Europei di calcio 2012 in Polonia e Ucraina

Europei di calcio 2012 in Polonia e Ucraina

 

Sono otto le città selezionate per gli Europei di calcio UEFA 2012, posizionate tra due nazioni: Polonia e Ucraina. Nella prima troviamo Varsavia, Danzica, Wrocław (in italiano meglio conosciuta come Breslavia) e Poznań. Nella seconda sono state scelte le città di Kiev, Leopoli, Donec'k e Charkiv.

 

Cracovia, seconda città maggiore della Polonia e una delle località culturalmente più importanti d'Europa, non ospita nessuna partita di calcio ma è sede di ritiro ed allenamenti della squadra italiana.

 

Gruppi e nazioni partecipanti:

Gruppo A (Polonia, Grecia, Russia, Repubblica Ceca)

Gruppo B (Olanda, Danimarca, Germania, Portogallo)

Gruppo C (Spagna, Italia, Irlanda, Croazia)

Gruppo D (Ucraina, Svezia, Francia, Inghilterra)

Le città ospitanti prescelte sono tutte inserite in un contesto storico-culturale di grande importanza. La loro partecipazione è stata ufficializzata nel 2009, nella riunione del Comitato Esecutivo UEFA di Bucarest.

Varsavia, capitale della Polonia, è una città ricca di storia e cultura. La si ammira in particolare per il suo antico centro storico (Stare Miasto) con la piazza del Mercato, il Castello Reale, la Via Reggia, la Cattedrale di San Giovanni e la Chiesa di Santa Croce. Difficile non apprezzare il coraggio dei suoi cittadini, espresso lungo il corso della storia: durante la Seconda guerra mondiale venne distrutta quasi per intero. Oggi, il suo centro storico è inserito nella lista UNESCO come Patrimonio dell'Umanità. Ad ospitare le partite degli Europei 2012 è lo Stadio Nazionale di Varsavia 'Stadion Narodowy' situato nella via al. Zieleniecka 1. Inaugurato nel gennaio del 2012 e con una capienza di circa 58.000 spettatori. Lo stadio ospita 3 partite del Gruppo A, inclusa la gara inaugurale, una gara dei quarti di finale, una gara di semifinale.

Danzicaè un'altra città storica della Polonia, conosciuta come la storica Via dell'Ambra e in particolare nota per aver dato i natali al Movimento di Solidarność, il movimento sindacale che ha visto in Lech Walesa uno dei suoi simboli e leader più importanti, premiato con il Nobel per la pace e successivamente diventato primo Presidente di una nazione libera dall'opprimente comunismo sovietico. Danzica oggi viene apprezzata per quel suo spirito giovanile, per la ricca vita culturale e per il mare che bagna le sue belle spiagge nordiche. Possiamo riassumere la filosofia di questa città in una frase storica di uno dei suoi figli più illustri, Arthur Schopenhauer: "La vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro. Leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare". Gli Hotel a Danzica, così come anche i B&B e gli Ostelli di Danzica, sono numerosi e di ottima qualità per strutture e servizio. Lo stadio di Danzica è l'Arena PGE Gdańsk, con una capacità di 43.600 spettatori e dalle forme architettoniche spettacolari. Lo troviamo all'indirizzo ul. Pokoleń Lechii Gdańsk 1, e ospita le partite Gruppo C più una gara di quarti di finale.

Breslavia (Wroclaw)è la quarta maggiore città della Polonia ed è spesso definita la Praga della Polonia, grazie alle sue ricche architetture e la sua storia, legata alle sorti della Boemia. Breslavia è anche un noto centro universitario, ricco di attrazioni culturali e di una intensa vita notturna. Bar, ristoranti, teatri e locali per il divertimento fanno della città una località ideale per il soggiorno turistico. Il centro storico si posiziona su 12 piccole isole naturali collegate da oltre 100 ponti. Al suo interno sono rappresentati i maggiori stili architettonici degli ultimi secoli: gotico, Barocco, liberty. Tra le attrazioni turistiche di Breslavia si consiglia di non perdere l'Isola di Ostrów Tumski, la Cattedrale di San Giovanni Battista, la Chiesa della Maddalena, il Quartiere di Rynek, l'edificio di Dom Handlowy Braci Barasch (Fratelli Barasch), il grande quadro di Panorama di Racławice, e la Sala del Centenario Hala Ludowa (entrata a far parte nel 2006 del Patrimonio UNESCO). Gli Europei di Calcio a Breslavia vengono giocati nello Stadio Municipale di Breslavia (Stadion Miejski we Wrocławiu) situato nella aleja Śląska 1, 54-128. La sua capacità è di 42.800 spettatori ed ospita tre gare del Gruppo A.

Poznań è una delle città più antiche della Polonia ed conosciuta anche per essere la quinta città più grande della nazione. Si trova posizionata nella parte centro-occidentale del paese ed è stata candidata a Capitale Europea della Cultura per il 2016. La città è bagnata dal fiume Warta e si conferma importante punto di transito tra la capitale Varsavia e Berlino, soprattutto da quando sono state ampliate le infrastrutture stradali e ferroviarie a seguito della candidatura della nazione agli Europei di calcio. Tra le diverse attrazioni da visitare troviamo la Cattedrale dei SS Pietro e Paolo (la più antica della Polonia), la piazza del mercato nel centro storico, il Castello imperiale, il Municipio di Poznań, la Collegiata Fara. Lo Stadio Municipale di Poznań ha una capacità di 43.300 spettatori ed è situato nella ul. Bułgarska 17, 60-320. Ospita le gare del Gruppo C (Italia compresa).

Kiev è la capitale dell'Ucraina ed è una città che sorprende per fascino e cultura. L'architettura è incantevole, grazie alle numerose chiese e agli angoli pittoreschi. Adagiata sulle sponde del fiume Nipro, la città si è sviluppata nei secoli grazie agli scambi e al commercio fluviale, diventando capitale della Russia storica con il nome di Rus' di Kiev. Durante la visita in città non si devono mancare di visitare monumenti quali la Cattedrale di Santa Sofia di Kiev, iscritta nella lista UNESCO, il Monastero delle Grotte di Kiev, del 1051, e la pittoresca via conosciuta come la 'discesa di Andrea', Andriyivsky uzviz. La città ospita le gare di calcio del gruppo D, una partita dei quarti di finale e la gara della finale, in quello che viene definito come uno degli stadi più grandi del mondo, il secondo più grande delle nazioni dell'est Europa. Lo stadio Olimpico di Kiev (Olimpiys'ky) ha una capacità di 60.000 spettatori ed è situato nel quartiere di Pechersk Raion.

Leopoli è un'altra importante città dell'Ucraina e maggiore centro culturale della nazione. La città è bellissima, nota per il suo centro storico e per la sua importanza durante il cosiddetto 'irredentismo' ucraino, che ha portato all'indipendenza del paese dalla Russia. In città si apprezzano in particolare il centro storico (parte del Patrimonio dell'Umanità Unesco), l'atmosfera di tipica città universitaria, la piazza principale, l'ampia Ploshcha Rynok, circondata da molti palazzi eleganti. Durante gli Europei di calcio 2012 Leopoli ospita le partite delle squadre del Gruppo B (tre gare) nello stadio Areana Lviv, che ha una capacità di 35.000.

Donetsk (o anche Donec'k) è una grande città dell'Ucraina, di oltre un milione di abitanti. Si posiziona nell'est del paese. La sua storia inizia curiosamente da un emigrato gallese, John Hughes: venne infatti fondata nel 1869 a seguito dell'apertura delle miniere di carbone e degli stabilimenti d'acciaio nella vicina zona di Olexandivka. La città è conosciuta in particolare per i suoi dintorni, le steppe ucraine e la regione dei laghi, compreso il Mar d'Azov, anticamente conosciuto come Lago Meotiano. La città ospita gli Europei di calcio 2012 nello stadio di Donbass, che ha una capacità di circa 50.000 spettatori. Le gare giocate sono quelle del gruppo D, una partita di quarti di finale e la gare di semifinale.

Charkiv (anche conosciuta come Karkiv) era un tempo conosciuta con il nome latino di Zacharpolis, venne fondata nel Seicento ed oggi è nota per essere la seconda città più grande dell'Ucraina. La città si apprezza in particolare per alcune belle attrazioni turistiche  come la piazza della Libertà, la Cattedrale Dormition, la Cattedrale dell'Annunciazione, e il grande complesso di edifici di Derzhprom. La città ospita le gare del Gruppo B allo stadio Metalist, che ha una capacità di 35.000 spettatori.

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

 

Torna su

 

 

Ostelli Cracovia   Ostelli Polonia  Hotel Cracovia   Hotel Polonia

Carte de Cracovie     Karte von Krakau Mapa Cracovia      Map of Krakow

Carte de la Pologne      Karte von Polen Mapa de Polonia  Map of Poland