website
statistics
 

Cosa vedere a Danzica - Cosa visitare a Danzica

Cosa vedere a Danzica - Cosa visitare a Danzica

Danzica è una città complessa e intrigante, situata lungo il bordo meridionale della costa del Mar Baltico, nel nord della Polonia, e parte di una grande agglomerazione urbana che include la città termale di Sopot e la località balneare di Gdynia (conosciuta con il nome di Trójmiasto). L'identità polacca della città si mescola con antiche tradizioni prussiane, russe, estoni ed anche olandesi e scozzesi. Un mix di storie ed avvenimenti che hanno portato un fascino tipico non riscontrabile in nessun'altra città del paese.

I principali luoghi d'interesse sono situati nei quartieri storici, in particolare in quelli di Główne Miasto (Città Grande), Stare Miasto (Città Vecchia) e Stare Przedmieście (Sobborgo Vecchio). Il centro storico di Danzica è infatti piuttosto grande, anche se compatto da poter essere girato facilmente a piedi.

La Città Grande (Główne Miasto) è il cuore del centro storico di Danzica, si concentra nella bella e colorata strada principale di Ulica Długaa (Strada Lunga) e continua per la piazza del Mercato Lungo, la Długi Targ, facilmente raggiungibili dalla stazione dei treni e collegate al Canale di Motława. A nord di questo primo quartiere troviamo l'antica Città Vecchia di Stare Miasto, che si estende dalla via Podwale Staromiejskie, delimitata dai vecchi cantieri navali e più a nord fino a comprendere quartieri come Oliwa ed i confini di Sopot. Il Sobborgo Vecchio Stare Przedmieście è invece situato a sud della Città Grande e si apprezza in particolare per il Museo Nazionale di Narodowe.

Di seguito alcuni dei monumenti principale di Danzica:

Ulica Długa (Strada Lunga) e Długi Targ (Piazza del Mercato Lungo)

Ambedue sono parte dell'antico tragitto reale di Danzica, la strada lungo la quale i re polacchi facevano il loro ingresso in città durante le visite ufficiali. Il cuore di Danzica è qui, immerso in una grande folla di visitatori, centrato dalla bella Fontana di Nettuno e circondato da una serie di palazzi dall'incredibile architettura. La Strada Reale è per la verità breve, neanche mezzo chilometro, soprattutto se confrontata con quelle di altre città reali della Polonia, e cioè Varsavia e Cracovia, ma i palazzi immediatamente ai suoi piedi, benché ricostruiti nel dopoguerra, sono di notevole apprezzamento estetico: ad iniziare dalla Porta Superiore, la Porta Anteriore con la sua Casa delle Torture, al Municipio, l'edificio della Corte della Confraternita di San Giorgio, solo per citarne alcuni. La piazza del Mercato Lungo, si apre ad est della Via Lunga, quasi custodita come in un palmo di mano dalle due grandi porte e circondata da edifici come la Casa d'Oro e la Corte di Artù, che avremo modo di vedere in dettaglio di seguito. L'intero tragitto si caratterizza anche per le numerosi caffetterie e ristoranti presenti, che nella bella stagione è possibile trovare con numerosi tavoli all'aperto. Nella Długi Targ troviamo altrettante varie bancarelle di souvenir, artisti da strada, ristoranti.

Area: centro storico Główne Miasto

Danzica

Fontana di Nettuno (Fontanna Neptuna)

Fontana simbolo della città di Danzica, eretta nella prima metà del Seicento. Il dio Nettuno è al suo centro, possente e orgoglioso come il cuore di questa città ed il suo mare. Al suo cospetto oggi residenti e turisti s'incontrano nei diversi momenti della giornata e della sera, quando la piazza s'illumina del suo fascino più suggestivo.

Długi Targ

Area: Główne Miasto

Danzica

Chiesa di Santa Maria di Danzica (Bazylika Mariacka)

La grande chiesa in mattoni rossi di Danzica viene indicata come la più grande struttura nel suo genere al mondo: la sua navata centrale è formata da oltre trenta cappelle e può ospitare circa 20.000 persone. Tale fu il quantitativo di persone rifugiatesi al suo interno durante l'imposizione della legge marziale nel 1981. L'edificio, in stile gotico, venne eretto originariamente nel 1343, sopra le fondamenta di una precedente struttura in legno, e misura 105 metri di lunghezza per 66 di larghezza. La sua altezza è di 78 metri. Anche questa chiesa, come gran parte dei monumenti storici, è stata ricostruita nel dopoguerra, crolli e incendi durante la Seconda guerra mondiale hanno impedito di preservare la struttura originaria. Nell'interno si ammira in particolare la Madonna delle porte dell'Alba di Wilno, una coppia dell'originale ospitata a Vilnius, in Lituania, il Trittico dell'Altare maggiore opera di Hans Memling e le due Cappella delle 11.000 Vergini e Cappella di Sant'Anna. Si noterà il quattrocentesco Orologio astronomico opera di Hans Düringer da Toruń, a suo tempo posizionato nel punto più alto di un edificio.

Podkramarksa 5

Area: ulica Mariacka, Główne Miasto

Danzica

Ulica Mariacka

Questa graziosa via di Danzica, che dirige alla chiesa di Santa Maria, è anche una delle vie più pittoresche e amate dalla popolazione locale. L'atmosfera è vivace, giovanile, caratterizzata da decorazioni in ferro battuto che ricoprono i balconi e le scalinate esterne degli edifici antichi. Negozi, caffetterie e gioiellerie d'ambra piacevolmente finiranno di rallegrare la vostra giornata di visita. Da non perdere.

Area: Główne Miasto

Danzica

Municipio di Danzica (Ratusz Głównego Miasta)

Il bell'edificio dallo stile tra il fiammingo ed il rinascimentale è uno dei monumenti più rappresentativi di Danzica, situato ai piedi della Strada reale, la Via Lunga. Alla sua costruzione parteciparono Henryk Ungeradin (l'architetto originario, nella seconda metà del Trecento) e Dirk Daniels, olandese, nel Cinquecento, ma quello che si ammira oggi è frutto della sapiente ricostruzione storica effettuata nel dopoguerra. In cima alla torre, a quota 82 metri, è sita la statua di Sigismondo II Augusto, in oro. Nelle sale interne dei piani superiori è ospitato il Museo Storico di Danzica, il quale si apprezza in particolare per la Sala del Consiglio Czerwona (o Sala Rossa) così chiamata per il colore che predomina gli arredi, opera di alcuni artisti olandesi (si distinsero in particolare Willem Bart di Gand e Johan Verberman de Vres). Non si può inoltre non notare lo splendido dipinto di Izaac van den Blocke, la Glorificazione di Danzica (1608).

Dluga 47

Area: Ul. Długa / Główne Miasto

Tel: +48 58 767 91 00

Danzica

Corte di Artù (Dwór Artusa)

All'ingresso della piazza Dlugi Targ sorge un antico palazzo gotico del XIV secolo, una residenza dedicata alla corte di re Artù. L'edificio è una delle perle più preziose di Danzica, con un'architettura ed un arredo insuperabili dal tempo e dalle guerre, grazie anche ad un sapiente lavoro di restauro. Il Quattrocento in Europa fu un periodo segnato dalle leggende di re Artù, che attraevano probabilmente più d'ogni altro la classe mercantile europea affascinata dalle gesta del signore di Camelot. Nell'Europa antica del Nord le Corti di Artù erano situate in alcune città anseatiche, le più famose oltre quella di Danzica (la più antica), anche quelle di Riga e Tallinn, e altro non erano che i luoghi d'incontro delle corporazioni borghesi della città. La corte di Danzica divenne ben presto la più ricca e importante di tutte e si apprezza ancora oggi (benché anch'essa quasi completamente distrutta durante la guerra e ricostruita) per la facciata edificata in stile manieristico fiammingo dall'olandese Abraham va den Blocke, decorata dalle statue di Giuda Maccabeo, Temistocle, Scipione l'Africano e Mario Camillo, che fu militare e governatore di Roma. L'interno è formato da un'unica grande sala gotica, completamente ristrutturata nel 1531, con pareti ricoperte da zoccolatura e fregi di carattere mitologico e storico. La sala con volta stellata che si tiene su quattro esili colonne è spesso indicata come una delle belle delle corti in Europa. Poco distante si scorge la splendida stufa di maiolica di oltre 10 metri d'altezza realizzata nel 1545 da un mastro artigiano dell'epoca, Georg Stelzener.

Dlugi Targ 43/44

Area: Główne Miasto

Tel: +48 58 767 91 00

Danzica

Casa degli Scabini (Sien Gdanska)

L'edificio degli Scabini, anche noto come Casa della Giuria, si compone di due aree, la Vecchia casa e la Nuova casa, e fu dimora in epoca medievale del corpo di esperti giuristi chiamati dal governatore della città a pronunciarsi su un determinato fatto, emanando giudizio di sentenza. Si ammiri in particolare il portico del Cinquecento spiccare notevolmente sulla facciata gotica dell'edificio. Incuriosisce anche un pignone, scultura bronzea neoclassica, affiancata dalla Ragazza affacciata alla finestra, un'altra scultura che riprende la protagonista di un romanzo dell'Ottocento della scrittrice polacca Jadwiga Łuszczewska, nota con lo pseudonimo di Diotima.

Dlugi Targ

Area: Główne Miasto

Danzica

Antiche porte di Danzica

Numerose e bellissime, le antiche porte di Danzica conservano tutto il fascino storico e architettonico del passato, nonostante la loro ricostruzione del dopoguerra. La gotica Porta di Santa Maria (Brama Mariacka) apre il corteo di visita alla Ulica Mariacka e verso la chiesa di Santa Maria; la Porta a Monte (Brama Wyzynna), del XIV secolo, antico ingresso principale alla città, situata sulla Ulica Długa e nota anche per ospitare la torre della prigione, l'antica sala delle torture di Danzica; la Porta verde (Brama Zielona), che si apre direttamente sul porto e sul canale del Motława e verso l'isola dei Granai; la Porta del Pane (Brama Chlebnicka), costruita dai Cavalieri Teutonici nel XV secolo; la Porta d'Oro (Złota Brama), una delle principali attrazioni turistiche della città, situata all'estremità della via Lunga (Ulica Długa) ed edificata nel 1612 al posto della precedente Porta Gotica. Lo stile architettonico della porta d'Oro è manierismo olandese e l'edificio si pone accanto all'edificio tardo-gotico della Confraternita di San Giorgio; tra le tante altre non si perdano di vista le varie Porta del Santo Spirito (Brama Sw Ducha), sul lungofiume, così come la Porta della Grande Gru (Brama Zuraw), Porta della Bancarella (Brama Straganiarska) e Porta di San Giovanni (Brama Świętojańska).

Area: centro storico

Danzica

Gru di Danzica (Żuraw Gdański)

Il più grande macchinario dell'Europa medievale per lo scarico ed il carico delle merci. Una grande porta a due torri collocata nel lungofiume e oggi attrazione turistica famosa in tutto il mondo. Si prediliga una passeggiata lungo il canale di Motława, una delle più gradevoli della città.

Ulica Seroka

Area: Główne Miasto

Danzica

Cantieri di Danzica (Stocznia Gdański)

Anche noti come cantieri di Lenin, costituiscono il centro delle lotte anticomuniste e indipendentiste degli anni Settanta e Ottanta del XX secolo. Qui nacque Solidarność, sindacato autonomo di lavoratori guidato da Lech Walesa e le cui lotte sociali accelerarono il crollo del regime comunista in Polonia e la fine dell'Unione Sovietica. Non si manchi la visita al Monumento ai Lavoratori, uccisi durante i disordini di protesta sociale e politica.

Area: Stare Miasto

Danzica

Castello di Malbork

Situato a circa 60 km dalla città, il castello teutonico di Marlbork è iscritto nella lista del Patrimonio UNESCO sin dal 1997 ed è indicato come il castello in mattoni più grande del mondo. La sua edificazione risale agli inizi del XIV secolo come dimora dei Cavalieri Teutonici, un ordine di crociati cristiani arrivati dalla Terra Santa, i quali dopo una serie di sconfitte militari furono costretti a ritirarsi verso l'Europa. Costoro accettarono l'offerta di un lembo di terra da un duca polacco, che sperava di usare il potere dei Cavalieri per sottomettere la Prussia pagana in Occidente. Come la storia insegna, ben presto però si ritrovarono a rivaleggiare con i re polacchi per il controllo del commercio sul Mar Baltico, compreso quello della preziosa ambra. Un secolo dopo, nel 1410, i polacchi - insieme ai Lituani e alle truppe di altri paesi - unirono le forze per sconfiggere i Cavalieri nella Battaglia di Tannenberg. Il Castello rimane ancora oggi un forte esempio del potere teutonico in Europa, straordinariamente ben conservato dalla storia.

Area: dintorni di Danzica

Danzica

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazione interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ci offri una pizza :) ), così ci aiuterai ad andare avanti per quanto possiamo e a scrivere e offrire la prossima guida gratuitamente.:  Paypal

Torna su

 

 

Ostelli Danzica  Ostelli Polonia   Hotel Danzica   Hotel Polonia

Carte de la Pologne      Karte von Polen Mapa de Polonia  Map of Poland

Carte de Gdansk   Karte von Danzig   Mapa Gdansk    Map of Gdansk

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal