Palazzo Sanuti Bevilacqua degli Ariosti

Ann.
Sei qui: Bologna: cosa vedere >

Palazzo Sanuti Bevilacqua degli Ariosti a Bologna

Il Palazzo Sanuti Bevilacqua degli Ariosti è una splendida costruzione quattrocentesca che è considerata tra i più eleganti, se non il più elegante ed artistico palazzo della città  e che è stata sede per due anni delle seduto del Concilio di Trento. La costruzione fu iniziata nel 1477, come abitazione del nobile e ricchissimo Nicolò Sanuti, che però era troppo vecchio per vederne la fine.

Ann.

La sua vedova, la bella e intraprendente Nicolosia, fece completare il palazzo nel 1482 e due anni dopo lo cedette a Giovanni II Bentivoglio, signore di Bologna, che lo destinò al figlio Annibale. Lo stile dell'edificio non è tipicamente bolognese e questo si può notare dalle scelte stilistiche nella sua costruzione come l'assenza del portico e l'uso del bugnato a spigolo smussato simile a quello del Palazzo dei Diamanti a Ferrara di Biagio Rossetti.

 

Palazzo Sanuti Bevilacqua degli Ariosti a BolognaNel 1530 il palazzo fu molto ammirato da Carlo V e da papa Clemente VII, quando si incontrarono a Bologna per l'incoronazione dell'imperatore. Pochi anni dopo divenne la sede del Concilio di Trento, quando si spostò a Bologna (ufficialmente perché a Trento era scoppiata la peste, ma in realtà per allontanare l'assise religiosa dall'influenza germanica luterana). Così, nel 1547, nell'ampio salone del primo piano si tennero le sessioni di uno dei più importanti concili della storia.

 

Palazzo Sanuti Bevilacqua degli Ariosti a BolognaDai Bentivoglio, il palazzo passò ai Campeggi e infine ai duchi Bevilacqua; danneggiato dal tempo, fu restaurato da Alfonso Rubbiani che riparò fregi ed archi, riportò il cortile al suo primitivo splendore e riprodusse fedelmente il ricco soffitto a cassettoni della loggia superiore. La facciata è interamente bugnata, con tasselli a punta di diamante; reca alla base dei sedili ed è ornata da finestre che, al piano nobile, sono costituite da elegantissime bifore a tutto sesto.

 

Sopra il grande portale di stile toscano si apre un leggiadro balconcino, con una magnifica ringhiera in ferro battuto, sormontato da una nicchia vuota, nella quale era contenuto il busto di Nicolò Sanuti. Nell'interno si apre, oltre la cancellata, un cortile stupendo, contornato da un doppio ordine di loggiati, sostenuti da colonne scanalate e adornati da elementi in cotto attribuiti allo  Sperandio da Mantova.

 

Al centro del cortile si trova un pozzo quattrocentesco, con una colonna che regge un leone in pietra che funge da fontana. Il fregio esterno, del cortile è costituito da pitture eseguite da Amico Aspertini. La sala in cui si tennero le riunioni del Concilio di Trento presenta un ricco soffitto a cassettoni, un camino monumentale e pannelli decorativi alle pareti. Il bellissimo palazzo dei duchi Bevilacqua, con il suo splendore, sembra ancora richiamare i fasti di Nicolò Sanuti Conte della Porretta e dei Bentivoglio signori di Bologna. L'uso della pietra grigia di Porretta nel rivestimento della facciata dell'edificio è collegata proprio al feudo dei Sanuti a Porretta.

 

Palazzo Sanuti Bevilacqua degli Ariosti
Via D'Azeglio, 31 - 40123 Bologna
Telefono: 051 234666

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazioni interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ce ne offri due), così ci aiuterai a scrivere la prossima guida:  Paypal

 

Dove si trova?

 

Torna su

 

Ostelli Bologna    Ostelli Italia  Auberges de Jeunesse Italie   Hotel Bologna

 Carte Bologna   Karte von Bologna  Mapa Bologna     Map of Bologna

Carte Emilie Romagne    Karte von Emilia Romagna   Mapa Emilia Romaña   Map of Emilia Romagna

Carte d'Italie  Karte von Italien  Mapa Italia   Map of Italy   Carte Italie Regions

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal