Cosa vedere a Friburgo

Adv.

Cosa vedere a Friburgo

 

I luoghi da visitare a Friburgo in Brisgovia (per non confonderla con l'omonima città svizzera) sono tanti ed estremamente interessanti. Tra stradine acciottolate e una atmosfera più francese che tedesca, la città è nota in particolare per la Cattedrale (Münster) di Friburgo, uno dei capolavori dell'architettura gotica tedesca e definita come una delle più belle chiese cristiane al mondo. Edificata in calcare rosso tra il XIII e il XVI secolo, si ammirano in particolare la sua imponente torre ottagonale che con i suoi 116 metri di altezza offre un’unica e spettacolare vista panoramica sui monti (dopo aver percorso una scala a spirale di ben 600 piccoli gradini); la torre, nella parte bassa, è inoltre decorata con scene rappresentanti il nuovo e il vecchio testamento.

L'interno della cattedrale è alquanto suggestivo e imponente: la grande navata centrale è alta quasi 42 metri, mentre le due navate laterali sono alte quasi esattamente la metà rispetto alla prima. Qui, vi sono racchiuse numerose opere d'arte, tra cui la celebre pala dell'altar maggiore di Hans Baldung Grien raffigurante l'Incoronazione della Vergine (1512-16), la Pietà di Lucas Cranach il Vecchio e, nella cappella dell'università, l'altare di Oberried, dipinto nel 1521 da Hans Holbein il Giovane. La chiesa, si ricorda, è anche nota per le sue 16 campane, tra le quali spicca l'antica campana ‘Hosanna’ del 1258.

Nelle vicinanze si ammira la piazza del Municipo Rathausplatz, nel cui centro erge una bella fontana con la statua del monaco francescano Berthold Schwarz (Bertoldo il nero a cui probabilmente si deve l’invenzione della polvere da sparo) e dove sorgono, nel Neues Rathaus, i due municipi in stile rinascimentale, il Municipio nuovo con il suo squisito carillon, e il Municipio vecchio di Friburgo che fu edificato nel XVI secolo. Il Municipio più antico, il Gerichslaube, del XIII secolo, si trova invece nelle vicinanze, nella Turmstrasse.

Ai piedi della piazza di Rathausplatz si ammira anche la bianca Chiesa di San Martino (Martinskirche) che originarimente apparteneva al monastero francescano;  completamente distrutta durante la Seconda guerra mondiale, la chiesa fu ricostruita nello stile tipico dell’ordine francescano con un nuoo chiostro e interni restaurati.

Nelle vicinanze non si può non notare la differenza di stile architettonico tra la semplice e bianca chiesa francescana e la famosa Casa della Balena Haus zum Walfisch costruita nel 1514-15 da  Jakob Villinger, cancelliere dell’Imperatore Massimiliano I, e conosciuta per la sua stravagante architettura dal forte colore porpora, per la sua splendida porta in stile gotico e per aver dato dimora, per qualche tempo, al filosofo Erasmo da Rotterdam nel 1529.

Friburgo inoltre è sede del ristorante e hotel Zum Roten Bären (Oberlinden 12  Tel +49 (0) 761 38 78 70) il cui edificio accompagna la città sin dalle sue origini (1120) e che per questo motivo è stato dichiarato come il più antico della Germania (l’attività alberghiera e di ristorazione avviene ininterrotamente sin dal 1387).

E a proposito di gastronomia, una visita da consigliare è senza dubbio quella alla Cantina del Vino Rotkäppchen (in Sektekellerei strasse 5) del 1856 per assaporare il famoso vino frizzante Sekt.

Nella piazza della Cattedrale, la Münsterplatz si trovano imponenti e splendidi edifici d'epoca, spesso case di antichi mercanti, come la rossa casa del commercio di Kaufhaus, edificata nel 1525-32, la Haus zum Ritter, antica sede arcivescovile, e il palazzo Wenzigerhaus, che erge orgoglioso in stile rococò e che oggi è sede del Museo di Storia di Friburgo.

Tra gli altri musei di Friburgo, si cita in particolare il Augustiner museum (Gerberau 15, Tel +49 (0) 76 12 01 25), che prende il nome da l’ex convento agostiniano del XIII-XIV secolo nel quale è situato, e che oggi è divenuto una importante galleria d’arte medievale. Attualmente, il museo presenta una collezione di opere religiose e sacre tra vetri colorati, statue e preziose oreficerie del IX secolo, provenienti per la maggior parte dalla cattedrale. Oltre tutto sono presenti in particolare i capolavori d’arte di Mathias Grunewald (Miracolo della Neve e  Crocifisso con Madonna e angeli), di Hans Baldung Grien (Madonna col Bambino) e Lucas Cranach il Vecchio (la Pietà).

Per i più piccoli (e non solo) la casa rossa ospita inoltre il Museo delle Bambole e dei Giocattoli, allestito in un tipico granaio del 1498.

Nelle vicinanze del Colombipark, luogo dell’antico bastione della fortificazioni di Vauban, troviamo la Villa Colombi (Rotteckring 5. Tel. +49 761 201-2574), dedicata alla contessa Zea Colombi e progettata nel 1859. La villa si erge splendida grazie al lavoro architettonico in stile neo-gotico inglese del suo progettista, G. J. Schneider. Al suo interno sin dal 1983 si ammira l’interessante Museo di archeologia e storia antica (Archäologisches Museum Colombischlössle), importante testimonianza della storia del paese e della regione (www.museen.freiburg.de).  Da non perdere gli antichi vigneti Glacis-Reben, a sud della villa, che furono piantati lungo le rovine della fortezza di Vauban quando questa subì i danni di una esplosione nel 1745.

Passando attraverso l’antica scuola di Adelhauser, troviamo il Museo d’Arte moderna Für Neue Kunst, mentre lungo l’omonima Adelhauser Strasse ci si dirige verso il nuovo Convento di Adelhauser edificato nel 1687, edificato in sostituzione di diversi conventi domenicani del villaggio di Adelshausen, distrutti dalla Guerra dei 30 anni.

Oltre il centro storico vi consigliamo in particolare due itinerari, il Castello di Neuenburg (sempre da non confondere con l’omonima cittadina svizzera) e la collina di Schlossberg: il primo è uno splendido castello medievale del 1090, perfettamente conservato in tutte le sue caratteristiche e fondato da Ludwig der Springer; bellissima in particolare la cappella del castello tra le più importanti nel suo genere.

La Collina di Schlossberg, nella cui cima è situata la nuova torre del  Salzbüchsle è facilmente raggiungibile a piedi dal centro storico o con la funicolare; qui, la vista sulla città e sulla Foresta Nera è fantastica.

Nella vostra esplorazione alla città, tra vicoli e vicoletti, vi consigliamo una visita a uno dei nostri posti preferiti, il Fischerau,  l’antico quartiere dei pescatori, da dove ci si può dirigere verso i canali di Martinstor, una bella zona circondata da splendidi e grandi palazzi del primo 1900.

Chiudiamo infine con il ricordare l’istituzione, quasi eterea, di Friburgo, la sua storica anima giovanile, l’Università di Friburgo Albert-Ludwigs-Universität. Fondata nel 1457 dagli Asburgo, questo bellissimo simbolo della cultura di è una delle prime e più antiche università della Germania e oggi una dei migliori atenei della nazione.

Friburgo è indubbiamente una cittadina da favola, rilassante e allo stesso tempo cosmopolita, e ovviamente le sue attrazioni non terminano qui, a voi non rimane che continuare l’esplorazione.

Incantevole nelle sue case dai colori solari, nelle sue innumerevoli bici parcheggiate mentre ci si rinfresca nelle fontane della città o in uno dei tanti caffé all’aperto, nelle risate dei giovani e nell’allegria dei più anziani, la Friburgo tedesca è un luogo, in assoluto, da non perdere,

Torna su

 

 

Ostelli a Friburgo  Ostelli Germania  Hotel a Friburgo  Hotel in Germania

Carte d'Allemagne      Karte von Deutschland     Mapa  Alemania   Map of Germany

Carte Freiburg   Karte von Freiburg    Mapa Freiburg   Map of Freiburg

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal