Su Nuraxi - Barumini

Su Nuraxi - Complesso Nuragico a Baruminie

 

Da Cagliari verso il Nord dell'isola, lungo la superstrada Carlo Felice, la 131, si raggiungere l'area più affascinante della vecchia Sardegna: il complesso nuragico di Barumini,  Su Nuraxi. Il punto focale è la torre del 1500 a.C., che in origine sorgeva da sola, ma in seguito è stata incorporata in un complesso fortificato. Molti degli edifici dell'insediamento sono stati eretti nell'età del ferro, ed è proprio questi che costituiscono l'alveare di edifici circolari ad incastro che cadono giù per la collina.

Su Nuraxi è certamente il perno di questa regione dei nuraghi che è la Sardegna, che conta settemila esemplari, databili dalla media età del bronzo all'epoca romana.

 

BaruminiIl capolavoro della cultura nuragica, si trova a circa a 1 km dal centro del paese di Barumini, edificato tra il secolo XVII a.C. e il XIII a.C., in blocchi di basalto ed è stato dichiarato nel 1997 Patrimonio dell'Unesco dell'Umanità, come esempio geniale di architettura preistorica, veri castelli del tempo (si parla di "reggia nuragica" infatti, realizzati con un innovativo impiego di materiali e tecniche di costruzione. Si compone di una massiccia torre principale, due bastioni con torri angolari e un villaggio di circa 150 case circolari. Il museo adiacente ospita interessanti reperti provenienti alle antiche case rotonde nuragiche che sono raggruppate intorno a questa possente fortezza e che, con le loro cucine e forni, forniscono informazioni sul modo di vita dei loro abitanti. La costruzione centrale del sito di Barumini occupa oltre 1000 mq e tutto intorno si sviluppa un villaggio che dimostra l'avanzata organizzazione sociale del periodo.

 

Nel cortile interno si trova un pozzo di 20 m di profondità, di grande importanza duranti  gli assedi. Intorno al 1000 a.C. il castello e il villaggio furono parzialmente distrutti per la prima volta dagli immigrati punici, il che spiega la costruzione di case all'interno dell'anello esterno semidistrutto. Gli abitanti riuscirono a difendersi più volte prima di essere costretti a pagare un tributo e il complesso della fortezza, compreso il villaggio, fu definitivamente distrutto e abbandonato nel VI secolo a.C..

 

Il sito è stato riscoperto da Giovanni Lilliu (il più famoso archeologo sardo che era nativo proprio di Barumini) nel 1949, dopo che piogge torrenziali avevano eroso la terra compatta che aveva coperto il nuraghe e che lo facevano sembrare un altro poggio di Marmilla coperto dalla vegetazione. Gli scavi proseguirono per sei anni e oggi il sito è l'unico nuraghe interamente scavato in Sardegna.

 

Il buono stato di conservazione del nuraghe rende particolarmente interessante la sua visita. E' anche il nuraghe più visitato in Sardegna e il più famoso in assoluto. Il complesso è formato da una torre centrale, il mastio, le quattro torri secondarie e infine il bastione quadrilobato spesso 4 metri. Il bastione è circondato dai resti di capanne a pianta circolare. Il nuraghe era abitato dalle popolazioni nuragiche, ma anche dai Cartaginesi, che lo assediarono e lo distrussero in parte, e dai Romani (I secolo dopo Cristo).

 

Il Palazzo Zapata di epoca aragonese, nel piccolo centro storico di Barumini, con bellissime decorazioni rinascimentali su finestre e porte, ospita il Museo Archeologico, quasi interamente dedicato al complesso di Su Nuraxi. L'edificio ospita anche una mostra etnografica e una notevole collezione d'arte.

 

Il sito di Su Nuraxi è aperto tutti i  giorni alle 9.00 alle 19.00, chiuso alle 16.00 in gennaio, febbraio e dicembre alle 16.30 in marzo e novembre, ottobre alle 17.30, 18.30 in settembre, 19.30 in luglio. Il complesso nuragico è accessibile solo con visita guidata (le partenze sono generalmente organizzate ogni mezz'ora). Biglietto combinato con il Museo Zapata e il Centro Espositivo Giovanni Liliu: 11 euro ridotto: 8,50 euro. La visita dura circa  circa 1 ora e 30 di visita.

 

 

 

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

 

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazione interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ci offri una pizza :) ), così ci aiuterai ad andare avanti per quanto possiamo e a scrivere e offrire la prossima guida gratuitamente.:  Paypal

 

 

Torna su

 

 

Ostelli Oristano   Ostelli Italia   Auberges de Jeunesse Italie   Hotel Oristano

Carte Oristano    Karte von Oristano   Mapa Oristano Map of Oristano

Carte Sardaigne  Karte von Sardinien  Mapa Cerdeña Map of Sardinia

Carte d'Italie  Karte von Italien  Mapa Italia   Map of Italy

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal