Hitler e Wittgenstein a Linz

Advertisement

Hitler e Wittgenstein a Linz 

 

Anni fa uscì una teoria, secondo la quale Ludwig Wittgenstein, il celebre filosofo viennese approdato all'Università di Cambridge, fosse stato l'elemento scatenante dell'antisemitismo di Hitler. Una tesi che fece discutere molto in un libro di Kimberley Cornish, dal titolo The Jew of Linz (L'ebreo di Linz). Secondo la Cornish Hitler e Wittgenstein ebbero contatti più che casuali: nel 1904, quando entrambi avevano 14 anni, nelle aule scolastiche della Realschule a Linz. Non erano nella stessa classe, il futuro filosofo era un anno avanti e il dittatore un anno indietro; ma c'è una foto che li coglie a un metro l'uno dall'altro.  

Advertisement

Hitler e WittgensteinIl libro sostiene, un po' artificialmente, che Hitler provasse un odio di classe verso il futuro filosofo figlio di uno degli uomini più ricchi d'Europa. Sebbene cresciuto come cattolico, Wittgenstein aveva per tre quarti ascendenze ebraiche. Altre illazioni riguardano il fatto che il giovane Hitler, pur tacendone il nome, additasse i primi fremiti del suo antisemitismo in uno studente di Linz. Uno "di cui non ci fidavamo": il seme, forse, del suo odio. Le umili origini di Hitler erano ben diverse da quelle di Wittgenstein, il cui padre Karl controllava con i Rothschild, altra famiglia di religione ebraica,  il 60 per cento delle produzioni di ferro e acciaio dell'impero austro-ungarico. Una famiglia potente quella di Wittgenstein, nella Vienna di Freud, Klimt, Brahms, Mahler, Schoenberg, Kokoschka, Schnitzler che erano di casa. Ludwig  fu mandato alla scuola di Linz, dove non legò mai con nessuno, ma dove fece di Hitler, forse, un nemico eterno (secondo il libro). Le presunte prove, sarebbero state numerose. Alla Realschule i due erano grandi fischiatori di temi musicali; ma Wittgenstein aveva il difetto di fare il precisino, di correggere tutti (probabilmente, anche Hitler). Hitler sosteneva che: "Sono stati gli ebrei a portare Brahms al vertice". E ancora, quando ci fu una spaccatura artistica fra i Secessionisti (corrente culturale viennese), Hitler si schierò con la fazione avversa a Klimt (suo fra l'altro un celebre ritratto della sorella di Ludwig). E c'è un lungo passo in cui si criticano presunte delazioni scolastiche: "Un ragazzo che fa la spia sui compagni è uno che tradisce (...) esattamente come se tradisse il proprio Paese". Guarda caso, era stato proprio il giovane Wittgenstein, alla Realschule, a predicare trasparenza fino al limite della delazione, come documenta un suo diario giovanile.

Nel Mein Kampf (La mia battaglia), dove Hitler espone il proprio pensiero politico e delinea il programma del partito nazista, non lesina attacchi agli ebrei che diventano cristiani, che manipolano la Borsa, che controllano l'economia: come i Wittgenstein. Certo è che, secondo il lavoro di ricerca della Cornish,  qualcosa, fra i due, accadde; forse, non ultimo, potrebbe esserci stato il peso della nascente omosessualità del futuro filosofo. Anziché ignorarsi, è la tesi del libro, Wittgenstein e Hitler si confrontarono per tutta la vita. E così il primo era convinto che "solo il Comintern potesse fare barriera al nazismo", sposò il comunismo dell'Unione Sovietica e fece proseliti a Cambridge andando a reclutare delle famosissime spie per il KGB, tra questi Kim Philby. Il libro sostiene anche che Wittgenstein sarebbe stato l'artefice della decrittazione del codice cifrato di comunicazione tedesca chiamato Enigma, fondamentale per la vittoria finale degli alleati. Le tesi della Cornish sono forse suggestive, ma fanno acqua da tutte le parti. In tutti questi decenni, dalla fine della Seconda Guerra Mondiale, in tanti hanno cercato di trovare il significato a quello che è stato uno dei periodi più bui dell'umanità. Quello che pochi sono riusciti ad accettare sono la semplice e mediocre "banalità" del male.

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

Torna su

 

Ostelli Linz    Ostelli Austria    Hotel Linz

Carte de la Autriche    Karte von Österreich   Mapa Austria    Map of Austria

Carte Linz    Karte von Linz    Mapa Linz   Map of Linz

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal