Dintorni di Tolosa

Advertisement

Dintorni di Tolosa

Carbonne
Rieux Volvestre
Sarrant

La Pomarede

Beaumont de Lomagne

Puycelsi

Gaillac
Castelnau de Montmiral

Castelnaudary

Bordeaux

Colomiers

Dopo aver ammirato le bellezze offerte dalla città di Tolosa si possono andare a visitare i suoi dintorni degni di nota. Le località che si trovano bei dintorni di Tolosa offrono interessanti e avvincenti spunti di interesse sia culturale sia storico, incastonati in una cornice paesaggistica ricca che non lascerà di certo deluso il visitatore.

Carbonne

Advertisement

CarbonneA poco più di una quarantina di chilometri da Tolosa si trova Carbonne una località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in circa trenta minuti. Carbonne è una piccola e graziosa località che sorge lungo il fiume Garonna alla confluenza con il fiume Arize. Risalente alla metà del XII secolo, il villaggio subì la stessa sorte riservata ai borghi che si trovano nel sud - ovest della Francia. Infatti, venne saccheggiata da Simon de Montfort nel 1244 durante la nota crociata contro i catari. Solamente dodici anni dopo il tragico evento fu eretto uno dei primi casolari. Ma le avversità non terminarono. Dapprima il Principe Nero e successivamente la Guerra dei Cent’anni portarono morte e disperazione. Nel 1356 tornarono i monaci che diedero un nuovo impulso a Carbonne, ricostruendo il nuovo borgo poco più a nord del villaggio originale. Oggi è una graziosa cittadina impreziosita da eleganti edifici costruiti con mattoni rossi sottili e pietra bianca nello stile tipico della regione. Nel centro della città, lungo la strada principale dello shopping si trova il Mercato coperto risalente al XIX secolo. Costruito in mattoni rossi l’edificio ha una copertura che non venne realizzata con il tradizionale legno, ma seguendo la moda imperante all’epoca, fu utilizzato il ferro, ispirandosi chiaramente a strutture simili già esistenti come per esempio quelle progettate da Gustave Eiffel. Ci sono anche tre interessanti torri storiche, tra le quali la Torre della Casa del Governatore e la Colombier de Grilhon, risalente al XVI secolo e di forma ottagonale con tetti decorativi. La Chiesa di Saint Laurent è invece del XIII secolo è ha un imponente pala d’altare dorata e una sezione di coro in stile Barocco. Vicino alla chiesa si trova il Museo Abbal con i suoi giardini, che conserva alcune interessanti sculture di André Abbal, uno scultore nativo del villaggio che fu attivo nel XX secolo. Il Ponte di pietra sul fiume, costruito nel tardo XVIII secolo, offre una bella vista sulla città e sul dolce panorama circostante.

Torna su

Rieux Volvestre

Rieux VolvestreA poco più di una quarantina di chilometri da Tolosa si trova Rieux Volvestre una località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in circa trenta minuti. È una città piccola molto pittoresca in un ambiente suggestivo con numerosi edifici di interesse da scoprire. Il centro della città è in gran parte costruito in mattoncini rossi tipici della regione che aggiungono fascino alla località. Al termine del Pont Lajous si trova un parcheggio, che è situato in posizione ideale come punto di partenza per esplorare le attrazioni della città. A nord del ponte, risalente al XVII secolo, si trova un cimitero, dove un tempo sorgeva un castello. Superato il ponte si arriva alla piazza centrale dove si possono vedere numerosi interessanti edifici, come ad esempio una imponente casa colombage, che fu la residenza dei vescovi. Accanto a questo edificio si trova il Seminaire ancien, edificato nel XV secolo, che è ora la sede del Municipio e risalente al XV secolo. All’interno si trova anche un piccolo e interessante Museo che conserva numerosi manufatti della regione. Sulla piazza si affaccia anche la Cattedrale di Saint Mary. L’edificio religioso fu costruito nel XV secolo sul sito di una precedente cappella, della quale una piccola parte delle mura è ancora visibile. Ha un ingresso ad arco e una torre ottagonale le cui parte inferiore è del XIV secolo. Adiacente alla cattedrale si trova l’Évêché e la Torre Valtan, del XV secolo. Proseguendo lungo rue de l’Ort, che si trova di fronte al Évêché, si raggiunge il Convento e il parco dei Giacobini, risalente al XVI secolo. Prendendo rue Courtiou si perviene al Pont d’Auriac, dove si trova la piccola Cappella di Notre Dame con alcuni interessanti affreschi. Invece lungo rue d’Auriac si troverà il Mercato coperto risalente al XV secolo, e una casa costruita nel XVII secolo con diversi busti raffiguranti Venere, Giove, Mercurio, Poseidone e Bacco.

Torna su

Sarrant

SarrantA poco più di una cinquantina di chilometri da Tolosa si trova Sarrant una località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in circa quaranta minuti. È un piccolo villaggio nella campagna della Guascogna nel sud ovest della Francia. Storicamente il borgo di Sarrant si sviluppò come una bastia, le tipiche fortificazioni erette a pianta quadrata e circondate da un terrapieno e da un fossato. Ancora oggi il villaggio si dispone armoniosamente lungo l’originale disegno con le sue case disposte ad anello intorno ad una chiesa centrale. C’è un buon numero di interessanti case medievali e a graticcio da vedere nel centro del paese, che ha nel suo complesso mantenuto il suo carattere originale. La possente Torre quadrata edificata nel XIV secolo è ciò che resta delle fortificazioni che originariamente erano state erette a difesa intorno alla città. Oggi la torre è sede di un Museo che raccoglie interessanti antiche testimonianze della zona. Prospiciente alla torre si trova la Cappella di Notre Dame de la Pitié edificata nel XVII secolo. La Chiesa di Saint Vincent che si trova al centro di Sarrant risale al XIV secolo e venne modificata nel XVII e XIX secolo. Da visitare anche il giardino dove si trovano numerose piante secoli. Molto coinvolgente la Festa medievale che si svolge in Sarrant ai primi di agosto di ogni anno.

Torna su

La Pomarede

La PomaredeA poco più di una settantina di chilometri da Tolosa si trova La Pomarede una località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in circa cinquanta minuti. È un piccolo e caratteristico villaggio con meno di duecento abitanti. Oggi è una località tranquilla e pittoresca, ma fu teatro dei sanguinosi avvenimenti legati alla tragica crociata contro i catari. A ricordo del turbolento passato vi sono le alte mura fortificate costruite nei secoli XI e XII e circondate da un profondo fossato. All’interno delle mura si trovano vari interessanti edifici, molte delle torri originarie e un ristorante stellato Michelin. Fuori le mura vi sono gruppo di circa 20 antiche case e una piccola chiesa.

Torna su

Beaumont de Lomagne

Beaumont de LomagneA poco più di una settantina di chilometri da Tolosa si trova Beaumont de Lomagne una località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in circa cinquanta minuti. È una città bastide, fortificata, costruita in un interessante mix di mattoni e pietra risalente al XIII secolo. La sua piazza principale, Place Gambetta, è dominata dal mercato, struttura costruita nel XIV secolo. Vicino alla piazza centrale si trova la grande Chiesa gotica di Beaumont de Lomagne con il suo campanile ottagonale. All’interno della chiesa si trova un grande organo considerato monumento storico. Attorno alla piazza si trovano numerosi edifici particolarmente degni di nota come per esempio l’Hotel Toureilh del XVII secolo e il settecentesco Hotel du Rublo in Rue Fermet. A Beaumont de Lomagne nacque il famoso matematico Pierre Fermat.

Torna su

Puycelsi

PuycelsiA poco più di una settantina di chilometri da Tolosa si trova Puycelsi una località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in circa cinquanta minuti. La località viene indicata come uno borghi più belli. Il villaggio di Puycelsi si trova in cima ad una collina, ed è un caratteristico borgo medioevale con un centro storico con numerosi edifici ricchi di charme risalenti al XIV e XV secolo. Tra le cose da vedere, di particolare interesse sono la Cappella dedicata a San Roch e il Chateau des Gouverneurs che risale al XV secolo. Da visitare anche la Chiesa di San Corneille del XIV secolo al cui interno sono conservati degli eleganti soffitti affrescati. Nonostante le crociate di Simon de Montfort e la Guerra dei Cento Anni. Si possono ancora vedere oltre ottocento metri di mura che circondano il villaggio con alcune torri e porte fortificate. La zona è anche nota per la sua coltivazione di frutta. Ci sono oltre 750 alberi da frutto e oltre un centinaio di varietà di uve.

Torna su

Gaillac

GaillacA poco più di una cinquantina di chilometri da Tolosa si trova Gaillac una località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in circa trenta minuti. Il monumento più importante di Gaillac è l’Abbazia di Saint-Michael, con le sue origini risalenti al X secolo. Tra il XIII e XVI secolo fu ampliata e alla fine del XX secolo venne ristruttura. Tra gli altri edifici degni di nota vi è il Municipio del XIX secolo realizzato in stile neo classico, l’Hotel de Pierre de Brens edificato nel XV secolo. Da visitare anche la Chiesa di San Pietro eretta nel XIII secolo con un portale in legno riccamente intagliato e la torre esagonale. La località dispone anche di un interessante Museo delle Belle Arti e di un appassionate Museo di Storia Naturale.

Torna su

Castelnau de Montmiral

Castelnau de MontmiralA poco più di una settantina di chilometri da Tolosa si trova Castelnau de Montmiral una località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in circa cinquanta minuti. Il villaggio è situato lungo la cresta di una collina sopra la valle del fiume Vère nella campagna del dipartimento di Tarn. Il borgo fu fondato come città bastide nel 1222 da Raimondo VII di Tolosa ed è ora classificato tra i più bei villaggi di Francia. Il centro di Castelnau de Montmiral è imperniato sulla piazza centrale della città, Place des Arcades, che è in gran parte circondata da case medievali con le arcate originali. Altro monumento storico è la Chiesa di Notre Dame di Santa Maria Assunta, che al suo interno conserva una preziosa pala d’altare del XV secolo. Porte des Garrics rappresenta invece un bell’esempio di architettura militare risalente al XIII secolo.

Torna su

Castelnaudary

CastelnaudaryA poco più di una sessantina di chilometri da Tolosa si trova Castelnaudary una località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in circa quaranta minuti. È una città piacevole da visitare, che storicamente si dice essere stato il luogo di nascita dei Catari, il movimento religioso popolare nel sud della Francia nel XII secolo fino a quando non fu brutalmente soppresso dalla crociata degli Albigesi. È anche la patria del cassoulet, il tipico piatto locale a base di cosce d’anatra e di fagioli bianchi. Scenograficamente la parte più interessante di Castelnaudary si snoda lungo il Grand Bassin, il vecchio porto canale. Invece la città vecchia è incentrata attorno a Place de Verdun, storicamente il mercato di Castelnaudary, ed ancora oggi una piazza ombreggiata circondata da numerosi negozi e vari caffè. Le strade circostanti alla piazza conservano numerosi eleganti edifici del XVIII e del XIX secolo. In questa parte della città si trova la Chiesa Collegiale di Saint Michel, una notevole chiesa del XIII secolo, originariamente costruita in stile romanico, genere di architettura popolare in quel momento, anche se le numerose successive modifiche che si sono susseguite fino al XIX secolo hanno portato la superba struttura ad assumere in gran parte lo stile gotico. Un altro interessante monumento religioso è la Cappella di Notre Dame de la Pitié, che conserva alcune eccezionali sculture in legno raffiguranti la vita di Cristo, mentre l’edificio conosciuto come il Présidial era nel XVI il centro dei tribunali a Castelnaudary. Ora ospita un piccolo e interessante Museo di storia locale. Facendo una breve e piacevole passeggiata lungo la collina, si avrà modo di ammirare il dolcissimo paesaggio circostante e si arriverà al Moulin de Cugarel, un mulino a vento risalente al XVII secolo. Nei pressi della struttura si trova una utile e pratica tavola d’orientamento che spiega quello che si sta guardando. Un tempo la zona aveva numerosi mulini a vento. Oggi il dipartimento è un importante centro per l'energia eolica. Lungo il Canal du Midi è possibile effettuare una romantica escursione dalla durata di circa due ore.

Torna su

Bordeaux

BordeauxA poco più di duecento di chilometri da Tolosa si trova Bordeaux una località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in circa centoventi minuti. È tra le più importanti città francesi ed è sita nella estremità sud " ovest del Paese sulla riva sinistra della Garonna. Deve la sua notorietà soprattutto agli ottimi vini esportati ovunque, ma anche alla intensa attività del suo porto commerciale, alle molteplici università, ed all’industria particolarmente quella aeronautica. Inoltre non va dimenticato che Bordeaux ha dato i natali a numerosi uomini illustri tra i quali il poeta latino Ausonio, vissuto nel IV secolo, San Paolino da Nola, lo scrittore Francois Mauriac, vincitore del Premio Nobel per letteratura nel 1952. Nel centro storico, dal severo aspetto sei " settecentesco, intorno al quale si estendono i quartieri moderni, è concentrato su piazze e strade ampie, la maggior parte dei suoi monumenti. L’Esplanade des Quinconces, con i suoi 126.000 metri quadrati, fu creata nel XIX secolo, ed è una delle piazze più ampie in Europa. Qui vi sorgono i monumenti ai Girondini e le enormi statue di Montaigne e di Montesquieu. Sulla animata Place de la Comedie sorge invece il Grand Theatre, del XVIII secolo, opera di Vicotor Louis che ne fece uno dei teatri più belli di Francia. Aperta sulla Garonna e delimitata dai Palazzi della Dogana e della Borsa, si estende la piazza più bella della città, Place de la Bourse, realizzata da Jacques e Jacques Ange Gabriel nel XVIII secolo con al centro la ottocentesca Fontana delle Tre Grazie. L’Englise San Seurin eretta nel XII secolo in stile romanico " gotico fu modificata durante l’ottocento. Presenta un interessante interno con bei rilievi in alabastro eseguiti nel quattrocento. Al suo interno si trova anche la cripta del XII secolo, racchiudente sarcofagi del VII secolo. All’esterno, su di un lato della chiesa, si trovano i resti di un cimitero paleocristiano. La Cathedrale di San Andrè rivela diverse epoche di costruzione. L’abside trecentesca è un capolavoro del gotico, la porta Royale, del XIII secolo, che si apre sul fianco nord dell’unica navata, e anch’essa annoverata fra le più belle opere gotiche. Fra gli altri importanti monumenti religiosi da visitare ci sono la Chiesa di San Michele, la Chiesa di San Croix e la gotica Porte de la Grosse Cloche, che si eleva sul corso Victor Hugo e che prende il nome della grande campana del 1775. Da visitare anche il Museo des Beaux Arts, dedicato alla pittura, il Museo d’Aquitaine, con interessanti reperti storici e il Museo des Arts Decoratifs, che conserva oreficeria, stampe, arazzi ed altri oggetti d’arte. Per approfondire vedere la nostra guida di Bordeaux.

Torna su

Colomiers

A poco più di una decina di chilometri da Tolosa si trova Colomiers una località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in circa cinque minuti. Nel 1971 fu la prima città della Francia a offrire il servizio dei mezzi di trasporto pubblico in forma gratuita, cosa che avviene ancora oggi. La località è anche nota per la presenza della scuola internazionale che è gestita da Airbus e che prepara per il baccalaureato.  Di particolare interesse Le château des Tourelles del XIX secolo, la torre campanaria della Chiesa di Sainte-Radegonde del 1783.

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

 

Torna su

Ostelli Tolosa     Ostelli Francia    Hotel Tolosa

Carte de Toulouse   Karte von Toulouse   Mapa Toulouse     Map of Toulouse

Carte de France  Karte von Frankreich      Mapa Francia     Map of France

Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal