ASCOLI PICENO

VISITARE ASCOLI PICENO INFORMAZIONI  PICCOLA GUIDA

 

Ascoli Piceno è situata a breve distanza dalla costa adriatica, nella parte orientale del centro Italia, nelle Marche. Una piccola città caratterizzata da una storia ricca e da una interessante architettura. Il filosofo francese Jean Paul Sartre ben la ricordava quando amava dire che "passeggiare per le sue strade era come sfogliare un volume di storia dell'arte", e in effetti Ascoli è una città dalle forti tradizioni culturali, orgoglio dei suoi 51.400 abitanti. La località si trova alla confluenza del fiume Tronto e del fiume Castellano ed è circondata su tre lati da montagne.

Le torri di Ascoli PicenoDue i parchi naturali di confine della città, il Parco Nazionale dei Monti Sibillini e il Parco Nazionale dei Monti della Laga. Una delle caratteristiche più evidenti della sua architettura, in particolare del suo centro storico, è l'uso del travertino: una pietra di colore chiaro, tipica degli edifici antichi. Rovine in pietra di un antico anfiteatro caratterizzano un angolo della città, mentre qua e là si notano testimonianze dell'antica civiltà dei Piceni, una popolazione italica, a cui si attribuisce la fondazione del primo insediamento urbano (secoli prima della fondazione di Roma).

Torri Gemelle di Ascoli PicenoAscoli nasce lungo l'importante Via Salaria, la strada del sale, che collegava il Laziocon le salinedella costa adriatica. Nel 268 a.C. divenne civitas foederata, una città federata con indipendenza nominale dalla Repubblica romana. Nel 91 a.C., insieme ad altre città del centro Italia, si rivoltò contro Roma, ma pochi anni dopo fu riconquistata e distrutta dagli stessi romani. Il percorso storico di Ascoli è sempre stato abbastanza turbolento. Vi furono alcuni periodi di pausa durante gli oltre due secoli del Ducato longobardo di Spoleto(593-789) e successivamente con il governo dei Franchi e con la sede vescovile sviluppatasi in seguito. Nel XIV secolo la città si ritrovò sotto la signoria riminese di Galeotto I Malatesta e successivamente sotto quella di Francesco Sforza, che vi governò fino al 1482, all'indomani della riconfermata sovranità papale. Nel 1860 fu annessa nel nuovo unificato Regno d'Italia. Nel 2001 la città è stata insignita della Medaglia d'Oro al Valore Militareper le attività partigiane durante la seconda guerra mondiale.

Le torri di Ascoli PicenoUna delle piazze centrali della città è Piazza del Popolo, che porta il nome della celebre piazza di Roma e si origina infatti proprio da un antico foro romano. Ben ordinata e chiusa da edifici circostanti, è questo lo spazio aperto più grande della città e il suo tradizionale salotto sociale. Si caratterizza anche per l'imponente Palazzo dei Capitani, all'angolo ovest, che fu sede del Potestà e successivamente dei governatori pontifici e che oggiospita mostre d'arte ed eventispeciali di tipo civico. Belle arcate incorniciano la piazza, dando la sensazione di ritrovarsi in un antico cortile. Caratteristica più evidente della città sono tuttavia le torri di Ascoli Piceno, gli alti campanili della chiesa di San Francesco(nella parte nord della piazza) e che contraddistinguono l'interno panorama urbano. Durante il periodo di massimo splendore, Ascoli si vantava di più di 200 torri, ora ne rivendica una cinquantina, ma molte sono difficili da distinguere, essendo state ridotte in altezza o incorporate in altri edifici.

Nella stessa piazza, consigliamo di visitare il Caffè Meletti, del 1907, noto per il suo liquore di anice 'anisetta'e altre prelibatezze al gusto di anice, compreso il caffè espresso. I pavimenti in legno, gli alti soffitti, le enormi finestre e le decorazione ornamentali, regalano un'atmosfera di inizio Novecento, riscontrabile per esempio in molti caffè letterari di Vienna. Lo si individua facilmente per la sua facciata rosa.

Un'altra piazza centrale di Ascoli Piceno è la Piazza Arringo, che ospita a sua volta la Cattedrale di San Emidio,originaria del V secolo e completata lungo l'arco di diversi secoli nel XVI secolo. All'interno è custodita la pala d'altare di Carlo Crivelli. A San Emidio è dedicato in particolare il Tempietto alle Grotte, che consiste di una facciata in travertino, porta d'ingresso al santuario di sepoltura del santo, successivamente trasformato in un oratorio.

Particolare menziona merita anche la menzionata chiesa di San Francesco (iniziata nel 1258 e completata oltre tre secoli dopo), in stile gotico. Il portale centrale è uno dei migliori esempi di decorazione in travertino locale. Annessa alla chiesa è la seicentesca Loggia dei Mercanti, in stile bramantesco dell'alto Rinascimento romano. Molto interessante è anche la chiesa di San Pietro Martire(XIII secolo), con un cinquecentesco portale laterale di Nicola Filotesio, noto localmente come Cola d'Amatrice. L'interno contiene il prezioso reliquiario della Sacra Spina, dono di Filippo IV di Francia. Interessante esempio di architettura religiosadi Ascoli Piceno è anche il bel Battistero di San Giovanni, in stile romanico e parte del patrimonio nazionale.

Tra i palazzi dell'architettura civile, oltre il sopracitato Palazzo dei Capitani, si ammirino anche i ponti romani di Solestà e Cecco, quelli medievali di Tufillo e Maggiore, il Palazzo Longobardo e l'annessa Torre Ercolani, la Fortezza Pia(del XVI secolo) e la Fortezza Malatesta. La necropoli longobarda è invece situata in località Castel Trosino. Nei dintorni consigliamo una visita alle Grotte dell'Annunziata (II secolo a.C.), un porticato a nicchia alto 18 metri, il Parco dell'Annunzia e i vicini Parchi naturali.

Ascoli Piceno è una bella e vivibile città, apprezzata per la sua genuina semplicità nonostante la grande storia racchiusa nel suo centro storico. La sua economia è oggi trainata da piccole e medie imprese, da alcuni settori agricoli e da importanti multinazionali agro-alimentari. La festa principaledella città si tiene ad agosto ed è caratterizzata un corteo storico in costume rinascimentale, è la celebrazione di S. Emidio patrono di Ascoli. Il corteo è seguito dal celebre torneo cavalleresco Quintana. Anche il Carnevale di Ascoli, merita menzione, una manifestazione tradizionale di grande partecipazione.

Ascoli è facilmente raggiungibile in auto e in treno ed è situata ad ovest della città costiera di San Benedetto del Tronto, e non è lontano da Perugia ed Ancona. Da Roma è raggiungibile attraverso la A24 e A14.

 

Dove si trova?

Torna su

 




Ostelli Italia  Auberges de Jeunesse Italie  Hotel Ascoli Piceno  Ostelli a Ascoli Piceno

Carte Ascoli Piceno Karte von Ascoli Piceno  Mapa Ascoli Piceno Map of Ascoli Piceno

Carte Marches     Karte von Marken    Mapa de las Marcas   Map of Marches

Carte d'Italie Karte von Italien Mapa Italia      Map of Italy