Piazza della Signoria

Ann.
Piazza della Signoria a Firenze

 

Piazza della Signoria, cuore politico di Firenze dal Medioevo ad oggi, è una singolare creazione urbanistica che comincia a prendere forma a partire dal 1268, quando il partito dei Guelfi riprende il controllo sulla città e decide di radere al suolo le case dei rivali Ghibellini. In primo luogo si abbattono le torri dei Foraboschi e degli Uberti, nonostante il capofamiglia (il celebre Farinata cantato da Dante nella sua "Commedia") avesse difeso Firenze dalla distruzione dopo la sconfitta nella battaglia di Montaperti (4 settembre 1260) contro la coalizione ghibellina capeggiata da Siena.

Alla fine le case abbattute saranno ben 36 e da questa "cancellazione" dei nemici (su quegli spazi non si dovrà mai più costruire) la piazza deriva la sua particolare conformazione a forma di "L" e la posizione non allineata degli edifici che la delimitano. Bellissima la Loggia dei Lanzi, davanti al Palazzo Vecchio, con il suo celebre gruppo di sculture, una vera galleria d'arte all'aperto: particolarmente toccanti sono il Perseo, capolavoro di Cellini, e il Ratto delle Sabine di Giambologna.

 

A guardia del Palazzo Vecchio c'è una copia del David di Michelangelo. Il palazzo, conosciuto un tempo come Palazzo della Signoria (da cui prende il nome la piazza), è la sede tradizionale del governo fiorentino e la sua caratteristica torre è un altro dei simboli di Firenze. La costruzione, progettata da Arnolfo di Cambio, ebbe inizio nel 1299. Inizialmente era la sede dei Piori delle Arti e della Signoria. L'interno conserva ricche decorazioni di Vasari. Un corridoio sopraelevato, chiamato Corridoio Vasariano, collega il palazzo a Palazzo Pitti, passando attraverso gli Uffizi e attraversando l'Arno mediante il Ponte Vecchio. Questo corridoio, adesso visitabile, doveva essere un'antica via di fuga per i signori di Firenze, i Medici, in caso di problemi, ma veniva usato dalla nobile famiglia anche più semplicemente per raggiungere le loro residenze senza doversi mescolare tra la gente. Ora nel corridoio sono esposte importanti opere d'arte. 


A sud di Palazzo Vecchio, progettata e costruita da Vasari nella seconda metà del XVI secolo su richiesta di Cosimo I de' Medici, si trova la celeberrima Galleria degli Uffizi. La meravigliosa raccolta della galleria è disposta in modo da illustrare lo sviluppo della storia dell'arte fiorentina e italiana nel suo complesso. Perdetevi dentro a questo fantastico museo. Consigliabile comprare online i biglietti d'ingresso. Alcuni dei pezzi più famosi si trovano nelle stanze 7-25: comprendono La nascita di Venere di Botticelli, la Venere d'Urbino di Tiziano, il Tondo Doni di Michelangelo e i Ritratti dei duchi di Urbino di Raffaello.

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazioni interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ce ne offri due), così ci aiuterai a scrivere la prossima guida:  Paypal

 


 

Dove si trova?

 

Torna su

 

 

 

 

Ostelli Firenze  Ostelli Italia  Auberges de Jeunesse Italie   Hotel Firenze

Carte de Florance     Karte von Florenz    Mapa Florencia      Map of Florence

 Carte de la Toscane     Karte von Toskana     Mapa Toscana     Map of Tuscany

Carte d'Italie  Karte von Italien  Mapa Italia             Map of Italy

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal