandeum'

Il Museo Ferdinandeum ospita la collezione del Museo Nazionale del Tirolo. La sezione "Arte" offre non solo capolavori inestimabili di Rembrandt e Brueghel, ma anche opere di pittori austriaci moderni come Klimt e Kokoschka. La "sala patriottica" è dedicata alla storia tirolese dei tempi di Andreas Hofer. Il Museo Ferdinandeum fu inaugurato nel 1823, che era dopo quelli di Budapest e Graz, fu il terzo "museo nazionale" più antico sotto la monarchia austro-ungarica. Altra alla collezione d'arte ospita collezioni che rispecchiano l'identità tirolese: tra loro per esempio le collezioni preistoriche e protostoriche e delle province romane, spaziando dall’età della pietra all’età del bronzo e del ferro e dall’età romana fino al primo Medioevo.  In mostra sono anche presenti i rilievi originali del Tettuccio d'Oro. Alla fine della visita concedetevi una fetta di torta nell'ottima caffetteria del museo.

Museumstrasse 15

Area: centro storico

Tel: +43 (0) 512 594 89

Innsbruck

Torna su

Hofgarten

HofgartenL'Hofgarten è uno splendido parco pubblico di 10 ettari che si trova proprio di fronte al palazzo imperiale dell'Hofburg, nel pieno centro storico della città. Si presenta molto ben tenuto e curato con alberi secolari (alcuni sono stati piantati personalmente da Maria Teresa d'Austria) uno stagno, un moderno parco giochi, una serra e un ristorante. Nelle stagioni più miti si organizzano qua concerti di musica classica. Il parco è un'ottima occasione per prendersi un po' di tempo dalla vostra visita alla città, fare una passeggiata e avere tranquillità. Nel patio centrale si riuniscono giocatori di scacchi, su tavolini e su due scacchiere con pedine alte circa 50 cm. Durante la sua storia centenaria l'Hofgarten ha conosciuto una trasformazione continua, al passo con le mode dei vari periodi. Prima giardino alpino, poi giardino rinascimentale, quindi giardino barocco e infine da 150 anni giardino all'inglese. L'ultima trasformazione, progettata da Friedrich Ludwig von Sckell, fu eseguita da un maestro anomimo solo quattro decenni dopo il progetto, con notevole differenza dalle intenzioni di Sckell. Una curiosità è il fatto che la serra all'interno del parco contenga ben 1.700 specie di piante che si possono ammirare nei giorni feriali.

Torna su

Goldener Adler

Goldener AdlerSe volete vivere un po' più a fondo la storia di Innsbruck, ma anche del Tirolo, potreste mangiare qualcosa al Goldener Adler, un ristorante, hotel, locanda che esiste da ben 600 anni. Il palazzo è di per se molto particolare. Dalla sua apertuta nel 1390, il Goldener Adler ha dato il benvenuto a re, regine, imperatori (Massimiliano I e Carlo V), musicisti come Mozart e Paganini, politici come Metternich e Andrea Hofer, poeti come Goethe, Heinrich Heine, i premi nobel Albert Camus e Jean Paul Sartre e tanti tanti altri. Potete trovare la lista in una targa che trovate proprio fuori dal ristorante (prezzi accettabili).

Torna su

 

Ristorante Ottoburg

Ristorante OttoburgCome il precedente, il Ristorante Ottoburg è un ristorante storico della città, che si trova in uno degli edifici più antichi di Innsbruck (1451), la Ottoburg, che un tempo era una torre di difesa della città. Il menù è a base di piatti tradizionali tirolesi. Storia e gastronomia lo rendono un ristorante veramente speciale: archi in pietra, rivestimenti in legno, vetrate colorate. I prezzi sono abbastanza accessibili.

Torna su

 

 

Maria-Theresien Strasse

Maria-Theresien StrasseUna delle vie più note del centro di Innsbruck, la Maria-Theresien Strasse è circondata ai due lati con bellissimi palazzi del XVII e XVIII secolo e numerosi negozi di ottima qualità. La cia offre anche una magnifica vista delle montagne a nord che fanno da sfondo. Nel mezzo di questa ampia vecchia strada, proprio di fronte alla Rathaus (Municipio), sorge la Colonna di Sant'Anna (Annasäule), eretta nel 1706 per commemorare il ritiro di tre anni prima nel giorno di Sant'Anna delle truppe bavaresi che avevano invaso il Tirolo. Sormontata da una statua della Vergine Maria, la Coloanna di Sant'Anna sorge sulla base con altri santi scolpiti, tra cui San Giorgio, patrono del Tirolo. Degna di nota è l'Altes Landhaus di cui abbiamo accennato prima in questa pagina, un monumentale palazzo barocco costruito nel 1728 con una facciata sontuosa e riccamente articolato che oggi ospita l'Assemblea Provinciale e governo provinciale (Landesregierung). Sulla via, sono importanti anche un memoriale di 14 metri di altezza la guerra, il Museo dell'Associazion Alpina Austriaca (Alpenverein Museum) con la sua vasta collezione di arte alpina e attrezzatura storica da arrampicata, e la Chiesa Servi di Maria costruita nel 1615 con un interessante affresco sulla Santa Trinità. Infine, , all'estremità meridionale della Maria-Theresien Strasse, si trova il già citato Arco di Trionfo (Triumphpforte), eretto da Maria Teresa d'Austria nel 1765 per celebrare il matrimonio di suo figlio Leopoldo (poi imperatore Leopoldo II) con l'Infanta Maria Ludovica di Spagna.

Torna suu

 

Museo dell'arte popolare tirolese Accanto alla chiesa di corte di Innsbruck (Chiesa Imperiale di Innbruck) è situato in un antico monastero francescano si trova uno dei musei più interessanti, il Museo di Arte Popolare Tirolese(Volkskunstmuseum) . Venne fondato nel 1888 e offre al visitatore una visione unica del patrimonio artistico e popolare del Tirolo storico, raccogliendo importanti testimonianze delle popolazioni tedesche, italiane e ladine, comprese quelle delTrentino Alto Adige e dei territori intono alle Dolomiti....Continua a leggere sul Museo dell'arte popolare tirolese.

 

Il fiume Inn

Il fiume InnSe vi avanza un po' tempo durante la vostra visita a Innsbruck non c'è modo migliore per concludere la vostra esplorazione della città che farvi una bella passeggiata lungo le belle sponde e le spianate del fiume Inn che da esso prende il nome. Un luogo ideale per iniziare questo itinerario "fluviale" è il quartiere Mariahilf , noto per la chiesa barocca Mariahilfkirche del 1649, con i suoi splendidi affreschi del XVII secolo, e l'altrettanto bellissimo giardino botanico e l'osservatorio. Successivamente, il precorso lambisce il quartiere di Hötting, che ospita la splendida Chiesa Parrocchiale Vecchia (Alte Pfarrkirche) con la sua torre che sovrasta la nuova chiesa parrocchiale del 1911. In seguito, potete prendere la Strada panoramica di Hötting (Höttinger Höhenstrasse) con la sua bella vista sulla città e sulle montagne. Un buon posto per concludere la passeggiata è nel distretto di St. Nikolaus un po' più a valle, notevole per la sua chiesa neogotica. Nei pressi del vecchio ponte sul fiume Inn si trova un mercato cittadino, se vi avanzassero un po' di soldi...

Torna su

 

Orto Botanico di Innsbruck

Orto Botanico di InnsbruckL'Orto Botanico di Innsbruck è un luogo piacevole della città, ideale per fare quattro passi, dove fare una bella pausa rispetto a una visita classica del territorio. Si tratto di un posto razionale, adatto allo studio, ma anche ben inserito nella vita del quartiere di Hötting e della città. Per mettere alla prova i propri sensi qui si trova una bella collezione di piante da annusare e toccare, con cartellini di riconoscimento scritti anche in Braille. Esiste anche una interessante sezione in cui le specie sono disposte un’aiuola dopo l’altra secondo la "botanica sistematica".  Il parco dell'Orto Botanico di Innsbruck è anche conosciuto per il suo giardino rocciosoo

 

Innsbruck Botanischer-Garten

Sternwartestraße 15, 6020 Innsbruck, Austria
Tel:+43 512 50759100
Orari:
Aperto tutti i giorni dalle 07:30– 19
Sabato e Domenica 08– 19

Torna su

 

Pista Olimpica di Bergisel


Pista Olimpica di BergiselA sud di Innsbruck sorge la collina di 746 metri di altezza nota come Bergisel, famosa nel mondo per le sue eccellenti strutture sportive invernali. Qui si trova anche il nuovo impianto Olympia ski-jump (Bergiselschanze), per il Salto con gli sci (che sostituisce la struttura olimpica precedente) insieme con la nuova torre, costruita nel 2003, che offre una splendida vista sulla città. Molto prima delle Olimpiadi, la collina era diventato famoso per essere stata il teatro di alcune  eroiche battaglie del 1809, quando i contadini tirolesi liberati si scontrarono con le forze di occupazione francesi e bavaresi. Il Tirolo all'epoca era sotto il dominio dei principi bavaresi, ex sostenitori di Napoleone. Sul lato nord della collina, al di sotto del salto con gli sci, si erge un monumento a coloro che hanno combattuto per la loro libertà, compreso il monumento all'eroe nazionale tirolese Andreas Hofer; monumento costruito nel 1893 insieme a una cappella commemorativa dal 1909. La collina è facilmente raggiungibile tramite la Funivia panoramica della Stubaital. Alla periferia del Berguisel si trova l'Alpin Zoo di cui abbiamo già parlato.

Torna su


Valle dello Stubai
 

Valle dello StubaiUscendo un po' da Innsbruck, specialmente nella bella stagione, se avete tempo non mancate di fare un giro per questa spettacolare valle, a mezz'ora dalla città. Un angolo del Tirolo pieno di fascino e tranquillità. Tutta la valle è costellata di piccole case in legno adornate da fiori di tutti i colori. Molte di queste sono aziende agricole che ospitano turisti, il che lo rende un luogo ideale anche per andare in famiglia.

Durante i mesi estivi si possono fare molte attività nella valle dello Stubai. Dalla discesa dello Scivolo Mieders, il più lungo delle Alpi, all'arrampicata sugli alberi nel Parco avventura Fulpmes. E 'anche altamente raccomandato l'esposizione degli uccelli rapaci nel parco di Telfes. Ma senza dubbio il fascino più grande della valle dello Stubai risiede nella sua offerta di sentieri escursionistici, tra cui il Sentiero Schlicker Scheibenweg.

 

Torna su

 

Le zone dello sci a Innsbruck

Le zone dello sci a InnsbruckDurante la stagione invernale, che dura fino a fine aprile o inizio maggio, la zona di Innsbruck diventa un centro sportivo all'aria aperta che sciatori professionisti e famiglie condividono in un ambiente che unisce le attrazioni di una città come Innsbruck con la neve delle Alpi. L'Olympia SkiWorld di Innsbruck offre uno skipass unico che dà accesso alle nove stazioni sciistiche che circondano la città e comprende sia le piste da sci alpino che da snowboard. Tra queste ci sono le località di Patscherkofel, Axamer o Lizum. Ci sono 300 chilometri di piste raggiungibili con 90 impianti di risalita. Tra i luoghi più spettacolari ci sono il villaggio di Kuhtai, il più alto dell'Austria o il ghiacciaio dello Stubai, dove è possibile sciare a 3000 metri di altitudine. Lo Skylinepark offre piste per snowboarder e sciatori esperti, nonché lettini con vista sulla valle e sulla città per coloro che vogliono godersi la montagna senza sudare.

Gli appassionati di montagna si innamoreranno di questa zona con cento cime di oltre tremila metri, tra cui lo Zuckerhütl con 3.507 metri di altitudine. La sua posizione e i suoi modernissimi cannoni da neve artificiale garantiscono la qualità della neve da ottobre a giugno. Dispone di 140 chilometri di piste distribuite su quattro aree sciabili e adatte a tutti i tipi di sci: snowboard, arrampicata su ghiaccio, sci fuori pista..... Ci sono anche 130 chilometri di piste segnate per lo sci di fondo e diversi circuiti per lo slittino veloce.


 

 

Torna su

Ostelli Innsbruck    Ostelli Austria    Hotel Innsbruck

Carte de la Autriche    Karte von Österreich   Mapa Austria    Map of Austria

Carte Innsbruck    Karte von Innsbruck    Mapa Innsbruck   Map of Innsbruck

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal