Costa Azzurra
Advertisement
Costa Azzurra

 

Ci sono luoghi che lasciano un ricordo indelebile in chiunque li visiti. Luoghi immaginati e poi, finalmente, vissuti. Paesaggi mozzafiato, mare azzurro, arte moderna, autentici percorsi gastronomici ed un incredibile patrimonio storico-artistico. La Costa Azzurra, Côte d'Azur, per dirla alla francese, ha incantato tutti, stelle del cinema ed artisti, gente comune e celebrità di fama mondiale. Da una parte, nomi come Brigitte Bardot, Roger Vadim, Yves Montand, Johnny Depp, dall'altra i vari Cocteau, Chagall, Matisse, Monet, Picasso, Renoir, Fitzgerald; personaggi immersi in un mondo fatto di ritmo, luce e colore, un mondo che ha legato per sempre questi luoghi alla bellezza.

Advertisement

Laboratorio d'arte e sperimentazione, di grandi tendenze innovative, di mode e stili di vita, la costa del sud della Francia è diventata da tempo sinonimo di jet set internazionale, sempre pronta ad attrarre celebrità da tutto il mondo, tanto che i media indicano una delle sue più famose località, St Tropez, come il luogo che conta il maggior numero di volti famosi per metro quadro.

Siamo nella Riviera Francese per antonomasia, in quella parte di Francia che da un punto di vista amministrativo è situata in prossimità del confine italiano, da cui è separata per via delle Alpi Meridionali, ed è confinante a nord con la regione Rodano-Alpi ed a ovest con la regione Languedoc-Roussillon. La geografia ne riconosce la posizione lungo la costa mediterranea del sud-est della Francia, affiancata alla Provenza e andando a comprendere anche il Principato di Monaco. Non esiste tuttavia un confine ufficiale di Costa Azzurra, ma di solito viene compresa un'area che ad ovest in Francia arriva fino alle località di Tolone e Cassis. Lungo questa via costiera sorgono alcune delle località più famose e conosciute: Nizza, St Tropez, Cannes, Antibes, Hyères, Mentone. Città che preferiamo definire 'costiere', ad evidenziarne il confine tra terra ed acque, e che si accostano a città di mare vere e proprie, come ci piace riconoscere Marsiglia, o località più interne come Grasse e Vence. Da una parte o dall'altra, ovunque si avvii il cammino, la suggestione è dietro l'angolo. La Costa Azzurra è paradiso non solo del jet set internazionale, ma anche di natura e arte.

Il termine Côte d'Azur nasce a dire il vero solo recentemente, poco più di un secolo fa. Arrivò nel 1887 grazie ad un manuale turistico sulla costa del sud. La Belle Epoque era nel suo pieno ed il Grand Tour annunciava il viaggio come una nuova moda a portata di aristocratici ed intellettuali romantici. Nascono da lì i miti, quelli di una Cannes cinematografica arriveranno più tardi, così ancor prima i colori e le luci di una Nizza concentrata nella sua Promenade des Anglais. A seguire St Tropez, che più avanti, con il suo Matisse in Luxe, calme et volupté (1904-1905) veniva ritratta dalla mano del grande maestro francese in tutta la sua 'luce, calma e voluttà'. E poi Antibes e Mentone, con i livelli d'arte eclettici e monumentali espressi nella molteplicità di stili del Novecento.

Colline e orizzonti tra i colori intensi dell'azzurro e della sabbia. Mare, Arte e Dolce vita. Ma non solo. Le stelle del cinema sembrano essere lontani dal lungomare della Croisette di Cannes, forse dimenticati sotto l'ombra delle palme e delle boutique griffate. A Cannes in particolare ci piace passeggiare lungo il mercato coperto (Marché Forville) non lontano da Le Suquet, il cuore storico, su in alto, nella collina. Qui arrivano pure i forti profumi delle rosticcerie e delle fromagerie, o quelli del pescato quotidiano. Di sotto, verso sera, la Quai St Pierre, la parte più antica del porto di Cannes, s'illumina ancora una volta. Cosi Nizza e Antibes; e a poi St Tropez, al riparo sotto i platani secolari di Place des Lices, cullati dal chiacchierio dei giocatori di pétanque (di bocce). L'atmosfera non cambia, anche qui è tipica e il mercato del sabato (e del martedì) è da non perdere. Brezza leggera, fresca di un'estate ormai vicina, tra fiori, colori accessi (verdi, gialli, viola), erbe provenzali, capperi (tapenas), aglio, olio d'oliva, mostarda e poi tanto artigianato. Fermatevi alla Tarte Tropézienne di St Tropez, in place des Lices, per fotografare i momenti più suggestivi della vostra mattinata .

Costa Azzurra e arte. A molti viene in mente Renoir, che si accostò a questa parte di mondo, e in particolare a Cagnes-sur-Mer, riproponendone le luci e gli inavvertibili suoni. Suoi erano i delicati nudi di 'Les Grandes Baigneuses, del 1887, oggi patrimonio artistico del mondo intero. Non si può negare come tutta la Costa Azzurra abbia avuto un legame particolare con l'arte, da Renoir a Picasso, Matisse, Cocteau, Chagal, a Signac; da Mentone a St Tropez, i più grandi artisti del Novecento scelsero di abitare qui e di realizzare qui i loro più grandi capolavori. Mentone è la prima località che incontra colui che da Ventimiglia si dirige in Costa Azzurra, ed è qui che si avverte ancora oggi il respiro friabile dell'arte di Jean Cocteau, genio eclettico dell'avanguardia artistica dello scorso secolo. Tra i tanti, di Cocteau, si ammirino le stanze da lui decorate a Villa Santo Sospir a Saint-Jean-Cap-Ferrat. A Matisse ci pensa invece Nizza, che lo ricorda ancora nei giardini des Arénes, sulla collina di Cimiez: questa è una località leggermente fuori dal sentiero turistico principale, ma è sicuramente una delle zone più belle di Nizza, situata a circa 2 km a nord - est della stazione ferroviaria di Nizza Ville, sulla cima di una piccola collina; quartiere residenziale caratterizzato da una architettura Belle Epoque, che prende il nome dall'antica colonia romana di Cemenelum, e che è diventato nel tardo XIX secolo uno dei luoghi preferiti da ricchi e famosi (in particolare aristocratici britannici). Il Museo Matisse di Cimiez, l'anfiteatro, il museo archeologico, un monastero e la sede del Nice Jazz Festival si svolgeva, sono i luoghi più famosi della località. Di Matisse si parla anche a Vence, nella Chapelle du Rosaire, da lui decorata tra il 1949 e il 1951, spesso indicata come la Cappella Matisse e considerata da Matisse stesso come il suo "capolavoro". A Saint-Paul-de-Vence visse anche Marc Chagall che ricordiamo in particolare per lo splendido e grande mosaico oggi custodito presso il Museo Nazionale Marc Chagall di Nizza. Al riguardo vengono in mente le belle parole dell'artista, dedicate alle opere del suo 'messaggio biblico': " ho voluto lasciarli in questa casa perché gli uomini possono trovare una certa pace, una certa religiosità, un senso della vita". A St Tropez è invece legato Paul Signac, che assieme a Georges Seurat, a dato vita al Puntinismo artistico.

Vallauris, borgo costiero vicino a Cannes, deve invece la sua fama a Pablo Picasso. Splendide ceramiche, una grande opera murale (quella della Cappella del Castello), e il Musée National Picasso di Place de la Libération, sono i percorsi da non perdere in questa bella località. Se preferite però, Antibes non è da meno e vanta forse il più interessante dei Musei Picasso sparsi in Europa, il Château Grimaldi. D'altronde l'artista ci visse per sei mesi (nel 1946) e divenne il primo dei musei dedicati a Picasso (al suo interno sono compresi circa 245 opere). Non si può poi scordare Francis Scott Fitzgerald, che creò il suo personaggio più famoso, Jay Gatsby, a metà degli anni '20, nella bella villa sulla riviera francese; erano periodi di grandi feste con personaggi del calibro di Ernest Hemingway, Dorothy Parker e Frank Jay Gould. Villa Picolette, Cap d'Antibes, era la casa di Fitzgerald e di sua moglie Zelda tra il 1922 e il 1924. La vista, fantastica, che si godeva da una delle sue terrazze venne riprodotta sulla copertina originale di Tenera è la notte.

Ci sono poi i paesini dei dintorni, accarezzati dalla lieve brezza del mare: Cavalaire-sur-Mer e paesini medievali come Gassin, Ramatuelle, Bormes-les-Mimosas (tra i nostri preferiti), Gourdon, arroccato su uno sperone di roccia, e Tourrettes-sur-Loup. Brezza che arriva leggiadra anche nei piatti della gastronomia mediterranea francese; la si sente in molte delle pietanze alimentari di questa terra a confine con il mare, nei gamberi arrosto del miglior pescato, ma anche nelle erbe provenzali e fino ai tradizionali formaggi. Intanto noi abbiamo preferito una Pissaladière, torta salata alle cipolle con olive e acciughe.

Eccola la Costa Azzurra più vera, un luogo dove perdere i sensi e ritrovare la vita, tra bellezze paesaggistiche, artistiche e divertimento.

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.a.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

Torna su

Ostelli Cannes    Ostelli Francia   Hotel Cannes

Carte Cannes  Karte von Cannes     Mapa Cannes    Map of Cannes

Carte de France  Karte von Frankreich      Mapa Francia     Map of France

Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal