Musei a San Pietroburgo

Advertisement

Musei a San Pietroburgo

Museo dell'Ermitage
Museo Russo
Kunstkamera
Casa Museo Dostoevskij
Casa Museo Pushkin

Museo Memoriale dell'Assedio di Leningrado
Palazzo Menshikov
Museo Stieglitz di Arti Decorative e Applicate
Museo Rumyantsev

 

Tra la selezione infinita dei musei di San Pietroburgo, i visitatori potranno trovare un po' di tutto, non solo storia e arte russa, gioielli e tesori imperiali, locomotive a vapore, macchinari per fare il pane o grammofoni storici. L'Europa è stato il sogno della Russia per diversi secoli: la sua scienza, la cultura, la libertà, hanno da sempre fatto nascere invidie ed entusiasmi nella città di Pietro, che la innalzò a capitale servendosi del più grande sfarzo che le corti reali abbiano potuto conoscere. San Pietroburgo è nata come una corte aristocratica e tutto quello che è stato nella sua storia, breve ma ricchissima, è oggi sapientemente custodito nei suoi musei.

Advertisement

I russi amano descrivere la loro antica capitale del nord come "Gorod Muzei" ? la città museo - e non senza ragione. Lo stesso Pietro il Grande fondò il primo museo della città, il più antico di tutta la Russia, lo straordinario Kunstkammer. Nel tempo seguirono altri musei, arrivati ai giorni nostri ad essere oltre cento. Se un appassionato si dovesse fermare per almeno 30 secondi di fronte ad ogni pezzo in esibizione in ciascun dei musei di San Pietroburgo, il suo itinerario durerebbe circa sette anni.

Vediamo alcuni dei principali nelle pagine che seguono:
 

Torna su

Museo Russo

4/2 Inzhenernaya Ulitsa

Area: centro

Tel: +7 812 595 4248

Metro: Gostiny Dvor o Nevsky Prospekt

San Pietroburgo

Museo di Stato RussoSpesso trascurato a favore dell’Hermitage, il Museo Russo è un 'must' per chiunque sia interessato all’arte e alla cultura Russa. Molti lo ritengono l'unico rivale all'altezza della prestigiosa Galleria Tret'jakov di Mosca, che a sua volta ospita la più grande collezione al mondo d'arte russa. Il Museo di Stato Russo ha una storia illustre, iniziata quando il nazionalista zar Alessandro III divenne il primo sovrano russo ad istituire una significativa collezione d'arte di artisti russi. L'edificio, elegante e regale, è situato nell’antico Palazzo Mikhailovsky, progettato dall'architetto italiano Carlo Rossi e costruito tra il 1879 e il 1925 per il duca Mikhail Pavlovi? Romanov (fratello degli zar Alessandro I e Nicola I) quale compenso per la sua impossibile ascesa al trono. Il museo fu fondato nel 1895 durante il regno di Nicola II e aperto tre anni più tardi. La vista del palazzo è assolutamente spettacolare, in particolare il retro, se visto durante una passeggiata a tarda notte attraverso i bei Giardini Mikhailovsky, che si trovano appunto dietro il palazzo. Al suo interno sono ospitate 32.000 opere d'arte a rappresentare un periodo che va dal XII al XX secolo. Le collezioni più popolari sono quelle ospitate nell'area Benois, con opere d'arte del genere Avant-Garde e artisti come Malevich e Kandinsky. Da non mancare i dipinti raffiguranti scene di vita rurale di Alexei Venetsianov e Ivan Shishkin, spesso ingiustamente trascurati. Si notino anche i dipinti in stile Art Nouveau ed i bozzetti del balletto russo di Diaghilev.

Torna su

Kunstkamera

Universitetskaya Naberezhnaya 3

Entrata dalla Tamoshenny Pereulok

Tel: +7 812 328 1412

Metro: Gistuby Dvir oppure Nevsky Prospekt

San Pietroburgo

KunstkameraIl museo più antico di tutta la Russia, datato 1704, nasce con la stessa fondazione della città. Fu infatti voluto espressamente da Pietro il Grande, per arrestare la superstizione dilagante nella Russia del Settecento e per approfondire gli studi di anatomia sul corpo umano e animale. Principale attrazione del museo è la collezione di circa 300 feti deformati conservati nel formaldeide (si noti che non è consentito fare fotografie). La sezione non è adatta ai bambini molto piccoli e adulti particolarmente sensibili, che preferiranno probabilmente visitare la collezione di monete e manufatti provenienti dal resto del mondo.

Torna su

Casa Museo Dostoevskij

5/2 Kuznechny Pereulok

Tel: +7 812/571-4031

Metro: Dostoyevskaya

San Pietroburgo

KunstkameraLa città natale di Fëdor Dostoevskij è stata anche tema centrale del suo grande lavoro. Questa è una delle case in cui egli visse, quella dove passò gli ultimi giorni della sua vita, dopo aver terminato una delle sue opere più famose, i Fratelli Karamazov. Per gli appassionati dei personaggi di Delitto e Castigo o di Memorie dal sottosuolo, la casa museo può sembrare insolita rappresentatrice della classe media e quasi allegra, ma un esame più attento rivela tracce degli alti e bassi che hanno afflitto tutta la vita dello scrittore durante la sua carriera, dai debiti alla reclusione per attività rivoluzionaria.

Torna su

Casa Museo Pushkin

12, Naberezhnaya Reki Moyki, 191186

Tel: +7 (812) 311-3531

Metro: Nevsky Prospekt oppure Gostiny Dvor

San Pietroburgo

Casa Museo PushkinAleksandr Sergeevi? Puškin è stato uno dei più grandi poeti e drammaturghi della Russia. Morì in questa casa nei pressi del fiume Moyka nel 1837, dopo un duello con il Barone d’Anthes, che aveva pubblicamente importunato la bella moglie del poeta, Natalia. Si dice sia stato lo zar Nicola I ad aver in qualche modo portato i due al duello: secondo i pettegolezzi dell'epoca pare che egli in qualche modo non amasse le vedute radicali dell'artista e si mormorava anche una possibile sua relazione sentimentale con la stessa signora Pushkin. Il museo comprende una visita guidata in lingua russa (al momento le visite guidate in lingua inglese devono essere concordate in anticipo). L’appartamento è stato ricostruito identico, in tutto e per tutto, a come si presentava durante gli ultimi giorni di vita del poeta. In esposizione si trovano, oltre agli scritti originali di Pushkin, la maschera mortuaria, una ciocca dei suoi capelli e il panciotto che indossava quando morì.

Torna su

Museo Memoriale dell'Assedio di Leningrado

Solyanoy per 9

Tel: +7 812 230 6431

Metro: Sportivnaya

San Pietroburgo

Museo Memoriale dell'Assedio di LeningradoIl museo traccia la storia dell'evento più tragico mai accaduto in città, i 900 giorni del tentato assedio da parte delle truppe naziste durante la Seconda guerra mondiale e l'isolamento da parte dei cittadini. Le aree di cui si compone il museo sono due: il Museo Memoriale dell'Assedio di Leningrado (il nome con il quale era allora conosciuta San Pietroburgo), che si riempie particolarmente durante il Giorno della Vittoria (il 9 maggio), quando i russi celebrano la vittoria sul nazismo, e la Leningrado durante la Grande Guerra Patriottica, una mostra permanente. La sala delle foto e dei diari dei bambini è particolarmente commovente.  Il Museo dell'Assedio di Leningrado originariamente aprì i battenti dopo tre mesi dalla fine dell’assedio della città durante la seconda guerra mondiale che durò dal 8 settembre 1941 al 18 gennaio 1944 e vantava 37000 reperti, tra cui aerei e carri armati. Tre anni dopo l'apertura, durante le repressioni di Stalin, il museo venne chiuso e la maggior parte del suo materiale distrutto per riaprire solo nel 1989. Fra i reperti in esposizione figurano oggetti donati dai sopravvissuti all’assedio, manifesti propagandistici dell’epoca e un esemplare del minuscolo pezzetto di pane ripieno di segatura che doveva bastare agli abitanti di San Pietroburgo per sopravvivere.

Torna su

Palazzo Menshikov

Universitatskaya Embankment 15

Tel: +7 (812) 323 11 12

San Pietroburgo

Palazzo MenshikovGestito dal grande Ermitage, il Museo Menshikov espone collezioni sull'arte e la vita nel Settecento di San Pietroburgo. L'edificio che lo ospita è antico e fu costruito per il primo governatore di San Pietroburgo, e prima di lui per Pietro il Grande. Il palazzo Barocco è stato costruito nel 1721, e fu una delle prime costruzioni in pietra della città. Si notino in particolare lo scalone e le sale Noce, Navale e Cinese.

Torna su

Museo Stieglitz di Arti Decorative e Applicate

13-15, Solyanoy Pereulok

Tel: +7 (812) 273-3258

Metro: Chernyshevskaya

San Pietroburgo

Museo Stieglitz di Arti Decorative e ApplicateDalla parte opposta del lato est del Giardino d’Estate, troviamo la sorprendente collezione del barone Stieglitz, del 1878, il quale desiderava circondare gli studenti della Scuola di Progetto Tecnico con opere di forte ispirazione artistica. Tra il 1885 e il 1889 il palazzo fu completato dall’architetto Messmacher ed ogni stanza venne decorata in uno stile unico e particolare. Sfortunatamente molte di queste decorazioni si deteriorarono quando la scuola venne chiusa dopo la Rivoluzione ed i lavori di restauro continuano ancora oggi. Gli oggetti esposti sono meravigliosi, dai mobili medievali fatti a mano a una rara collezione di stufe piastrellate russe, ai lavori degli studenti della scuola. Da non perdere la Stanza Terem, decorata con lo stesso stile medievale del Cremlino di Mosca.

Torna su

Museo Rumyantsev

44, Angliyskaya Naberezhnaya

Tel: +7 (812) 311 7544

Metro: Vasileostrovskaya

San Pietroburgo

Museo RumyantsevInteressantissimo museo, il primo museo pubblico in Russia di proprietà privata. Fondato nel XIX secolo dal conte Nikolai Petrovich Rumyantsev, statista e diplomatico, contiene la vasta collezione di reperti storici e culturali raccolti nel corso dei suoi anni di servizio in diversi paesi europei. Alla sua morte, la collezione fu trasferita a Mosca e ha costituito la base della Biblioteca Nazionale Russa. Non si manchi la straziante mostra sul l'assedio di Leningrado, come pure un quella che delucida la storia del museo e della famiglia Ryumantsev. Il palazzo è anche utilizzato regolarmente per ospitare mostre di artisti contemporanei provenienti dalla Russia ed oltre.

 

Torna su

Ostelli San Pietroburgo    Ostelli Russia  Hotel a San Pietroburgo

Carte de la Russie   Karte von Rußland      Mapa Rusia

Carte St. Petersburg  Karte von St. Petersburg  Mapa St. Petersburg  Map of St Petersburg

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal