Cosa vedere a Brescia

Adv.

Cosa vedere a Brescia

Il centro di Brescia è di particolare interesse storico e artistico. Sviluppatosi intorno a Quattro piazze (Piazza del Mercato, Piazza della Vittoria, Piazza della Loggia e Piazza Paolo VI), vicino al principale Corso Palestro, raccoglie il cuore culturale della città.

Piazza del Mercato ci offre un interessante e caratteristico mercato con piccoli negozi che da sotto i portici si sono storicamente attrezzati nella vendita di prodotto locali come salami e formaggi.

Piazza della Vittoria ci rimanda indietro all’austerità dell’era fascista, in cui lo stile dell’architetto Piacentini viene rappresentato dalla bellezza severa del monumentalismo della piazza. I negozio, le boutique, gelaterie e pasticcerie presenti sotto i portici offrono una scusa perfetta per la classica passeggiata all’Italiana.

Piazza della Loggia è sicuramente la piazza più bella della città, con origini che vanno indietro al XV secolo. L’influenza di origine veneziana si nota chiaramente nella Loggia e nella Torre dell'Orologio, che con il suo bel orologio astrologico ci rimanda al campanile di Piazza San Marco a Venezia. In un angolo della piazza, verso nord, si può ammirare Porta Bruciata, una delle antiche torri difensive della città di origine medievale.

Piazza Paolo VI, infiene, è una delle poche piazze in tutta Italia a possedere due cattedrali: l’antico Duomo vecchio dell’XI secolo chiamato anche Cattedrale della Rotonda, un raro esempio di Basilica di origini Romaniche con una pianta di tipo circolari. Costruita con pietre locali e con fragmenti di pavimentazione decorata a mosaico ci rivela i resti di antichi bagni romani e parte delle fondamenta di un’antica Basilica del VIII secolo. Interessante da visitare è la tomba di Berardo Maggi, Vescovo della città di Brescia nel XIII secolo, costruita in un elaborato ed elegante marmo rosso. La seconda cattedrale di Piazza Paolo VI e il Duomo nuovo del 1604.

Nella piazza si trova un altro monumento storico, il famoso Broletto, il Palazzo Comunale di origine medievale, definito come tra i più belli d’Italia per la sua torre del XI secolo.

Dietro Piazza del Duomo, la Via Mazzini, porta alla bellissima Via dei Musei, dove troviamo i resti della Brescia antica, la città di Brixia, il cui monumento più importante e meglio conservato è il  Tempio Capitolino, un tempio Romano fatto costruire da Vespasiano nel 73 d.c. Esattamente dietro il tempio, troviamo tre ricostruzioni della ‘Trinità Capitolina di Giove, Giunone e Minerva, oggi ospitante framenti di monumenti funebri e pavimenti a mosaico.

Il Palazzo Martinengo, opposto alla Chiesa di San Zeno di Foro, in Piazza del Foro, ospita una magnifica esposizione di arte contemporanea.

Sempre lungo la Via dei Musei, si trova un Teatro Romano, ancora ben conservato.

Indubbiamente il luogo più misterioso e intrigante della città di Brescia è l’Abbazia di San Salvatore e Santa Giulia, dell’VIII secolo, uno dei monumenti più antichi della città. Al suo interno l’Abbazia ospita ben tre chiese. La Chiesa di San Salvatore, la più antica, la cui presente struttura risale al XII secolo nonostante vi siano inclusi resti di una cripta costruita nel VIII secolo che ospita la tomba di Santa Giulia.  La Chiesa di Santa Maria in Solario, sempre del XII secolo costruita come cappella privata per le suore Benedettine che allora vivevano nell’Abbazia. La chiesa è splendidamente decorata in afreschi del Floriano Ferramola del XVI secolo rapresentanti il matrimonio tra Santa Caterina e il Gesù, chiaro esempio del matrimonio spirituale tra le suore e Dio. La Chiesa di Santa Giulia del XVI secolo contiene altri importanti afreschi del Ferramola.

Il Museo Civico è un altro luogo di interesse storico il quale include un Museo Romano con esposizioni di gioielleria, sculture, bronzi e framenti di mosaici. La collezione nel museo di Arte Cristiana include un Reliquario del IV secolo scolpito nell’avorio con scene bibliche e la bellissima nonchè famosa Croce del Desiderio, un Crocefisso del VIII secolo donato al convento da Desiderius, Re dei Lombardi, composto da circa duecento gemme e camei incastonati nel legno incorniciato nell’argento.

Inoltre, troviamo dei resti della Basilica Bizantina di San Salvatore e quelli di un’antica Villa Romana, sempre ritrovata in una parte dell’Abazia.

Salendo verso il Colle Cidneo, nel cuore della originaria Brixia, troviamo i resti di una porta romana e due bellissimi monumenti storici, la Chiesa di San Pietro in Oliveto del XVI secolo che prende il nome dagli ulivi secolari che la circondano, e il Castello di Brescia, importante punto di difesa storica e monumento ai vari condottieri bresciani che venne fatto costruire dal Visconti con alcune caratteristiche di tipo veneziano, francese e austriaco,  aggiunta effetuate lungo gli anni di dominazione esterna. Il castello ospita il più grande Museo d’Armi di tutta Italia, il Museo del Risorgimento e il Museo del Trasporto Ferroviario.

La più importante galleria d’arte bresciana è senza dubbio la Pinacoteca Tosio-Martinengo, la quale include dei bellissimi lavori di alcuni artisti locali come la Sant’Apollonia del Vincenzo Foppa, la ‘Natività, la ‘Città e Provincià e alcuni dipinti del Ceruti del XVII secolo, l’unico del suo periodo a specializzatosi nel ritrarre il popolo e i poveri in genere.




 

Torna su



Ostelli Brescia   Ostelli Italia  Auberges de Jeunesse Italie   Hotel Brescia

Carte Brescia Karte von Brescia      Mapa Brescia Map of Brescia

Carte de la Lombardie     Karte von Lombardei    Mapa Lombardía   Map of Lombardy

Carte d'Italie      Karte von Italien      Mapa Italia      Map of Italy

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal