BERAT

VISITARE BERAT : INFORMAZIONI PICCOLA GUIDA

Se è vero che gli occhi sono lo specchio dell'anima, Berat è l'anima dell'Albania. Ovunque si cammini a Berat si ha la sensazione di essere osservato mentre si visita la "città dalla mille finestre". Il centro storico di Berat (insieme Gjirokastra) è iscritto nella lista dei Patrimoni dell'Umanità UNESCO (dal 2008), come raro esempio di un carattere architettonico tipico del periodo ottomano in Albania e non solo.

BeratSituata nella parte centrale del Paese, Berat testimonia la coesistenza di varie comunità religiose e culturali nel corso dei secoli. Presenta un castello, localmente noto come il Kala, la maggior parte del quale venne costruito nel XIII secolo, anche se le sue origini risalgono al IV secolo a.C. L'area della cittadella presenta molte chiese bizantine, principalmente dal XIII secolo, così come diverse moschee costruite sotto l'epoca ottomana che iniziò nel 1417.

Castello di BeratLa caratteristica più suggestiva di Berat è la sua collezione di case bianche ottomane che risalgono la collina fino al suo castello, guadagnandosi il titolo di "città dalle mille finestre". La sua aspra cornice montana è particolarmente suggestiva quando le nuvole si muovono intorno alle cime dei minareti, o si rompono per mostrare la vetta ghiacciata del Monte Tomorri. Nonostante sia ora un grande centro turistico in Albania, Berat è riuscita a mantenere il suo fascino e la sua atmosfera amichevole.

Castello di BeratLa storia della città iniziò nel VI-V secolo a. C. come insediamento illirico. Più tardi, nel III secolo a.C., fu trasformata in una città fortificata conosciuta come Antipatrea con un importante e strategico castello. Il castello si ampliò in seguito, in particolare durante il dominio feudale della famiglia Muzakaj. All'interno del castello, vennero costruite chiese con preziosi affreschi e icone, e anche una scuola di calligrafia. Ancora oggi i residenti vivono ancora all'interno delle mura del castello. I tre quartieri principali della città vecchia sono Mangalemi, Gorica e Kala, dove si trova il castello stesso.

Chiesa Bizantina a BeratA Mangalemi, sotto il castello, si può vedere la famosa veduta delle facciate delle case, con finestre che sembrano sormontate l'una dall' altra. In generale, una casa tradizionale ha due piani, dove il secondo è prominente e ha molte finestre a volta e sculture in legno. Con le sue case costruite lungo la ripida collina, la vista di Mangalemi è il motivo per cui un altro nome di Berat è "la città delle finestre galleggianti".

Dall'altra parte del fiume Osum si trova il quartiere di Gorica, le cui case si affacciano su quelle di Mangalemi. Il ponte ad arco di Gorica, costruito nel 1780, è un bellissimo monumento architettonico costruito per collegare Gorica a Mangalemi.

Ponte di Gorica - BeratL'insieme delle chiese bizantine nel castello di Berat è straordinario. Ai piedi del castello si trovano la Chiesa bizantina di San Michele (Shën Mëhilli), la Chiesa di San Maria Blachernae del XIII secolo ( Shën Maria e Vllahernës), la Chiesa della Santa Trinità  (Shën Triadha), la monumentale Cattedrale post-bizantina di San Maria (Shën Maria) e molte altre chiese.

La Cattedrale di Shën Mëria ospita un museo di opere dei famosi iconografi del XVI secolo: Onufri e suo figlio Nikola. Ci sono oltre 100 icone in mostra e comprendono anche opere di altri artisti come Joan Çetiri, Onufër Qiprioti, e molti pittori anonimi. Si può anche visitare il Monastero di Shën Spiridhoni a Gorica.

Ponte di Gorica - BeratNel 1417, gli Ottomani occuparono Berat e questa conquista lasciò il suo segno con la costruzione di monumenti alla fede islamica, come la Moschea Rossa di Xhamia e Kuqe all'interno del castello, la Moschea del Piombo (1555), la Moschea degli Scapoli (1872) nel quartiere di Mangalem ma anche Moschea del Re (Xhamia Mbret ).

Altri luoghi da visitare sono il Museo Etnografico, situato all'interno di un edificio çardak del XVIII secolo, e la Galleria d'Arte Edward Lear, un noto pittore inglese che dipinse gran parte di Berat e dell'Albania. Inoltre Berat è nota per i suoi piatti tradizionali. Vale la pena assaggiare specialità  del posto. Si consiglia anche di visitare il Monte Santo di Tomorr.

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

Dove si trova?

 

 

Torna su

 

Ostelli Berat    Ostelli Albania   Hotel Berat  Hotel Albania

Carte Berat    Karte von Berat   Mapa Berat Map of Berat

Carte Albanie    Karte von Albania   Mapa Albania   Map of Albania