ASSICURAZIONE DI VIAGGIO

Sei qui: Articoli informagiovani > Perché assicurarsi prima di partire per una vacanza

 

Desidera un’assicurazione per il suo viaggio?

Quante volte a questa domanda, al momento della prenotazione, abbiamo risposto: No, tié facciamo le corna!  Quasi sempre si risponde no … viaggiatori abituali o viaggiatori occasionali che si sia, quasi sempre, consideriamo l’assicurazione di viaggio come qualcosa di inutile, anzi, semplicemente come una spesa in più. L’assicurazione è sempre facoltativa e prevede un costo in più rispetto al nostro viaggio, e in tempi di crisi, questa spesa extra viene decisamente evitata. Anche per ovviare a questo, oggi le assicurazioni viaggi sono molto più flessibili che un tempo: possono essere stipulate anche per pochi giorni, possono essere annuali, coprire tutti gli aspetti del viaggio o anche solo alcuni (infortuni, bagaglio, annullamento ecc.).

 

Si sa che oramai i viaggi si prenotano online, per risparmiare, usufruendo anche delle offerte last-minute o prenotando mesi prima, quindi, perché spendere di più per avere un’assicurazione, che alla fine, se tutto andrà bene, non servirà a nulla. Ma il nodo della situazione sta proprio li, sta nel fatto che tutto debba andare bene, e se, per puro caso, qualcosa dovesse andar storto? Che succede?

Quella piccola spesa extra ci potrà risultare utile in tante spiacevoli situazioni, nelle quali possiamo inciampare e ci servirà anche come sicurezza, dandoci la serenità che serve sempre per partire, assicurandoci che se non potremo partire, se ci deruberanno o altro, non perderemo i soldi faticosamente messi da parte. Prima di dire no, valutate, i costi dell’assicurazione di viaggio sono spesso esigui se si pensa a quanto si potrebbe perdere.

 

 

Immaginiamo infatti di non poter più partire, di sentirci male durante la vacanza, di subire un furto o di aver acquistato alcuni oggetti di valore durante la nostra vacanza, ma al ritorno, il nostro bagaglio viene perso … cosa faremo in quel momento? Di certo ci malediremo, ricordando il giorno in cui abbiamo detto no all’assicurazione di viaggio. Non resta che rassegnarci al caso. Invece se  avessimo stipulato una polizza, per il rimborso del biglietto o del soggiorno, per gli infortuni o le malattie, per i nostri bagagli, sicuramente non avremo sprecato i nostri soldi, non avremo dovuto penare per ricevere un trattamento medico e non avremmo i nostri oggetti, ma in cambio, avremmo un risarcimento per la copertura assicurativa …

Quando si parte infatti bisogna pensare proprio a tutto, ed è esattamente da questa idea che nascono le varie polizze assicurative, pensate per ogni evenienza. Vediamone alcune.

 

Tipologie di assicurazioni di viaggio

 

Per la scelta dell’assicurazione che fa per voi (in realtà sembrano tutte simili) leggete bene le condizioni, facendo attenzione agli aspetti cruciali che vi indichiamo in questo articolo.

 

Polizza annullamento viaggio: se il viaggio non è più possibile per un evento imprevisto che succede alla somma pagata? Perduta completamente. Le vacanze e i viaggi all’estero devono essere prenotati e pagati in anticipo ed è possibile poi che un fatto, a noi non imputabile, ci impedisca la partenza; in questo caso se si è assicurati si ottiene la restituzione di quanto pagato (se per esempio hai subito un infortunio, è sopravvenuta la malattia di un parente, il licenziamento ecc.). Ricordatevi che alcune assicurazioni coprono le spese di annullamento solo se il viaggio è stato prenotato attraverso un’agenzia di viaggio organizzata (e non su internet) o se è parte di un pacchetto completo. Attenzione poi perché spesso la copertura è attiva solo se tra la prenotazione e la stipula della polizza passa poco tempo (esempio se ho prenotato 6 mesi fa e oggi, a 2 settimane dalla partenza voglio stipulare la polizza, non è possibile).

 

Polizza per i bagagli: stipulare una polizza assicurativa per i nostri bagagli è molto utile nel caso ci trovassimo in una situazione come quella descritta prima, ovvero bagagli smarriti, rubati o distrutti. Non solo, un’assicurazione del genere è molto utile anche nel caso in cui perdessimo il nostro bagaglio prima dell’arrivo, o addirittura, se la nostra valigia venisse rubata. In tutte queste evenienze non dovremmo preoccuparci perché la nostra assicurazione coprirebbe tutte le spese necessarie. L’assicurazione di viaggio include anche la copertura per i bagagli ma si deve fare attenzione al massimo coperto, e al tipo di evento assicurato, solo furto? Anche danneggiamento e smarrimento? I gioielli, sono esclusi dalla copertura? Se perdi il documento d’identità sei ugualmente tutelato? Assicuratevi che ci siano tutte le coperture necessarie.

 

 

Polizza sanitaria: l’assicurazione sanitaria in viaggio è molto importante perché copre tutte le eventuali spese sanitarie che dovremmo sostenere in caso di ricoveri ospedalieri, prestazioni sanitarie o operazioni chirurgiche. Questa polizza è particolarmente indicata se ci rechiamo in un paese extraeuropeo. La nostra tessera sanitaria infatti in Europa è valida e copre molte prestazioni sanitarie ma non tutte. Se invece ci dovessimo sentir male al di fuori dell’Europa, e avessimo bisogno di un ricovero o di un’operazione, senza assicurazione la situazione diventerebbe molto più difficile. Ci sono diversi Paesi che prevedono costi molto elevati per le prestazioni sanitarie o le operazioni chirurgiche, e sprovvisti di assicurazione, queste spese, saranno tutte a carico nostro.

Controllate bene le condizioni della polizza salute, in particolare controllate se l’assicurazione vi pagherà, in caso di necessità, le spese mediche o se dovrete anticiparle voi e poi ve le rimborserà al vostro rientro.  All’estero l’ospedale potrebbe richiedere un anticipo sui costi delle prestazioni o i dettagli della carta di credito, prima di acconsentire al ricovero. Il ricovero ospedaliero, la terapia intensiva possono essere davvero costosi e in situazioni di emergenza, supponendo anche di avere i soldi per pagare, i costi sono l’ultima cosa a cui si vuole pensare. Una polizza valida deve prevedere la copertura per un eventuale trasporto d’urgenza in ospedale, il pagamento dei trattamenti necessari e il pagamento per il rimpatrio in Italia.

 

Polizza per danni:durante un viaggio, può capitare di causare danni a cose o a persone; ne consegue che non avendo un assicurazione dovremmo pagare di tasca nostra questi danni. Se avessimo stipulato una polizza per la responsabilità civile invece, tutte le nostre azioni, e di conseguenza tutti i danni, sarebbero coperti e pagati dall’assicurazione. Controllate se la polizza che volete stipulare copre anche le spese legali in caso di bisogno.

 

Polizze per il volo: il nostro volo viene annullato all’ultimo minuto oppure non possiamo più partire e allora? La compagnia con la quale dovevamo viaggiare si trova in difficoltà economiche e non garantisce più voli, alcuni del nostro gruppo hanno deciso di non partire più, o ancora vogliamo annullare il volo … cosa fare in situazioni come queste? Semplice, senza assicurazione, possiamo fare ben poco, non resta che dire addio al nostro viaggio. Con un’assicurazione per il volo invece la situazione diventa più semplice, potremmo ottenere un rimborso per il volo mancato, una soluzione alternativa con altre compagnie, i nostri amici potrebbero avere il rimborso per il volo annullato, così come lo potremmo avere noi per il nostro volo mancato, e tutto grazie ad una semplice polizza assicurativa.

 

Non dimentichiamoci che queste polizze variano anche in base alle esigenze dei viaggiatori. Se siamo perennemente in viaggio ne potremmo stipulare una valida per un anno, o per sei mesi, in modo da coprire tutti i nostri viaggi effettuati in quel lasso di tempo.

Se invece siamo studenti, che magari devono passare un periodo di formazione all’estero, sarebbe opportuno cercare un’assicurazione che possa coprire, in particolare le spese sanitarie che effettueremo in quei mesi. Insomma, per ogni categoria di viaggiatore c’è un’assicurazione adatta (viaggio singolo, assicurazione annuale, viaggi per studenti, per singoli, per famiglie ecc.) basta solo cercarla, controllare bene le condizioni e soprattutto stipularla J . Durante un viaggio così come durante qualsiasi altra esperienza, può accadere di tutto, e quindi dovremo essere pronti ad affrontare tutto, ma in particolare ad affrontare le emergenze, soprattutto se queste vicissitudini ci capitano in un paese straniero nel quale non si parla la nostra lingua.

 

E’ vero che viaggiare è già di per sé un lusso, e che un’assicurazione è qualcosa ancora di più, però pensiamoci bene, con quei soldi risparmiati di certo non diventeremo ricchi ma potremo evitare di spenderne molti altri per le disavventure che ci potranno capitare. Quindi ogni volta che ci accingiamo ad effettuare un viaggio, ricordiamoci che per un viaggio in piena sicurezza, l’assicurazione è davvero indispensabile per noi e per chi ci è vicino.

 

" Un viaggio, per quanto terribile possa essere, nel ricordo, si trasforma in qualcosa di meraviglioso"

(Banana Yoshimoto)


Torna su