Dintorni di Parigi

Adv.

Dintorni di Parigi

 

 

Dopo aver visto le attrazioni più importanti di Parigi , e se avete ancora un po' di tempo durante il vostro soggiorno francese, perché non dedicarsi a scoprire le bellezze che si trovano nei suoi dintorni? Sono diverse e varie le destinazioni interessanti e divertenti che potrebbero sicuramente fare al caso vostro, tra cui castelli, parchi naturali e fortificazioni medievali,. Luoghi e monumenti che sono tutti raggiungibili in poco tempo in auto o in treno.

 

Versailles

VersaillesA poco meno di venti chilometri da Parigi si trova Versailles località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in quindici minuti. La Reggia di Versailles è uno dei più grandi musei storici di tutto il mondo ed un esempio di raffinata architettura francese, ingegneria e arte, circondata dal più famoso giardino del mondo. Nel 1624, Luigi XIII, re di Francia, iniziò la costruzione di un casino di caccia nel piccolo villaggio di Versailles. Nel 1682 Luigi XIV vi si trasferì con tutta la corte. Quando il Re Sole nel 1678 decise che avrebbe fatto trasferire a Versailles la sede del suo governo, affidò a Jules Hardouin-Mansart la super visione dei lavori. Oggi si sviluppa su 63.154 metri quadrati con 2300 aree visitabili. La reggia è aperta dal Martedì alla Domenica, e gli orari di visita sono da Maggio a Settembre 9:00 alle 16:30 e da Ottobre-Aprile 09:00 alle 17:30. Il parco e i giardini sono aperti tutti i giorni, tranne in caso di maltempo, dalle 07:00 in estate, dalle 08:00 in inverno, fino al tramonto. Vedi l'articolo di approfondimenti dedicato a Versailles

Giverny

GivernyA circa una settantina di chilometri da Parigi si trova Giverny località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in circa sessanta minuti. Questo ridente villaggio francese posto nell’Alta Normandia è noto in quanto dal 1883 sino alla sua morte nel 1926 vi visse Claude Monet. Il celeberrimo pittore impressionista vi aveva fatto costruire appositamente nella località tranquilla di Giverny la sua casa, adesso gestita dalla Fondazione Claude. Appassionato di giardinaggio, nonché per colore, Monet stesso ha progettato il suo giardino fiorito e il giardino acquatico, il ponte, come vere e proprie opere mozzafiato, che furono anche l’ispirazione per alcuni dei dipinti più amati di Monet, come ad esempio la serie delle ninfee. Mentre si cammina esplorando i tranquilli giardini o si percorrono le stanze dai colori vivaci e decorate della casa godendo nell’ammirare la collezione dell’artista di stampe giapponesi, si avrà la percezione nitida e particolarmente intima del luogo, dell’atmosfera che ha così tanto ispirato il lavoro del maestro dell’impressionismo. La casa e giardino di Claude Monet sono aperti tutti i giorni dal 1 aprile al 1 novembre compreso, dalle 9:30 alle 18:00.

Torna su

Saint Denis

Saint DenisA circa una decina di chilometri da Parigi si trova Saint Denis località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in circa dieci minuti. La Basilica Cattedrale di Saint Denis rappresenta uno dei luoghi più sorprendenti al mondo di architettura gotica e di storia reale francese. Fu costruita tra il 1140 e il 1144 e ospita le spoglie di Saint Denis, patrono di Francia che venne martirizzato nel 250 d.C. Il sito è luogo di pellegrinaggio dal V secolo d.C. Precedentemente era un cimitero gallo-romano. Intorno al sepolcro di Saint Denis venne eretta nel 475 una piccola chiesa. Attorno al VII secolo il re merovingio Dagoberto fece costruire una chiesa più grande. Le ossa di Saint Denis furono poi trasportate nella cripta della basilica, dove oggi può essere visitata la tomba. Nella Basilica di San Denis nel 754 vi fu incoronato re Pipino il Breve, padre di Carlo Magno. Successivamente è stato sepolto al suo interno, insieme con la maggior parte dei re e delle regine di Francia dal VI secolo fino alla morte di Luigi XVIII nel 1824. La basilica, che divenne una cattedrale nel 1966. Nella necropoli si trovano 42 re, 32 regine, 63 principi e principesse, inoltre vi sono anche una decina di figure storiche. La cattedrale e la necropoli sono aperte tutto l’anno. Dal primo aprile al 30 settembre: 10:00-06:15, domenica 12 alle 18:15; dal 1 ottobre al 31 marzo: dalle 10 alle 5 del pomeriggio. La domenica 12 alle 17:15

Torna su

Melun

MelunA circa una cinquantina di chilometri da Parigi si trova Melun località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in circa sessanta minuti. Nei pressi di questa amena cittadina a sud-est della capitale francese si trova lo stupendo Chateau Vaux le Vicomte, circondato da lussureggianti giardini e fontane, sede di innumerevoli feste reali. Fu anche un luogo di ispirazione per vari drammaturghi, tra cui Molière e La Fontaine, Vaux le Vicomte. Il castello fu fatto costruire alla metà del 1600 per il ministro delle finanze di Luigi XIV, Nicolas Fouquet. Il paesaggista André Le Notre, l’architetto Louis Le Vau, e il pittore-decoratore Charles Le Brun, svilupparono nel costruire questa residenza, quello che sarebbe diventato noto come stile Luigi XIV. La storia tramanda che Nicolas Fouquet fu accusato di essersi appropriato, per la realizzazione dell’edificio, di fondi pubblici. Venne spogliato della sua ricchezza e fu mandato in esilio. La visita allo Chateau Vaux le Vicomte consente di ammirare gli appartamenti ufficiali, le stanze private, la sala da pranzo, le cucine e le cantine. E’ anche possibile salire sulla cupola, da dove poter godere di una splendida vista sui giardini. Il museo espone carrozze ed equipaggiamenti del XVIII e XIX secolo.

Torna su

Fontainebleau

FontainebleauA circa una sessantina di chilometri da Parigi si trova il Palazzo di Fontainebleau e il suo Parco, località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in circa sessanta minuti. Immerso in secoli di storia reale, il palazzo e la foresta circostante di Fontainebleau hanno ospitato monarchi francesi a partire dal XIII secolo. L’enorme bosco e la suntuosa residenza sono considerati dall’Unesco patrimonio dell’umanità a partire dal 1981. Lo Château de Fontainebleau, un ex casino di caccia, è un vero e proprio mix di stili ed è stata una delle residenze reali dai tempi di Francesco I fino a Napoleone III. Nel 1528, Francesco I commissionò all’architetto Gilles Le Breton di trasformare la struttura esistente nel più bel palazzo manierista italiano in Francia. Questo particolare stile è ancora visibile ad esempio nella sala da ballo. Enrico IV fece realizzare la corte, Luigi XIII fece costruire l’imponente scala d’ingresso, e Luigi XIV e Luigi XV fecero aggiungere delle rifiniture classiche. Abitato ininterrottamente per oltre sette secoli, ha oltre 1.500 stanze ed è anche uno dei più grandi castello di Francia. Sono numerose le parti del castello che è possibili visitare. I punti salienti sono: gli appartamenti reali che sono nello stile di Napoleone III, con l’eccezione della casa di Napoleone I e delle camere da letto di Maria Antonietta, i piccoli appartamenti di Luigi XV, e gli appartamenti papali nei quali Papa Pio VII vi soggiornò nel 1800. Il castello è colmo di decorazioni, mobili e arazzi della storia della Francia. Ci sono quattro cortili a Fonatainebleau. Il cortile principale è la Cour d’Honneur dove si trova l’ingresso principale del castello. La Cour de la Fontaine si affaccia sul Gran Parterre. C’è anche la Cour Ovale, che è il cortile centrale del castello attorno alla quale si erge il resto della fortezza. Il quarto cortile è la Cour Enrico IV, che era il centro amministrativo della residenza. Da visitare anche i numerosi giardini che circondano il castello e ovviamente la foresta, che era la riserva di caccia reale. Immerso nella foresta di Fontainebleau, si trova anche Barbizon. Questa località così affascinante circondata da un meraviglioso paesaggio divenne la residenza di famosi pittori impressionisti del XIX come ad esempio, Jean-François Millet, Jean-Baptiste Camille Corot e Théodore Rousseau. Percorrendo le strade di Barbizon è come camminare in un quadro impressionista.

Torna su

Provins

ProvinsA circa una ottantina di chilometri da Parigi si trova Provins, località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in poco più di sessanta minuti. La città medievale fortificata di Provins a partire dal 1981 è considerata patrimonio dell’umanità dall’Unesco. La sua costruzione iniziò dall’XI secolo. Questo gioiello ha ispirato innumerevoli ritratti letterari di autori tra cui Victor Hugo e Balzac. La torre principale che sorge sopra la città è la Torre di Cesare. Costruita nel XII secolo dai conti di Champagne, la torre è un esempio eccezionale di storia dell’architettura medievale. Il granaio, in uso dal 1200, veniva anche utilizzato come un mercato nel XIII secolo. Il Museo di Provins, ospitato in uno degli edifici più antichi della città, ha una collezione molto interessante di reperti medievali provenienti da Provins e dalla campagna circostante. Si sviluppa su tre livelli. Di particolare pregio è la Chiesa collegiata di Saint-Quiriace, risalente al XII secolo e la Abbazia francescana che si trova appena fuori le mura della città. Il sottosuolo della città è formato da una serie di passaggi sotterranei in uso dal 1800. Da effettuare assolutamente la passeggiata intorno alle mura del XIII secolo che circondano gran parte della città.

Torna su

Auvers-sur-Oise

Auvers Sur OiseA circa una trentina di chilometri da Parigi si trova Provins, località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in poco più i venti minuti. L’affascinante ritiro rurale di Auvers-sur-Oise, che si trova nel Parco Nazionale del Vexin, fu il luogo nel quale Van Gogh trascorse i suoi ultimi giorni, dipingendo freneticamente. Molte delle sue famose opere vennero realizzate in questa località. Intorno al villaggio sono visualizzate sui pannelli illustrati le opere che vennero realizzate, consentendo quindi di confrontare le loro posizioni di oggi. La minuscola mansarda dove Vincent Van Gogh visse i suoi ultimi tre mesi di vita si trova in rue du Général-de-Gaulle al numero 52. Oggi è divenuto un museo che infonde un senso evocativo del soggiorno dell’artista. Questa magica località è stata anche la residenza di Paul Cézanne, Charles Daubigny e Camille Pissarro. Da visitare anche il Museo di Assenzio, bevanda molto in voga nel XIX, che si trova in rue Calle numero 44, e lo Château d’Auvers risalente al XVII secolo.

Torna su

Vincennes

VincennesA circa sette chilometri da Parigi si trova Vincennes, località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in poco più di dieci minuti. La città è nota per le sue porcellane, attività risalente al 1740. Il Chateau de Vincennes era originariamente nel XII secolo un casino di caccia. Nel corso dei secoli fu progressivamente ampliato e fortificato. Nella storia della Francia questo castello ha una parte importante. E’ da qui che il re Luigi IX partì la sua ultima crociata dalla quale non fece mai. Il castello ha anche visto numerosi matrimoni e varie nascite reali. Il castello è circondato da un muro, costruito alla fine del 1300, che è alto circa quaranta metri e che corre per oltre milleduecento metri, ed è circondato da un profondo fossato. Il Torrione, la torre principale del castello, è alto 50 metri ed è il più alto mastio rimanente in Europa. Di particolare interesse anche la visita alla cappella.

Torna su

Senlis

SenlisA circa una cinquantina di chilometri da Parigi si trova Senlis, località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in circa 40 minuti. Ci sono alcune città in Francia che sono semplicemente fantastiche da visitare. Una di queste è proprio Senlis. I residenti di questa amena località sono orgogliosi di aver iniziato a costruire la loro chiesa dieci anni prima che i parigini pensassero di edificare Notre-Dame. La città ha conservato molto del suo fascino medievale. Percorrendo le sue tortuose stradine sembra di stare a visitare un museo a cielo aperto. Tutte queste sensazioni rendono Senlis una delle più romantiche località francesi. Le principali attrazioni a Senlis sono la Cattedrale, il Castello Reale, l’Hotel de Ville, e l’Abbazia di Saint Vincent. La Cattedrale di Notre Dame de l'Assomption de Senlis è una delle caratteristiche dominanti della città. E’ stata costruita alla fine del 1100 e gran parte della cattedrale, nonostante un incendio del 1500, è ancora quella originale. Il Palazzo Reale prima di divenire nel XII secolo il Palais Royal di Luigi VI, fu la residenza di vari signori del luogo. Nel medioevo la città fu fortificata da mura circolari. Una delle caratteristiche uniche di Senlis è l’arena romana, scoperta nel 1865. Da visitare anche i suoi quattro musei.

Torna su

Chartres

ChartresA circa una novantina di chilometri da Parigi si trova Chartres, località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in poco più i sessanta minuti. Chartres è sede di una delle chiese più antiche e più importanti di Francia: la Cattedrale di Nostra Signora di Chartres. La cattedrale è considerata come la più belle cattedrali di Francia ed è notevole perché evidenzia tutti gli elementi tipici dell’architettura gotica. Osservando le sue due guglie si nota che sono diverse. Una, infatti, venne realizzata nel XII secolo, mentre l’altra è risalente al XVI secolo. Durante la guerra tutte le vetrate vennero rimosse, e grazie a ciò oggi si possono ammirare queste stupefacenti opere d’arte risalenti al XIII secolo. Al centro della cattedrale è una intarsiato nel pavimento della cattedrale il labirinto della preghiera.

Torna su

Inoltre

Alle porte di Parigi, a soli quattordici chilometri si trova Parc de Saint-Could, uno dei più bei giardini d’Europa. Consente di avere una splendida vista su Parigi. Il castello reale, che era stato dato in dono a Maria Antonietta dal marito, fu anche la residenza preferita di Napoleone Bonaparte. Venne distrutto durante la guerra franco – prussiana. La posizione del castello è adesso delineata nel parco con alcuni alberi. Esiste anche un piccolo museo dedicato all’ex castello. Ancora oggi si possono ammirare cascate e laghetti, e il famoso roseto disegnato da Maria Antonietta. Altra possibile gita da poter fare da Parigi riguarda la Normandia. Raggiungibile in un paio d’ore questa bellissima regione francese consente di poter visitare località di importanza e rilevanza mondiale come ad esempio Mont St. Michel, Honfleur, Dinan, Rouen, Bayeux, dove è possibile ammirare il celebre Arazzo che racconta la storia della invasione della Gran Bretagna da parte di Guglielmo il Conquistatore nel 1066. Inoltre sono da visitare tutte le spiaggia del più famoso sbarco della seconda guerra mondiale. Le spiaggia che furono le testimoni del D-day. In meno di due ore è raggiungibile anche la celebre Le Mans, dove si corre la nota gara automobilistica 24h. Per gli amanti del divertimento a poco più di quaranta minuti si trova Disneyland Paris, una delle destinazioni più popolari in Europa, che attira milioni di visitatori ogni anno.

 


Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.


 

Torna su

 

Ostelli Parigi   Ostelli Francia  Hotel a Parigi


Carte de Paris     Karte von Paris Mapa Paris    Map of Paris

Carte de France  Karte von Frankreich      Mapa Francia     Map of France

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal