GALLIPOLI

VISITARE GALLIPOLI: INFORMAZIONI  PICCOLA GUIDA

 

Gallipoli, si affaccia sullo Ionio, quasi con forza, come a voler confermare lo spirito di un mare che nei secoli la rese indipendente ai più. Cresciuta attorno a pescatori e marinai, alla loro determinazione e semplice sapienza, la città si propone a noi con un insolito fascino, quasi orientale, a tratti greco e africano, ma anche molto italiano. Lecce, a circa 39 km, è raggiungibile in poco tempo con la SS 108, mentre l'altra maggiore città più vicina, Taranto, dista circa 2 ore. La località di circa 21 mila abitanti, porta con orgoglio un nome dalle origini greche, Kallipolis (Καλλίπολις), che tradotto significa 'città bella'; e bella lo è davvero Gallipoli, che anticamente sorgeva su un isolotto, dal Seicento collegato alla terraferma e alla parte più moderna da un insolito ponte.

Molti conoscono la città anche con l'appellativo di 'perla dello Ionio', per essere ubicata in una posizione spettacolare della costa occidentale della Penisola Salentina. La si riconosce per la suggestiva Fortezza quadrilatera del Seicentoe le grandi torri angolari costruite sopra una precedente struttura bizantina. Sembra quasi di vedere una città come Luccacircondata dal mare! Gallipoli però è incredibilmente unica, a farla da padrone è il piccolo porto di pescatori, pittoresco come tutti i porti del Salento e qui pur diverso dai tanti. Il lungomare è molto panoramico: Riviera Nazario Sauro (che poi diventa Riviera Armando Diaz) è la lunga strada (anche pedonale) quasi a tuffo sul mare, incorniciata da piccoli edifici e chiese dei secoli passati. Uno sguardo a nord e si nota la costa neretina, mentre a sud il panorama è quello del promontorio del Pizzo e del piccolo isolotto di Sant'Andrea, caratterizzato dal grande faro.

La città propone una nuova area commerciale che si posiziona nella parte 'continentale' del territorio. Qui, corso Roma, la strada principale, offre negozi ideali per lo shoppinge numerosi bar e gelaterie. Dall'altra, la città vecchiaè il vero punto d'attrazione per chiunque si rechi in visita alla località: il centro storico è situato in un'isola calcarea, collegata alla terraferma da una sorta di ponte di dodici archi. La piccola isola possiede una lunga storiad'indipendenza e sono diverse le teorie della sua fondazione: la leggenda ci parla di Idomeneo di Creta, Plinio il Vecchio dei Galli Senoni, e la storia più certa di un piccolo insediamento messapico sviluppatosi poi in una colonia della Magna Grecia. Nel 265 diventò colonia romana(e poi municipium), dopo essersi schierata con Taranto contro la Roma antica (che risultò vittoriosa).

Distrutta dai vandali e dai goti, la città venne ricostruita dai bizantini con i qualitestimoniò un periodo fiorente, grazie anche alla sua posizione geografica. Successivamente, fu proprietà dei Papi romani, divenendo uno dei maggiori centri di contrasto agli ordini monastici della Grecia. La determinazione e la volontà la fecero soccombere per ultima ai dominatori normanni, mentre dal XIV secolo in poi riuscì a trovare una nuova identità sotto il feudo della contea di Taranto. Non molti secoli dopo Gallipoli era conosciuta in tutto il mediterraneo per il suo importante porto (costruito su ordine di Ferdinando Idelle due Sicilie), avamposto mercantile nella esportazione dell'olio d'oliva.La forte cinta muraria fu costruita durante il XVI secolo per fronteggiare gli attacchi nemici, e successivamente ampliata al termine del XIX secolo.

Frutti di mare freschi, spiagge  pittoresche, splendido panoramae romantici ristoranti, è questo lo spettacolo che ci appare davanti in una calda giornata di giugno. Siamo arrivati in treno, l'isola è solo ad una passeggiata di otto minuti dalla stazione, e mentre la si raggiungeva si incominciano ad intravedere i segni di un fronte-mare a lavoro: improvvisati ambulanti vendere ricci crudi lungo la strada, pescatori districare le pesanti reti stese fuori al sole, piccole barche da pesca colorate di blu e rosso, presenti un po' dappertutto. Un luogo incantevole, grazie anche alla sua tradizione architettonica che la rende ancora più appetibile al visitatore appassionato di storia dell'arte (rimandiamo il lettore alle apposite pagine sulle Attrazioni turistiche di Gallipoli.

Febbraio e luglio sono i mesi di maggiore concentrazione turistica in città. L'inverno qui è sempre mite, con temperature medie di circa 15-16 gradi, e ci regala molti eventi e manifestazioni: il Natale e Capodanno gallipolino, il Carnevaleche inizia a gennaio con la Festa di Sant'Antonio Abate, la Pasqua e i riti della Settimana Santa(da non perdere è in particolare la Processione dei Misteri). A luglio, quando oramai il caldo è più che alle porte, si festeggiano invece le varie Madonna del Canneto, Madonna del Carmine, Santa Cristina (23-26 luglio) e la sua classica processione, via mare e via terra, accompagnata dalla ben nota Cuccagna a mare.

Vi lasciamo scoprire al meglio Gallipoli, nel frattempo noi si continua a gustare la gastronomia localecon i piatti tipicidi uno dei tanti ristoranti del lungomare: di fronte a noi c'è lo 'scabéggio', pesce fritto e marinato in un umido di mollica, zafferano e aceto in appositi contenitori chiamati 'calette'. A pochi metri, lo sguardo si apre verso il grande mare....

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

 

Dove si trova?

 

Torna su

 

Ostelli Gallipoli    Ostelli Italia   Auberges de Jeunesse Italie   Hotel Gallipoli

Carte Gallipoli        Karte von Gallipoli Mapa Gallipoli     Map of Gallipoli

Carte Pouilles      Karte von Apulien  Mapa Apulia     Map of Apulia

Carte d'Italie   Karte von Italien        Mapa Italia        Map of Italy