Storia di Brescia

Advertisement

Storia di Brescia

La zona di Brescia è abitata da tempo immemorabile Le sue origini di possono essere rintracciate all’età del Bronzo, anche se la sua importanza si sviluppò nel momento in cui divenne la capitale dei Galli Cenomani, nota come Brixia, intorno al IV secolo a.c. Dal 187 a.c. i romani ne governarono l’area, ma fu solo nel 49 a.c. con Giulio Cesare che la città ottenne la cittadinanza romana.

Advertisement

Ne seguì un lungo periodo di pace e prosperità economica così come di splendore culturale, nel quale Brescia divenne il centro principale dell’area Cisalpina e del nord Italia accrescendo la sua importanza come centro commerciale e manifatturiero anche grazie alla sua economia basata sull’agricoltura e sulle miniere di ferro. Fu così che, nel 27 a.c. l’imperatore Augusto conferì alla città il titolo di Colonia Civica Augusteà.

Alla caduta dell’Impero Romano la città soffrì le invasioni barbariche con gli Eruli, gli Ostrogoti e i Bizantini.Per due secoli la città fu poi sotto la dominazione Longobarda e fu considerata il luogo centrale dei ducati Lombardi. Importanti luoghi di culto e civili furono costruiti, come il complesso di San Salvatore e Santa Giulia.

Ne segui la dominazione dei Franchi e di Carlo Magno che durò sino all’anno 888. Da allora la città entrò in un periodo di decadimento di cui non esiste documentazione storica. Tra i secoli XII e XIII, Brescia divenne un libero comune che poi fu di fazione Guelfa tra le due città Ghibelline di Bergamo e Cremona.

Intimidita dal potere del Barbarossa Brescia si associa alla Lega Lombarda. Questi furono secoli di notevole importanza architettonica per la città; fu infatti costruito una nuova parte delle mura, il Duomo Vecchio e il Broletto. Tra il XIV e il XV secolo, durante il periodo delle ‘Signoriè la città fu sotto la dominazione di potenti famiglie nobili come gli Angioini, i Visconti e i Malatesta.

Nel 1426 Brescia divenne parte della Repubblica di Venezia sino (con alcune interruzione) al 1796. Questo fu un periodo nel quale la città conobbe nuovamente splendore economico, culturale e architettonico: furono costruiti molti palazzi e chiese, nuove mura di difesa e la bellissima Piazza della Loggia.

Essendo una regione favorevole al transito, verso la fine del XVII secolo la città venne invasa da truppe straniere portando nuovi sentimenti di insicurezza prima e di ribellione poi da parte dei cittadini nei confronti della città di Venezia. Fu così che Brescia divenne facile preda delle truppe Napoleoniche divenendo poi parte della Repubblica Cisalpinica nel 1797.

Fù poi la volta dell’Austria che incorporò la città nel proprio territorio sino al 1858, quando poi la città venne annessa al Regno d’Italia dopo un importante battaglia di resistenza, la famosa battaglia dei 10 giorni, con la quale la città si valse il titolo di ‘Leonessa d’Italià.

Da allora in più la storia della città segue le sorti dell’Italia intera.




Torna su


Ostelli Brescia   Ostelli Italia  Auberges de Jeunesse Italie   Hotel Brescia

Carte Brescia Karte von Brescia      Mapa Brescia Map of Brescia

Carte de la Lombardie     Karte von Lombardei    Mapa Lombardía   Map of Lombardy

Carte d'Italie      Karte von Italien      Mapa Italia      Map of Italy

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal