Museo Picasso a Parigi

Sei qui: Guida di Parigi > Cosa vedere a Parigi > Musei a Parigi >

Museo Picasso a Parigi

 

Nel quartiere del Marais si trova il Museo Picasso (Musée Picasso), dedicato a uno dei più grandi pittori del '900, Pablo Picasso appunto. Il museo è ospitato in un pregevole palazzo del diciassettesimo secolo ed ospita la più grande collezione al mondo dell'artista. La raccolta comprende oltre ai dipinti, collage, sculture, disegni, ceramiche, fotografie e altro materiale di archivio. E' esposta anche la collezione personale di Picasso delle opere di artisti suoi contemporanei come Matisse e Cézanne.

Museo PicassoIn totale la collezione di opere di Picasso di questo museo è composta da 250 dipinti, 3000 disegni e 100.000 oggetti archiviati. Essendo la collezione troppo ampia per essere esposta tutta insieme, trovate in mostra, di volta in volta, un'accurata selezione delle opere prodotte da Picasso in settant'anni di attività.

Ritratto di Olga in Poltrona - Picasso 1917Il museo è all'interno di un hôtel particulier, chiamato Palazzo Salé (salato),  così chiamato per via del fatto che a volerlo fu, per conto di Pierre Aubert, signore di Fontenay, un esattore delle tasse sul sale nel 1656. Picasso, famoso pittore spagnolo nato nel 1881 e morto nel 1973, trascorse gran parte della sua vita adulta in Francia. Durante la sua prolifica carriera, Picasso rimase proprietario di molte delle sue opere. Alla sua morte, questo fatto, si trasformò per i suoi successori in un vero problema: avevano si ricevuto in eredità le sue preziose creazioni, ma dovevano anche pagare un'onerosa tassa di successione. La Francia reclamò il pagamento delle imposte sotto forma di opere d'arte per l'ammontare di un quarto della collezione dell'artista. A questo punto lo Stato francese restaurò l'Hôtel de Salé per farne l'attuale museo. L'architetto che progetto l'edificio fu Jean Boullier di Bourges; il palazzo è considerato uno dei migliori edifici storici del Marais.

Il palazzo cambiò più volte proprietà nel corso del tempo; tra i suoi occupanti più famosi vi furono l'ambasciata della Repubblica di Venezia (1671), e in seguito François de Neufville, duca di Villeroi. Fu espropriato dallo stato durante la rivoluzione francese e nel 1815 diventò una scuola che ebbe tra i suoi studenti Honoré de Balzac; il palazzo ha anche ospitato la Scuola municipale di arti e mestieri. Nel 1964 fu acquistato dal comune di Parigi e nel 1968 ottenne lo status di monumento storico.

Autoritratto - Picasso 1901Finalmente, dopo molti anni di lavori di ristrutturazione, il Musée Picasso ha riaperto i battenti nel 2014. Ancora una volta, i parigini e i visitatori della città possono godere di capolavori come La Celestina, Supplice o Ritratto di Marie-Thérèse Walter. Inaugurato oltre 30 anni fa, il Musée Picasso è una delle istituzioni più preziose e prestigiose di Parigi.

Celestine - Picasso 1904L'esposizione segue un ordine cronologico seguendo le fasi dell'attività della vita artistica di Picasso è l'evoluzione del suo stile. La collezione quindi inizia con delle opere prodotte dopo la prima visita a Parigi dell'artista nel 1900, tra cui l'Autoritratto del 1901 capolavoro di quello che è stato definito il suo Periodo Blu, e Celestine del 1904. La maggior parte delle opere di questo periodo furono ispirate da figure disperate e tragiche che egli vide sulle strade di Parigi, come prostitute, mendicanti e ubriachi. Questo periodo venne definito "Blu" per via delle differenti tonalità di azzurro che Picasso usava per esprimere sentimenti di intensa malinconia, seguite a riflessioni sulla vita e la morte che fecero seguito al suicidio di un caro amico, il pittore e poeta Carles Casagemas, colui che lo aveva accompagnato a Parigi.

Due fratelli - Picasso 1906Una tristezza che continuò a prevalere nell'animo e nelle lavoro di Picasso nel cosiddetto Periodo Rosa del 1904 al 1906. Nonostante i suoi personaggi del circo siano ritratti con colori più chiari e più caldi rispetto a quelli del periodo precedente, l'impressione è comunque quella di tristezza accompagnata a serenità, oppure tristezza che si va via via diradando. Uno stato d'animo che traspare in opere come I due fratelli del 1906. L'evoluzione artistica di Picasso dai 20 ai trent'anni fu rapida, influenzata da eventi fondamentali della Le Bagnanti - Picasso 1918sua vita. L'ambiente artistico parigino esercitò una forte richiamo su di lui, con artisti del calibro di Matisse, Cézanne, Braque e Rosseau. I suoi numerosi viaggi, prevalentemente in Spagna e in Italia, portarono altre forti ispirazioni. In questo periodo visitò molte volte il Louvre, dove approfondì l'arte classica. Uomo con chiratta - Picasso 1911Allo stesso tempo divenne oggetto di grande interesse l'arte primitiva delle colonie francesi in Africa e nei mari del sud. È possibile rintracciare queste molteplici forme di influenza in molte delle opere successive di Picasso, tra cui Le bagnanti nel 1918 e Le tre donne alla fontana del 1921.

Verso i trent'anni, Picasso, insieme ad artisti come Georges Braque e Jaun Gris, cominciò a elaborare lo stile cubista, che aspirava a rappresentare una struttura completa di un oggetto visto da differenti angolazioni, scomponendolo nelle sue Ritratto di Dora Maar - Picasso 1937unità geometriche. I dipinti di Picasso in questo periodo artistico includono Uomo con chitarra nel 1911.

Nella prolifica varietà delle opere successive, spiccano La crocefissione del 1930, il Ritratto di Dora Maar del 1937 e il Gatto che caccia l'uccello del 1939. Dora Maar fu una delle tante conquiste femminili di Picasso, da cui presenza è palese in tante delle opere esposte.

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

 

Museo Picasso a Parigi

Palazzo di Hôtel Salé

5 Rue de Thorigny

Area: arrondissement 3e (centro) / quartiere di Marais

Tel: +33 (0) 1 42712521

Metro: St. Sébastien o St. Paul

Parigi

Da agosto 2009 alla primavera del 2013 il museo è stato chiuso per ristrutturazione. Per approfondimenti sul museo vedere sezione apposita e sezione Musei di Parigi.

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazione interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ci offri una pizza :) ), così ci aiuterai ad andare avanti per quanto possiamo e a scrivere e offrire la prossima guida gratuitamente.:  Paypal

 

 

 

 

Dove si trova?

 

Torna su

 

Ostelli Parigi   Ostelli Francia
Carte de Paris
    Karte von Paris Mapa Paris    Map of Paris

Carte de France  Karte von Frankreich      Mapa Francia     Map of France

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal