VIAREGGIO

VISITARE VIAREGGIO INFORMAZIONI  PICCOLA GUIDA

"E chi pensa che alla Lucchesia vede infatti venirgli incontro la vasta plaga che si stende tra i monti e il mare, dove gli orti e i coltivi si spingono sino alle note spiagge turistiche di Viareggio e Forte dei Marmi: di una dolcezza umanizzata, di una fecondità placida, paragonabili soltanto, tra le zone costiere, a quella tra Sorrento e Napoli. E' questa la parte più dolce della Toscana."  Guido Piovene, Viaggio in Italia, 1957

 

Divertimento è la parola d'ordine che a Viareggio apre tutte le porte, ma anche relax, natura e shopping. Le altre di parole, spiagge (grandi e ben attrezzate), locali notturni (storici e di tendenza) e Carnevale, seguono senza bisogno di presentazioni. Viareggio è una delle più grandi località balneari italiane, con oltre 63mila abitanti è la seconda città più grande della provincia di Lucca.

Il mare ha dato sempre tanto sempre tanto alla città. Dopo una bufera a volta piaggiano tronchi, piccoli oggetti, portati dalle onde e dalle correnti da chissà dove. Una volta, il 18 Luglio del 1822 venne ritrovato qua il corpo del poeta romantico inglese Shelley, morto durante una tempesta davanti a Lerici e trasportato fin qui dalla corrente. Il corpo venne riconosciuto dai poemi del suo amico Keats, che era morto l'anno prima a Roma di tubercolosi, che portava ancora in tasca. Venne bruciato e cremato qui dai suoi amici più stretti, compreso Byron. Qui era di casa Giacomo Puccini, prendeva posto al ristorante Margherita, sulla finestra che da sulla spiaggia, incontrava amici come D'Annunzio, Marconi e Toscanini e aspettava che le onde portassero anche a lui qualcosa, note. Tra quelle mura dirimpetto sul mare nacquero le ispirazioni per la Boheme, della Tosca e della Madama Butterfly. Sognare non guasta mai.

ViareggioUbicata sulla costa settentrionale della Toscana, insieme a Torre del Lago Puccini, Lido di Camaiore, Marina di Pietrasanta e altre località, compone i 20 chilometri della famosa Riviera della Versilia. Le seguenti città sono tutte ad una distanza ragionevole: Firenze (80 km), Siena (130 Km), Lucca e Pisa solo 20 Km. Facilmente raggiungibili sono anche le isole dell'Arcipelago Toscano e luoghi come le Alpi Apuane e le Cinque Terre nella vicina Liguria.

Veduta di ViareggioLa lunga e continua spiaggia di Viareggio, di sabbia fine,  scende dolcemente verso il mare ed è molto spaziosa, pulita e ben attrezzata, ideale per le famiglie ma molto frequentata anche da viveur. Il lungomareè mitico, una lunga passeggiata punteggiata da boutique, negozi, bar, discoteche, cinema, gallerie d'arte e molto altro ancora. Lo svago, lo shoppinge il divertimento sono assicurati, ma Viareggio non delude nemmeno gli amanti del relax e della intensa vita culturale. Ad entrambi i lati della città troviamo due belle pinete, sceglietele anche per le attività sportiveo per un classico picnic all'aria salutare del mare. Proprio il lungomare rimane uno dei punti più attraenti dell'architettura cittadina. La località è stata, sin dagli inizi del Novecento, tra i più rinomati luoghi di villeggiatura marina d'Europa: lo sviluppo urbano è stato intenso e tale da portare ad una sorprendente proliferazione di edifici in stile Liberty(Art Nouveau).Si ammirino per esempio le facciate della Villa Argentina, dei Bagni Balenao del Gran Caffè Margherita. Molti personaggi famosi hanno soggiornato a Viareggio, Percy B. Shelley e Lord Byron, Manzoni, Puccini e D'Annunzio

PasseggiataViareggio è una città particolare, tipicamente toscana, ma anche ligure; una miscela che nel tempo ha saputo creare un'identità tutta sua. Le radici della località affondano nella prima metà del XVI secolo, quando divenne la sola porta al mare per la Repubblica di Lucca. L'edificio più antico di Viareggio, conosciuto come Torre Matilde, risale infatti a questo periodo ed è una costruzione edificata dai lucchesi nel 1541 come difesa dalle continue incursioni corsare.

Veduta di ViareggioLa lunga spiaggia è divisa in numerose parti, sono gli stabilimenti balneari, così tanto in auge soprattutto negli anni sessanta. Ogni stabilimento ha una sua insegna di riconoscimento, un proprio bar-ristorante, cabine dove spogliarsi e attrezzature varie come docce esterne e interne, dai giochi per bambini, alla piscina. Le file di ombrelloni e lettini a righe colorate sono disposti in modo ordinato e disegnano belle geometrie sulla spiaggia. I prezzi sono abbastanza alti, ma il servizio è buono e gli ombrelloni sono ben distanziati gli uni dagli altri.  

Il centro storico non è grande ma interessante da visitare. Kilometri di piste ciclabili rendono la cittadina un paradiso per gli amanti delle due ruote e della vita sana. I numerosi bar all'aperto, arredati in modo elegante, aspettano con i loro cocktail invitanti e i gelati artigianali. LaTorre di Matilde, sopra accennata, si trova in piazza Mazzini, e continua a sorvegliare la città da cinque lunghi secoli. La costruzione deve il suo nome ad una delle figure femminili più note della Villa Paolina Viareggiostoria d'Italia, Matilde di Canossa, ma non fu lei tuttavia a volerne l'edificazione. All'interno si può visitare l'interessante Pinacoteca Lorenzo Viani. I Musei Civicisono invece raggruppati nella bella Villa Paolina, dal nome di Paolina Bonaparte, sorella di Napoleone, che la fece costruire nel 1822 e che la lascio poi in eredità all'altra sorella dell'Imperatore, Carolina Murat. Il museo ospita importanti collezioni d'arte contemporanea, reperti archeologici e oggetti del mondo della musica.

Se l'estate vede la città riempirsi di migliaia di turisti, l'inverno non è da meno. A febbraio il Carnevale di Viareggioattira quasi lo stesso numero di turisti estivi concentrati in un sola settimana. Si dice che l'antico ducato di Luccaponeva il giorno del martedì grasso al centro del grande divertimento, consentendo ai cittadini, solo per quella giornata, la piena e completa trasgressione. Il Carnevale viareggino ha dimensioni davvero incredibili, è affollatissimo e colorato. I grandi carri di cartapesta, che per essere costruiti hanno richiesto un continuo lavoro nell'inverno, sfilano giganteschi, esibendo ogni anno temi differenti e ispirati all'attualità; non mancano i personaggi politici, le star del bel mondo e le allegorie. Si dice essere, insieme a quello di Venezia, il carnevale più famoso d'Europa. La tradizione del Carnevale affondo le sue radici nel lontano 1873, quando cioè nel Caffè del Casino, alcuni giovani della borghesia locale decisero di dare vita alle prime sfilate. Le sfilate, lo ricordiamo sono oggi a pagamento, e si concentrano in genere in un numero di cinque per edizione. Per chi è interessato consigliamo la visita al laboratorio dei carri allegorici, la Cittadella del Carnevale, presso lo svincolo autostradale con l'Aurelia. L'itinerario comprende la visita a 16 laboratori e al Museo del Carnevale.

 

Torna su

 

Ostelli Viareggio   Ostelli Italia   Auberges de Jeunesse Italie   Hotel Viareggio

Carte Viareggio          Karte von Viareggio      Mapa  Viareggio      Map of Viareggio

 Carte de la Toscane     Karte von Toskana     Mapa Toscana     Map of Tuscany

Carte d'Italie  Karte von Italien  Mapa Italia             Map of Italy