Università di Bordeaux

Adv.

Sei qui: Università Francesi >

Università di Bordeaux

A Bordeaux, città francese che si affaccia sull’Oceano Atlantico, si trova il nuovo polo universitario denominato "Università di Bordeaux", entità che è stata creata per Decreto numero 2.013-805 del Ministero dell’Istruzione Superiore e della Ricerca del 3 settembre 2013, pubblicato nella Gazzetta ufficiale della Repubblica francese. La città di Bordeaux con l’istituzione di questo nuovo grande ateneo ha visto accrescere il suo patrimonio culturale.

La costituzione del nuovo polo rappresenta un risultato che è scaturito da un obiettivo comune dei vari atenei presenti nella zona, che è stato la risultanza di un processo di fusione avviato a partire dal 2010. La nuova struttura sostituirà le tre università esistenti Bordeaux 1, Bordeaux Segalen e Montesquieu Bordeaux IV. A partire dal primo gennaio del 2014 verrà scritta una nuova pagina di storia, proiettando il nuovo polo al vertice delle classifiche stilate dalle apposite commissioni che valutano i vari atenei del mondo. Un complesso che diverrà di fatto la terza università francese, a parte Parigi. La nuova Università di Bordeaux sarà in grado di poter offrire una vasta gamma di studi e una completa formazione, quindi rendendo più facile un inserimento nel mondo del lavoro ai propri laureati. Una didattica nella quale vengono posti gli accenti sulle esigenze di una società moderna, sempre più globalizzata.

Principio base sarà la mobilità internazionale, al fine di ampliare in maniera ulteriore la preparazione professionale dei propri studenti. La nuova Università di Bordeaux ha anche aderito alla UPPA, l’Università di Pau e Pays de l’Adour, che è un raggruppamento di scuole nelle zone intorno a Pau e il fiume Adour. Inoltre è già partner dei numerosi programmi di interscambio studenteschi come il progetto Erasmus. Le strutture del nuovo polo si svilupperanno principalmente in uno dei campus più grandi di tutta Europa, è sarà situato a Talence - Pessac-Gradignan, una area urbana di Bordeaux. Altri edifici saranno dislocati campus di Carreire, nel centro della città e sulla riva destra della Garonna.

Una panoramica didattica ampia e articolata quella che è offerta dal nuovo polo, in linea con le direttive europee e che vede poter scegliere fra varie discipline: Diritto, Economia e Management, Lettere e Filosofia, Scienza e Tecnologia, Salute e medicina, Istruzione e formazione. Una volta superate tutte le prassi burocratiche e tecniche e quindi la macchina del nuovo polo sarà a regime l’anno accademico vedrà il suo inizio ai primi di settembre e terminare alla fine di giugno.

La nuova Università di Bordeaux sarà divisa in diversi dipartimenti. Il Dipartimento Affari Generali sarà responsabile per l’amministrazione del l’Università di Bordeaux e coordinerà i suoi vari programmi. Il Dipartimento Information Technology e della Comunicazione assicurerà il funzionamento delle applicazioni di gestione IT utilizzati dalle istituzioni aderenti o lo sviluppo di applicazioni specifiche, e la gestione della rete Aquitania. Il reparto di documentazione definirà e attuerà un documentario politico concertato con tutte le biblioteche e istituti di servizi di documentazione nei settori della fornitura documentale, informazioni e patrimonio documentario. Andra a gestisce la biblioteca multidisciplinare e la URFIST Bordeaux. Il Dipartimento per gli Affari Regionali si è dedicherà allo sviluppo e alla gestione dei numerosi progetti sia quelli che sono già in corso sia quelli futuri, e coordinerà le linee programmatiche con gli altri istituti di istruzione.

Allo stato attuale l’atto costitutivo del nuovo polo accademico vede sette membri fondatori e cioè: Université Bordeaux 1 Scienze Tecnologie, Università Bordeaux Segalen, Michel de Montaigne Università Bordeaux 3, Université Montesquieu Bordeaux IV, Politecnico di Bordeaux, Bordeaux Agro Sciences e Sciences Po Bordeaux. Inoltre vi sono undici membri associate e cioè: CHU de Bordeaux, Bergonié Istituto, CROUS Bordeaux Aquitania, Scuola Nazionale di Architettura e Paesaggio di Bordeaux, BEM - Bordeaux Management School, Estia - Scuola Superiore di Tecnologie Industriali Avanzate, Università di Pau e Pays de l’Adour, Scuola Nazionale di Arti e Mestieri a Bordeaux, Scuola Nazionale Magistrati, Scuola Superiore di Arte Bordeaux, Centro Nazionale per la Ricerca Scientifica.

Con l’istituzione della nuova Università di Bordeaux si è dato il via ad un grande progetto che vede chiaramente come obiettivo il rafforzamento e la strutturazione di centro di ricerca e attività a livello internazionale. I programmi del nuovo polo sono incentrati su un volontà di rafforzare la sua posizione nel ranking internazionale delle università, dare una forte accelerazione nel rafforzare le collaborazioni con organismi di ricerca, e cercare di ottenere il più rapidamente possibile il riconoscimento internazionale di tutte le sue aree di sviluppo. Il Comitato di Orientamento Strategico (SOC), un organo consultivo composto da rappresentanti delle istituzioni del luogo, le autorità locali, organizzazioni di ricerca, avrà il compito di definire i settori strategici di sviluppo e priorità della ricerca. L’Università di Bordeaux sosterrà anche una azione coinvolgente per poter cogliere le opportunità offerte dallo sviluppo di cluster, come pure gli strumenti del Patto per la Ricerca. Al fine di poter raggiungere questi obiettivi svolgerà su una verifica preventiva dello stato della ricerca per trovare i punti di forza e di debolezza e le sinergie potenziali della zona di Bordeaux. Operazione che è stata già avviata e dalla quale è emersa una prima disamina sulla quale poter trarre delle prospettive future destinate a migliore ulteriormente le già enormi potenziali offerte dal nuovo polo universitario.

Infine, l’Università di Bordeaux vuole aumentare la sua integrazione in ambito europeo e internazionale dell’istruzione superiore e della ricerca. Ha già firmato due accordi di cooperazione più importanti con la Laval University di Quebec, e l’Università di Pune, ateneo idiano e molti altri sono in essere. Questi accordi permetteranno lo sviluppo di azioni comuni come lo scambio privilegiato di scienziati e studenti che sarà possibile realizzare con una forte azione di collaborazione e logica politica con le comunità locali. L’Università di Bordeaux punta molto sulla strategia di accogliere numerosi studenti e scienziati provenienti da ogni parte del mondo. Attraverso il finanziamento di progetti specifici, l’ateneo prevede di aumentare la mobilità dei propri ricercatori.

Gli studi

A seguito della creazione della nuova Università di Bordeaux che sarà operativa a partire dal 2014, ogni ateneo che vi è confluito porterà la propria specifica didattica di competenza oltre all’enorme patrimonio costituito in laboratori, cliniche ospedaliere e altre importanti strutture. Per quanto riguarda l’offerta di studi si può sintetizzare nella seguente maniera. Università di Bordeaux 1 fondata nel 1971, offrirà Matematica, Informatica, Fisica, Chimica, Scienze Biologiche e Scienze della Terra e Marine. Università di Bordeaux Segalen fondata nel 1971, offrirà Medicina, Farmacia, Biologia e Scienze Sociali. Università di Bordeaux 3 “Michel de Montaigne? fondata nel 1971 offrirà Filosofia, Lingue e Civiltà Territoriali e Scienze della Comunicazione. Università di Bordeaux IV “Montesquieu? fondata nel 1995 offrirà Giurisprudenza e Scienze Politiche, Economia, Amministrazione economico e sociale, la gestione. Offrirà anche una scuola di formazione per insegnanti. Bordeaux Politecnico creato nel 2009 a seguito della ristrutturazione delle scuole di ingegneria di Bordeaux, offrirà cinque scuole nei campi della chimica, fisica e biologia, scienza dell’alimentazione, Elettronica, Informatica, Telecomunicazioni, Matematica e Meccanica, Tecnologia Biomolecolare Cognitics e Ambiente. Bordeaux Nazionale di Ingegneria Agraria Scuola, collegato al Ministero dell’Agricoltura e della Pesca, che porterà l’istruzione superiore di ingegneri e dirigenti destinati al settore agricolo.

Storia

La prima Università di Bordeaux nacque con l’autorizzazione tramite la bolla papalina emessa il sette giugno del 1441 da Papa Eugenio IV, quando la città di Bordeaux era sotto la dominazione inglese. Le cronache risalenti all’epoca identificano nel monsignor Pey Berland l’artefice della nascita dell’ateneo. Originariamente la proposta di studi vide attive quattro Facoltà: Teologia, Diritto, Medicina e Arti. Successivamente la Facoltà di Giurisprudenza venne suddivisa in una facoltà di diritto civile e una di diritto canonico. Grazie al vescovo François de Foix nel 1591 venne istituita la Facoltà di matematica. Gli anni immediatamente successivi al 1968 per la Francia rappresentarono un punto di svolta nel loro sistema universitario. A seguito dei disordini che erano accorsi nelle varie università durante il 1968, l’allora governo francese decise di rivoluzione l’intero mondo accademico non solo a Parigi, ma in tutta la Francia. Con la legge di orientamento, “Loi d’Orientation de l'Enseignement Superieur?, del 1968 molti atenei scomparvero, e sorsero dei nuovi poli universitari che accorpavano le precedenti istituzioni. Alcuni delle quali mantennero le vecchie denominazioni, ma di fatto non esistevano più, andandosi ad integrare con il nuovo panorama didattico che era sorto. Anche l’Università di Bordeaux subì questa sorte. A partire dal primo gennaio del 2014 risorgerà riacquistando la vecchia denominazione di Université de Bordeaux.

Curiosità

Il nuovo polo avrà uno dei campus più grandi di tutta Europa e sarà inaugurato a Talence/Pessac-Gradignan. Un progetto che prevede un notevole impegno economico considerata l’importanza di questo Ateneo: costerà ben un miliardo di euro e si prevede che ci vorranno circa venticinque anni per completarlo, il che dimostra la complessità dell’opera. E’ destinato ad accogliere 70.000 studenti, 5mila tra ricercatori e docenti e 3mila dipendenti amministrativi. Date le dimensioni enormi della nuova Università di Bordeaux sono stati istituiti collegamenti tramite la linea tranviaria.

Université de Bordeaux

166, Cours de l’Argonne

33000 Bordeaux

Tel. : +33 (0) 5 56 33 80 80

Sito: www.univ-bordeaux.fr

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazioni interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ce ne offri due), così ci aiuterai a scrivere la prossima guida:  Paypal

 

Dove si trova?

 

Torna su

 

Ostelli Boudeaux   Ostelli Francia   Hotel Bordeaux

Carte de  Bordeaux      Karte Von Bordeaux     Mapa Burdeos    Map of Bordeaux

Carte de France  Karte von Frankreich      Mapa Francia     Map of France

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal