Cosa vedere a Dubrovnik

Luoghi di interesse e 20 cose da fare e vedere a Dubrovnik in 1, 2 o 3 giorni

Informagiovani Italia

🌎 Viaggiare in Europa

🛵   Viaggiare in Italia

Articoli  Informagiovani

💁 Visite guidate in Italiano

🏠 Ostelli a Dubrovnik 

🏠 Ostelli in Croazia

 Dubrovnik

🏠 Hotel a Dubrovnik 

🏠 Hotel in Croazia 

  Mappa di Dubrovnik

 Mappa della Croazia

 Hostales Dubrovnik

 Jugendherberge Dubrovnik

 Auberges de Jeunesse Dubrovnik

 Hostels Dubrovnik

 Hostels Croatia

 Hostales en Croacia

  Jugendherberge Kroatien

  Auberges de Jeunesse Croatie

 

Cosa vedere a Dubrovnik - 20 luoghi interessanti da non perdere 

 

Nel sud della Croazia, sul mare Adriatico e ai piedi del monte Srd, la penisola di Dubrovnik (l'antica Ragusa) ospita l'antica città protetta da giganteschi bastioni in pietra del XVI secolo, patrimonio mondiale Unesco. Immaginate le case coperte di tegole rosa (offerte dalla città di Tolosa dopo la guerra), stretti e antichi vicoli, palazzi e conventi, il tutto circondato da magnifici bastioni, poco prima del mare...

Un vero gioiello, non per nulla è definita la "Perla dell'Adriatico",  ricca di monumenti storici conservati, dalla barocca Chiesa di San Biagio al rinascimentale Palazzo  Sponza, al Palazzo del Rettore, in stile gotico, che ospita il Museo di Storia.

Scoprirete una delle più belle città d'Europa. Prendetevi il tempo per esplorarla, camminare sui suoi bastioni (soprattutto al tramonto), sulla placa... Dubrovnik con le sue melodie miste di latino e slavo vi conquisterà. Ecco di seguito alcune delle sue attrazioni più importanti.

Mura di Dubrovnik e Bastioni (Gradske Zidina)

Dubrovnik - Mura della cittàDalle foto cartolina della città, si nota la prima caratteristica di Dubrovnik, le storiche mura, costruite in più riprese, ampliate e rafforzate nei secoli. Con un panorama unico e mozzafiato, la cinta muraria rappresenta uno dei maggiori percorsi turistici della città, da un punto di vista storico e culturale: spesso infatti vengono ospitati qui spettacoli di ogni genere, in particolare nel periodo del pittoresco Festival Estivo. Circondano tutto il centro storico, incluso il porto e sono lunghe quasi due chilometri...Continua a leggere sulle Mura di Dubrovnik.

Torna su

Stradun

Porta PileSe venite dal vecchio porto di Dubrovnik, non perdetevi la torre dell'orologio, che segna trionfalmente l'arrivo dello Stradun (alto 35 m) costruito nel 1444. Questa sarebbe nient'altro che l'arteria principale della città medievale di Dubrovnik, nota anche come Placa,  un'ampia strada che si estende maestosamente su quasi 300 m di lunghezza, dalla Porta del Pile alla Porta di Ploce...Contunua a leggere sullo Stradun a Dubrovnik.

Torna su

Porta Pile

Porta PileLa Porta Pile, costruita nel 1537, è una delle due porte d'ingresso principali per il centro storico, la più bella e per questo sempre parecchio affollata. Se arrivate in città in autobus, la fermata vi lascerà probabilmente proprio davanti a questa porta. Questo ingresso è il punto di partenza naturale per qualsiasi visita a Dubrovnik...Continua a leggere sulla Porta Pila a Dubrovnik.

Torna su

Grande Fontana d'Onofrio

Grande Fontana d'OnofrioPassando attraverso la Porta Pile, all'estremità orientale di Stradun, si arriva  al centro della piccola piazza dove si trova la Grande Fontana di Onofrio (Velika Onofrijeva ?esma), un perfetto poligono a 16 lati, posto all'ingresso del centro storico, il luogo ideale per rinfrescarsi in estate...Continua a leggere sulla Grande Fontana d'Onofrio.

Torna su

Monastero di San Francesco (Franjevacki Samostan)

Monastero di San Francesco - Dubrovnik (Franjevacki Samostan)Accanto alla Chiesa di San Salvatore sullo Stradun, subito dopo la Porta Pile, il monastero dei Francescani, fu costruito a partire dal 1337 in uno stile architettonico che si rifà sia al romanico che al gotico. La sua costruzione rappresenta in effetti l'architettura di transizione dal romanico al gotico (la chiesa antica venne tuttavia distrutta dal devastante terremoto del 1667). Il chiostro, costruito tra il 1327 e il 1348 da Mihoje Brajkov, è distrubuito in quattro gallerie porticate...Continua a leggere sul Monastero di San Francesco a Dubrovnik.

Torna su

Monastero Domenicano (Dominikanski Samostan)

Monastero Domenicano (Dominikanski Samostan)Sull'altro lato del vecchio porto, vicino alla porta Ploce, la chiesa del Monastero Domenicano fu costruita tra il 1301 e il 1315 in stile gotico con tre grandi archi e un'abside pentagonale. La chiesa subì enormi danni durante il terremoto del 1667 e fu poi ricostruita. Si sono conservate parti romaniche, come la navata principale e le due cappelle laterali, ma è la commistione di stile gotico e rinascimentale meridionale a dominare. Così, il magnifico chiostro quattrocentesco, ispirato al maestro fiorentino Maso di Bartolomeo. I capitelli sono decorati con motivi vegetali, in particolare l'arancio, che è l'albero emblematico della città.

Il chiostro, dal quale si vede il campanile di 10 metri, è decorato con un giardino di aranci e palme. Nel mezzo c'è un pozzo. La biblioteca (chiusa al pubblico), fondata nel XII secolo, ha brillato in tutta Europa dal XV al XVII secolo. Nel 1859 fu trasferita in una stanza al primo piano dell'ala sud del convento. Vi sono conservate molte opere, come ad esempio il libretto di San Tommaso d'Aquino, scritto e decorato nel XIV secolo, un centinaio di manoscritti medievali e 240 incunaboli provenienti da tutta Europa.

Museo di arte sacra

Nell'ala est del monastero, un museo di arte sacra espone una bella collezione di opere antiche, dipinti, sculture, argenteria e molti manoscritti. Sono inclusi il polittico del Battesimo di Cristo Dobri?ević di Lovro e il trittico di Nikola Božidarević raffigurante San Biagio con un modello della città prima del terremoto del 1667.


Informazioni e orari
Il monastero in sé non può essere visitato, solo la chiesa, il chiostro e un piccolo museo. Aperto dalle 9.00 alle 18.00 in stagione (17.00 fuori stagione). Ingresso: 30 kn.

Indirizzo

Sv. Dominika 4
Dubrovnik
Croazia

Torna su

 

Ulica Prijeko e Ulica od Puca

Ulica Prijeko e Ulica od PucaLa Ulica Prijeko e la Ulica od Puca (via delle Cisterne, parallela allo Stradum) opposte l'una all'altra, sono due tra le più belle  strade di Dubrovnik. La prima è famosa per i suoi locali e ristoranti (un po' turistici, ma dove si mangia bene e ottimi per una pausa), la seconda per i negozi, soprattutto le gioiellerie che, secondo la tradizione, sono gestite da famiglie di origine albanese.

Torna su

Museo delle Icone (Muzej Ikona)

Museo delle Icone (Muzej Ikona)Il Museo delle Icone (Muzej Ikona) è un'interessante luogo di cultura di Dubrovnik che espone preziose icone di artisti bizantini, veneziani e russi di epoche diverse. Si trova vicina alla chiesa ortodossa serba della città. Tra le maggiori opere esposte una icona di calendario russa XVIII secolo), un trittico serbo di origine dalmata (XVIII secolo).

Orari e informazioni

Aperto da maggio ad ottobre tutti i giorni eccetto domenica, di 9:00 a 13:00; da novembre ad aprile, tutti i giorni eccetto il fine settimana, di 9:00 a 13:00. Costo di ingresso: 15 kunas.

Indirizzo

Ulica Od Pu?a 8.

Torna su

Piazza della Loggia

Piazza della LoggiaQuesta è forse la piazza che più rappresenta la città, la distinguiamo per ospitare al centro la colonna di Orlando, eseguita nel 1418 da un artista di Milano, Antonio Ragusino. La vita politica ed economica della città erano qui ambedue rappresentante, la piazza è infatti circondata da importanti edifici urbani, ancora oggi da ammirare come riferimento storico di Dubrovnik. Nello sfondo, immancabili, la Torre dell'Orologio e la Loggia delle Campane e, un po' più in là, il palazzo quattrocentesco della Gran Guardia e la fontana piccola di Onofrio nella nicchia della facciata.

Torna su

Palazzo Sponza

Palazzo SponzaIl cinquecentesco Palazzo Sponza venne edificato nel 1516 e si presenta ancora oggi con una moltitudine di decorazioni. In estate, diventa meta di appassionati pronti ad assistere ai concerti del Festival d'Estate. L'attuale edificio è una ricostruzione di quello antecedente il terremoto del 1667, un misto di architettura gotica e rinascimentale nello splendido portico tardo gotico nelle finestre. Originariamente il palazzo veniva usato come centro dogana e tasse per le merci provenienti dal vicino Oriente, una iscrizione rimanda il visitatore agli antichi tempi dei mercanti "...fallere nostra vetant er falli pondera, meque fondero dum merces, ponderat ipse deus" (non modificare o falsificare le misure; mentre peso, Dio pesa con me). Successivamente, il palazzo venne usato come Zecca, tesoro di Stato e banca.

Situato sulla piazza centrale della città alla fine dello Stradun, il Palazzo Sponza dalla fine del XIX secolo, ha perso le sue funzioni amministrative. Oggi ospita mostre temporanee, numerosi concerti e spettacoli teatrali, in particolare durante il prestigioso appuntamento estivo del Festival Libertas a Dubrovnik. All'ingresso, una mostra permanente di foto e documenti conserva la memoria di Dubrovnik durante l'ultima guerra, quella degli eroi che morirono per difendere la città vecchia sotto le bombe. Il museo conserva anche gli archivi della città, che lo storico dell'arte Fernand Braudel ha consultato per scrivere la sua grande opera Il Mediterraneo del 1984.

Dal punto di vista architettonico, il palazzo è tipico del gotico rinascimentale. Si può ammirare l'eleganza dei portici e delle finestre, l'ampio atrio, paragonabile ad un doppio chiostro che si sovrappone su due piani. Nell'atrio del palazzo si legge in latino: "I nostri pesi non ci permettono di ingannare o di essere ingannati. Quando peso la merce, Dio stesso mi pesa! " Questa iscrizione non solo testimonia la ricchezza della Repubblica di Ragusa, ma rivela anche ciò che essa trasmetteva come percezione del mondo da un punto di vista etico e filosofico. Da vedere anche la torre dell'orologio, il suo meccanismo d'epoca e le statue originali in bronzo, quelle che decorano la torre sono solo copie.

Informazioni e orari
Memoriale di Dubrovnik, mostra permanente aperta dal lunedì al venerdì, dalle 10.00 alle 19.00 e il sabato dalle 8.00 alle 13.00 in stagione. Ingresso gratuito al monumento commemorativo.

Indirizzo

Stradun 2
Dubrovnik

Torna su

Palazzo del Rettore

Dubrovnik - Palazzo del RettoreSituato nella Piazza Pred Dovrom, questo palazzo si ammira in particolare per il suo stile tardo-gotico. Quando Dubrovnik portava il nome di Ragusa, era governata da un Rettore, il quale dimorava nel più bel palazzo che l'allora ricca Repubblica poteva permettersi. Come il Rettore ha lasciato in eredità tutta la sua fortuna alla città-stato, questo palazzo è l'unico edificio storico mai tollerato dalla Repubblica di Dubrovnik, dedicato alla gloria di un privato cittadino.

Nella sua forma più antica, il Palazzo del Rettore sembrava più simile ad una fortezza che ad un palazzo vero e proprio, e per secoli ha rappresentato il centro politico e amministrativo della Repubblica, nonché palazzo di rappresentanza ufficiale.

Le prime due versioni del palazzo sono state distrutte nel 1435 e 1463 da varie esplosioni, l'attuale palazzo è opera di Onofrio di Giordana della Cava, ma anche di Michelozzo Michelozzi, uno dei più grandi interpreti dell'architettura rinascimentale (insieme a nsieme a Masolino da Panicale e Lorenzo Ghiberti) e Juraj Dalmatinac, i principali architetti di Dubrovnik. Michelozzo, proveniva da Firenze e aveva all'attivo numerose opere tra cui, la Facciata del Palazzo Comunale di Montepulciano (ultimata nel 1440) e, a Firenze  la ristrutturazione del Convento di San Marco, (1436-1443) Piazza San Marco, Palazzo Medici Riccardi, (1444-1464), la sistemazione della Chiesa della Santissima Annunziata (1444);  Villa di Cafaggiolo (1451) a Barberino di Mugello; Villa Medici a Fiesole, 1458 e Villa del Trebbio (1427-1433) a Scarperia.

Michelozzo venne chiamato dalle autorità della Repubblica di Ragusa per sovraintendere ai lavori di rafforzamento delle mura cittadini insieme a Giorgio Orsini, ma, come detto, si dedicò anche alla ricostruzione del Palazzo dei Rettori, semi distrutto da un incendio nel 1435  (provocata dallo scoppio della polvere da sparo contenuta nei magazzini) e venne ricostruito inizialmente da Onofrio della Cava (di Napoli) Il  progetto di restauro e di ampliamento del palazzo del Michelozzo non ebbe tuttavia successo. Le decorazioni del palazzo vennero affidate allo scultore Pietro di Martino di Milano che lavorò anche al Duomo del capoluogo lombardo.

Nel 1432 la presenza di Pietro di Martino è documentata per la prima volta a Ragusa. Il suo nome tuttavia non appare fino al 18 novembre 1439, quando insieme all’ingegnere Onofrio di Giordano della Cava diresse i lavori al Palazzo dei Rettori.

Alla fine nel Palazzo dei Rettori, completato nel 1739, si intrecciò elegantemente un sorprendente mix di stile gotico e rinascimentale, ognuno dei quali riflette le diverse storie del palazzo e dei suoi vari proprietari.

Imperdibile la scalinata barocca con balaustra che conduce alla Sala del Gran Consiglio e la statua di Miho Pracat, uomo di umili origini il cui status fu innalzato a onorario cittadino della Repubblica Ragusea. Il palazzo è spesso usato per concerti estivi. All'interno, ha sede il Museo di Dubrovnik, grande collezione storica della città, con arredamento d'epoca e straordinarie opere d'arte.

Sulla facciata ovest, le colonne gotiche e i capitelli quattrocenteschi, due dei quali originali di Onofrio della Cava, fanno da cornice all'ingresso principale: uno simboleggia la giustizia e una coppia di leoni, l'altro il rettore che restituisce la giustizia ai ragusani. All'interno, l'atrio è uno dei capolavori di Onofrio. Gli archi rinascimentali su tre dei quattro lati conferiscono maestosità all'insieme, mentre sul quarto lato una scala conduce ad una superba balaustra barocca. Sotto gli archi della scala si trova una fontana gotica. Nello stesso atrio è visibile il busto di Miho Pracat (Michaeli Prazzato), disegnato dal Maestro Pietro Giacometti da Recanati nel 1638, in onore del ricco cittadino e patrono.

Al primo piano del palazzo si trovano gli appartamenti del rettore e gli uffici. Quest'uomo scelto, che doveva appartenere ad una famiglia nobile della città, era eletto solo per un mese. Durante questo periodo, rimase rinchiuso nel palazzo evitando ogni distrazione.

Il palazzo ospita anche una mostra del fotografo Božidar Gjukić dove potrete scoprire un'altra pagina della storia della città, quando Dubrovnik fu assediata tra il 1991 e il 1992. Foto in bianco e nero, senza commenti, che mostrano solo l'immagine di Dubrovnik sotto i bombardamenti.

Il Museo di storia della città (Povijesni muzej) è ora proprietario della maggior parte di questi appartamenti. Una galleria espone dipinti del XV e XVI secolo, oltre a numerosi costumi e mobili d'epoca, medaglie medievali, francobolli, stemmi, armi medievali e un'importante collezione numismatica. Bellissimo atrio.

Orari e info

Aperto tutti i giorni dalle 9.00 alle 18.00 in stagione (dal 22 marzo al 2 novembre), e dalle 9.00 alle 16.00 in inverno (dal 3 novembre al 21 marzo). Ingresso: 120 kn (25 kn, tariffa ridotta per bambini e studenti). Biglietto combinato valido per 7 giorni nei musei gestiti dai Musei di Dubrovnik.

Indirizzo

Pred dvorom 3
Dubrovnik

Torna su


Sinagoga di Dubrovnik

Sinagoga di DubrovnikCostruita nel 1352, in un quartiere che un tempo costituiva il ghetto ebraico, è una delle sinagoghe più antiche d'Europa. Una comunità ebraica sefardita in fuga dalle persecuzioni e dalle espulsioni nella penisola iberica si stabilì a Dubrovnik nel XV secolo, approfittando della relativa clemenza della Repubblica di Ragusa, che nel 1546 aveva emanato un decreto che ne autorizzava la presenza. I suoi membri divennero eminenti medici, commercianti e rappresentanti delle autorità. L'illustre sinagoga e il piccolo museo annesso contengono diversi pezzi notevoli (Torah del XIII secolo, Menorah.....) e documenti storici che ripercorrono la storia degli ebrei di Dubrovnik. Oggi la comunità ebraica di Dubrovnik conta 55 membri.


Informazioni e orari
Apertura dalle 9.00 alle 20.00 tutti i giorni dal 1 maggio al 1 novembre e dalle 10.00 alle 13.00 tutti i giorni tranne il sabato e la domenica il resto dell'anno. Ingresso: 40 kn.

Indirizzo

Žudioska 5
Dubrovnik

Torna su

Cattedrale di Velika Gospa

Cattedrale di Velika GospaLa Cattedrale di Dubrovnik (nome completo Cattedrale dell'Assunzione della Vergine-Velika Gospa) è una struttura le cui radici risalgono al VII secolo. La chiesa è datata 1192 e venne quasi completamente distrutta dal terremoto del XVII secolo. Si trova nel centro della Piazza Poljana Marina Držića, a sud del Palazzo del Rettore. La Cattedrale di Dubrovnik (conosciuta come Cattedrale dell'Assunzione) ha subito molti cambiamenti prima di assumere l'attuale forma barocca. Originariamente, c'era una prima cattedrale romanica, finanziata dal re d'Inghilterra Riccardo Cuor di Leone nel XII secolo, troppo grato per essere scampato a un naufragio sull'isola di Lokrum. Distrutta dal terremoto del 1667, la cattedrale fu ricostruita nel 1671 dagli architetti italiani Buffaloni, Andreotti e Napoli, e completata nel 1713.

Sotto la Cattedrale, scavi archeologici hanno messo in luce le fondamenta e le mura di due chiese più antiche. La prima era una basilica paleocristiana costruita intorno al VII e VIII secolo. L'interno ospita un importante tesoro: 138 reliquiari in oro e argento, alcuni dei quali sono fissati con gioielli o decorati da rilievi, la maggior parte dei quali sono stati fatti da orafi di Dubrovnik tra il XI e il XVII secolo. Sono anche presenti le reliquie di San Biagio, santo patrono di Dubrovnik, e un presunto frammento della Santa Croce. Tra le opere d'arte presenti ricordiamo l'Assunzione della Vergine di Tiziano (1552) e il reliquiario in oro, argento e filigrana di San Biagio.


Informazioni e orari
Orario estivo (15 aprile - 1 novembre): da lunedì a sabato dalle 9.00 alle 17.00 (dalle 11.00 alle 17.00 la domenica e nei giorni festivi). Orario invernale: dal lunedì al sabato dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 17.00 (dalle 11.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 17.00 la domenica e nei giorni festivi). Ingresso del tesoro: 20 kn.

Indirizzo

Poljana Marina Držića
Dubrovnik

Torna su

Museo del Mare (Pomorsky Muzei)

Museo del Mare (Pomorsky Muzei)Situato al primo e secondo piano del Forte di San Giovanni (St. Ivan), il Museo del mare espone oggetti che testimoniano l'intensa attività marittima di Dubrovnik dall'antichità e dal Medioevo fino all'altezza della città nel XVI secolo. Le carte nautiche e gli strumenti di navigazione testimoniano lo sviluppo della Repubblica di Ragusa e della sua industria cantieristica. Alcuni dipinti raffiguranti battaglie navali e modelli completano questa mostra, che aiuta a capire l'importanza del luogo ragusano nel Mediterraneo. Uno dei migliori musei della città da visitare. Particolarmente informativo.

Informazioni e orari su
Aperto dalle 9.00 alle 18.00 tutti i giorni tranne il lunedì in stagione (dal 22 marzo al 2 novembre), e dalle 9.00 alle 16.00 in inverno (dal 3 novembre al 21 marzo). Ingresso: 120 kn (25 kn, tariffa ridotta per bambini e studenti). Biglietto combinato valido per 7 giorni nei musei gestiti dai Musei di Dubrovnik: il Palazzo del Rettore, Fort Revelin (collezione archeologica), il Museo Etnografico, la Casa Marin Držić e il Museo di Storia Naturale.

Indirizzo

Tvrđava Sv. Ivana
Forte Sv. Ivan (San Giovanni)
Dubrovnik

Torna su

Fortezza di Revelin

Fortezza di RevelinLa Torre di Revelin, che si trova molto vicino alla Porta Ploce, fu costruita nella seconda metà del XV secolo per difendere la città dagli assalitori turchi che dal 1463 vivevano nella vicina Bosnia. Nel XVI secolo, il Senato approvò i disegni dell'architetto Antonio Ferramolino (un ingegnere militare di Bergamo) per ampliare la struttura, che questa volta avrebbe dovuto affrontare la minaccia veneziana. Risparmiato dal terremoto del 1667, il Revelin divenne brevemente il centro amministrativo della Repubblica dopo il terremoto. Oggi la torre ospita una mostra archeologica al piano terra e la sua terrazza e l'interno è stato occupato da una discoteca. A volte viene utilizzato anche per il Festival estivo di Dubrovnik, che si svolge nel mese di agosto.

Torna su

Fortezza di San Giovanni (Tvrda Sv. Ivana)

Fortezza di San Giovanni (Tvrda Sv. Ivana)La Fortezza di San Giovanni è parte dell'antica cinta muraria di Dubrovnik ed è anche uno dei bastioni meglio tenuti. Si trova a sud delle mura, dalla parte opporta rispetto alla Fortezza di Revellin. Si posiziona direttamente a ridosso sul mare. Ovviamente destinata a proteggere il porto, la cui importanza strategica per lo sviluppo economico della città è ben nota, fu costruita in quattro fasi tra il 1346 e il 1557. Tra il forte e la diga costruita nel XV secolo, fu attaccata una pesante catena che di notte chiudeva completamente l'ingresso al porto.

Al suo interno oggi nel forte si possono visitare tre musei: l'Acquario, il Museo Etnografico e il Museo del Mare.  Nell'acquario cittadino è possibile trovare molte specie ittiche tipiche dell'Adriatico e del Mediterraneo mentre il Museo Marittimo ospita numerosi reperti e testimonianze significative della marineria cittadina che un tempo era una delle principali del mediterraneo.

Indirizzo

Kneza Damjana Jude
Dubrovnik

Torna su

Forte di San Lorenzo (Fort Lovrijenac)

Forte di San Lorenzo (Fort Lovrijenac)Il punto più alto della città vecchia, la Fortezza di San Lorenzo (Fort Lovrijenac), fuori dalle mura, fu costruito (secondo la leggenda) in soli tre mesi nell'XI secolo. Con una vista magnifica dai suoi 37 metri, i fan di del mitica serie televisiva Il Trono di Spade (Games of Thrones) riconosceranno senza dubbio alcune location girate proprio qui.

Il forte è famoso per la sua importanza nel resistere alla dominazione veneziana, controllando i due ingressi alla città, dal mare e da terra. All'inizio dell'XI secolo i veneziani tentarono di costruire un forte nello stesso punto in cui si trova attualmente il forte. Se ci fossero riusciti, avrebbero tenuto Dubrovnik sotto il loro potere, ma fallirono nel loro intento. Le "Cronache di Ragusa" rivelano come la fortezza fu costruita in soli tre mesi e da allora in poi costantemente ricostruita e rinforzata. Quando arrivarono le navi veneziane, piene di materiali per la costruzione del forte, fu loro detto di tornare a Venezia.

Il Forte San Lorenzo ha una forma triangolare con tre terrazze. Lo spessore delle mura verso l'esterno raggiunge i 12 metri, mentre la sezione delle mura verso l'interno, la città vera e propria, ha uno spessore di soli 60 centimetri. Due ponti levatoi conducono al forte e sopra la porta c'è l'iscrizione Non Bene Pro Toto Libertas Venditur Auro (La libertà non si vende per tutti i tesori del mondo).

Anche un'altra serie televisiva Knightfall, ha visto il forte come scenario. La serie basata su una storia romanzata sui Cavalieri Templari ha rappresentato qui scene dell'assedio di San Giovanni d'Acri (1291).

Qui vanno in scena, è proprio il caso di dirlo, anche gli spettacoli del Dubrovnik Summer Festival, uno dei più famosi festival culturali croati. All'ingresso del forte una targa porta impresso c'è il famoso motto ragusano: "Non Bene Pro Toto Libertas Venditur Auro" (La libertà non può essere venduta nemmeno per tutto l'oro del mondo).

Informazioni e orari
Aperto dalle 8.00 alle 19.00 dal 1 giugno al 31 luglio, dalle 9.00 alle 15.00 dal 16 settembre al 31 ottobre. Orari di lavoro fuori stagione ridotti. Chiuso in inverno. Ingresso: 30 kn, gratuito con il biglietto per i bastioni.

Indirizzo

Don Frana Bulića
Dubrovnik

Torna su

Chiesa Gesuita di Sant'Ignazio

Fortezza di RevelinSul lato sud della piazza del mercato, una monumentale scalinata, risalente al 1738, conduce all'imponente chiesa barocca di Santa Ignazio. Progettato dall'architetto italiano Andrea Pozzo, si ispira alla pianta della famosa Chiesa del Gesù a Roma (1584). I suoi affreschi interni, composti in trompe-l'oeil e molto rappresentativi dello stile pittorico gesuita, tutti in leggerezza aerea, sono opera del siciliano Gaetano Garcia. Vicino alla chiesa, fate una deviazione verso Piazza Poljana Bokovica, dove si trova ancora il Collegium Ragusianum, un prestigioso stabilimento, dove illustri abitanti della città hanno ricevuto un'educazione privata.

Orari

Aperta dalle 8.00 alle 20.00.

Indirizzo

Poljana Rudera Boškovića
Dubrovnik

Torna su

 

Galleria War Photo Limited

Galleria War Photo LimitedQuesta galleria espositiva a due piani, interamente dedicata al fotogiornalismo e alla fotografia di guerra, è assolutamente da non perdere (anche se le persone troppo sensibili dovrebbero astenersi). Una buona museografia mette in evidenza il lavoro di questi reporter d'immagine internazionali che hanno trattato i conflitti mondiali negli ultimi quindici anni. La Striscia di Gaza, gli scontri in Iraq, la "rotta balcanica" e la crisi dei rifugiati sono stati al centro delle ultime mostre temporanee, che sono state allestite al primo piano e rinnovate due o tre volte all'anno.

Al secondo piano, l'esposizione permanente sull'ultima guerra nei paesi dell'ex Jugoslavia (1991-1999) è sono da vedere per comprendere meglio la storia recente della città. Sono presenti famose fotografie di Ron Haviv, Alexandra Boulat, Emmanuel Ortiz e Paul Lowe. Lo scopo della mostra, così come presentata dagli organizzatori, è quello di mostrare l'assurdità della guerra, senza seguire alcuna agenda politica.

All'ingresso è possibile acquistare stampe fotografiche e libri monografici. Inaugurato nel 2003 dal fotografo neozelandese Wade Goddard, War photo Limited si trova nel cuore della città, in uno dei vicoli che partono dallo Stradun. Aperto da aprile a ottobre, con orari più lunghi in estate, questo luogo mette in evidenza sia il lavoro artistico della fotografia che la copertura giornalistica dei conflitti. Un momento di profondità e calma lontano dalla folla estiva.


Informazioni e orari
Aperto da maggio a ottobre, da mercoledì a lunedì dalle 10.00 alle 16.00. Da maggio a settembre, tutti i giorni dalle 10.00 alle 22.00. Chiuso da novembre ad aprile. Ingresso: 50 kn, tariffa ridotta: 40 kn.

Indirizzo

Antuninska 6
Dubrovnik

Torna su



Galeria Dul?ić Masle Pulitika

Durnate una visita a Dubrovnik c'è la tendenza a trascurare questa galleria d'arte moderna e contemporanea, creata nel 1998. Ma avendo tempo, vale la pena venire qui e vedere diverse opere di un trio di pittori locali, Ivo Dul?ić, Antun Masle, ?uro Pulitika, e di altri artisti visivi croati. Occasionalmente, le mostre temporanee sono tratte dalla ricca collezione della galleria. Inoltre, la vista dai piani superiori, il tessuto di vicoli intorno alla cattedrale, è un ulteriore stimolo per una tappa in questa galleria.

Informazioni e orari
Aperto da martedì a domenica dalle 9.00 alle 20.00. 120 kn / 25 kn (tariffa ridotta) biglietto combinato con altri musei della città, gratuito con la Dubrovnik card.

Indirizzo
Put Frana Supila 23
Dubrovnik

Torna su



Funivia Monte Srđ  (Ži?ara)

Costruita nel 1969, questa funivia permette di raggiungere un'altezza di 405 m, partendo dal centro storico (Ploce) e raggiungendo il monte Srđ in 3 minuti. Gravemente danneggiata nell'ottobre 1991, durante l'assedio di Dubrovnik - la montagna è stata un punto strategico di attacco per l'esercito Jugoslavo - la funicolare è stata rimessa in funzione solo vent'anni dopo, con grande piacere degli abitanti di Dubrovnik, per i quali era ed è un vero e proprio simbolo. I visitatori godono il panorama spettacolare, la vista a 360 gradi della città murata, il mare Adriatico, la riviera ad ovest, la costa della Dalmazia meridionale, i paesaggi aridi intorno alla montagna. Ristorante-bar all'arrivo.

Informazioni e orari

Aperta  tutto l'anno. Dalle 9.00 a mezzanotte in giugno, luglio, agosto, dalle 9.00 alle 20.00 in aprile e maggio (fino alle 21.00), dalle 9.00 alle 17.00 in febbraio-marzo, dalle 9.00 alle 16.00 in gennaio. Biglietto: 85 kn solo andata, 150 kn andata e ritorno. 50% di sconto per i bambini dai 4 ai 12 anni (gratuito per i bambini sotto i 4 anni).

Indirizzo

Petra Kresimira IV bb
Dubrovnik

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

 

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazione interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ci offri una pizza :) ), così ci aiuterai ad andare avanti per quanto possiamo e a scrivere e offrire la prossima guida gratuitamente.:  Paypal

 

Torna su

Ostelli Dubrovnik    Ostelli Croazia    Hotel Dubrovnik   Hotel Croazia

Carte de Dubrovnik   Karte von Dubrovnik   Mapa Dubrovnik    Map of Dubronik

Carte de la Croatie     Karte von Kroatien   Mapa Croacia  Map of Croatia

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal