Per favore, disabilità il tuo adblock per visualizzare questa pagina
 

WROCLAW BRESLAVIA

VISITARE WROCLAW BRESLAVIA: INFORMAZIONI PICCOLA GUIDA

 

Wroclaw (in italiano Breslavia) è una città della Polonia sud-occidentale, quarta maggiore per popolazione (oltre 632.000 abitanti). I suoi confini ne hanno plasmato la storia, con Boemia, Austria, Prussia, che a turno si sono contese questa bella località bagnata dal fiume Odra (Oder). Solo sessant'anni fa la città era un cumulo di rovine, per via di uno degli assedi più feroci della storia moderna durante la Seconda Guerra Mondiale sul fronte tedesco-russo. Oggi, si presenta come una delle più attraenti località della Polonia, una piccola gemma ancora per molti versi tutta da scoprire. Spesso definita come la Praga polacca, Breslavia è un luogo ricco di eleganti architetture, chiese dalle guglie gotiche e numerosi ponti. Canali e strade acciottolate caratterizzano il suo centro storico molto suggestivo.

 

Nel corso della storia Wroclaw ha cambiato cinque nomi, si è ritrovata dominata da quattro Paesi, e come il resto della sua attuale nazione, ha sperimentato le atrocità del nazismo e i lunghi decenni del comunismo russo; il suo nome prima del 1945 era Breslau (nome con il quale è ancora oggi conosciuta in Germania). Ancor prima della seconda guerra mondiale, era la capitale della provincia tedesca della Bassa Slesia prussiana. Divenne parte del territorio polacco dopo la guerra, quando i sovietici spostarono il confine tedesco-polaccoad ovest, verso la linea Oder / Neisse. Quella che in Italia era conosciuta come Breslaviafu quasi completamente distrutta durante la fine della guerra, durante l'avanzare dell'Armata Rossa verso Berlino, la "Città Fortezza" di Hitler. L'antica sinagoga di ul. ?ąkowa venne distrutta il 9 novembre 1938 durante la cosiddetta Notte dei Cristalli (Kristallnacht), durante la quale si ebbe la grande sommossa e la devastazione antisemita condotta dai nazisti (simili 'incursioni' portano anche il nome di Pogrom).

Oggi ci troviamo di fronte una città universitaria, con circa il 10% della popolazione formata da studenti, che aggiungono> una vena di entusiasmo giovanile alla città, così come accadeva in passato, prima della guerra. La ricca scena culturale e la vita notturna intensa sono il risultato più evidente della presenza di tanti ragazzi. Ma il fascino di Wrocław si estende al di là dei locali, dei bar e teatri d'operaclassica, il governo locale ha dimostrato difatti un desiderio forte di restituire la città al suo massimo splendore, quello splendore presente prima della guerra: un ampio e accurato programma di restauro e riqualificazione urbanaha restituito un nuovo volto alla città, nuovo entusiasmo si è diffuso tra i suoi abitanti.

Il visitatore rimarrà certo sorpreso esplorando Wroclw, capitale della Bassa Slesia (Dolny Slask), con il suo enorme centro storicocostruito su 12 isole collegate da oltre 100 ponti. Oltre alla sua posizione unica, Wroclaw stupisce anche per l'architettura gotica, baroccae Art Nouveau (stile Liberty). Il centro si esplora agevolmente a piedi, si tenga conto tuttavia che la città ha un eccellente sistema di trasporti pubblici, con accesso alle periferie e alle attrazioni turistiche nei dintorni (con 60 linee di autobus e 25 linee di tram). Il sistema stradale è in continua evoluzione e potrebbero essere presenti deviazioni con conseguenze sui tempi di percorrenza da e verso la città (soprattutto nelle ore di punta).

Il fiume e i suoi affluenti minori (Olawa, Sleza, Bystrzyca e Widawa) donano alla città un aspetto pittoresco: l'isola della Cattedrale(Ostrów Tumski), il primo sito d'insediamento slavo, oggi non è più un isola. Le prime costruzioni, in legno, in Ostrów Tumski sono datate X secolo e furono portate a termine dalla dinastia Piast. Il primo edificio di materiale solido è stata la cappella di San Martino, costruita probabilmente all'inizio dell'XI secolo dai monaci benedettini. Non molto tempo dopo venne eretta la prima cattedrale, in sostituzione della piccola chiesa. La Cattedrale di San Giovanni Battista(Archikatedra św. Jana Chrzciciela), risale al XIII secolo, con la splendida architettura (che per diverse cause si è avvicendata negli stili romanico, gotico, rinascimentale e neogotico) e l'organo più grande di tutte le chiese della Polonia. Dispone di ascensore verso l'alto, con il quale è possibile raggiungere la cima per una bella vista panoramica sulla città e i dintorni.

Cattedrale San Giovanni BattistaSono tante le chiese di Wroclaw che meritano una visita, tra tutte l'imponente chiesa di Santa Maria Maddalena, la seconda ad essere stata costruita in città nella riva sinistra del fiume Odra. Durante la Riforma venne occupata dai protestanti, ritornando a culto cattolico solo dopo la fine della seconda guerra mondiale. La chiesa si caratterizza in particolare per il portale romanicodel XII secolo qui spostato dall'abbazia benedettina (a quell'epoca era considerato la reliquia più preziosa di Breslavia) e il ponte di Penancesche attraversa le due svettanti torri, con possibilità di visita. La chiesa della Maddalena è situata nel quartiere di Rynek, la piazza centrale di origine medievale, e oggi cuore pedonale e commerciale della città. Il suo fascino è grande, si tratta di una delle piazze più grandi d'Europa ed è fiancheggiata su tutti i lati da edifici interessanti. Centro della vita turistica, vi troviamo numerosi ristoranti e bar tipici ed è il luogo ideale per assaporare una fresca birra locale. Nella stessa piazza è presente anche l'antico Municipio, tardo gotico, posizionato nella parte meridionale. L'edificio è uno dei simboli di Wroclaw particolarmente riconoscibile per la facciata orientale. Nello stesso quartiere si distingue anche il particolare edificio in stile Liberty del Dom Handlowy Braci Barasch(fratelli Barasch), sede dei Grandi Magazzini di Wroclow. Passeggiando per Rynek è impossibile non notare la forma elegante di una scultura 'seduta' fuori il piccolo birrificio Spiz:è quella di Alexander Fredro,una delle figure più illustri della Polonia letteraria.

Si consiglia anche la visita alla chiesa di San Adalberto, imponente chiesa sulla piazza Dominikanski: è la più antica chiesa posta sulla riva sinistra del fiume Odra, fondata nel 1112 da gli Agostiniani e poi consegnata ai Domenicani. Venne distrutta nel 1241 durante l'invasione dei Tartarie poi ancora nel 1945 durante l'assedio di Breslavia.

La visita alla città non è completa senza aver fatto esperienza del Racławice Panorama (ul. Purkyniego 11), forse il sito turistico più visitato di Wroclow. Costituito da una grande tela avvolta attorno ad una rotonda di visualizzazione, crea una vista a 360° della Battaglia di Racławice(1794), che ebbe luogo tra le truppe russe e gli insorti polacchi. La battaglia fu una vittoria per i polacchi, i russi però alla fine vinsero la guerra. Le visite sono condotte in gruppi organizzati circa ogni mezz'ora. Non si manchi di ammirare la Hala Ludowa(anche i italiano Sala del Centenario), uno storico edificio della città, costruito nel 1911 dal progetto di Max Berged elencato dal 2006 tra i siti UNESCOcome patrimonio dell'Umanità. Con una cupola di diametro di 69 metri e 49 metri d'altezza (il duomo a sua volta è alto 23 metri ed è composto da vetro ed acciaio) fu a suo tempo il più grande edificio in cemento armato del mondo.

Oltre ai numerosi edifici religiosi e civili ammirate i tanti parchi, immancabili per chi all'occorrenza si vuole riservare qualche ora di relax. Si consigliano in particolare il Parco Szczytnicki (sulla parte centro-orientale e particolarmente affascinante in autunno) e il suo Giardino Giapponese (un ricordo della Grande Esposizione Universale del 1913), il Parco Wschodni(nella parte orientale, lungo la riva del fiume Oława). Da non mancare infine una visita al quartiere ebraico di Wroclow: prima della salita al potere di Hitler la città ospitava oltre 20.000 ebrei, terza maggiore comunità di quella che allora era la Germania. All'interno vi troviamo ancora oggi una vivace comunità ebraica di circa 1000 abitanti e una sinagoga bianca, quasi nascosta in un cortile.

Non rimane che lasciarvi assaporare la gastronomia di Wroclow, tra le tante squisitezze suggeriamo di non perdere il barszcze il nalesniki(delle crepes) e fare esperienza di un tipico 'pierogi' polacco (un piatto composto da raviolini ripieni, che possono essere salati o dolci). Da menzionare è anche la cantinaSpiz un piccolo birrificio dove poter assaporare birra locale in un ambiente d'effetto.

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

Dove si trova?

 

Torna su

 

 

Ostelli Breslavia  Ostelli Polonia   Hotel Wroclaw   Hotel Polonia

Carte de la Pologne      Karte von Polen Mapa de Polonia  Map of Poland

Carte Wroclaw   Karte von Breslau   Mapa Breslavia    Map of Wroclaw