Unter den Linden

Sei qui: Cosa vedere a Berlino >

Unter den Linden a Berlino

L'Unter den Linden, (letteralmente "sotto dei Tigli"), è il maestoso viale nella zona nella del Mitte di Berlino, la principale arteria est-ovest che attraversa la città che prese il nome dai filari di tigli che furono piantati lì secoli fa. Questo prestigioso viale conduce allo scenografico Schlossbrücke (letteralmente Ponte del Castello) vicino l'Isola dei Musei attraverso la Porta di Brandeburgo in Parizer Platz. La strada si estende lungo 1,5 chilometri ed ha una larghezza di sessanta metri. I tigli sono ancora ì, su quattro file per un totale di circa un migliaio in totale.


Storia del viale

 

Unter den Linden - Viale dei TigliIl duca Federico Guglielmo, conosciuto anche come il Grande Elettore, si dedicò fortemente allo sviluppo e l'abbellimento di Berlino, durante il suo regno a metà 1600. Al fine di migliorare il percorso dal suo castello dove risiedeva fino al Tiergarten terreno di caccia reale, Federico ordinò la posa di lunghe file di alberi di tiglio, allo scopo anche di mantenere la strada più ombrosa e confortevole per i suoi spostamenti. Ciò significa che il suo giro in carrozza sarebbe avvenuto "Unter den Linden" letteralmente sotto i tigli.

 

Quasi un secolo dopo, il re Federico II ampliò il viale aggiungendo la sua collezione di edifici culturali alla zona, tra cui il Teatro dell'Opera Nazionale e la Biblioteca Nazionale, rendendo l'Unter den Linden più grande e più popolare presso i berlinesi. Nel XIX secolo, il viale era una delle strade più trafficate della città e serviva come un luogo d'incontro per molti berlinesi. Dopo la vittoria su Napoleone, alla strada fu abbellita con una pletora di statue in onore dei grandi generali dell'esercito prussiano e fu costituito un corpo di guardia come un memoriale per la vittoria nelle guerre di liberazione (dalla Francia napoleonica).

Entro la fine della Seconda Guerra Mondiale, l'Unter den Linden era ridotto a un cumulo di macerie e i magnifici tigli erano scomparsi. Il governo tedesco orientale fece poco per ricostruire la zona e dopo aver eretto il Muro di Berlino nel 1961, l'Unter den Linden fu chiuso poco prima della Porta di Brandeburgo. La strada perse la sua funzione centrale e divenne deserta. Dopo la caduta del muro nel 1989, la strada si è nuovamente e rapidamente rivitalizzata e ad uno ad uno tutti gli edifici lungo il viale sono stati ripristinati o ricostruiti.

Punti di interesse
Lungo l'Under den Linden si trovano numerosi punti di interesse di Berlino, molti dei quali risalgono al periodo d'oro del Regno di Prussia .

 

Alte Kommandantur

Partendo dallo Schlossbrücke a piedi verso la Porta di Brandeburgo, il primo edificio sulla sinistra è l'Alte Kommandantur, originariamente costruito nel 1795. Nel 1799 divenne la sede del comandante militare di Berlino, da cui il nome. L'edificio fu gravemente danneggiato durante la Seconda Guerra Mondiale e successivamente demolito dal governo della Germania Est. Nel 2003 la facciata anteriore è stato ricreato da foto di disegni originali.


Kronprinzenpalais e Prinzessinnenpalai

Accanto alla Alte Kommandantur si trova il Kronprinzenpalais (Palazzo del principe ereditario) costruito nel 1664 come residenza privata e dal 1732 al 1918 serviva come residenza reale per gli Hohenzollern. Il palazzo fu demolito durante la seconda guerra mondiale e ricostruito nel 1968. Qui è stato firmato il Trattato di Riunificazione Tedesca nell'agosto del 1990. L'edificio è collegato al Prinzessinnenpalais (Palazzo della Principessa), meglio conosciuto come il Opernpalais costruito nel 1733 come palazzo per la famiglia Hohenzollern. Anche questo  palazzo fu completamente distrutto durante la seconda guerra mondiale e in seguito ricostruita tra il 1960-1962.

 

Zeughaus

 

Di fronte al Palazzo del principe ereditario si trova uno degli edifici più belli di Unter den Linden: la Zeughaus (Armeria). La costruzione di questo edificio iniziò nel 1695 su progetto barocco di Johan Arnold Nering e fu completata nel 1706 da Andreas Schlüter. L'edificio fu gravemente danneggiato durante la seconda guerra mondiale e riparato solo nel 1967. Oggi è sede del Museo Storico Tedesco, che ripercorre la storia della Germania dall'epoca romana fino alla seconda guerra mondiale.

Neue Wache

Accanto al Zeughaus si trova la Neue Wache, un monumento neoclassico che serviva come corpo di guardia per le guardie reali ed è ora il Memoriale Nazionale per le vittime della guerra e tirannia. E' considerato uno dei capolavori dell'architetto tedesco Karl Friedrich Schinkel. All'interno, sotto un oculo, si trova una replica della scultura di Käthe Kollwitz Madre con il Figlio morto.

Università Humboldt

 

Proseguendo si trova l'edificio del campus principale dell'Università Humboldt. Fu costruito nel 1753 da Johan Bouman come un palazzo per il principe Enrico, un fratello del re Federico II di Prussia. Dopo la morte del principe l'edificio fu consegnato all'Università di Berlino, che nel 1949 è stata ribattezzata Università Humboldt in onore del suo fondatore Wilhelm von Humboldt. Gli ex studenti sono Karl Marx e il fisico Max Planck. Questa università è stata la patria di molti dei più grandi pensatori della Germania degli ultimi due secoli, tra i quali l'idealista filosofo soggettivo Johann Gottlieb Fichte, il teologo Friedrich Schleiermacher, l'idealista assoluto GWF Hegel, il romantico teorico del diritto Friedrich Carl von Savigny, il filosofo pessimista Arthur Schopenhauer, il filosofo idealista Friedrich Schelling, il critico culturale Walter Benjamin, e famosi fisici tra cui Albert Einstein e Max Planck. I fondatori della teoria marxista Karl Marx e Friedrich Engels frequentarono anch'essi l'Università, come fece il poeta Heinrich Heine, il romanziere Alfred Döblin, il fondatore dello strutturalismo Ferdinand de Saussure, il futuro calcelliere tedesco Otto von Bismarck, e tanti altri ancora, compresi 29 Premi Nobel.


Bebelplatz e Staatsoper

 

Di fronte si trova l'università Humboldt si trova la Bebelplatz, una piazza delimitata da alcuni edifici imponenti. Verso est si trova la Staatsoper, la Berlin State Opera. Il teatro dell'opera fu costruito nel 1743 da Georg Wenzeslaus von Knobelsdorff come Hofoper (Opera di Corte). Andò distrutto da un incendio nel 1843 e fu ricostruito da Carl Gotthard Langhans, l'architetto della Porta di Brandeburgo. Il lato ovest della Bebelplatz è dominato dalla Alte Bibliothek (Biblioteca vecchia), costruita tra il 1775 e il 1780 come la Biblioteca Reale. Oggi l'edificio è utilizzato dall'Università Humboldt. L'Università Humboldt occupa anche l'edificio adiacente, di fronte a l'Unter den Linden, l'Altes Palais (Palazzo Vecchio), un palazzo dallo stile classico costruito tra il 1834 e il 1837. Sia la Alte Bibliothek che l'Altes Palais andarono completamente distrutti durante la Seconda Guerra Mondiale e ricostruiti nel 1963-1964.

Statua di Federico II


Di fronte all'Altes Palais si erge l'imponente statua equestre di re Federico II. Questo massiccio monumento in bronzo fu costruito tra il 1839 e il 1851 da Christian Daniel Rausch. Dopo la seconda guerra mondiale la statua è stata trasferita a Potsdam, ma ora, dopo la riunificazione tedesca, ha ritrovato il suo posto di nuovo al centro di Unter den Linden.

Staatsbibliothek


Di fronte al Altes Palais, accanto all'Università Humboldt si trova la massiccia costruzione della Staatsbibliothek, un ramo della Biblioteca di Stato di Berlino. L'edificio fu costruito tra il 1908 e il 1913 per ospitare la biblioteca prussiana.

Ambasciata russa


Più avanti in direzione Porta di Brandeburgo si trovano una serie di ambasciate. Tra queste l'ambasciata russa, che era già un'ambasciata quando gli zar governavano ancora la Russia. L'edificio andò distrutto durante la seconda guerra mondiale. L'edificio attuale è un tipico esempio di architettura sovietica stalinista costruito tra il 1949 e il 1952.

Madame Tussauds


Sul lato opposto, nei pressi di Pariser Platz, si trova la filiale berlinese del  museo delle cere Madame Tussauds, che, come la sua controparte a Londra, mostra un ritratto di cera di Adolf Hitler tra le altre figure storiche. Ci sono anche personaggi dello sport, della musica e stelle del cinema, alcuni internazionali, altri tedeschi come Marlene Dietrich.

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

 

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

 

Dove si trova?

 

Torna su

 

OSTELLI Berlino   Ostelli Germania

Carte d'Allemagne Karte von Deutschland  Mapa  Alemania   Map of Germany

Carte de Berlin   Karte von Berlin Mapa  Berlín     Map of Berlin