Palau de la Música Catalana

Advertisement

Sei qui: Cosa vedere a Barcellona >

Palau de la Música Catalana - Barcellona

 

 

Il maestoso auditorium del Palau de la Música Catalana, uno dei tesori di Barcellona, fu commissionato dalla società corale Orfeó Catalá che ne è ancora la proprietaria e costruito dal grande architetto catalano Domènech i Montaner tra il 1905 e il 1908. Per la sua esuberanza decorativa, è considerato uno dei più grandi gioielli architettonici di modernismo catalano. La sua sala concerti, è una delle  belle e uniche al mondo, ed è stato la scena principale di eventi artistici, musicali, e sociali per più di 100 anni. Particolarmente rilevante è il palco principale, con il suo grande organo e un lucernario centrale che rappresenta il sole e permette alla luce naturale di entrare.

Advertisement

Numerose figure, busti ed elementi decorativi ispirati alla natura circondano il palco e la sala, che lo rende uno spazio mistico e magico. Per tutti questi motivi e altri il Palau de la Música Catalana è stato nominato Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO nel 1997.

Palau de la Musica CatalanaL'ispirazione del Palau de la Música Catalaana era il concetto del coro di Orfeo Catalá che emerse durante l'Esposizione Universale del 1888 a Barcellona. La musica catalana faceva parte del movimento politico globale per il risorgimento del nazionalismo catalano. Nel mese di ottobre 1904 la corale di Barcellona acquistò un sito in Calle de Sant Pere Més e commissionò a Domènech i Montaner, in quel periodo al culmine della sua carriera, i lavori dell'edificio. La costruzione iniziò nel 1905 e fu completata tre anni dopo. Aveva già iniziato a lavorare in quel momento ad altri due capolavori come lo Hospital de Sant Pau e la meravigliosa Casa Lleó Morera. Nel 1892 un banchiere di Parigi di origine catalana, Pau Gil, lasciò una grossa somma di denaro nel suo testamento per la costruzione di un ospedale nella sua città natale, che doveva essere chiamata in onore dell'omonimo santo patrono.

Il Palau de la Música Catalana è uno degli edifici più emblematici dell'Art Nouveau (o Modernismo come venne chiamato in Catalogna). Eccezionale sia per le sue qualità acustiche che stilistiche, nel centro storico di Barcellona. Era eccezionale dal momento del suo concepimento a causa di due fattori che dovevano essere di grande importanza nel futuro: un particolare concetto di spazio e un uso molto intelligente di nuove tecnologie sviluppate durante la rivoluzione Razionalista. Il Palau era la fonte più importante di un concetto architettonico di grande rilevanza futuro: la struttura metallica reticolare, lo spazio libero e non, le pareti portanti esterne come continue e le cortine di vetro. L'intero edificio fu  progettato come un gioco intelligente degli spazi derivanti dalla brusca separazione tra l'esterno e il massimo uso interno e fare allo stesso tempo fare entrare più luce naturale possibile.

Palau de la Musica CatalanaL'uso di una struttura in acciaio rendeva possibile il fatto che la pianta interna fosse libera e con una serie di grandi spazi aperti, in particolare la grande sala concerti. In questo modo il Palau de la Música Catalana divenne da subito un eccezionale esempio di fusione di due concetti fondamentali: tradizione e modernità elevati al livello dell'arte. L'incontro tra la musica e l'architettura è chiaramente manifesta in questo sontuoso edificio. Molti dei più importanti artisti e artigiani del tempo contribuirono alla sua costruzione, come gli scultori Pau Gargallo, Francesc Modollel, Miguel Blay, e Eusebi Aranau; mosaicisti come Lluís Bru, Francesc Labarta e il genovese Mario Maragliano; il pittore Miguel Massot, e il pittore di vetrate Jeroni Granell.

E' Impressionante, prima di tutto, la sala concerti del Palau de la Música, che si trova nella parte settentrionale del Barrio Gotico. Architetto del Palau de la Música è stato Lluis Domènech i Montaner, che ha costruito alcuni importanti edifici in stile modernista a Barcellona. Il proprietario dell'edificio è l'associazione corale catalana "Orfeo Catala", che è stata fondata nel 1891. Il Palu della Musica Catalana fu costruito nel 1905 e inaugurato nel 1908.

Palau de la Musica CatalanaAll'interno, la sala concerti e il palcoscenico costituiscono un'unità armoniosa. Furono utilizzati materiali insoliti, a cominciare dal vetro che rende l'edificio molto luminoso e dà un atmosfera unica, e la ceramica con le forme naturali tipiche del Modernismo, la forma catalana dell'Art Nouveau. Sopra il palco, c'è un organo da chiesa. Nella facciata esterna si possono trovare elementi sia gotico che di modernismo.

Alla fine del XIX secolo, la borghesia rampante catalana che stava cercando nuovi luoghi di auto-rappresentazione. Il Modernismo era un'espressione essenziale di questo Renaixença, di questo rinascimento catalano. La facciata è decorata con fiorite colonne piastrellate con busti di grandi maestri come Beethoven, Bach e Wagner. All'angolo, una scultura, in stile di pasticceria, si dimena la sua strada verso il basso su una torre moresca ispirata. La costruzione è coronato da una torre in stile moresco . L'ingresso del Palazzo della Musica passa attraverso questa torre.

L'imponente sala da concerto è il momento clou della visita, che permette di visitare l'interno del Palau de la Música. Il grande organo sopra il palcoscenico è affiancato da finestre colorate, con la luce che illumina la sala. La luce appare attraverso una cupola di vetro curvato verso il basso e colorato. Un'esperienza unica.

 

Palau de la Música Catalana
Palau de la Música, 4-6
Telefono: +34 902 475 485
Metro: Urquinaona (L1, L4) Bus Turistico: Barri Gòtic


Orari di apertura


Tutti i giorni le visite 10-15,30 ogni 30 minuti. I tour possono essere sospesi in caso di prove.
In luglio e a Pasqua 10-18,00.
Da 9:30-15:30 (luglio e agosto: 08:30 a 8.00 pm)

Costo dei biglietti


Regolare: € 18,00
Ridotto: € 11,00
Bambini fino a 10 anni: gratuito (accompagnati da un membro della famiglia)
Barcelona Card: sconto del 20%

Consigli per la visita del Palau de la Música


Il Palau de la Música può essere visitato solo con una visita guidata . Il numero dei partecipanti è limitato. Si consiglia di acquistare i biglietti in anticipo.


Orario delle visite guidate


Le visite durano 55 minuti e si svolgono tutti i giorni dalle 10:00-15:30. Le visite si svolgono in catalano, spagnolo, inglese e francese. Nel mese di agosto, l'orario e ampliato dalle 9:00 alle 20:00.

Dove si trova?

 

Torna su

 

Ostelli Barcellona   Ostelli Spagna     Hotel Barcellona  Hotel Spagna

Carte d'Espagne  Karte von Spanien     Mapa de España    Map of Spain

Carte de Barcelone   Karte von  Barcelona   Mapa Barcelona   Map of Barcelona

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal