Università di Coimbra

Advertisement

Università di Coimbra
 

Università di Coimbra

Entriamo nell'antica città alta di Coimbra (una volta sede sia del quartiere ebraico che di quello arabo) attraverso l'Arco de Almedina, una costruzione del XII secolo situata a ridosso di una delle principali vie dello shopping della città, Rua Ferreira Borges. Poco lontano si arriva alla Torre de Anto, del XVI secolo, che ospita oggi una galleria d'artigianato artistico. I vicoli sono circondati da caratteristiche case chiamate "Republicas", sono le stese che oggi continuano ad ospitare gli studenti universitari di Coimbra, così come hanno fatto per secoli.

Università di CoimbraL'Università di Coimbra è una delle istituzioni accademiche più antiche del mondo. Le prime notizie certe sono datate 1288, anno in cui una delegazione religiosa guidata dall'abate del Monastero di Alcobaça informò il Papa  Niccolò IV di aver ottenuto dal re Dionigi di Portogallo il permesso per la fondazione di uno "Studium Generale" a Lisbona. In una bolla del 9 agosto 1290, indirizzata ai " maestri e ai docenti dell'Università di Lisbona", il Papa confermava la fondazione dell'istituzione accademica, sanciva la creazione di edifici di residenza e autorizzava il vicario capitolare della città a conferire il jus ubique docenti alle facoltà che andavano a crearsi. Su richiesta di studenti e docenti, nel 1308 il re del Portogallo chiese al papa il permesso di trasferire l'università da Lisbona a Coimbra, un luogo più tranquillo, con la concessione di tutti i "privilegi" della precedente. Andava così affermandosi un'istituzione accademica simile a quelle di alcune importanti città europee, non lontana per formazione all'Università di Salamanca in Castiglia. A Coimbra veniva insegnati il diritto canonico e civile, la medicina, la dialettica e la grammatica. La teologia era insegnata nei conventi dei Domenicani e dei Francescani. Per ordine di Alfonso IV, nel 1339 l'università venne nuovamente trasferita a Lisbona. Ritornò a Coimbra nel 1354 e poi ancora una volta a Lisbona nel 1377. Il definitivo trasferimento a Coimbra avvenne nel 1537, durante il regno di João III (Giovanni III di Aviz, detto il Pio).

Università di CoimbraIl XVI secolo fu un grande periodo di splendore per Coimbra e così per la sua università. Vennero effettuate importanti riforme accademiche, le facoltà fino ad allora disseminate in diversi edifici vennero riunite sotto un unico tetto, nel Palacio del Rey; vennero inoltre chiamati ad insegnare  illustri professori dal altre università europee, come per esempio Parigi, Salamanca, Bologna: tra i tanti vi furono per esempio Alfonso de Prado e Antonio de Fonseca per la facoltà di Teologia, Martin de Aspilcueta per la facoltà di legge, Rodrigo Reinoso per quella di medicina, o ancora, lo scozzese George Buchanan per gli studi classici e la letteratura. Il 23 dicembre 1770 il re José I diede mano libera al marchese di Pombal nella riorganizzazione amministrativa, culturale e architettonica del centro universitario. Vennero create nuove facoltà, chiamati nuovi docenti (come per esempio gli italiani Michele Franzini per la matematica e Domenico Agostino Vandelli per le scienze e la storia naturale) e, a seguito dell'allontanamento dei gesuiti dal Portogallo, la precedente sala collegiale divenne nuova sede per la facoltà di medicina. Nello stesso periodo venne creato il Giardino Botanico di Coimbra, parte integrante della facoltà di scienze. Alla fine del Settecento l'università potè anche contare degli insegnamenti di Jodé Bonifacio de Andrade per la metallurgia e Manoel Pedro de Mello per l'idraulica. Andava sviluppandosi una delle più grandi sedi accademiche del mondo, un'istituzione dedicata alla creazione, allo studio e alla diffusione della cultura, delle scienze e della tecnologia. Ad oggi la più antica e prestigiosa università del Portogallo.

Università di CoimbraUna volta arrivati nel cuore del centro storico di Coimbra veniamo pervasi da una sorta di indescrivibile 'sonorità'. Qualcuno ci dice che questo è il giorno dell'orientamento ai campus e alle facoltà dei nuovi studenti. Primo giorno di scuola quindi? No, non ancora, ma è tutto un via via di giovani e di sorrisi, di un'incredibile partecipazione alla vita. L'entusiasmo è talmente forte che si viene facilmente contagiati, e viene quasi voglia di ritornare studenti per apprendere quello che un tempo sembrava lontano dal nostro mondo e così tanto privo d'interesse. Tradizionalmente questo giorno viene chiamato Recepção ao Caloiro. In un pomeriggio molto caldo, la prima cosa che si nota, tra le mura color ocra degli antichi edifici della città, sono i lunghi  mantelli neri indossati dagli studenti. La calura estiva è quasi soffocante, ma la tradizione universitaria a Coimbra continua a ripetersi, dopo secoli e secoli di storia che avanza. Cuciti all'interno della mantellina, si distinguono i contrassegni delle scuole o delle università a cui lo studente è stato legato in precedenza. Anche gli studenti Erasmus di Coimbra diventano parte integrante della città, arricchendosi delle esperienze di una cultura diversa dalla propria, tra tutte quelle della festa di inizio corso accademico, la Festa das Latas: siete pronti voi matricole a farvi legare le gambe da barattoli di latta e andare a far rumore in giro per la città?

Università di CoimbraIl campus situato in cima alla collina Alcaçova ha ricevuto importanti trasformazioni architettoniche soprattutto durante gli anni '40, '50 e '60 del Novecento. Attualmente l'Università è composta da otto facoltà, distinte da diversi colori: Lettere (blu), Giurisprudenza (rosso), Medicina (giallo), Scienze e Tecnologia (celeste e bianco), Farmacia (viola), Economia (rosso e bianco), Psicologia (arancione) e Scienze dell'Educazione allo Sport e all'Educazione Fisica (marrone). In totale, gli studenti residenti sono circa 20.000. I campus principali sono cinque e vengono distinti in Pólo I (il cuore storico dell'università, attivo sin dal XVI secolo), nel Pólo II (inaugurato negli ultimi decenni), nel Pólo III (con la clinica universitaria e costruito intorno agli anni '80), nella Faculdade de Economia (degli anni '70) e in quella di scienze ed educazione fisica (situata nel complesso conosciuto con il nome di  Estádio Universitário de Coimbra). L'università si compone di ulteriori strutture, alcune di grande importanza storica ed architettonica. Molti turisti visitano Coimbra per la famosa Biblioteca Joanina, una delle più importanti del mondo. Un tempo veniva chiamata  Biblioteca de Cámara, poi prese il nome da colui che la fondò, João V, tra il 1717 e il 1728. Al suo interno si trovano circa 200.000 libri di inestimabile valore, tutti custoditi in tre grandi sale decorate in stile  Barocco. Li troviamo posizionati su grandi scaffali a due piani, quasi guardati a vista da preziose pareti e soffitti in legno e oro. Arredi e struttura contribuiscono insieme a creare un ambiente ideale alla conservazione dei preziosi libri, mantenendo i livelli d'umidità costanti nel tempo ed una temperatura tra il 18°C e i 20°C. Una curiosità? A preservare i preziosi libri e documenti contribuiscono anche un paio di pipistrelli, protezione naturale contro eventuali insidiosi insetti 'mangiacarta'. Il Giardino Botanico di Coimbra è anch'esso parte dell'università e venne completato nel 1774 dal marchese di Pombal; ancora oggi è il giardino botanico più grande del Portogallo ed uno dei più belli di tutta Europa.

Università di CoimbraSecoli di storia hanno plasmato una città ricca di ricordi, sono in particolare quelli degli studenti a lasciare le tracce più evidenti. Con i loro mantelli neri (indossati dai più tradizionalisti) si aggirano per le strade acciottolate del centro storico, diretti al più vicino ristorante o in tutta fretta alla prossima lezione. Vedendoli si percepisce ancora una volta come Coimbra riesca ad unire la tradizione ad un ambiente sempre più multiculturale. Non è raro imbattersi in grandi gruppi di giovani studenti intenti a cantare il Fado, la musica tradizionale portoghese. Questa versione (l'altra è quella del Fado di Lisbona) nasce proprio dagli studenti dell'Università di Coimbra;  uno dei più famosi è stato Zeca Afonso, che ricordiamo per i suoi testi poetici contro la dittatura portoghese.

Coimbra non mancherà di stupirvi. Siete davanti ad una città ricca di tradizione, un luogo dove storia e cultura sorridono alla vita, così come si percepisce dagli entusiasmi della gente del posto. Visitate la città soprattutto durante la primavera, a fine maggio, quando si assiste per esempio alla tradizionale cerimonia di laurea, Queima das Fitas, l'addio agli studi: otto giorni di festeggiamenti, uno per ogni facoltà, tra i più grandi di tutta Europa. Da non perdere!

Ostelli Coimbra   Ostelli Portogallo   Hostales Portugal

Carte de Portugal     Karte Von Portugal       Mapa Portugal   Map of Portugal

Carte de Coimbra     Karte von Coimbra    Mapa Coimbra   Map of Coimbra

Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal